Jane Austen

Cronologia

home page

1775 - 1776 - 1777 - 1778 - 1779 - 1780 - 1781 - 1782 - 1783 - 1784 - 1785 - 1786
1787 - 1788 - 1789 - 1790 - 1791 - 1792 - 1793 - 1794 - 1795 - 1796 - 1797 - 1798
1799 - 1800 - 1801 - 1802 - 1803 - 1804 - 1805 - 1806 - 1807 - 1808 - 1809 - 1810
1811 - 1812 - 1813 - 1814 - 1815 - 1816 - 1817




Steventon: 17th December 1775.

Dear Sister,

You have doubtless been for some time in expectation of hearing from Hampshire, and perhaps wondered a little we were in our old age grown such bad reckoners but so it was, for Cassy certainly expected to have been brought to bed a month ago: however last night the time came, and without a great deal of warning, everything was soon happily over. We have now another girl, a present plaything for her sister Cassy and a future companion. She is to be Jenny, and seems to me as if she would be as like Harry, as Cassy is to Neddy. . . .

Steventon: 17 dicembre 1775.

Cara Cognata,

Senza dubbio stavi aspettando da qualche tempo notizie dall'Hampshire, e forse ti sei un po' meravigliata che alla nostra età fossimo diventati così incapaci di contare, ma è stato così, perché Cassy si aspettava di partorire un mese fa: comunque ieri sera il momento è arrivato, e senza molti preamboli, tutto si è concluso felicemente. Ora abbiamo un'altra bambina, per il momento un giocattolo per la sorella Cassy e in futuro una compagna. Si chiamerà Jenny, e mi sembra somigli a Henry, così come Cassy somiglia a Neddy. [...]

Stralcio da una lettera del rev. Austen alla cognata Susannah [Weaver] Walter (1716-1811), moglie del fratellastro William-Hampson Walter (1721-1798), figlio di primo letto della madre, Rebecca Hampson, con l'annuncio della nascita di Jane Austen, avvenuta il giorno precedente.




JA (disegno di Cassandra)


 



Probabile silhouette di JA


 



JA (acquerello di Cassandra)


 



Il rev. George Austen

Il nostro caro Padre ha concluso la sua vita virtuosa e felice, con una morte quasi priva di sofferenze quale i suoi Figli avrebbero desiderato.
(L40 - 1805)


 



Cassandra Leigh Austen

La Mamma prosegue bene, appetito e sonno sono ottimi, ma gli Intestini non sono ancora completamente a posto, e talvolta si lamenta dell'Asma, dell'Idropisia, di Acqua nei Polmoni e di Disturbi al fegato.
(L14 - 1798)

L'umore della mamma non è influenzato dall'aumento dei suoi disturbi; al contrario è tutto sommato più buono che mai; né devi supporre che queste malattie siano spesso immaginarie. - Alle volte ha avuto una tendenza verso un'altra che le dà sempre sollievo, e cioè, una sensazione di gonfiore gottoso vicino alle caviglie.
(L15 - 1798)


 



James Austen

Sono dispiaciuta e arrabbiata che le sue visite non mi diano più nessun piacere; la compagnia di un Uomo così buono e intelligente dovrebbe essere gratificante di per sé; - ma le sue Parole sembrano sempre forzate, le sue Opinioni su molte cose troppo ricalcate su quelle della Moglie, e mi sembra che passi il suo tempo qui girando per Casa e sbattendo le Porte, oppure suonando il Campanello per un bicchiere d'Acqua.
(L50 - 1807)


 



Edward Austen

non conosco nessuno più meritevole di una felicità senza macchia di quanto lo sia Edward.
(L15 - 1798)

Siamo state per 3 quarti d'ora a Grafton House, Edward è rimasto seduto per tutto il tempo con ammirevole pazienza.
(L88 - 1813)


 



Henry Austen

Ho scritto a Henry perché avevo ricevuto una sua lettera, con la quale mi chiedeva di avere presto notizie da me. - La sua a me era molto affettuosa e gentile, così come divertente; - in questo non ha alcun merito, non può fare a meno di essere spassoso.
(L43 - 1805)

Se posso esprimermi così, il suo non è un Animo fatto per il dolore. È troppo Occupato, troppo attivo, troppo ottimista.
(L86 - 1813)


 



Cassandra Austen

La lettera che ho ricevuto da te in questo momento mi ha divertita oltremisura. Potevo morire dal ridere, come si diceva a scuola. Sei davvero la migliore scrittrice comica dei nostri giorni.
(L4 - 1796)

Cinquecentoquaranta volte grazie per lo squisito pezzo di Bravura che mi hanno portato stamattina mentre eravamo a colazione - insieme a qualche altro lavoro molto meno pregevole, e che ho letto con estrema allegria - molto divertita da tutto ciò che vi era scritto sia di bello che di brutto. - È così ricco nello stimolare l'intelletto che non so proprio come iniziare a rispondere. Credo che meriti il massimo dello Sfarzo.
(L89 - 1813)


 



Francis (Frank)Austen

potrei ritornare, suppongo, con Frank se mai tornasse. Qui si diverte moltissimo, perché ha appena imparato a tornire ed è talmente deliziato da questa occupazione, che ci si dedica per tutto il giorno.
(L4 - 1796)

La tua Professione ha dolcezze che vanno a compensare alcune delle sue Privazioni; - per una Mente indagatrice e osservatrice come la tua, queste dolcezze devono essere considerevoli.
(L86 - 1813)


 



Charles Austen

Lui è il cocco della mamma.
(L18 - 1799)


 



Fanny Austen

Quello che dici di Fanny mi fa estremamente piacere; questa estate l'ho trovata proprio come la descrivi tu, quasi un'altra Sorella, e non avrei mai immaginato che una nipote potesse significare così tanto per me.
(L57 - 1808)

È piuttosto sconsolata, visto che non le piace né il vestito né il Cappellino - ma non me ne preoccupo, perché al di là del fatto che a me piacciono entrambi, la considero una cosa normale per la sua età - è uno dei dolci balzelli della Gioventù scegliere di corsa e fare cattivi affari.
(L89 - 1813)

Oh! cara Fanny, il Tuo errore è stato quello in cui cadono migliaia di donne. Lui è stato il primo Giovanotto a mostrarsi attratto da te. Era questo il fascino, ed è un fascino molto potente.
(L109 - 1814)

Sei un Modello di tutto ciò che è Sciocco e Assennato, banale ed eccentrico, Triste e Vivace, Irritante e Coinvolgente. - Chi può tenere il passo con le oscillazione della tua Fantasia, con i Capricci dei tuoi Gusti, con le Contraddizioni dei tuoi Sentimenti? - Sei così strana! - e allo stesso tempo, così perfettamente naturale - così originale, eppure così simile a tutti gli altri!
(L151 - 1817)

Non andare di fretta; abbi fiducia, l'Uomo giusto alla fine arriverà; nel corso dei prossimi due o tre anni, incontrerai qualcuno più unanimemente ineccepibile di chiunque tu abbia già conosciuto, che ti amerà con un ardore che Lui non ha mai avuto, e che ti affascinerà in modo così totale, da farti sembrare di non aver mai veramente amato prima.
(L153 - 1817)


 



Anna Austen

lei aveva un aspetto così grazioso, è stato un tale piacere vederla, così giovane, così in fiore, così innocente, come se non avesse mai avuto un Pensiero cattivo in Vita sua - eppure qualche ragione per supporre che l'abbia avuto c'è, se crediamo nella Dottrina del Peccato Originale, o se rammentiamo gli episodi di quando era una ragazzina.
(L151 - 1817)


 



James-Edward Austen-Leigh


 



Eliza de Feuillide


 



Ann Matthew, prima moglie
di James Austen


 



Elizabeth Bridges,
moglie di Edward Austen

Non è necessario innalzare un Panegirico alla Defunta - ma è dolce pensare ai suoi grandi pregi - ai solidi principi, alla sincera devozione, alle sue grandissime capacità nei rapporti con gli altri.
(L58 - 1808)


 



Fanny Palmer, prima moglie
di Charles Austen


 



Philadelphia [Austen] Hancock,
sorella del rev. Austen


 



Mr Leigh Perrot,
fratello di Mrs Austen


 



Mrs Leigh-Perrot

La Zia ha una gran premura di ricompensarmi per il Cappellino, ma non ha cuore di darmi denaro sonante.
(L44 - 1805)


 



Martha Lloyd
(Vedi un articolo su JASIT del 25 luglio 2016 circa questa foto)

Martha sta molto bene, e vuole convincermi che sta diventando grassa; ma io non posso far arrivare la mia condiscendenza a tal punto da credere a qualsiasi cosa asserisca sull'argomento.
(L28 - 1800)


 



Tom Lefroy

Mi fai tanti di quei rimproveri nella bella e lunga lettera che ho ricevuto in questo momento, che ho quasi paura di dirti come ci siamo comportati io e il mio amico irlandese. Immaginati le cose più dissolute e scandalose nel modo di ballare e di sederci vicini.
(L1 - 1796)

Un giovanotto piacevole, attraente e con modi davvero signorili, te l'assicuro. Ma sul fatto di esserci mai incontrati, salvo che negli ultimi tre balli, non posso dire molto; perché ad Ashe è talmente preso in giro a causa mia, che si vergogna di venire a Steventon
(L1 - 1796)

È un grande ammiratore di Tom Jones
(L1 - 1796)

Alla fine è arrivato il Giorno in cui flirterò per l'ultima volta con Tom Lefroy, e quando riceverai questa lettera sarà passato - Mentre scrivo sgorgano le lacrime, a questa malinconica idea.
(L2 - 1796)

ho appreso che era tornato a Londra diretto in Irlanda, dove è stato ammesso all'Avvocatura e intende esercitare.
(L11 - 1798)


 



Harris Bigg-Wither

Harris sembra ancora ridotto piuttosto male, a causa della sua costituzione non buona, l'altro giorno gli ha di nuovo sanguinato un po' la mano, e il Dr Littlehales lo ha visitato di recente.
(L25 - 1800)


 



Thomas Knight


 



Mrs Thomas Knight

Hanno trovato Mrs Knight notevolmente bene e di ottimo umore. Si pensa che tra breve si risposerà.
(L4 - 1796)

La donazione della Tenuta di Godmersham a Edward da parte di Mrs Knight non è stata dopo tutto un atto di Generosità così enorme come sembra, poiché lei si è riservata una rendita vitalizia; - è necessario che si sappia, affinché la sua condotta non sia sovrastimata.
(L17 - 1799)


 



Madame Lefroy


 



Charles Haden

Domani Mr Haden è a pranzo da noi. - Che Felicita! - Ci stiamo affezionando talmente a Mr Haden che non so che cosa aspettarmi.
(L127 - 1815)

lui è un Haden, null'altro che un Haden, una sorta di straordinaria e indefinita Creatura su due Zampe, qualcosa tra un Uomo e un Angelo
(L129 - 1815)


 



La canonica di Steventon


 



Bath: la casa al n. 4
di Sydney Place

Sarebbe molto piacevole essere vicino ai Sidney Gardens! - potremmo andare tutti i giorni nel Labirinto.
(L32 - 1801)


 



Bath: il giardino dove un
tempo sorgevano i Green
Park Buildings East


 



Bath: la casa al n. 25
di Gay Street


 



La zona di Castle Square a Southampton (part. di una pianta del 1791)


 



La targa nel luogo della casa di Castle Square


 



Chawton Cottage


 



Winchester: la casa al
n. 8 di College Street


 



Godmersham Park


 



Bath: la casa al n. 13
di Queen Square

Siamo estremamente soddisfatti della Casa; le stanze sono grandi proprio come ce le aspettavamo, Mrs Bromley è una grassa signora in lutto, e un micetto nero corre per le Scale.
(L19 - 1799)


 



Bath: Assembly Rooms


 



Il Cobb di Lyme Regis


 



La tomba di JA nella cattedrale di Winchester


 



La lastra tombale
del rev. Austen a Bath


 



Le tombe di Mrs Austen e Cassandra a Chawton


 



Steventon: la tomba di James Austen e della seconda moglie, Mary Lloyd


 



La lapide in memoria di Edward e Elizabeth Austen nella chiesa di St. Lawrence a Godmersham


 



La tomba di Henry Austen
nel Woodbury Park Cemetery
a Tunbridge Wells


 



La tomba di Frank Austen a Wymering, Portsmouth, nel cimitero della chiesa di
St Peter e St Paul


 



La tomba di Martha [Lloyd] Austen a Wymering, Portsmouth, nel cimitero della chiesa di St Peter e St Paul


 



Lettera n. 120

Eccomi ancora una volta in questo Scenario di Dissipazione e vizio, e comincio già ad accorgermi di come i miei Costumi si stiano corrompendo.
(L3 - 1796)

Ci sono due qualità del suo Carattere che sono gradevoli; vale a dire, è un'ammiratrice di Camilla, e non mette il latte nel Tè.
(L6 - 1796)

la prossima settimana darò il via agli interventi sul mio cappello, dai quali sai che dipendono le mie principali speranze di felicità.
(L10 - 1798)

Ieri Mrs Hall, di Sherbourn, ha partorito un bimbo morto, qualche settimana prima del tempo, a causa di uno spavento. - Immagino che involontariamente le sia capitato di gettare lo sguardo sul marito.
(L10 - 1798)

Mrs Portman non è molto ammirata nel Dorsetshire; i benpensanti, come al solito, hanno decantato la sua bellezza in modo così eccessivo, che tutto il vicinato ha avuto il piacere di restare deluso.
(L11 - 1798)

Avrebbe potuto risparmiarsi questa ostentazione con la nostra famiglia, dove ci sono grandi lettori di Romanzi che non si vergognano di esserlo;
(L14 - 1798)

non voglio che la Gente sia troppo simpatica, così posso risparmiarmi dal farmeli piacere troppo.
(L15 - 1798)

Ci sono stati venti Balli, e io li ho ballati tutti, e senza nessuna fatica. - Sono stata contenta di scoprirmi capace di ballare così tanto e con così tanta soddisfazione; - dal mio scarso divertimento ai Balli di Ashford, (dato l'Assembramento per ballare) non avrei mai pensato di essere in grado di farlo, ma con il fresco e con poche coppie immagino che potrei ballare per una settimana di fila come se fosse mezzora.
(L15 - 1798)

mi vergogno talmente di metà del mio guardaroba attuale che arrossisco al solo guardare l'armadio che lo contiene.
(L15 - 1798)

Non mi meraviglio del tuo desiderio di rileggere first impressions, dato che l'hai scorso raramente, e tanto tempo fa.
(L17 - 1799)

abbiamo incontrato un Signore in Calesse, che a un minuzioso esame è risultato essere il Dr. Hall - e un Dr. Hall in lutto così stretto che sua Madre, sua Moglie, o lui stesso devono essere morti.
(L19 - 1799)

Mi fa molto piacere che Martha e Mrs Lefroy abbiano bisogno del modello dei nostri Cappelli, ma non mi fa altrettanto piacere che tu glielo dia -. Qualche desiderio, qualche Desiderio predominante è necessario per dare vivacità all'Animo di ciascuno, e nel soddisfarlo, permetti loro di crearsene qualche altro che probabilmente non sarà così innocente.
(L20 - 1799)

Non permetterei in ogni caso a Martha di rileggere First Impressions, e sono molto lieta di non averlo lasciato a vostra disposizione. - Lei è molto astuta, ma io ho capito il suo piano; - intende pubblicarlo ricostruendolo a Memoria, e un'ulteriore attenta lettura potrebbe darle la possibilità di farlo.
(L21 - 1799)

Io ho ballato nove balli su dieci, cinque con Stephen Terry, T. Chute e James Digweed e quattro con Catherine. - In genere c'era sempre una coppia di donne che ballavano tra loro, ma non di frequente una così amabile come noi due.
(L24 - 1800)

Mi angosci crudelmente con la tua richiesta circa i Libri; non riesco a pensarne nessuno da portare con me, né ho il minimo sospetto che ne avremo bisogno. Vengo da te per chiacchierare, non per leggere o sentir leggere. Questo posso farlo a casa;
(L26 - 1800)

Miss Debary, Susan e Sally tutte in nero, ma senza essere affatto Statuarie, facevano la loro figura, e io sono stata gentile con loro quanto me lo ha concesso il loro alito pesante.
(L27 - 1800)

Tuttavia il fatto che io lasci la Campagna senza molto sacrificio non si deve sapere in giro - altrimenti non potrei aspettarmi di ispirare né tenerezza, né interesse in quelli che ci lasciamo dietro.
(L29 - 1801)

Mrs Powlett era vestita in modo costoso e insieme semplice; - abbiamo avuto la soddisfazione di valutare i suoi Merletti e la sua Mussolina; e ha parlato troppo poco per offrirci molte altre distrazioni. - Mrs John Lyford è talmente soddisfatta della sua vedovanza che si sta preparando a diventare di nuovo vedova; - sta per sposare un certo Mr Fendall, un banchiere di Gloucester,
(L30 - 1801)

Aspettati una Lettera molto piacevole; perché non essendo sovraccarica di argomenti - (non ho assolutamente nulla da dire) - potrò dare libero sfogo al mio Genio dall'inizio alla fine.
(L32 - 1801)

Povera Mrs Stent! è il suo destino trovarsi sempre tra i piedi; ma dobbiamo essere clementi, perché forse col tempo potremmo noi stesse diventare delle Mrs Stent, inadeguate a tutto e invise a tutti.
(L44 - 1805)

il cugino George è stato molto gentile e di quando in quando ha chiacchierato con me in modo sensato negli intervalli delle sue molto più vivaci stupidaggini con Miss Bendish, che è molto giovane e piuttosto bella
(L44 - 1805)

Nei giornali è annunciato il Matrimonio del Rev. Edward Bather, Rettore da qualche parte nello Shropshire con una certa Miss Emma Halifax - una Sventurata! - non si meriterebbe nemmeno una Betty domestica di Emma Halifax.
(L44 - 1805)

Ho risposto alla sua lettera, e ho fatto il possibile per dire qualcosa di vicino alla verità con la minore maleducazione di cui sono capace
(L49 - 1807)

ritengo che chiunque abbia diritto almeno una volta nella vita a sposarsi per Amore, se può
(L63 - 1808)

Si tratta di una Infiammazione ai Polmoni, derivante da una forte Infreddatura, presa in Chiesa una domenica di tre settimane fa; - come la sua Indole, tutta pia Compostezza, avrebbe fatto supporre.
(L64 - 1809)

ma sembra davvero ammirare Elizabeth. Devo confessare che io la ritengo la creatura più deliziosa mai apparsa a stampa, e come farò a tollerare quelli a cui non piacerà almeno lei, non lo so proprio.
(L79 - 1813)

La sua predilezione per Darcy ed Elizabeth mi basta, se vuole può anche detestare tutti gli altri.
(L81 - 1813)

Vorrei proprio che tu leggessi l'opinione di Mr Hastings su P&P. Il fatto che ammiri così tanto la mia Elizabeth mi è particolarmente gradito.
(L87 - 1813)

Il povero Dr Isham è costretto ad ammirare P. & P. - e a mandarmi a dire che sicuramente il nuovo Romanzo di Madame Darblay non gli piacerà nemmeno la metà.
(L89 - 1813)

il tipo di donna che mi dà l'idea di essere determinata a non stare mai bene - e alla quale gli spasmi, gli attacchi di nervi e l'importanza che le danno, piacciono più di qualunque altra cosa.
(L90 - 1813)

Henry ha finito Mansfield Park, e la sua approvazione non è diminuita. Ha trovato l'ultima metà dell'ultimo volume estremamente interessante.
(L99 - 1814)

Lascia che i Portman vadano in Irlanda, ma dato che tu non sai nulla delle Usanze di laggiù, faresti meglio a non andare con loro. Correresti il pericolo di fare descrizioni inesatte. Resta fedele a Bath e ai Forrester. Là sarai a casa tua.
(L104 - 1814)

Il luogo che descrivi è ameno, ma le tue descrizioni sono spesso troppo minuziose di quanto possa piacere. Fornisci troppi particolari a destra e a manca. -
(L107 - 1814)

Ora stai radunando i tuoi Personaggi in modo delizioso, mettendoli esattamente in un posto che è la delizia della mia vita; - 3 o 4 Famiglie in un Villaggio di Campagna è la cosa migliore per lavorarci su - e spero che scriverai ancora moltissimo, e li sfrutterai pienamente ora che sono sistemati in modo così favorevole.
(L107 - 1814)

Che Devereux Forester vada in rovina a causa della sua Vanità va benissimo; ma vorrei che non lo facessi precipitare in un "vortice di Dissipazione". Non ho obiezioni sulla Cosa in sé, ma l'espressione non la sopporto; - è talmente in gergo romanzesco - e così vecchia, che immagino che Adamo vi si sia imbattuto nel primo romanzo che ha aperto.
(L108 - 1814)

Walter Scott non ha il diritto di scrivere romanzi, specialmente belli. - Non è giusto. - Ha abbastanza Fama e Profitti come Poeta, e non dovrebbe togliere il pane di bocca agli altri.
(L108 - 1814)

Qualsiasi cosa è preferibile o più tollerabile dello sposarsi senza Affetto;
(L109 - 1814)

Sarai lieta di sapere che la prima edizione di M. P. è esaurita. - Tuo Zio Henry vorrebbe che andassi a Londra, per mettere a punto una 2ª edizione - ma dato che questo non è un momento adatto per andarmene da casa, gli ho fatto sapere ciò che vorrei fosse fatto, e a meno che non insista ancora, non andrò. - Sono molto avida e voglio ricavarci il più possibile; - ma dato che tu sei così al di sopra dei problemi di soldi, non ti annoierò con i particolari.
(L109 - 1814)

nulla può essere paragonato alla disgrazia di un legame senza amore, di legarsi a qualcuno, e preferire un altro.
(L114 - 1814)

La gente è più propensa a prendere in prestito ed elogiare, che a comprare - cosa che non mi meraviglia; - ma anche se mi piacciono gli elogi come a tutti, mi piace anche quello che Edward chiama la Grana.
(L114 - 1814)

Sono molto contenta che la nuova Cuoca cominci così bene. Delle buone torte di mele sono una parte considerevole della nostra felicità domestica.
(L121 - 1815)

La Conversazione di un Uomo del genere deve a volte vertere su argomenti di Scienza e Filosofia dei quali non so nulla - o almeno deve di tanto in tanto abbondare in citazioni e allusioni che una Donna, che come me, conosce solo la propria Madrelingua e ha letto pochissimo anche in quella, sarebbe totalmente incapace di riportare. Un'Istruzione Classica, o in ogni caso, una conoscenza molto estesa della Letteratura Inglese, Antica e Moderna, mi sembra assolutamente Indispensabile per una persona che voglia rendere giustizia al vostro Ecclesiastico - E io credo di potermi vantare di essere, con tutta la possibile Presunzione, la Donna più illetterata, e disinformata che abbia mai osato diventare un'Autrice.
(L132D - 1815)

sono pienamente consapevole che un Romanzo Storico, basato sulla Casa di Saxe Cobourg potrebbe servire molto di più a raggiungere Profitti o Popolarità, rispetto ai ritratti di Vita domestica in Villaggi di Campagna di cui mi occupo io - non potrei mai scrivere un Romanzo Storico più di quanto potrei farlo con un Poema Epico. Non potrei mettermi a scrivere un Romanzo serio per qualunque altro motivo se non quello di salvarmi la Vita, e se fosse indispensabile farlo e non lasciarmi mai andare a ridere di me stessa o degli altri, sono certa che mi impiccherei prima di aver terminato il primo Capitolo. - No - devo mantenere il mio stile e andare avanti a Modo mio; E anche se non dovessi mai avere successo in quello, sono convinta che fallirei totalmente in qualunque altro.
(L138D - 1816)

I nuovi Sermoni di Mr Cooper non ci piacciono molto; - sono più pieni che mai di Rigenerazione e Conversione - con l'aggiunta del suo fanatismo per la causa della Bible Society.
(L145 - 1816)

Che cosa me ne farei dei tuoi Abbozzi robusti, virili, ardenti, pieni di Varietà e di Fuoco? - Come potrei abbinarli al pezzettino di Avorio (largo due Pollici) sul quale lavoro con un Pennello talmente fine, che produce un effetto minimo dopo tanta fatica?
(L146 - 1816)

I hsiw uoy a yppah wen raey. Ruoy xis snisuoc emac ereh yadretsey, dna dah hcae a eceip fo ekac.
(L148 - 1817)

Le Donne nubili hanno una terribile propensione a essere povere - il che è un argomento molto forte in favore del Matrimonio
(L153 - 1817)

Io ho appena ricevuto quasi venti sterline per la 2ª Ediz. di S & S- il che mi ispira questo fine impeto di Ardore Letterario.
(L154 - 1817)

i ritratti della perfezione come sai mi danno la nausea e mi rendono perfida
(L155 - 1817)


 



Juvenilia: The History of England

Erano straordinariamente belli e talmente somiglianti, che nessuno riusciva a riconoscerli separatamente. Anzi, persino i loro amici più intimi non avevano altro per distinguerli, se non la forma del viso, il colore degli Occhi, la lunghezza del Naso, e la diversità della carnagione.
(Juvenilia I: Frederic ed Elfrida)

era un Giovanotto molto ricco a manteneva un gran numero di Carrozze delle quali non ne ricordo nemmeno la metà. Riesco solo a rammentare che aveva una Carrozza, un Cocchio, un Calesse, un Landò, un Landoncino, un Faeton, un Calessino, un Barroccio, un Carretto, un Carrozzino, un Calesse a due cavalli e una specie di carriola.
(Juvenilia I: Le memorie di Mr Clifford)

Era troppo commovente per i sentimenti miei e di Sophia - Svenimmo a Turno sul Sofà.
(Juvenilia II: Amore e amicizia)

Si deve supporre che Enrico fosse Sposato, visto che sicuramente ebbe quattro figli, ma non è in mio potere informare il Lettore su chi fosse sua Moglie. Comunque sia, non visse per sempre, e una volta ammalatosi, il Principe di Galles suo figlio arrivò e gli portò via la corona; in seguito a ciò, il Re fece un lungo discorso, per il quale devo rimandare il Lettore alle Opere di Shakespeare,
(Juvenilia II: La storia d'Inghilterra, Enrico IV)

se non lo sapete, avreste fatto meglio a leggere qualche altro trattato di Storia, poiché non mi dilungherò molto su queste cose, che intendo usare solo per sfogare il mio Astio contro, e mostrare il mio Odio per tutti coloro le cui fazioni o idee non si adattino alle mie, e non per fornire informazioni.
(Juvenilia II: La storia d'Inghilterra, Enrico VI)

Ho assassinato mio padre a un'età molto precoce, in seguito ho assassinato mia Madre, e ora mi accingo ad assassinare mia Sorella. Ho cambiato religione così tante volte che al momento non ho idea se ne sia rimasta qualcuna.
(Juvenilia II: Lettera di una signorina...)

Non ci dici dove sei stato da quando sei partito da Carlisle, né ci fornisci alcuna spiegazione circa la tua interminabile assenza, il che ci stupisce un po'. Porgiamo tutti i nostri Omaggi a Maria, e ti preghiamo di dirci chi è -.
(Juvenilia III: Evelyn)


 



Lady Susan

Mio caro Cognato / Non posso privarmi più a lungo del piacere di approfittare del vostro gentile invito risalente all'ultima volta che ci siamo separati, di trascorrere qualche settimana con voi a Churchill, e quindi se voi e Mrs. Vernon non avete nulla in contrario a ricevermi adesso, spero tra qualche giorno di essere presentata a una cognata, che ho tanto a lungo desiderato di conoscere.
(Lady Susan - lettera 1)

che errore hai fatto a sposare un uomo della sua età! vecchio abbastanza per essere compassato, ingovernabile, e per avere la gotta; troppo vecchio per piacere, troppo giovane per morire.
(Lady Susan - lettera 29)

Può sembrare che a Sir James sia toccato un Destino più crudele di quanto meritasse la semplice Stupidità. - Lo lascio quindi alla Compassione di chiunque sia disposto a concedergliela. Per quanto mi riguarda, confesso che io riesco a compatire solo Miss Manwaring, che dopo essere andata a Londra ed essersi accollata una spesa in Vestiti, tale da impoverirla per due anni, col proposito di conquistarlo, si è vista defraudata di ciò che le era dovuto da una Donna di dieci anni più vecchia di lei.
(Lady Susan - finale)


 



The Watsons

Il primo ballo invernale nella città di D., nel Surrey, era in programma per martedì 13 ottobre, e tutti si aspettavano una bellissima serata; si contava sulla partecipazione di una lunga lista di famiglie della zona, e si nutrivano fiduciose speranze sulla presenza degli stessi Osborne.
(I Watson - incipit)

lo sai che dobbiamo sposarci. Per quanto mi riguarda starei benissimo da nubile. Un po' di compagnia, e un bel ballo di tanto in tanto, mi basterebbero, se si potesse restare giovani per sempre, ma nostro padre non può provvedere a noi, ed è molto brutto diventare vecchie ed essere povere e derise.
(I Watson)

Preferirei insegnare in una scuola (e non riesco a pensare a nulla di peggio) piuttosto che sposare un uomo che non mi piace.
(I Watson)

La vecchia cavalla continuava col suo trotto pesante, senza bisogno di guidarla con le redini per farla girare nei punti giusti, e fece un solo errore, fermandosi davanti alla modista, prima di accostarsi all'ingresso della casa di Mr. Edwards.
(I Watson)

dopo un faticoso lavorio della mente, lui riuscì a elaborare un'osservazione sul fatto che fosse una bella giornata
(I Watson)

L'economia femminile può fare moltissimo, milord, ma non può trasformare un'entrata piccola in una grande.
(I Watson)

L'economia femminile può fare moltissimo, milord, ma non può trasformare un'entrata piccola in una grande.
(I Watson - fine del manoscritto)


 



Sanditon

Un gentiluomo e la sua signora, in viaggio da Tunbridge verso quella parte del Sussex che si trova fra Hastings e Eastbourne, indotti da degli affari a lasciare la strada principale e ad affrontare una stradina molto dissestata, si rovesciarono mentre risalivano a fatica un lungo pendio frammisto di rocce e sabbia.
(Sanditon - incipit)

Il carattere e la storia di Mr. Parker furono presto un libro aperto. Tutto ciò che sapeva di se stesso era pronto a dirlo, poiché era molto espansivo, e per le cose di cui lui stesso era all'oscuro agli Heywood bastò ascoltare con attenzione la sua conversazione, dalla quale emerse come fosse un entusiasta, e, quando parlava di Sanditon, un vero entusiasta.
(Sanditon - 2)

Ha sofferto molto di mal di testa, e sei salassi al giorno per dieci giorni di seguito le hanno dato così poco sollievo che abbiamo pensato fosse giusto cambiare la cura, ed essendomi convinta, dopo un attento esame, che molto del malanno risiedesse nelle gengive, l'ho convinta ad attaccare là il disturbo. Di conseguenza, le hanno tolto tre denti, e sta decisamente meglio, ma i suoi nervi ne hanno alquanto risentito.
(Sanditon - 5)

Andare in cerca di un dottore! Perché mai, che cosa dovremmo farci con un dottore? Avere un dottore a portata di mano servirebbe solo a incoraggiare la servitù e i poveri a credersi malati. Oh! per favore, lasciate che a Sanditon non ce ne sia nessuno di quella razza, andiamo avanti benissimo così come stiamo.
(Sanditon - 6)

Non mi scuso per la vanità della mia eroina. Se al mondo ci sono signorine della sua età più prive di immaginazione, e più indifferenti a essere ammirate, non le conosco, e non ci tengo a conoscerle.
(Sanditon - 7)

Charlotte cominciò a pensare che fosse un perfetto cretino.
(Sanditon - 7)

Leggeva tutti i saggi, gli epistolari, i libri di viaggi e di critica letteraria del momento, e con la stessa sfortuna che gli ispirava solo falsi principi da lezioni di morale, e incentivi al vizio da storie sul suo sovvertimento, coglieva, dallo stile degli autori più in voga, solo parole difficili e frasi involute.
(Sanditon - 8)

Devi avermi sentita menzionare Miss Capper, un'intima amica della mia intima amica Fanny Noyce; be', Miss Capper è in rapporti molto stretti con una certa Mrs. Darling, che è in costante corrispondenza proprio con Mrs. Griffiths. Come vedi, la catena tra di noi è corta, e non manca nemmeno un anello.
(Sanditon - 9)

le signorine Beaufort furono presto soddisfatte del "circolo in cui si muovevano a Sanditon", per usare l'espressione appropriata, visto che ora tutti devono "muoversi in circolo", ed è alla prevalenza di questo movimento rotatorio che sono forse da attribuire i giramenti di testa e i passi falsi di molti.
(Sanditon - 11)

e a parte alcune pillole ricostituenti, nella cui produzione aveva parte un suo cugino, Mrs. Griffiths non trasgrediva mai la lettera delle ricette del medico.
(Sanditon - 11)

Oltre alle riflessioni morali prodotte dalla visione di questo tête-à-tête, Charlotte non poté non pensare all'estrema difficoltà che devono avere gli innamorati segreti nel trovare luoghi appropriati ai loro furtivi colloqui.
(Sanditon - 12)

Povero Mr. Hollis! Era impossibile non avvertire come fosse stato trattato duramente; essere costretto a stare in disparte in casa sua e vedere il posto migliore accanto al fuoco occupato costantemente da Sir Harry Denham.
(Sanditon - fine del manoscritto)


 



Sense and Sensibility (1811)

La famiglia Dashwood si era da tempo stabilita nel Sussex. Avevano una vasta tenuta e risiedevano a Norland Park, al centro della proprietà, dove, per molte generazioni, avevano vissuto in maniera tanto rispettabile da meritarsi la stima generale dei conoscenti nel circondario.
(S&S - incipit)

Lady Middleton si rassegnò all'idea, con tutta la filosofia di una donna beneducata, accontentandosi solo di rivolgere al marito una gentile reprimenda sull'argomento cinque o sei volte al giorno.
(S&S - 21)

Provava un certo rimorso per non aver fatto nulla per le sorelle, abbastanza per essere estremamente ansioso che altri facessero molto; e una proposta di matrimonio del Colonnello Brandon, o un'eredità da parte di Mrs. Jennings, erano i sistemi più comodi per rimediare alla sua negligenza.
(S&S - 33)

Mr. Palmer persisteva nella comune, ma poco paterna, opinione del suo sesso, che tutti i neonati fossero simili; e sebbene lei potesse chiaramente riconoscere, in momenti diversi, la più stretta somiglianza tra il bambino e tutti i parenti da entrambe le parti, non c'era verso di convincerne il padre, né di persuaderlo a credere che non fosse esattamente come ogni altro bambino della stessa età, e nemmeno a indurlo a riconoscere come vera la semplice affermazione che fosse il bambino più bello del mondo.
(S&S - 36)

Elinor non poteva essere allegra. La sua gioia era di genere diverso, e la portava a tutto meno che all'allegria. Il ritorno di Marianne alla vita, alla salute, agli amici e all'amore della madre, era un pensiero che le riempiva il cuore con sensazioni di squisito sollievo, e si espandeva in fervida gratitudine; ma non la portava a esternare né segni di gioia, né parole, né sorrisi. Il petto di Elinor era colmo di gioia, profonda e silenziosa.
(S&S - 43)

Scoprì di essere stata fuorviata dagli scrupoli, dall'attenta premura della figlia, nel pensare che quell'affetto, del quale una volta si era resa conto così bene, fosse in realtà molto più superfiale di quanto era stata portata a credere, o di quanto fosse invece evidente adesso. Temeva che per effetto di quella convinzione fosse stata ingiusta, negligente, anzi, quasi crudele, con la sua Elinor; che la sofferenza di Marianne, solo perché più ostentata, più immediatamente visibile, avesse accresciuto troppo la sua tenerezza, e l'avesse trascinata a dimenticare che in Elinor aveva una figlia che soffriva quasi altrettanto, di sicuro con meno responsabilità, e con più forza d'animo.
(S&S - 47)

poiché sebbene sarebbe bastata appena qualche ora di dura fatica per smaltire più argomenti di quanti se ne possano trovare in comune tra due creature raziocinanti, per gli innamorati è diverso. Tra di loro nessun argomento si esaurisce, nessuna comunicazione è mai conclusa, fino a quando non se ne è parlato almeno venti volte.
(S&S - 49)

Marianne Dashwood era nata con un destino straordinario. Era nata per scoprire la falsità delle proprie opinioni, e per contraddire, con la sua condotta, le sue massime favorite. Era nata per superare un affetto nato a un'età così avanzata come i diciassette anni, e con nessun sentimento superiore a una profonda stima e a una viva amicizia, per concedere volontariamente la sua mano a un altro! e quale altro, un uomo che aveva sofferto non meno di lei per un amore precedente, che solo due anni prima aveva considerato troppo vecchio per sposarsi, e che ancora aveva bisogno della salutare protezione di un panciotto di flanella!
(S&S - 50)

Tra Barton e Delaford ci fu quella costante comunicazione dettata in modo naturale dal forte affetto familiare; e tra i meriti e i motivi di gioia di Elinor e Marianne, non dev'essere considerato come il meno importante che, sebbene sorelle, e vivendo quasi l'una sotto gli occhi dell'altra, riuscirono a vivere senza screzi, e senza provocare freddezza tra i loro mariti.
(S&S - finale)


 



Pride and Prejudice (1813)

È una verità universalmente riconosciuta, che uno scapolo in possesso di un'ampia fortuna debba avere bisogno di una moglie.
(P&P - incipit)

Mr. Bennet era un insieme talmente bizzarro di acume, animo sarcastico, riserbo e fantasia, che l'esperienza di ventitré anni non era bastata alla moglie per capirne il carattere. La mente di lei era meno difficile da cogliere. Era una donna di scarsa intelligenza, di poca cultura e di temperamento mutevole. Quando non era contenta si immaginava nervosa. Lo scopo della sua vita era di far sposare le sue figlie; la sua consolazione era le visite e i pettegolezzi.
(P&P - 1)

"È verissimo", replicò Elizabeth, "e potrei facilmente perdonare il suo orgoglio, se non avesse mortificato il mio."
(P&P - 5)

La vanità e l'orgoglio sono cose diverse, anche se le parole sono spesso usate come sinonimi. Una persona può essere orgogliosa senza essere vanitosa. L'orgoglio appartiene più all'opinione che abbiamo di noi stessi, la vanità a quello che vorremmo che gli altri pensassero di noi.
(P&P - 5)

La felicità nel matrimonio è solo una questione di fortuna. [...] ed è meglio conoscere il meno possibile i difetti della persona con la quale passerai il resto della tua vita
(P&P - 6)

Non riesco a dimenticare le follie e i vizi degli altri quanto dovrei, né le offese fattemi. I miei sentimenti non si spostano a ogni tentativo di smuoverli. Il mio carattere potrebbe forse essere definito permaloso. La mia stima una volta perduta è perduta per sempre.
(P&P - 11)

Trovarono Mary, come al solito, immersa nello studio del basso continuo e della natura umana, ed ebbero qualche nuovo brano scelto da ammirare e qualche nuova osservazione di trita moralità da ascoltare.
(P&P - 12)

è una fortuna per voi possedere il talento di adulare con delicatezza. Posso chiedervi se queste piacevoli attenzioni sorgono da un impulso del momento, o se sono il risultato di una preparazione precedente?
(P&P - vol. 14)

Mr. Collins non era un uomo intelligente, e le deficienze naturali erano state ben poco alleviate dall'educazione o dai rapporti sociali, visto che aveva trascorso gran parte della sua vita sotto la guida di un padre illetterato e spilorcio;
(P&P - 15)

No, non posso parlare di libri in una sala da ballo; ho sempre la mente piena di altre cose.
(P&P - 18)

E ora non mi resta che assicurarvi con le parole più appassionate la violenza del mio affetto. Al denaro sono perfettamente indifferente, e non farò nessuna richiesta del genere a vostro padre, anche perché sono ben conscio che non potrebbe essere soddisfatta, e che mille sterline al 4 per cento, che non saranno vostre fino alla dipartita di vostra madre, è tutto ciò che possiate mai rivendicare.
(P&P - 19)

Hai di fronte una triste alternativa, Elizabeth. Da oggi dovrai essere un'estranea per uno dei tuoi genitori. Tua madre non vorrà più vederti se non sposi Mr. Collins, e io non vorrò più vederti se lo sposi
(P&P - 20)

Senza aspettarsi molto dagli uomini e dal matrimonio, sposarsi era sempre stato il suo obiettivo; era l'unica soluzione onorevole per una signorina istruita e di scarsi mezzi, e per quanto fosse incerta la felicità che se ne poteva trarre, era sicuramente il modo più piacevole per proteggersi dalla miseria.
(P&P - 22)

Non sono romantica, lo sai. Non lo sono mai stata. Voglio solo una casa confortevole,
(P&P - 22)

L'improvviso arrivo di diecimila sterline era l'attrattiva più considerevole della signorina alla quale lui stava cercando di rendersi gradito; ma Elizabeth, forse meno lucida in questo caso rispetto a quello di Charlotte, non trovava nulla da ridire sul suo desiderio di indipendenza economica. Al contrario, nulla poteva essere più naturale; e mentre poteva supporre che rinunciare a lei gli sarebbe costato qualche sforzo, era pronta a considerarla una scelta saggia e desiderabile per entrambi, ed era in grado di augurargli con molta sincerità di essere felice. [...] Kitty e Lydia hanno preso a cuore la sua defezione molto più di me. Sono inesperte delle cose del mondo, e non ancora consapevoli della mortificante realtà che i giovanotti belli debbano avere qualcosa per vivere, esattamente come quelli brutti.
(P&P - 26)

Nei suoi affettuosi progetti per Elizabeth, talvolta si figurava un matrimonio con il colonnello Fitzwilliam. Era senz'altro il più simpatico, di certo l'ammirava, e la sua posizione sociale era ineccepibile, ma, a controbilanciare questi vantaggi, Mr. Darcy aveva una considerevole autorità sui benefici ecclesiastici, e il cugino non ne aveva nessuna.
(P&P - 32)

Invano ho lottato. Non è servito. Il miei sentimenti non possono essere repressi. Dovete permettermi di dirvi con quanto ardore vi ammiro e vi amo.
(P&P - 34)

Vi state sbagliando, Mr. Darcy, se immaginate che il modo in cui vi siete dichiarato mi abbia colpito in altro modo, oltre a quello di risparmiarmi il dispiacere che avrei provato nel rifiutarvi, se vi foste comportato più da gentiluomo.
(P&P - 34)

Compiaciuta dalla preferenza dell'uno, e offesa dall'indifferenza dell'altro, immediatamente dopo averli conosciuti, ho coltivato preconcetti e ignoranza, e ho messo da parte il buonsenso nei confronti di entrambi. Fino a oggi, non ho mai saputo chi fossi."
(P&P - 36)

Sapere di essere in grado di rivelare qualcosa che avrebbe così enormemente stupito Jane e, allo stesso tempo, così ampiamente gratificato quel tanto della propria vanità che non era riuscita a tenere a freno, era una tentazione ad aprirsi tale da non poter essere vinta da nulla, se non dallo stato di indecisione in cui era su quanto dovesse comunicare,
(P&P - 38)

Jane sarà presto una vecchia zitella, ve lo dico io. Ha quasi ventitré anni! Dio mio, come mi vergognerei a non essere sposata a ventitré anni!
(P&P - 39)

Se il giudizio di Elizabeth si fosse basato esclusivamente sulla propria famiglia, non avrebbe potuto delineare un ritratto molto piacevole della felicità coniugale o del benessere domestico.
(P&P - 42)

Elizabeth era deliziata. Non aveva mai visto un posto a cui la natura avesse donato di più, o dove le bellezze naturali fossero state così poco intaccate dal cattivo gusto. Erano tutti pieni di ammirazione, e in quel momento si rese conto di che cosa potesse significare essere la padrona di Pemberley!
(P&P - 43)

"Sì", replicò Darcy, che non riuscì a contenersi oltre, "ma questo è successo solo quando l'ho vista per la prima volta, poiché sono ormai molti mesi che la considero come una delle più belle donne di mia conoscenza."
(P&P - 45)

Tutti amiamo educare, anche se siamo in grado di insegnare solo ciò che non vale la pena di sapere.
(P&P - 54)

Se anche ce ne fossero quaranta di uomini così, non potrei mai essere felice come te. Finché non avrò la tua indole, la tua bontà, non potrò mai provare la tua stessa felicità.
(P&P - 55)

Siete troppo generosa per prendervi gioco di me. Se i vostri sentimenti sono ancora quelli che erano lo scorso aprile, ditemelo subito. Il mio affetto e i miei desideri sono immutati, ma una vostra parola mi farà tacere per sempre su questo argomento.
(P&P - 58)

Si rammentò che lui doveva ancora imparare a essere preso in giro, e che era troppo presto per cominciare.
(P&P - 58)

Con i Gardiner i rapporti furono sempre strettissimi. Darcy, così come Elizabeth, era veramente affezionato a loro; ed entrambi rimasero sempre consapevoli dell'estrema gratitudine che dovevano a persone che, portando Elizabeth nel Derbyshire, erano diventate lo strumento che li aveva uniti.
(P&P - finale)


 



Mansfield Park (1814)

Circa trent'anni or sono, Miss Maria Ward, di Huntingdon, con sole settemila sterline di dote, ebbe la fortuna di attrarre Sir Thomas Bertram, di Mansfield Park, nella contea di Northampton, e di essere così elevata al rango di moglie di un baronetto, con tutti gli agi e le prerogative di una bella casa e di una rendita cospicua.
(MP - incipit)

"Qualche difficoltà l'avremo, Mrs. Norris", osservò Sir Thomas, "nel mantenere un'appropriata distinzione tra le ragazze man mano che si faranno grandi; su come far tenere bene a mente alla mie figlie la consapevolezza di ciò che sono, senza farle disprezzare troppo la cugina; e su come, senza deprimere troppo il suo animo, far rammentare a lei che non è una Miss Bertram.
(MP - 1)

La grandiosità della casa la stupiva, ma non poteva consolarla. Le stanze erano troppo grandi perché ci si potesse muovere con disinvoltura; qualsiasi cosa toccasse si aspettava di romperla, e si aggirava per casa nel costante terrore di una cosa o dell'altra, rifugiandosi spesso in camera sua a piangere; e la bambina di cui si parlava in salotto, quando ne usciva la sera, come di una persona che sembrava consapevole al punto giusto della sua particolare buona sorte, concludeva le pene quotidiane singhiozzando da sola prima di dormire.
(MP - 2)

Ma, tutto considerato, non so se non sia meglio così, perché, sebbene, come sai, tuo padre e tua madre siano stati (grazie a me) così buoni da farla crescere insieme a voi, non è affatto necessario che diventi istruita come lo siete voi; al contrario, è più desiderabile che ci siano delle differenze.
(MP - 2)

All'educazione delle figlie, Lady Bertram non prestava la minima attenzione. Non aveva tempo per cose del genere. Era una donna che passava le giornate elegantemente abbigliata sul sofà, con un qualche lungo lavoro di cucito, di poca utilità e di nessuna bellezza, pensando più al cagnolino che ai figli, ma molto indulgente con questi ultimi, quando ciò non le arrecava disturbo, guidata in ogni cosa importante da Sir Thomas, e in quelle di minor conto dalla sorella.
(MP - 2)

Mrs. Norris, abbandonata la canonica, si trasferì prima a Mansfield Park, e poi in una piccola casa di quelle che Sir Thomas possedeva nel villaggio, e si consolò della perdita del marito con la constatazione che avrebbe potuto stare benissimo senza di lui;
(MP - 3)

Le signorine Bertram erano molto da compiangere in quell'occasione; non per il dolore che provavano, ma perché non ne provavano affatto. Non provavano amore per il padre, non si era mai dimostrato propenso alle cose che piacevano a loro, e la sua assenza era sfortunatamente più che benvenuta.
(MP - 3)

Mr. Rushworth era rimasto colpito fin dal primo momento dalla bellezza di Miss Bertram, ed essendo propenso a sposarsi, immaginò ben presto di essersi innamorato. Era un giovanotto tarchiato, con nulla di più di un comune buonsenso; ma dato che non c'era nulla di sgradevole nel suo aspetto o nel suo modo di comportarsi, la signorina fu ben contenta della sua conquista.
(MP - 4)

Con tutto il dovuto rispetto per i presenti che hanno avuto in sorte di sposarsi, mia cara Mrs. Grant, non ce n'è uno su cento di entrambi i sessi che non resti intrappolato quando si sposa. Ovunque guardo, vedo che è così; e mi rendo conto che deve essere così, quando penso che, di tutte le transazioni, è quella in cui le persone si aspettano di più dagli altri, e sono meno oneste per quello che le riguarda.
(MP - 5)

Una giovane donna, graziosa, vivace, con un'arpa elegante come lei; entrambe vicino a una finestra al livello del terreno, e aperta su un piccolo prato, circondato dal ricco fogliame dell'estate, era abbastanza per catturare qualsiasi cuore maschile.
(MP - 7)

Miss Crawford era diversissima da lei. Non aveva nulla della delicatezza di gusto, di pensieri, di sentimenti, di Fanny; guardava alla natura, alla natura inanimata, con poco interesse; la sua attenzione era tutta per uomini e donne, le sue inclinazioni per la leggerezza e la vivacità.
(MP - 8)

Non dobbiamo guardare alle grandi città per trovare la moralità migliore. Non è là che la gente rispettabile di qualsiasi confessione può dare il meglio di sé; e non è certamente là che l'influenza del clero è maggiormente avvertita.
(MP - 9)

Oh! non aggreditemi col vostro orologio ora. Un orologio va sempre troppo veloce o troppo lento. Non mi faccio dettar legge da un orologio.
(MP - 9)

"Non offendetevi", disse lei ridendo, "ma mi fa venire in mente qualcuno di quegli antichi eroi pagani, che, dopo aver compiuto grandi prodezze in terra straniera, offrivano sacrifici agli dei una volta tornati sani e salvi."
(MP - 11)

Un ecclesiastico non ha nulla da fare se non essere sciatto ed egoista, leggere il giornale, controllare che tempo fa, e litigare con la moglie. È il suo curato a fare tutto il lavoro, e l'impegno della sua vita è andare a pranzo.
(MP - 11)

Quando guardo una notte come questa, sento come se al mondo non potesse esserci né cattiveria né dolore; e ci sarebbe sicuramente meno di entrambe le cose se la sublimità della natura fosse percepita di più, e se gli uomini riuscissero a pensare meno a se stessi contemplando una scena del genere.
(MP - 11)

Per sua fortuna, l'amore per il teatro è così generalizzato, la voglia di recitare così sentita tra le persone giovani, che difficilmente il continuo parlarne avrebbe potuto far scemare l'interesse dei suoi ascoltatori.
(MP - 13)

Mettersi a recitare! Dopo tutte le sue obiezioni... obiezioni così giuste ed espresse così pubblicamente! Dopo tutto quello che gli aveva sentito dire, dopo aver visto il suo sguardo e aver capito quello che provava. Poteva essere possibile? Edmund così incoerente. Non stava ingannando se stesso? Non era in torto? Ahimè! era tutta colpa di Miss Crawford. Aveva colto la sua influenza in ogni frase, e si sentiva infelice.
(MP - 16)

Da nessuno del gruppo era ascoltato con l'ininterrotta e genuina gioia di sua moglie, che era davvero estremamente felice di rivederlo, e il cui animo si era talmente infervorato per il suo improvviso ritorno, da metterla più vicina all'agitazione di quanto fosse stata negli ultimi vent'anni. Per qualche minuto si era sentita quasi eccitata, ed era ancora così sensibilmente animata da aver messo da parte il suo lavoro, aver spostato Pug dal suo fianco, e aver concesso la sua attenzione e tutto il resto del divano a suo marito.
(MP - 19)

"Ma parlo con lui più di quanto fossi solita fare prima. Ne sono sicura. Non mi hai sentito chiedergli della tratta degli schiavi, ieri sera?" "Si, ti ho sentita, e speravo che la domanda fosse seguita da altre. A tuo zio avrebbe fatto piacere se gli avessi chiesto ancora informazioni." "E io volevo tanto farlo... ma c'era un tale silenzio di tomba!"
(MP - 21)

I figli della stessa famiglia, dello stesso sangue, con gli stessi ricordi e le stesse abitudini, hanno dalla loro delle possibilità di gioia che nessun legame successivo può fornire; e dev'esserci un lungo e innaturale allontanamento, una separazione che nessun legame successivo può giustificare, per far sì che simili resti preziosi dei primissimi affetti vadano interamente perduti.
(MP - 24)

e si fosse reso conto, com'era giusto che facesse un uomo buono, quanto fosse squallido e imperdonabile, quanto fosse terribile e malvagio sposarsi senza amore.
(MP - 32)

Ma questo devo dirlo, che il suo difetto, l'indulgere a fare innamorare un pochino le ragazze, per una moglie non ha nemmeno la metà dei pericoli di una propensione a innamorarsi lui stesso, una tendenza della quale non è mai stato preda.
(MP - 36)

In ogni discussione con la madre, Susan aveva il vantaggio di essere dalla parte della ragione, e non c'era mai stata nessuna tenerezza materna a corromperla. L'affetto cieco che produceva sempre cose sbagliate in tutto ciò che la circondava, lei non l'aveva mai provato. Non c'era nessuna gratitudine per un affetto presente o passato che la inducesse a sopportarne meglio gli eccessi nei confronti degli altri.
(MP - 40)

Se ne stava seduta in una vampa di calore opprimente, in un nuvola di pulviscolo in movimento, con gli occhi che potevano vagare solo dal muro su cui si stagliava la testa del padre, al tavolo tagliuzzato e intagliato dai fratelli, dove c'era il vassoio per il tè mai del tutto pulito, tazze e piattini lavati alla meglio, il latte, un miscuglio di grumi galleggianti in un liquido azzurrognolo, e pane e burro, che ogni minuto diventava persino più unto di quando era stato predisposto dalle mani di Rebecca.
(MP - 46)

Che la punizione, la punizione pubblica del disonore, dovesse essere in giusta misura inflitta anche per la parte avuta da lui nel misfatto non è, lo sappiamo, una delle barriere che la società concede alla virtù. In questo mondo, l'ammenda è meno equa di quanto si possa desiderare;
(MP - 48)

Mi astengo di proposito dal precisare delle date in questa occasione, affinché ciascuno possa essere libero di stabilire la propria, consapevole che la guarigione da invincibili passioni, e il trasferimento di amori eterni, richiedono sicuramente tempi molto variabili da persona a persona.
(MP - 48)

Si trasferirono quindi a Mansfield, e quella canonica alla quale, ai tempi di entrambi i precedenti occupanti, Fanny non era mai riuscita ad avvicinarsi senza una qualche penosa sensazione di riserbo o timore, divenne presto tanto cara al suo cuore, e tanto perfetta ai suoi occhi, quanto lo era stato a lungo tutto ciò che era all'interno del panorama e del patronato di Mansfield Park.
(MP - finale)


 



Emma (1816)

Emma Woodhouse, bella, intelligente e ricca, con una casa confortevole e un buon carattere, sembrava riunire in sé alcune delle migliori benedizioni dell'esistenza, ed era al mondo da quasi ventun anni con pochissimo ad affliggerla o contrariarla.
(E - incipit)

eppure, non è lo stile di una donna; no, certo, è troppo decisa e concisa; non si dilunga abbastanza per essere una donna.
(E - 7)

"Oh! certo", esclamò Emma, "per un uomo è sempre incomprensibile che una donna rifiuti una proposta di matrimonio. Un uomo immagina che una donna sia pronta per chiunque la chieda."
(E - 8)

"Be', io non riesco a capirlo." "Per tutti noi è così, papà. Una metà del mondo non riesce a capire i piaceri dell'altra metà."
(E - 9)

è solo la povertà a rendere il celibato spregevole per un pubblico magnanimo! Una donna non sposata, con un'entrata molto esigua, certo che è una vecchia zitella ridicola e antipatica! il bersaglio naturale di ragazzini e ragazzine; ma una donna non sposata, se ricca, è sempre rispettabile, e può essere giudiziosa e gradevole come chiunque altra.
(E - 10)

"Non intendevo... non stavo pensando alla tratta degli schiavi", replicò Jane; "la tratta delle istitutrici, ve l'assicuro, è tutto quello che avevo in mente; sicuramente molto diversa, quanto a colpe di coloro che la praticano, ma quanto all'estrema infelicità delle vittime non vedo dove sia la differenza.
(E - 35)

Quando una signorina sviene, è necessario farla riprendere; ci sono domande che aspettano risposte, e sorprese da chiarire. Fatti del genere sono molto interessanti, ma l'incertezza che provocano non può durare a lungo.
(E - 39)

era davvero troppo anche per Harriet, sperare che potesse innamorarsi di più di tre uomini in un anno.
(E - 51)

Le nozze furono molto simili ad altre nozze in cui i partecipanti non hanno velleità di splendore e di sfoggio, e Mrs. Elton, dai dettagli che le fornì il marito, le giudicò estremamente modeste e molto inferiori alle sue. "Pochissimo raso bianco, pochissimi veli di pizzo; una faccenda proprio pietosa! Selina sarebbe rimasta allibita quando l'avrebbe saputo." Ma, a dispetto di queste manchevolezze, i desideri, le speranze, le certezze, le previsioni del piccolo gruppo di veri amici che partecipò alla cerimonia, ebbero pieno compimento nella perfetta felicità di quella unione.
(E - finale)


 



Northanger Abbey
Persuasion (1818)

Nessuno che avesse conosciuto Catherine Morland nella sua infanzia avrebbe mai immaginato che fosse nata per essere un'eroina.
(NA - incipit)

Ma quando una giovinetta è destinata a diventare un'eroina, nemmeno la perfidia di quaranta famiglie nei dintorni riesce a impedirlo. Qualcosa deve accadere, e accadrà, per mettere un eroe sulla sua strada.
(NA - 1)

Mrs. Allen era una di quelle numerose creature femminili che non suscitano nella gente altra emozione che la sorpresa di constatare l'esistenza al mondo di uomini che le apprezzino al punto di sposarle.
(NA - 2)

"E che cosa state leggendo signorina?" "Oh! È solo un romanzo!" risponde lei, mentre posa il suo libro con affettata indifferenza, o con momentanea vergogna. "È solo Cecilia, o Camilla, o Belinda", o, in breve, solo un'opera in cui si dispiegano gli enormi poteri dell'intelletto, in cui la massima conoscenza della natura umana, la più felice descrizione delle sue sfaccettature, la più vivida dimostrazione di spirito e intelligenza, sono trasmesse al mondo nel linguaggio più ricercato.
(NA - 5)

James e Isabella aprivano la strada, e quest'ultima si sentiva così soddisfatta della propria sorte, era così intenta a sforzarsi di assicurare una piacevole passeggiata a colui che poteva vantare il duplice vantaggio di essere amico del fratello e fratello dell'amica, così puri e privi di civetteria erano i suoi sentimenti, che, sebbene avessero raggiunto e superato i due insolenti giovanotti a Milsom Street, era talmente lontana dal voler attirare la loro attenzione, che si girò a guardarli solo tre volte.
(NA - 7)

solo un uomo può essere consapevole dell'insensibilità di un altro uomo per un vestito nuovo. Sarebbe umiliante per i sentimenti di molte signore, se fossero in grado di capire quanto poco il cuore di un uomo sia colpito da ciò che è nuovo o costoso nel loro abbigliamento; quanto poco si curi della trama di una mussolina, e come sia immune da particolari tenerezze nei confronti di quella a pois, con ricami floreali, leggera o pesante. Una donna è elegante solo per soddisfare se stessa. Nessun uomo l'ammirerà di più, a nessuna donna piacerà di più per questo. Un aspetto curato e alla moda bastano al primo, e qualcosa di trasandato o inappropriato è ciò che suscita più benevolenza nella seconda.
(NA - 10)

E ora devo lasciare la mia eroina a una notte insonne, ovvero quel che spetta a una vera eroina; a un cuscino cosparso di spine e bagnato di lacrime. E potrà considerarsi fortunata se riuscirà ad avere un'altra notte di riposo sereno nel corso dei prossimi tre mesi.
(NA - 11)

Si vergognava molto della propria ignoranza. Una vergogna fuori luogo. Chi desidera farsi degli amici, deve restare ignorante. Presentarsi con una mente ben istruita, è presentarsi come incapace di suscitare la vanità degli altri, cosa che una persona sensibile dovrebbe sempre evitare. Specialmente una donna, se ha la disgrazia di sapere qualcosa, dovrebbe nasconderlo più che può.
(NA - 14)

Il ritorno di un'eroina al suo paese natio, a conclusione della sua carriera, in tutto il trionfo di una riconquistata reputazione, e in tutta la dignità di una contessa, con un lungo corteo di nobili parenti nelle loro carrozze, e tre cameriere personali che la seguono in un tiro a quattro di servizio, è un avvenimento nel quale la penna di un creatore di storie può piacevolmente indugiare; dà credito a ogni conclusione, e l'autore non può che essere partecipe della gloria che lei dispensa con tanta liberalità. Ma il mio caso è considerevolmente diverso; riporto a casa la mia eroina in solitudine e in disgrazia; e nessun tenero entusiasmo può condurmi a descrizioni dettagliate. Un'eroina in una vettura di posta a nolo, è un tale colpo al sentimentalismo, che nessun tentativo di grandezza o di pathos può contrastare.
(NA - 29)

era a tutti gli effetti il giovanotto più affascinante del mondo. Ogni ulteriore definizione delle sue qualità è assolutamente superflua; il giovanotto più affascinante del mondo è istantaneamente presente all'immaginazione di tutti noi.
(NA - 31)

Iniziare una perfetta felicità alle rispettive età di ventisei e diciotto anni, vuol dire farlo piuttosto agevolmente; e professandomi per di più convinta che l'ingiusta interferenza del generale, ben lungi dall'essere stata realmente nociva per la loro felicità, l'abbia invece piuttosto favorita, facendoli conoscere meglio l'uno con l'altra, e rafforzando il loro amore, lascio decidere a chiunque ne fosse interessato, se quest'opera sia nel complesso tesa a raccomandare la tirannia dei padri, o a premiare la disobbedienza dei figli.
(NA - finale)




Sir Walter Elliot, di Kellynch Hall, nel Somersetshire, era un uomo che, per suo diletto, non prendeva mai in mano altro libro che il Baronetage;
(P - incipit)

In gioventù era stata costretta alla prudenza, da adulta aveva imparato ad amare con passione: la naturale conseguenza di un inizio innaturale.
(P - 4)

avevano avuto la sfortuna di un figlio molto fastidioso e incapace, e la fortuna di perderlo prima che raggiungesse i vent'anni;
(P - 6)

La mole del fisico e il dolore dell'animo non hanno di certo nessuna necessaria correlazione. Una figura corpulenta ha diritto a provare una profonda afflizione quanto le più graziose membra del mondo. Ma, giusto o ingiusto che sia, ci sono combinazioni imbarazzanti, delle quali la ragione prenderebbe invano le difese, che il buongusto non riesce a tollerare, che sono preda del ridicolo.
(P - 8)

Quando si concluse la serata, Anne non poté non sentirsi divertita all'idea di essere venuta a Lyme a predicare pazienza e rassegnazione a un giovanotto mai visto prima, né poté fare a meno di temere, a seguito di riflessioni più serie, che, come molti altri grandi moralisti e predicatori, aveva fatto sfoggio di eloquenza su un punto per il quale la sua condotta avrebbe mal sopportato un esame.
(P - 11)

Anne si chiese se non gli fosse venuto in mente di mettere in dubbio la giustezza delle sue precedenti opinioni sulla felicità e sui vantaggi universali della fermezza di carattere; e se non l'avesse colpito il fatto che, così come tutte le qualità della mente, anche questa avrebbe dovuto avere proporzioni e limiti. Riteneva fosse difficile per lui non pensare che un temperamento cedevole possa essere talvolta tanto favorevole alla felicità quanto un carattere molto risoluto.
(P - 12)

Anne non aveva mai visto il padre e la sorella a contatto con la nobiltà, e dovette ammettere di sentirsi delusa. Aveva sperato di meglio dalle loro idee di grandezza rispetto alla posizione sociale che ricoprivano, e si ridusse a desiderare qualcosa che non aveva mai previsto, a desiderare che mostrassero più orgoglio, poiché le frasi "le nostre cugine Lady Dalrymple e Miss Carteret", "le nostre cugine Dalrymple", le risuonavano all'orecchio per tutto il giorno.
(P - 16)

"Vi sbagliate", disse lui con garbo, "quelle non sono buone frequentazioni, sono le migliori. Le buone frequentazioni richiedono solo nascita, istruzione e buone maniere, e riguardo all'istruzione non è che sia indispensabile. Nascita e buone maniere sono essenziali, ma un'istruzione modesta non è affatto pericolosa in società, al contrario, dona moltissimo.
(P - 16)

ma sarebbe un insulto alla natura della felicità di Anne, fare un paragone tra la sua e quella della sorella; la fonte di una era tutta in una vanità egoista, quella dell'altra tutta in un amore traboccante.
(P - 20)

Non posso più ascoltare in silenzio. Devo parlarvi con i mezzi che ho a disposizione. Mi straziate l'anima. Sono metà in agonia e metà pieno di speranza. Ditemi che non è troppo tardi, che quei preziosi sentimenti non sono svaniti per sempre. Mi offro di nuovo a voi con un cuore ancora più vostro di quando lo avete quasi spezzato la prima volta otto anni e mezzo fa.
(P - 23)

Era fiera di essere la moglie di un marinaio, ma doveva pagare lo scotto dell'ansia continua di appartenere a quella professione, che, se possibile, si distingue più per le sue virtù domestiche che per la sua importanza nazionale.
(P - finale)

1775   

16 dicembre: JA nasce nella rettoria di Steventon, nello Hampshire settentrionale, settima tra i figli del rev. George Austen (1731-1805) e di sua moglie Cassandra Leigh (1739-1827), il cui matrimonio era stato celebrato a Bath il 26 aprile 1764. La coppia era andata a vivere a Dean, sempre nell'Hampshire, dove nacquero i primi tre figli, e si era trasferita a Steventon nell'estate del 1768. Prima di JA erano nati: James (1765-1819), George (1766-1838), che probabilmente era epilettico e sordomuto e fu affidato a pagamento a una famiglia che si prendesse cura di lui, Edward (1767-1852), Henry (1771-1850), Cassandra Elizabeth (1773-1845) e Francis (Frank) William (1774-1865). Il 23 marzo 1773 il rev. Austen era diventato rettore anche della parrocchia di Deane, nelle vicinanze di Steventon.

1776   

8 gennaio: nasce in Irlanda Thomas Langlois Lefroy (1776-1869), ricordato come il primo flirt di JA. Si sposerà il 16 marzo 1799 con Mary Paul, dalla quale avrà otto figli, e dopo una lunga carriera di magistrato in Irlanda, fino a diventare "Lord Chief of Justice", morirà a novantatré anni il 4 maggio 1869.

5 aprile: battesimo pubblico di JA; la cerimonia privata c'era stata il giorno successivo alla nascita.

1777   

Autunno?: la sorella del rev. Austen, Philadelphia Hancock (1730-1792), e la figlia, Elizabeth (Eliza) (1761-1813), partono per un lungo viaggio nel continente, che le porterà in Germania, Fiandra e quindi in Francia.
Philadelphia era partita per l'India il 18 gennaio 1752 e lì aveva sposato, il 22 febbraio 1753, Tysoe Saul Hancock (1723-1775). Nel giugno del 1765 gli Hancock erano tornati in Inghilterra pensando di poter vivere con il patrimonio accumulato in India, ma le difficoltà finanziarie costrinsero il marito a tornare in India nel 1768, lasciando in Inghilterra la moglie e la figlia. Hancock non tornò mai in Inghilterra e morì nel novembre del 1775.

1778   

Dicembre: Anne Brydges (Madame Lefroy) sposa il rev. I. P. George Lefroy.

1779   

8 maggio: Thomas Knight II (1735-1794), di Godmersham, lontano cugino del rev. Austen (la sorella del nonno era bisnonna di Knight) sposa Catherine Knatchbull. Dopo il matrimonio i due, probabilmente durante il viaggio di nozze, passano per Steventon e portano con loro Edward per il resto del viaggio.

23 giugno: nasce l'ultimo figlio degli Austen, Charles John (1779-1852).

3 luglio: James inizia a frequentare il St John's College di Oxford, come suo padre prima di lui.

1780   

16 maggio: Eliza Hancock scrive al rev. Austen e gli manda una miniatura col suo ritratto, ancora conservata (vedi nel riquadro delle immagini a sinistra: Eliza de Feuillide).

1781   

Dicembre?: Eliza Hancock sposa in Francia Jean-François Capot de Feuillide.

1782   

Estate: secondo la tradizione, la prima menzione di JA nella famiglia Austen risale probabilmente a quest'anno: il rev. Austen era andato a prendere in carrozza Cassandra, che era stata dai Cooper a Bath, alla stazione di posta; non appena la carrozza fu avvistata dalla canonica di Steventon, JA e Charles corsero incontro al padre e alla sorella.

Dicembre: i ragazzi Austen recitano in famiglia la tragedia Matilda di Thomas Francklin.

1783   

Edward viene ufficialmente adottato dai Knight.

Primavera: JA, Cassandra e la cugina Jane Cooper vanno a Oxford nella scuola di Mrs Cawley, che poco dopo si trasferisce, insieme alle sue allieve, a Southampton, dove, ai primi di settembre scoppia un'epidemia di tifo. JA e la sorella si ammalano e la nipote scrive a casa per informare i parenti. Mrs Austen e la sorella, Jane Cooper, vanno a Southampton per riportare a case le figlie. Mrs Cooper contrae il morbo e ne morirà il 25 ottobre.

3 maggio: Il rev. George Lefroy si stabilisce nella rettoria di Ashe insieme alla moglie ("Madame Lefroy").

1784   

Luglio: i ragazzi Austen recitano in famiglia The Rivals di Richard Brinsley Sheridan.

24 settembre: Thomas Knight e la moglie partono per un viaggio nel Continente e traversano la Manica insieme a Edward e Henry Austen; il 27 i due ragazzi tornano a Dover e poi a Steventon.

1785   

Luglio: JA e Cassandra vanno a Reading per frequentare la "Ladies Boarding School" di Miss Latournelle, ad Abbey House.

1786   

Edward parte per il "Grand Tour" in Europa e farà ritorno solo nell'autunno del 1790.

15 aprile: Frank entra nella Royal Naval Academy di Portsmouth.

25 giugno: nasce a Calais il figlio di Eliza de Feuillide (Hastings-François-Louis-Henri-Eugène) durante il viaggio di ritorno in Inghilterra di Philadelphia Hancock con la figlia, il cui marito resta in Francia, occupato dai lavori nelle sue proprietà. Le due donne e il bambino arriveranno a Londra il 24 luglio.

Inizio novembre: James parte per andare in visita al conte de Feuillide nel sud della Francia.

Dicembre: JA e Cassandra lasciano l'Abbey School e tornano a Steventon. In questo periodo JA comincia a scrivere quelli che diventeranno i tre volumi degli Juvenilia, terminati presumibilmente nel 1793. Per le feste natalizie arrivano a Steventon Mrs Hancock con la figlia e il nipote.

1787   

A quest'anno sono attribuibili "Edgar and Emma", "Amelia Webster" e "Frederic and Elfrida".

1788   

Nel corso di quest'anno JA scrive probabilmente "Sir William Mountague", "Memoirs of Mr Clifford", "The Mystery", "The Beautifull Cassandra" e "Henry and Eliza" (probabilmente terminato all'inizio dell'anno successivo).

Luglio: James diventa curato a Stoke Charity.

Luglio-agosto: i coniugi Austen fanno un viaggio nel Kent e a Londra con JA e Cassandra.

23 dicembre: Frank lascia l'Accademia Navale e si imbarca per le Indie orientali, da dove tornerà nell'inverno del 1793.

1789   

Gennaio: James ed Henry iniziano a pubblicare una rivista settimanale: "The Loiterer", scritta quasi interamente da loro.

Primavera?: dopo la morte del rev. Nowys Lloyd (28 gennaio) la vedova, Martha Craven (1729-1805), prende in affitto dal rev. Austen la canonica di Deane, dove si stabilisce con le due figlie: Martha (1765-1843) e Mary (1771-1843), che diventeranno molto amiche delle sorelle Austen.

28 marzo: esce il numero 9 di "The Loiterer"; è probabile che la lettera umoristica firmata "Sophia Sentiment" sia di JA.

7 luglio: Philadelphia [Austen] Hancock e la figlia Eliza de Feuillide tornano in Inghilterra.

A quest'anno è attribuibile "The Visit".

1790   

JA scrive probabilmente quest'anno "Jack and Alice" e "The adventures of Mr. Harley", dedicati al fratello Frank sulla Perseverance, dove fu in servizio dal dicembre 1789 al novembre 1791.

24 febbraio: Eliza de Feuillide parte per Parigi.

20 marzo: esce il numero 60 di "The Loiterer", l'ultimo della rivista, pubblicata anche in due volumi contenenti ciascuno trenta numeri.

25 maggio: Eliza de Feuillide torna a Londra.

13 giugno: JA termina di scrivere "Love and Freindship".

Agosto/settembre: Edward torna in Inghilterra dal "Grand Tour"; il suo diario termina il 31 luglio a L'Aia.

1791   

Febbraio: Edward Austen si fidanza con Elizabeth Bridges

Marzo/aprile: Philadelphia [Austen] Hancock si ammala di cancro al seno.

18 giugno: lettera di Eliza de Feuillide agli Austen per informarli della malattia della madre.

20 luglio: Charles entra, come aveva fatto il fratello Frank, nella Royal Naval Academy di Portsmouth.

4 settembre: muore Sir Brook Bridges III, padre di Elizabeth Bridges.

14 dicembre: Philadephia [Austen] Hancock fa testamento.

27 dicembre: Edward sposa Elizabeth Bridges e la coppia si stabilisce a Rowling, nel Kent. Lo stesso giorno si sposa Sophia, sorella di Elizabeth, con William Deedes. il 14 divcembre si era sposata un'altra sorella, Fanny, con Lewis Cage.

Verso la fine dell'anno JA scrive probabilmente "The History of England", "Evelyn" e "The Three Sisters".

1792   

Gennaio: JA scrive la poesia "This little bag".

26 febbraio: muore Philadelphia [Austen] Hancock. Jean-François de Feuillide, il marito di Eliza, arriva a Londra in questo periodo e, dopo un soggiorno di un paio di settimane a Bath con la moglie, riparte per la Francia.

27 marzo: James sposa Anne Mathew e la coppia si stabilisce a Deane.

Primavera: in questo periodo JA scrive "Lesley Castle".

Agosto: JA finisce "Catharine, or the Bower".
Eliza de Feuillide in visita a Steventon, dove resterà per qualche mese.

27 agosto: muore a Sonning il rev. dr. Cooper, vedovo della sorella di Mrs. Austen. Il previsto matrimonio di Jane Cooper con il cap. Williams viene rimandato e lei va a Steventon dagli Austen

Autunno: JA scrive "A Collection of Letters".

4 ottobre: ballo a Basingstoke all'Hampshire Club Ball, al quale partecipano sia JA che la sorella Cassandra; Eliza de Feuillide non si sente bene e non va al ballo.

Metà ottobre: JA e Cassandra vanno a Ibthorpe dai Lloyd e partecipano a un ballo a Enham.

29 ottobre: JA e Cassandra tornano a Steventon.

Inverno?: Cassandra si fidanza con il rev. Thomas Fowle, che era stato allievo del padre a Steventon a partire dal 1779.

11 dicembre: Jane Cooper sposa a Steventon il cap. Thomas Williams. I due partono per l'isola di Wight, dove vive la madre del capitano.

1793   

23 gennaio: nasce a Rowling la primogenita di Edward, Frances Catherine (Fanny).

Gennaio/giugno: JA scrive i cinque brani degli Juvenilia dedicati alla nipote Fanny ("The female philosopher", "The first Act of a Comedy", "A letter from a Young Lady", "A Tour through Wales" e "A Tale").

1° febbraio: la Francia dichiara guerra alla Gran Bretagna e all'Olanda.

8 aprile: Henry si arruola nella Milizia dell'Oxfordshire con il grado di sottotenente.

15 aprile: nasce a Deane la primogenita di James, Jane Anna Elizabeth (Anna).

2 giugno: JA scrive i tre brani degli Juvenilia dedicati alla nipote Anna ("A fragment", "A beautiful description" e "The Generous Curate").

3 giugno: JA scrive "Ode to Pity".

Dicembre: JA e Cassandra vanno a Southampton dai Butler-Harrison; la visita dovrebbe essere avvenuta a dicembre, visto che nella lettera 62 del 9 dicembre 1808 a Cassandra, JA racconta alla sorella di un ballo nella Assembly Room del Dolphin Hotel di Southampton, ricordando che quindici anni prima avevano ballato nella stessa sala.

1794   

22 febbraio: Jean-François de Feuillide è ghigliottinato a Parigi.

10 maggio: nasce a Rowling il primo figlio maschio di Edward, Edward jr.

Giugno/luglio: visita degli Austen ad Adlestrop, dal cugino di Mrs. Austen, il rev. Thomas Leigh.

Estate: JA e Cassandra in viaggio nel Kent, presumibilmente per andare in visita dal fratello Edward.

14 settembre: Charles lascia l'Accademia Navale e si imbarca sulla "Daedalus" con il grado di Guardiamarina.

23 ottobre: Thomas Knight II muore a Chawton.

Autunno?: JA scrive Lady Susan.

1795   

Probabilmente nel corso di quest'anno JA inizia a scrivere Elinor and Marianne, che diventerà Sense and Sensibility.

3 maggio: muore Anne, la moglie di James, e la piccola Anna è affidata ai nonni a Steventon.

Autunno: il fidanzato di Cassandra, Tom Fowle, accetta di diventare cappellano di Lord Craven per una spedizione nelle Indie occidentali.

10 ottobre: prima di partire Tom Fowle fa testamento; lascia mille sterline alla fidanzata Cassandra e il resto al padre.

22 novembre: nasce a Rowling George Thomas, figlio di Edward.

Dicembre: Tom Lefroy arriva in visita alla Rettoria di Ashe e tra lui e JA c'è un breve flirt durante le feste natalizie.
Cassandra è a Kintbury, probabilmente per prendere congedo dal fidanzato, in partenza per le Indie occidentali.

1796   

8 gennaio: la mattina visita di Benjamin Portal a Steventon. In serata ballo a Manydown con Tom Lefroy.

9 gennaio: Tom Lefroy e il cugino, John-Henry-George Lefroy, in visita a Steventon.

9-10 gennaio: lettera 1, a Cassandra, da Steventon a Kintbury.

10 gennaio: Tom Fowle, il fidanzato di Cassandra, si imbarca per le Indie occidentali.

12 gennaio: i Cooper passano per Steventon durante il viaggio verso l'isola di Wight.

14-15 gennaio: lettera 2, a Cassandra, da Steventon a Kintbury.

15 gennaio: ballo a Ashe con Tom Lefroy, che pochi giorni dopo ritorna a Londra.

Fine gennaio: Cassandra torna a casa.

26 aprile: JA e Cassandra a pranzo a Harpsden dai Cooper.

22 agosto: JA parte da Steventon per Londra insieme ai fratelli Edward e Frank; pernottano a Staines e il giorno successivo arrivano a Londra.

23 agosto: lettera 3, a Cassandra, da Londra a Steventon?
In serata, i tre vanno all'Astley's Amphitheatre, un circo equestre vicino al Westminster Bridge.

25 agosto: i tre vanno a Rowling, dove incontrano il fratello Henry.

1 settembre: lettera 4, a Cassandra, da Rowling a Steventon.

3 settembre: cena a Goodnestone dai Bridges, a cui segue un ballo improvvisato.

5 settembre: lettera 5, a Cassandra, da Rowling a Steventon.

13 settembre: cena dai Milles a Nackington.

15 settembre: cena a Goodnestone dai Bridges.

15-16 settembre: lettera 6, a Cassandra, da Rowling a Steventon.

18 settembre: lettera 7, a Cassandra, da Rowling a Steventon.

Fine settembre/primi ottobre: JA torna a Steventon dopo aver fatto tappa a Greenwich.

Settembre/novembre: Henry Austen rompe il fidanzamento con Mary Pearson.

Ottobre: JA comincia a scrivere First Impressions, che diventerà Pride and Prejudice.

6 ottobre: JA e Mary Lloyd fanno da testimoni alle nozze di William Littleworth con Elizabeth Lovell.

Fine novembre: James Austen fa una proposta di matrimonio a Mary Lloyd, che accetta.

1797   

17 gennaio: James sposa Mary Lloyd e la figlia Anna torna a Deane.

13 febbraio: Tom Fowle muore di febbre gialla a Santo Domingo ed è sepolto in mare. Gli Austen lo sapranno ad aprile. Nel suo testamento c'è un lascito di mille sterline per Cassandra.

27 maggio: nasce a Rowling Henry, figlio di Edward.

Agosto: JA termina First Impressions.

Novembre: JA inizia la revisione di Elinor and Marianne, che sarà poi pubblicato con il titolo Sense and Sensibility.

1 novembre: il rev. Austen scrive una lettera a un editore di Londra, Thomas Cadell, offrendo in lettura il manoscritto di First Impression; la richiesta viene rifiutata.

Metà novembre: Mrs Austen e le figlie si recano a Bath dai loro parenti, i Leigh-Perrot: James Leigh-Perrot, fratello di Mrs Austen, e la moglie Jane Cholmeley.

Dicembre: Madame Lefroy inviata per le feste natalizie il rev. Samuel Blackall e lo presenta a JA.

31 dicembre: Henry sposa a Londra la cugina Eliza de Feuillide.

1798   

JA inizia probabilmente a scrivere Susan, che sarà pubblicato postumo con il titolo Northanger Abbey.

11 gennaio: Elizabeth Bigg sposa a Manydown il rev. William Heathcote.

6 aprile: William Hampson Walter, fratellastro del rev. Austen, muore a Seal.

8 aprile: lettera 8 di condoglianze a Philadelphia Walter, da Steventon a Seal; JA scrive al posto della sorella, che in quel periodo non era a casa.

9 maggio: Il rev. Austen partecipa a un incontro a Basingstoke per la formazione di un'associazione patriottica, la "North Hants Association"; la notizia è riportata dal Reading Mercury del 14 maggio.

Agosto: Mrs Knight va ad abitare a White Friars, Canterbury, e Edward si trasferisce con la famiglia da Rowling a Godmersham.

9 agosto: Jane [Cooper] Williams muore in un incidente con il suo calesse a Newport, nell'isola di Wight.

Fine agosto: il rev. Austen, la moglie e le due figlie vanno a Godmersham da Edward.

1 settembre: JA scrive a Frank, ma la lettera (perduta) arriverà al fratello solo alla fine di novembre, come JA dice alla sorella nella lettera 13.

10 ottobre: nasce a Godmersham William, figlio di Edward.

24 ottobre: Il rev. Austen, la moglie e JA, durante il viaggio di ritorno a Steventon da Godmersham, si fermano a Dartford, al Bull & George.
Lettera 9, a Cassandra, da Dartford a Godmersham.

25 ottobre: gli Austen partono da Dartford e si fermano a Staines per la notte.

26 ottobre: gli Austen partono da Staines, si fermano a Hartley Wintney e poi a Basingstoke, dove Mrs Austen si fa visitare dal dr. Lyford; verso le quattro e mezza del pomeriggio arrivano a Steventon.

27-28 ottobre: lettera 10, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

14 novembre: visita di Madame Lefroy a Steventon, che porta notizie di Tom Lefroy e legge a JA una lettera del rev. Samuel Blackall, che si scusa di non poter venire da loro per le feste natalizie.

15 novembre: JA e il padre vanno a trovare Mary Lloyd a Deane, che partorirà due giorni dopo.

17 novembre: Nasce a Deane il figlio di James, James Edward, futuro biografo di JA (James Edward Austen Leigh).

17-18 novembre: lettera 11, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

20 novembre: JA va a Deane a conoscere il nipote James Edward.

22 novembre: JA va al ballo nella Town Hall di Basingstoke.

23 novembre: JA va di nuovo a Deane a trovare la cognata e il nipote.

25 novembre: lettera 12, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

30 novembre: JA va di nuovo a Deane a trovare la cognata e il nipote. Nel pomeriggio arriva dagli Austen il dr. Lyford, per una visita a Mrs Austen.

1-2 dicembre: lettera 13, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

3 dicembre: a Deane, battesimo privato di James Edward Austen.

9-15 dicembre: in un giorno imprecisato di questa settimana JA va a Deane, per la prima volta da sola.

18 dicembre: in mattinata, visita di Mr Holder e Mr John Harwood.

18-19 dicembre: lettera 14, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

20 dicembre: JA va a Manydown, dove resterà fino al 24. Dopo il pranzo va con Catherine Bigg a Worting da Mrs Clarke e la sera a un ballo a Basingstoke.

24 dicembre: in mattinata JA torna a Steventon da Manydown.

24-26 dicembre: lettera 15, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

28 dicembre: lettera 16, a Cassandra, da Steventon a Godmersham. JA informa la sorella sulla promozione di Frank e sul trasferimento di Charles. I Digweed e James Austen a cena a Steventon.

1799   

1 gennaio: JA è a Deane dal fratello James per il battesimo di James-Edward

3 gennaio: pranzo a Deane con gli Harwood.

4 gennaio: JA torna a Steventon.

8 gennaio: ballo a Kempshot Park, da Lady Dorcester.

8-9 gennaio: lettera 17, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

10 gennaio: pranzo a Deane con diversi invitati; JA si ferma per la notte.

11-21 gennaio: Charles a Steventon per alcuni giorni. JA torna a Steventon con Mary, Anna e James Edward, che si fermeranno là mentre James è a Kintbury.

14 gennaio: Mrs Martin apre una biblioteca alla quale si abbonano JA e Cassandra.

17 gennaio: JA, con Martha Lloyd, va a un ballo pubblico a Basingstoke.

21 gennaio: Charles parte da Steventon per raggiungere la "Tamar" nelle Downs, al largo delle coste del Kent.

21-23 gennaio: lettera 18, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

Febbraio: probabile visita di JA alle Lloyd a Ibthorpe.

Marzo: Cassandra torna a Steventon da Godmersham.

16 marzo: Tom Lefroy sposa Mary Paul a Abergavenny, nel Galles.

26 marzo: pranzo a "The Vyne"con gli Chute e Mr Digweed.

19 aprile: pranzo a "The Vyne"con gli Chute e altri invitati.

Metà maggio: Edward, con la moglie e i due figli più grandi, Fanny e Edward jr., arrivano a Steventon

16 maggio: la famiglia di Edward, con JA e la madre, partono per Bath e pernottano a Devizes. Cassandra e il rev. Austen rimangono a Steventon.

17 maggio: gli Austen arrivano a Bath e prendono in affitto una casa al numero 13 di Queen's Square.
Lettera 19, a Cassandra, da Bath a Steventon.

31 maggio: JA passa il pomeriggio con Marianne e Jane Mapleton e alcuni loro amici; fanno una scampagnata a piedi nel paesino di Charlcombe.

1 giugno: JA va a fare spese a Bath Street.

2 giugno: lettera 20, a Cassandra, da Bath a Steventon.

3 giugno: JA è ai bagni.

4 giugno: festa nei Sydney Gardens per il compleanno del re.

11 giugno: lettera 21, a Cassandra, da Bath a Steventon.

16 giugno: tè dagli zii Leigh-Perrot.

17 giugno: pranzo dagli Evelyn.

18 giugno: di nuovo festa nei Sydney Gardens.

19 giugno: lettera 22, a Cassandra, da Bath a Steventon.

22 giugno: gli Austen vanno al Theatre Royal a Orchard Street.

26 giugno: gli Austen lasciano Bath.

27 giugno: gli Austen arrivano a Steventon in serata.

1 luglio: Edward e la famiglia partono da Steventon per Godmersham.

Estate?: JA finisce Susan, pubblicato poi con il titolo Northanger Abbey.

14 agosto: Mrs Leigh-Perrot è arrestata con l'accusa di aver rubato dei nastri in un negozio di Bath l'8 agosto. Resterà in carcere a Ilchester fino al 29 marzo dell'anno successivo, quando sarà dichiarata innocente.

2 settembre: JA e Cassandra a pranzo a Fowley dai Lybbe-Powys, insieme ai Cooper e a Mr Warren.

11-16 settembre: i Leigh-Perrot vanno a Londra scortati da Scadding, il govermnatore del carcere di Ilchester, per ottenere un ordine di scarcerazione per Mrs. Leigh-Perrot. Il tentativo non ha successo e i due tornano a Ilchester.

1800   

9 gennaio: JA e la sorella a un ballo a Basingstoke.

27 gennaio: nasce a Godmersham Elizabeth (Lizzy), figlia di Edward.

29 marzo: il processo contro Mrs Leigh-Perrot si conclude con una piena assoluzione e il giorno successivo i Leigh-Perrot tornano nella loro casa di Bath.

metà ottobre: Edward e il figlio Edward jr. in visita a Steventon; tornano a Godmersham via Chawton e Londra, portando con loro Cassandra.

17 ottobre: il rev. Austen celebra il suo ultimo matrimonio come rettore di Steventon; JA partecipa come testimone.

23 ottobre: passeggiata di JA a Deane.

24 ottobre: JA va a Oakley a comprare delle stoffe e poi va a far visita ai Bramston.

25 ottobre: passeggiata a Deane e visita agli Harwood, dove incontra Mrs William Heathcote e Mrs Chute.

25-27 ottobre: lettera 23, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

30 ottobre: JA va a un ballo a Basingstoke e pranza e dorme a Deane.

31 ottobre: JA torna a Steventon e riceve una lettera di Frank datata 8 luglio.

1 novembre: lettera 24, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

7 novembre: Mary Lloyd porta JA a Basingstoke e ritorno; pranzo a Ashe Park con Mr Holder.

8 novembre: JA finisce di leggere il primo volume di Le Veillées du Château di Madame de Genlis.

8-9 novembre: lettera 25, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

9 novembre: temporale a Steventon, con vento molto forte che fa cadere alcuni olmi.

12 novembre: JA sta leggendo History of Great Britain di Robert Henry.

12-13 novembre: lettera 26, a Martha Lloyd, da Steventon a Ibthorpe.

17 novembre: JA pranza a Ashe insieme a diversi ospiti.

18 novembre: Martha Lloyd e i Digweed a pranzo a Steventon

19 novembre: Charles arriva a Steventon da Gosport e lui e JA vanno a pranzo a Deane; in serata, insieme a James e alla moglie vanno al ballo di Lord Portsmouth a Hurstbourne Park.

20-21 novembre: lettera 27, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

22 novembre: Henry a Steventon per una notte.

23 novembre: Henry e Charles partono insieme da Steventon.

27 novembre: JA va a Ibthorpe, facendo tappa a Andover, dove va a trovare Mrs Poore e la madre, Mrs Harrison, e compra del percalle per fare un soprabito a Edward.

28 novembre: le tre sorelle Debary fanno visita a JA a Ibthorpe.

30 nov-1 dic.: lettera 28, a Cassandra, da Ibthorpe a Godmersham.

Inizio dicembre: il rev. Austen decide di andare in pensione e di trasferirsi a Bath. La madre comunica la decisione a JA, che era di ritorno da Ibthorpe con Martha Lloyd.

31 dicembre: JA, il padre, la madre e il fratello Henry vanno a Ashe, dove incontrano il rev. George Lefroy e Tom Chute.

Nel corso dell'anno viene pubblicato First Impressions di Margaret Holford e JA cambia in Pride and Prejudice il titolo del manoscritto.

1801   

Primo censimento britannico: a Steventon si contano 20 case e 153 abitanti.

1° gennaio: James e la moglie a pranzo a Steventon; Henry riparte per Londra.

3-5 gennaio: lettera 29, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

7 gennaio: JA e Martha Lloyd a pranzo a Deane, dove incontrano i Powlett e Tom Chute.

8-9 gennaio: lettera 30, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

13 gennaio: visita a Steventon di Mrs Bramston e Mr Holder.

14-16 gennaio: lettera 31, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

20 gennaio: JA pranza a Deane.

21 gennaio: I Fulwar Fowle a pranzo a Steventon.

22 gennaio: JA a pranzo a Ashe Park, dove viene raggiunta da James e la moglie.

21-22 gennaio: lettera 32, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

23 gennaio: JA pranza a Deane, dove incontra James Digweed.

24 gennaio: Henry si dimette dalla milizia dell'Oxfordshire e inizia la sua attività di banchiere a Londra.

25 gennaio: lettera 33, a Cassandra, da Steventon a Godmersham.

29 gennaio: ballo a Basingstoke, a cui probabilmente partecipa JA, come aveva preannunciato alla sorella con la lettera del 25 gennaio.

9 febbraio: JA è a Manydown.

10 febbraio: JA va insieme alle Bigg in visita ai Dyson a Baugherst.

11 febbraio: lettera 34, a Cassandra, da Manydown a Londra.

12 febbraio: JA va a stare da Miss Lyford a Basingstoke, dove resterà fino al 14.

Fine febbraio Cassandra torna a Steventon.

13 aprile: il Reading Mercury dà notizia della prossima vendita di "oggetti di valore della Canonica di Steventon."

20 aprile: il Reading Mercury conferma che la vendita sarà tenuta presso la canonica dal 5 al 7 maggio e il battitore d'asta sarà Benjamin Stroud, di Newbury.

Inizio maggio: la famiglia Austen lascia la canonica. Il rev. Austen va a Londra e poi a Godmersham con Frank; Mrs Austen e le due figlie a Ibthorpe dalle Lloyd.

4 maggio: Mrs Austen e JA partono per Bath e arrivano nel tardo pomeriggio, ospiti a Paragon, casa del fratello di Mrs Austen. Cassandra resta a Ibthoirpe con le Lloyd.

5 maggio: JA e lo zio vanno a vedere due case a Green Park Buildings.

5-6 maggio: lettera 35, a Cassandra, da Bath a Ibthorpe.

5-7 maggio: vendita dei beni degli Austen a Steventon.

6 maggio: Mrs Lillingston e i Chamberlayne in visita a Paragon.

7 maggio: Mrs Busby a Paragon.
Sul Bath Chronicle viene pubblicato l'annuncio di un'offerta di affitto per una casa al numero 4 di Sydney Place, che diventerà la prima residenza degli Austen a Bath.

8 maggio: James Austen e la famiglia si trasferiscono da Deane a Steventon.

9 maggio: Visita degli Evelyn a Paragon.

10 maggio: JA e i familiari vanno per due volte in chiesa alla funzione e nel pomeriggio passeggiano nei campi davanti al Crescent.

11 maggio: JA e i familiari vanno a vedere una casa a Seymour Street, giudicata troppo piccola. In serata JA, i Leigh-Perrot e Miss Winstone vanno a un ballo nelle Upper Rooms.

12 maggio: piccolo ricevimento a Paragon, con dieci persone compresi i padroni di casa.

12-13 maggio: lettera 36, a Cassandra, da Bath a Ibthorpe.

18 maggio: Ballo nelle Upper Rooms a cui forse partecipa JA.

20 maggio: lunga passeggiata a Weston con Mrs Chamberlayne. In serata due lontane cugine di JA, le signorine Arnold, in visita a Paragon.

21 maggio: in mattinata, visita di Mr e Mrs Holder.
Dopo la visita JA e la madre vanno a vedere una casa a New King Street, che risulta troppo piccola.
In serata piccolo ricevimento a Paragon con cinque invitati.
Sul Bath Chronicle viene nuovamente pubblicato l'annuncio di un'offerta di affitto per una casa al numero 4 di Sydney Place.

21-22 maggio: lettera 37, a Cassandra, da Bath a Kintbury.

22 maggio: Mr e Mrs Pickford in visita a Paragon. Nel pomeriggio JA e i familiare a un tè da Mrs Busby.

24 maggio: Mrs Evelyn in visita a Paragon.

25 maggio: in mattinata nuova passeggiata con Mrs Chamberlayne, a Lyncombe e a Widcombe.
Nel pomeriggio tè con Mrs e Miss Holder e Mrs Lillingston.

26 maggio: JA fa visita ai Mapleton, la figlia Marianne era morta il 18 maggio.
Nel pomeriggio tè con Mrs Lysons.

26-27 maggio: lettera 38, a Cassandra, da Bath a Kintbury.

27 maggio: gita in carrozza a Kingsdown con Mr Evelyn.

29 maggio: piccolo ricevimento a Paragon.

1° giugno: arrivo a Bath del rev. Austen e Cassandra.

4 giugno: JA e Cassandra, con Mr Evelyn e Miss Wood vanno ai Sydney Gardens per le celebrazioni del compleanno del re.

estate: gli Austen prendono in affitto, con un contratto di tre anni e un trimestre, la casa al numero 4 di Sydney Place.
Subito dopo partono per il Devonshire e probabilmente visitano Sidmouth e Colyton. È probabilmente durante questa vacanza che si svolse la vicenda dell'innamorato misterioso di JA.

14 settembre: il Reading Mercury annuncia la prossima vendita all'asta dei beni agricoli di Steventon del rev. Austen, con lo stesso battitore precedente.

15 settembre: nasce a Godmersham Marianne, figlia di Edward.

18 settembre: vendita all'asta dei beni agricoli di Steventon del rev. Austen.

29 settembre: JA e Cassandra da Madame Lefroy a Ashe.

3 ottobre: i Lefroy, con JA e Cassandra, a pranzo a Steventon da James.

5 ottobre: il rev. Austen e le figlie tornano a Bath.

9 ottobre: muore a quindici anni Hastings de Feuillide, figlio di Eliza, ora moglie di Henry, e Jean-François de Feuillide, che viene sepolto nel cimitero di Hampstead nella stessa tomba della nonna materna.

1802   

15 febbraio: gli Austen fanno visita ai Lybbe Powys, arrivati a Bath il 4 febbraio.

26 febbraio: i Lybbe Powys in visita pomeridiana agli Austen a Bath.

6 marzo: gli Austen dai Libbe Powys per il tè e per giocare a carte.

22 marzo: i Lbbe Powys lasciano Bath.

23 marzo: Edward Austen e la moglie lasciano Steventon, dove erano in visita da James, e partono per Bath.

27 marzo: viene firmato il trattato di Amiens, che mette fine, ma solo per quattordici mesi, alla guerra tra Gran Bretagna e Francia.

19 aprile: Mary Lloyd Austen e la figliastra Anna arrivano a Bath; si fermeranno fino alla metà di maggio.

15 maggio: Mary Lloyd Austen e Anna, accompagnate da James Austen, tornano a casa da Bath.

Estate: gli Austen fanno un viaggio nel Galles insieme a Charles;
Henry Austen e la moglie Eliza, insieme all'amica Mrs. Marriot partono per la Francia.

14 agosto: il rev. Austen, la moglie e il figlio Charles passano da Steventon al ritorno del loro viaggio nel Galles.

23 agosto: il rev. Austen, la moglie e il figlio James con la moglie vanno a Portsmouth da Frank, in quel periodo imbarcato sul Neptune.

25 agosto: gli Austen tornano a Steventon da Portsmouth.

1° settembre: JA e Cassandra a Steventon.

3 settembre: JA e Cassandra lasciano Steventon per Godmersham.

16 settembre: Frank è a Godmersham e scrive all'Ammiragliato per chiedere un prolungamento della sua licenza.

1 ottobre: il rev. John Rawstorn Papillon diventa rettore di Chawton dopo la morte del rev. John Hinton; vi resterà fino alla morte nel 1837.

7 ottobre: è il giorno del compleanno di Edward, e a Godmersham accade un qualcosa di spiacevole non meglio specificato, come ricorda JA nel 1808 nella lettera 57.

28 ottobre: JA e Cassandra tornano a Bath da Godmersham

25 novembre: JA e Cassandra si recano a Manydown dai Bigg.

2 dicembre: a Manydown, JA riceve una proposta di matrimonio da Harris Bigg-Wither, accettata e poi rifiutata il giorno successivo; lei e Cassandra tornano a Steventon e insistono con il fratello James per essere subito riaccompagnata a Bath, dove andranno il 4 dicembre.

10 dicembre: James Austen ritorna a Steventon da Bath.

Inverno: JA lavora alla revisione di Susan (Northanger Abbey).

1803   

11 marzo: nasce a Godmersham Charles-Bridges, figlio di Edward.

Primavera: JA invia, tramite William Seymour, un avvocato amico di Henry Austen, il manoscritto di Susan a un editore di Londra, Benjamin Crosby, che acquista i diritti per dieci sterline e ne annuncia la pubblicazione, che poi non ci sarà.

18 maggio: rotta la pace di Amiens il 16 maggio, Francia e Gran Bretagna sono di nuovo in guerra.

22 maggio: Napoleone ordina il fermo di tutti i cittadini inglesi in Francia; Eliza de Feuillide-Austen e l'amica Marriot, rimaste in Francia dopo il ritorno di Henry, riescono a rientrare grazie ai Eliza, la cui perfetta conoscenza della lingua le permette di farsi credere francese.

17 settembre: gli Austen arrivano a Godmersham.

17 ottobre: JA e Cassandra arrivano alla canonica di Ashe dai Lefroy.

24 ottobre: JA e Cassandra lasciano Ashe e tornano a Bath.

Novembre: gli Austen si recano a Lyme Regis.

5 novembre: un grande incendio a Lyme Regis, citato da JA nel 1808 nella lettera 57.

1804   

JA scrive probabilmente quest'anno The Watsons, romanzo che resterà incompiuto.

18 gennaio: gli Austen fanno visita ai Lybbe Powys a Bath.

19 gennaio: i Lybbe Powys fanno visita agli Austen.

21 gennaio: Miss Anne Sharp, alla quale JA rimarrà sempre molto affezionata, inizia il suo lavoro di istitutrice a Godmersham.

Febbraio: probabilmente in questo mese inizia il fidanzamento di Frank Austen e Mary Gibson, in occasione di uno spettacolo teatrale al Covent Garden.

18 marzo: in una lettera a Miss Chapman, Fanny Austen scrive che la "nonna Austen" stava bene dopo essersi ripresa da una malattia.

11 luglio: Mrs Willielma Johanna Lillingston. amica dei Leigh-Perrot a Bath, fa testamento e lascia 50 sterline a testa a JA e Cassandra.

Fine agosto: gli Austen lasciano la casa di Sydney Place, che viene presa in affitto dalla famiglia Cole.

Fine agosto/inizio settembre: gli Austen, insieme a Henry e alla moglie Eliza, si recano a Lyme Regis e poi si dividono: Cassandra, con Henry e la moglie vanno a Weymouth, e da lì Cassandra va a Ibthorpe; JA e i genitori restano a Lyme. Probabile che a questo periodo risalga l'acquerello di Cassandra con JA vista di schiena, datato 1804.

12 settembre: JA e i genitori vanno all'Assembly Rooms.

13 settembre: JA fa visita agli Armstrong e fa una passeggiata al Cobb con Miss Armstrong. Alle otto di sera JA e i genitori vanno all'Assembly Rooms e JA partecipa al ballo settimanale del giovedì; uno dei suoi cavalieri è Mr Crawford, che le dice di aver visto Cassandra a Weymouth; il padre torna a casa alle nove e mezza e JA e la madre un'ora dopo.

14 settembre: JA va a fare il bagno in mattinata; scrive alla sorella di essersi ripresa una leggera indisposizione.
Lettera 39, a Cassandra, da Lyme Regis a Ibthorpe.

25 ottobre: JA e i genitori tornano a Bath e prendono in affitto la casa al n. 3 di Green Park Buildings East.

2 novembre: a Manydown, Harris Bigg-Wither sposa Anne Howe Frith.

13 novembre: nasce a Godmersham Louisa, figlia di Edward.

20 novembre: la notizia della nascita di Louisa Austen è pubblicata dalla Kentish Gazette.

16 dicembre: Madame Lefroy muore a causa di un incidente a cavallo.

21 dicembre: il Sun pubblica il necrologio di Madame Lefroy e JA lo copia; il manoscritto resterà alla famiglia Lefroy.

1805   

19 gennaio: il rev. Austen si sente poco bene, ma poi sembra migliorare.

20 gennaio: il rev. Austen sta meglio in mattinata ma peggiora in serata.

21 gennaio: il rev. Austen muore in mattinata.
Lettera 40, a Frank, da Bath a Portsmouth.

22 gennaio: James arriva a Bath prima delle otto del mattino.
Lettera 41, a Frank, da Bath a Portsmouth.

23 gennaio: Henry, che si trovava a Godmersham, parte per Bath.

26 gennaio: il rev. Austen è sepolto nella cripta della chiesa di St Swithin, a Bath, dove aveva avuto il suo primo incarico di pastore e dove si era sposato. Ai funerali sono presenti James e Henry.

28 gennaio: in una lettera di Henry a Frank si legge che i fratelli Austen, con l'esclusione di Charles che era alle Bermuda, si impegneranno a sostenere economicamente la madre e le sorelle; James, Frank e Henry con 50 sterline l'anno ciascuno, mentre probabilmente Edward contribuirà con 100 sterline. Le entrate delle tre donne, comprese le rendite di Mrs Austen e di Cassandra, arriveranno così a circa 450 sterline l'anno.

29 gennaio: James e Henry lasciano Bath e tornano insieme a Steventon.
Lettera 42, a Frank, da Bath a Portsmouth.

31 gennaio: Henry torna a Londra da Steventon.

4 febbraio: The Hampshire Chronicle pubblica la notizia della morte del rev. Austen.

25 marzo: Mrs Austen e le figlie si trasferiscono al n. 25 di Gay Street.

Inizio aprile: Cassandra va a Ibthorpe per aiutare Martha Lloyd nell'assistenza alla madre, gravemente malata.

7 aprile: in mattinata JA e la madre fanno una passeggiata nei Crescent Fields e ricevono un invito per il tè da Miss Irvine, dalla quale vanno dopo la funzione pomeridiana.

8 aprile: in mattinata JA va al Maneggio a vedere Miss Chamberlayne. Nel pomeriggio visita di Miss Irvine, con la quale JA fa poi una passeggiata a Twerton.

9 aprile: JA in visita al rev. Richard Buller, poi, insieme alla madre, passeggiata a St James Square e a Paragon, dove non trovano né gli Holder né i Leigh-Perrot. Visita ai Cooke a Alfred Street e passeggiata pomeridiana con Mary Cooke, poi tè sempre dai Cooke.

11 aprile: visita di Charles Fowle.

8-11 aprile: lettera 43, a Cassandra, da Bath a Ibthorpe.

12 aprile: JA e la madre vanno alla funzione del venerdì santo insieme a Mrs Buller.

16 aprile: muore a Ibthorpe Martha [Craven] Lloyd, madre di Martha e Mary. Dopo alcuni mesi, Martha Lloyd andrà a vivere con le Austen.

19 aprile: visita di Miss Armstrong.

20 aprile: in mattinata passeggiata ai Sydney Gardens con i Cooke; nel pomeriggio visita a Miss Armstrong e passeggiata con lei a Weston.

21 aprile: in mattinata visita a Miss Irvine e a Lord e Lady Leven

22 aprile: tè a Gay Street con i Leigh-Perrot.

23 aprile: piccolo ricevimento a Gay Street con i Chamberlayne, Miss Irvine e i Leigh-Perrot.

21-23 aprile: lettera 44, a Cassandra, da Bath a Ibthorpe.

Fine aprile/inizio maggio: JA scrive la poesia "Miss Lloyd has now sent to Miss Green".

10/11 maggio: Cassandra torna a Bath da Ibthorpe.

18 giugno: a Steventon nasce Caroline-Mary-Craven, figlia di James.

19 giugno: alle sei del pomeriggio Mrs Austen e le figlie arrivano a Godmersham.

21 giugno: Edward e Cassandra vanno a Canterbury.

30 luglio: JA partecipa, insieme a Cassandra e ai figli di Edward, a una serata familiare con ballo e recite ("The Spoit Child" e "Innocence Rewarded").

2 agosto: JA, insieme al fratello Edward e alla moglie, pranza dai Wildman.

5 agosto: JA, insieme a Cassandra, Edward e la moglie, pranza a Nackington dai Milles.

8 agosto: JA, insieme alla cognata Elizabeth e ai nipoti George e Fanny, vanno a Canterbury.

9 agosto: JA, Cassandra e Edward con la moglie pranzano a Lees Court.

10 agosto: cena a Godmersham con diversi ospiti.

12 agosto:passeggiata a Egerton con Cassandra e i nipoti William, Lizzy e Fanny.

13 agosto: cena a Godmersham con i Whitfield, Miss Ratery e Miss Cuthbert.

15 agosto: JA, Cassandra, Edward e la moglie vanno a Canterbury e pranzano da Mrs Milles; in serata sono raggiunti da Henry e vanno tutti a un ballo a Canterbury.

22 agosto: JA, insieme a Edward e alla moglie, va a pranzo a Eastwell dai Finch-Hatton.

24 agosto: lettera 45, a Cassandra, da Godmersham a Goodnestone.

26 agosto: JA va a Canterbury e poi a Goodnestone, dove arriva alle quattro e mezza del pomeriggio; durante il viaggio a Canterbury incrocia Cassandra che sta tornando a Godmersham.

27 agosto: lettera 46, a Cassandra, da Goodnestone a Godmersham.

28 agosto: JA passa la mattinata con Marianne Bridges, costretta a letto dalla sua invalidità; nel pomeriggio passeggiata a Rowling.

29 agosto: JA fa le stesse cose del giorno precedente (mattinata con Marianne Bridges e passeggiata pomeridiana).

30 agosto: lettera 47, a Cassandra, da Goodnestone a Godmersham.

3 settembre: JA torna a Godmersham accompagnata da Edward.

7 settembre: JA e Cassandra vanno a Sandling.

9 settembre: Edward, la moglie e figli Edward jr., George, Henry e Fanny partono per Londra.

13 settembre: la famiglia di Edward torna a Godmersham da Londra.

17 settembre: le Austen, insieme e Edward, la moglie e Fanny partono per Worthing, nel Sussex. La sera pernottano a Horsebridge.

18 settembre: dopo essersi fermati un paio d'ore a Brighton, gli Austen arrivano a Worthing alle cinque del pomeriggio. La sera passeggiata sulla spiaggia.

19 settembre: in serata gli Austen vanno alla lotteria, dove JA vince 17 scellini.

23 settembre: la famiglia di Edward parte da Worthing per tornare a Godmersham; le Austen si fermeranno almeno fino ai primi di novembre.

26 dicembre: muore a Clanville il gen. Edward Mathew, padre della prima moglie di James Austen, che si reca ai funerali e si ferma qualche giorno.

1806   

3 gennaio: JA e Martha Lloyd arrivano a Steventon.

10 gennaio: Mrs Austen e Cassandra arrivano a Steventon.

13 gennaio: muore a Ashe il rev. I. P. George Lefroy.

20 gennaio: funerale del rev. I. P. George Lefroy, officiato da James Austen.

29 gennaio: Mrs Austen torna a Bath portando con sé la nipote Anna.

30 gennaio: JA e Cassandra vanno a Manydown.

24 febbraio: JA e Cassandra tornano a Steventon da Manydown.

13 marzo: JA e Cassandra lasciano Steventon.

Aprile: a Bath, le Austen vanno ad abitare a Trim Street, mentre Martha Lloyd alloggia in un'altra casa.

8 aprile: Martha si sta riprendendo da un incidente ma sta abbastanza bene per andare a teatro a vedere il Macbeth.

9 aprile: JA va a trovare Martha.

2 luglio: Mrs Austen e le figlie lasciano Bath e, prima di stabilirsi a Southampton in autunno, si recano a Clifton, Adlestrop, Stoneleigh e Hamstall Ridware.

Luglio: JA scrive a Clifton la poesia "Oh! Mr. Best".

24 luglio: a St Lawrence, nell'isola di Thanet, Frank sposa Mary Gibson.
Lettera 48(C), a Fanny Austen, da Clifton a Godmersham, con dei versi dedicati al matrimonio di Frank.

26 luglio: Frank e la moglie arrivano a Godmersham.

Fine luglio: le Austen partono da Clifton per Adlestrop, ospiti del rev. Thomas Leigh.

5 agosto: le Austen e i Leigh partono da Adlestrop e arrivano in serata a Stoneleigh Abbey.

13 agosto: Mrs Austen scrive a Martha Lloyd, informandola che nei giorni precedenti erano stati al castello di Kenilworth e che sarebbero andati a visitare quello di Warwick.

14 agosto: le Austen lasciano Stoneleigh Abbey per Hamstall Ridware, la residenza dei Cooper.

4 ottobre: le Austen arrivano a Steventon, dove trovano Frank e la moglie.

10 ottobre: le Austen, con Frank e la moglie, si trasferiscono, probabilmente insieme a Martha Lloyd, in una nuova casa a Southampton.

16 novembre: nasce a Godmersham Cassandra-Jane, figlia di Edward.

22 dicembre: Cassandra arriva a Godmersham.

31 dicembre: James, con la moglie e la figlia Caroline, a Southampton per alcuni giorni.

1807   

2 gennaio: il cap. Foote a pranzo dagli Austen a Southampton.

3 gennaio: James torna a Steventon.

7 gennaio: Jane e Frank in visita ai Lance.
In serata lettura in famiglia di The Female Quixote di Charlotte Lennox.

8 gennaio: gli Austen fanno una gita in traghetto.

7-8 gennaio: lettera 49, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

26 gennaio: a Breadford, nel Kent, muore John Austen VI, cugino del rev. Austen.

Inizio febbraio: il cap. Thomas Williams presenta gli Austen ai Brown.

3 febbraio: JA spedisce ai Fowle, a Kintbury, un pacchetto con quattro paia di piccole sogliole.

8 febbraio: la figlia del cap. Foote, Catherine, di dieci anni, passa la giornata con gli Austen.

8-9 febbraio: lettera 50, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

18 febbraio: leggera nevicata a Southampton.

20 febbraio: lettera di Mrs Leigh-Perrot a Mrs Austen, che riguarda anche l'accordo raggiunto con i Leigh di Adlestrop sulla tenuta di Stoneleigh.

20-22 febbraio: lettera 51, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

24 febbraio: Martha Lloyd torna a Southampton.

10/11 marzo: gli Austen si trasferiscono nella casa di Castle Square a Southampton.

23 marzo: Frank Austen è assegnato alla St. Albans, in partenza per le Indie Occidentali come scorta a un convoglio.

Fine mar./inizio apr.: Cassandra torna a Southampton da Godmersham;
Edward Austen, in viaggio nell'Hampshire, fa tappa a Southampton.

Aprile: JA scrive la poesia: "On Sir Home Popham's Sentence".

4 aprile: Frank Austen assume il comando della St. Albans.

27 aprile: nasce a Southampton la primogenita di Frank, Mary-Jane. Il parto è difficile, e per alcuni giorni si teme per la sorte della madre, Mary Gibson.

18 o 19 maggio: Charles sposa Fanny Palmer alle Bermuda.

31 maggio: a Southampton, battesimo di Mary-Jane Austen, figlia di Frank.

18 giugno: Fanny Austen riceve a Godmersham un regalo dalla zia Jane: "... a long strip of beautiful work as a present from Aunt Jane."

22 giugno: Frank Austen parte sulla St Albans per il Capo di Buona Speranza.

22 luglio: a Tonbridge, muore il rev. Harry Austen, cugino del rev. Austen.

4 agosto: Mary Gibsob e la figlia Mary Jane in visita a Godmersham.

10 agosto: i Cooper in visita a Southampton.

26 agosto: i Cooper lasciano Southampton.

1 settembre: Mrs Austen e le figlie arrivano a Chawton, dove già c'erano Edward con la famiglia.

2 settembre: a Chawton arriva anche James con la famiglia.

5 settembre: passeggiata ad Alton. James torna a Steventon e lascia la famiglia a Chawton.

7 settembre: passeggiata ad Alton. James torna a Chawton.

10 settembre: passeggiata ad Alton.

11 settembre: le Austen tornano a Southampton.

12 settembre: James e la famiglia tornano a Steventon. Edward, la moglie e i figli Fanny e William partono per Southampton.

14 settembre: Edward, Cassandra, JA, William e Fanny vanno a uno spettacolo di beneficenza.

15 settembre: Henry Austen arriva a Southampton.

16 settembre: tutti gli Austen, esclusa Mrs Austen, fanno una gita in battello a Netley Abbey. Nel pomeriggio Fanny e JA vanno a passeggio a High Street.

17 settembre: Edward Austen parte per Steventon, e poi Chawton, e si ferma a Winchester per andare a trovare il figlio Edward jr. al college, ma non riesce a vederlo perché era a una lezione di musica.
Tutti, meno JA, vanno a fare una gita a Lindhurst e Lymington.

18 settembre: Henry, Fanny, William ed Elizabeth Austen partono da Southampton per raggiungere Edward a Chawton.

Fine dicembre: JA compila una nota delle spese dell'anno.

Fine dic./inizio gen.1808: JA e Cassandra vanno a Manydown.

1808   

Edward Austen dà in affitto la Great House di Chawton a John Charles Middleton, che vi rimarrà fino al marzo del 1813.
Mary Gibson, la moglie di Frank Austen, prende in affitto il Rose Cottage ad Alton per due anni, mentre il marito è in viaggio per la Cina.

23 gennaio: JA e Cassandra, insieme a Alethea Bigg, pranzano a Steventon.

4 febbraio: JA e Cassandra arrivano a Steventon da Manydown.

25 febbraio: JA e Cassandra sono a Kintbury.

15 maggio: JA e Henry a Steventon.

16 maggio o qualche giorno dopo: JA va con Henry a Londra, nella casa a Michael Place, nel sobborgo di Brompton.

Inizio giugno: Anna Austen va dalla nonna e dalla zia Cassandra a Southampton.

4 giugno: JA vede a Londra le signore che vanno alla festa per il compleanno del re.

13 giugno: James Austen la moglie e i due figli della coppia, vanno a Londra, dove alloggiano al Bath Hotel, a Arlington Street.

14 giugno: Henry conduce JA al Bath Hotel, dove quest'ultima parte per Godmersham con la moglie e i figli di James, che va con la carrozza pubblica; arrivano alle sei di sera e trovano James già là.

16 giugno: Edward e James vanno a Canterbury.

17 giugno: JA fa una passeggiata con Louisa Bridges per andare a trovare le signorine Cuthbert a Eggerton.

15-17 giugno: lettera 52, a Cassandra, da Godmersham a Southampton.

18 giugno: JA e Louisa Bridges vanno a Canterbury a trovare i Moore.

19 giugno: JA presenta alla cognata Mary la vecchia Mrs Inman.

20 giugno: JA riceve una lettera da Mrs Knight con il consueto regalo in denaro e un invito a passare un paio di giorni con lei a Canterbury.

21 giugno: i Moore in visita a Godmersham.

22 giugno: il rev. Filmer e la moglie in visita a Godmersham.

20-22 giugno: lettera 53, a Cassandra, da Godmersham a Southampton.

23 giugno: JA va da Mrs Knight a Canterbury.

24 giugno: JA e Mrs C. Knatchbull vanno in visita da Miss Brydges e Mrs Moore, poi tornano a casa da Mrs Knight. Numerose visite da Mrs Knight durante la giornata. Edward arriva per il pranzo e torna in serata a Godmersham con JA.

25 giugno: JA presenta a James la vecchia Mrs Inman. John Bridges arriva a Godmersham in serata.

26 giugno: lettera 54, a Cassandra, da Godmersham a Southampton.

28 giugno: JA va in visita da Mrs Knight; poi va a pranzo dai Milles, dove incontra i Bridges. In serata i Bridges a Godmersham.

30 giu.-1 lug.: lettera 55, a Cassandra, da Godmersham a Southampton.

1° luglio: i Milles di Nackington e gli Hatton a pranzo a Godmersham.

2 luglio: JA e la cognata Elizabeth vanno a Ashford.

3 luglio: Henry arriva a Godmersham.

4 luglio: Henry e James vanno a Deal a trovare Frank.

5 luglio: James torna a Godmersham.

6 luglio: Henry torna a Godmersham.

7 luglio: James e la famiglia partono da Godmersham.

8 luglio: JA e Edward partono il mattino presto da Godmersham per Southampton.

9 luglio: JA e Edward arrivano in serata a Southampton.

15-30 luglio: Mrs Austen a Steventon da James. Probabile che Catherine e Alethea Bigg stiano nello stesso periodo a Southampton insieme a JA, Cassandra e Martha Lloyd.

26 agosto: JA scrive la poesia "To Miss Bigg previous to her marriage".

Settembre?: JA scrive la poesia "Happy the Lab'rer".

27 settembre: il dr. Lyford in visita di cortesia a Southampton, JA coglie l'occasione per consultarlo sul suo mal d'orecchi.

28 settembre: nasce a Godmersham Brook-John, ultimo figlio di Edward. Poche ore dopo Cassandra arriva a Godmersham.
A Southampton Mrs Austen dà un piccolo ricevimento con diversi ospiti.

1-2 ottobre: lettera 56, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

3 ottobre: in serata JA e Mrs Austen vanno dai Maitland e incontrano Mrs Heywood e Mrs Duer.

4 ottobre: incendio a Southampton nelle vicinanze della casa delle Austen.

7 ottobre: Martha Lloyd torna a Southampton.

9 ottobre: visita dalle Austen di John Harrison e poi di Miss Foote e Miss Wethered.

7-9 ottobre: lettera 57, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

10 ottobre: a Godmersham muore improvvisamente Elizabeth, moglie di Edward.

12 ottobre: in serata le Austen vengono a conoscenza della morte della moglie di Edward da una lettera di Mary Lloyd, che era andata a Winchester a prendere i due figli di Edward che studiavano nel college: Edward jr. e George.

13 ottobre: lettera 58, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

14 ottobre: la Kentish Gazette pubblica la notizia della morte di Elizabeth [Bridges] Austen.

15-16 ottobre: lettera 59, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

17 ottobre: funerale di Elizabeth [Bridges] Austen.

22 ottobre: i figli di Edward, Edward jr e George, arrivano in serata a Southampton da Steventon.

23 ottobre: JA va in chiesa con i nipoti e poi fa con loro una passeggiata sul lungomare.

24 ottobre: JA porta i nipoti a fare una gita sul fiume fino a Northam. In serata gioca a carte con loro.

25 ottobre: Catherine Bigg sposa il rev. Herbert Hill a Manydown.

24-25 ottobre: lettera 60, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

26 ottobre: i figli di Edward tornano a Winchester.

2 novembre: Frank arriva a Southampton con la St Albans.
A Londra viene siglato l'accordo tra James Leigh-Perrot e il rev. Thomas Leigh sulla tenuta di Stoneleigh.

Inizio novembre: Frank e la moglie Mary si fermano brevemente dalle Austen a Southampton, dove poi lasciano la figlia Mary Jane, di un anno e mezzo.

17 novembre: bella giornata, JA e Martha Lloyd fanno una passeggiata.

20 novembre: lettera 61, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

20-26 novembre: James a Southampton.

6 dicembre: JA e Martha Lloyd vanno all'Assembly Ball, nella stessa sala dove JA e Cassandra erano state quindici anni prima.

7 dicembre: nel pomeriggio Kitty Foote, undici anni, dalle Austen.

8 dicembre: JA e Martha Lloyd vanno a trovare Mrs Lance a Chiswell in traghetto e tornano a casa a piedi attraverso il ponte.

9 dicembre: Mrs Dickens e Mrs Bertie in visita alle Austen.
Lettera 62, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

12-16 dicembre: James a Southampton.

16 dicembre: JA scrive la poesia "To the memory of Mrs. Lefroy".

19 dicembre: James, la moglie Mary e Miss Murden arrivano a Southampton.

22 dicembre: Mrs Austen dà un piccolo ricevimento.
Nasce alle Bermuda la primogenita di Charles, Cassandra-Esten.

24 dicembre: James e la moglie tornano a Steventon.

27-28 dicembre: lettera 63, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

1809   

JA riprende la revisione di Sense and Sensibility, in vista di una possibile pubblicazione; la revisione andrà avanti fino all'anno successivo.

10-11 gennaio: lettera 64, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

17 gennaio: JA va in visita a Miss Murden e alle signorine Williams.

18 gennaio: Miss Murden in visita alle Austen; JA in visita ai Wallop.
JA e Martha Lloyd vanno al ballo per il compleanno della regina all'Assembly Hall.

17-18 gennaio: lettera 65, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

24 gennaio: lettera 66, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

29 gennaio: le Austen vanno in chiesa dopo due domeniche in cui non erano potute andare a causa del freddo.

30 gennaio: lettera 67, a Cassandra, da Southampton a Godmersham.

13 febbraio: Cassandra e Edward partono da Godmersham per Londra; saranno a Southampton prima del 16 febbraio.

7 marzo: Edward ritorna a Godmersham.

5 aprile: lettera 68(D), a Crosby & Co., da Southampton a Londra; nella lettera JA chiede la pubblicazione di Susan, che l'editore aveva comprato nel 1803.

8 aprile: lettera 68(A), da Richard Crosby, da Londra a Southampton; la lettera di risposta dell'editore, che rifiuta la pubblicazione e si offre di restituire il manoscritto allo stesso prezzo di acquisto (10 sterline).

Inizio maggio: le Austen si fermano a Alton, dalla moglie di Frank, perché Mrs Austen è malata e non può andare, come previsto, a Godmersham, dove arriveranno qualche giorno dopo.

27 maggio: JA, Edward e Fanny a pranzo da Mr Moore a Canterbury.

Giugno: viene pubblicato un romanzo anonimo con il titolo Susan; JA cambierà in seguito il nome dell'eroina di quello che sarà Northanger Abbey da Susan a Catherine.

1° giugno: JA e Edward a Canterbury.

6 giugno: JA, Cassandra e Edward a pranzo da Mr Moore a Canterbury.

12 giugno: JA e Edward a Goodnestone.

Metà giugno: Martha Lloyd va ad Alton dalla moglie di Frank, Mary Gibson, incinta del secondo figlio.

6 giugno: Mrs Austen, JA e Edward pranzano a Canterbury da Mrs Knight.

30 giugno: Mrs Austen e JA partono da Godmersham per Southampton.

6 luglio: Edward accompagna Cassandra a Southampton.

7 luglio: Mrs Austen e le figlie, con Martha Lloyd, si trasferiscono da Southampton a Chawton, in un cottage messo a loro disposizione da Edward.

12 luglio: nasce a Alton il primo figlio maschio di Frank, Francis-William.

15 luglio: a Londra, Henry e la moglie Eliza si trasferiscono da Michael's Place al n. 64 di Sloane Street.

26 luglio: lettera 69, a Frank, da Chawton in Cina; una lettera in versi in occasione della nascita di Francis-William Austen.

8-9-10 settembre: Edward jr. e George, figli di Edward, al Chawton Cottage, prima di andare nel college a Winchester.

11 settembre: Edward jr, va al college, mentre il fratello George, ammalato, resta a Chawton.

12 ottobre: a Godmersham, Fanny scrive sul suo diario che George è tornato al college a Winchester.

21 ottobre: dopo essere stato a Londra da Henry, Edward, con i figli Fanny e Charles, arriva a Chawton prima delle cinque del pomeriggio e alloggia al cottage, in quanto la Great House è ancora affittata ai Middleton.

23 ottobre: JA, Cassandra, Fanny e Charles vanno a piedi a Alton, in visita alla moglie di Frank.

24 ottobre: Edward va a Winchester a trovare i figli. La moglie di Austen con la sorella (probabilmente Eliza) in visita. JA, Cassandra, Fanny e Charles fanno una passeggiata a New Park Farm. Sir Thomas Miller, Miss Beckford e Miss Middleton in visita.

25 ottobre: Edward torna a Chawton. Edward, Cassandra e JA in visita a Froyle, dai Miller.

26 ottobre: Mrs Austen, JA e Fanny in visita a Miss Beckford.

27 ottobre: Mr Harrison in visita. Cassandra, JA e Fanny ad Alton in visita alla moglie di Frank.

30 ottobre: Edward va a Winchester e torna con i figli Edward jr. e George, entrambi ammalati.

31 ottobre: la moglie di Frank e la sorella in visita.

1° novembre: Miss Hinton in visita.

2 novembre: la moglie di Frank e la sorella a colazione.

3 novembre: la moglie di Frank e la sorella in visita.

4 novembre: Charles va ad Alton dalla moglie di Frank e si ferma per due notti.

6 novembre: Edward jr. torna a Winchester. Charles torna da Alton.

9 novembre: Fanny va ad Alton dalla moglie di Frank e si ferma due notti.

11 novembre: Fanny torna a Chawton. Henry arriva a Chawton ma non si ferma per la notte.

13 novembre: Edward, Fanny e George partono per Winchester e il giorno dopo vanno a Steventon da James e poi a Londra da Henry; torneranno a Godmersham il 23 novembre.

1810   

19 febbraio: nasce alle Bermuda Harriet-Jane, figlia di Charles.
Mary [Lloyd] Austen a Chawton con i figli James-Edward e Caroline.

21 febbraio: Mr Terry pranza a Chawton.

3 marzo: Mary e i figli tornano a Steventon.

21 marzo: Edward riporta Anna a Steventon da Godmersham.

29 marzo: Edward arriva a Chawton.

6 aprile: Edward ritorna a Godmersham.

5 maggio: James e la figlia Anna, che aveva da poco rotto il fidanzamento con il rev. Michael Terry, a Chawton.

11 maggio: James e Anna tornano a Steventon.

16 maggio: Anna va a Chawton insieme a Mary Gibson, la moglie di Frank, che il 2 maggio era andata a Steventon.

29 maggio: James e il figlio James-Edward vanno a Chawton.

30 maggio: James e il figlio tornano a Steventon.

8 ottobre: James e la moglie a Chawton.

9 ottobre: James torna a Steventon.

10 ottobre: Frank e la moglie pranzano a Chawton.

15 ottobre: Mary [Lloyd] Austen torna a Steventon.

27 ottobre: Edward e la figlia Fanny arrivano a Chawton, dopo essere stati alcuni giorni a Steventon da James e a Winchester a trovare i figli di Edward.

21 novembre: Edward e la figlia lasciano Chawton e vanno a Londra.

24 novembre: Edward e la figlia tornano a Godmersham.

4 dicembre: James va a Chawton.

6 dicembre: James torna a Steventon.

Inverno: Thomas Egerton accetta di pubblicare Sense and Sensibility.

1811   

Il censimento nazionale attribuisce a Chawton 347 abitanti.

Febbraio: JA inizia a scrivere Mansfield Park.
JA scrive la poesia "I've a pain in my head".

Fine febbraio: JA scrive la poesia "On the marriage of Mr. Gell of East Bourn to Miss Gill".

Fine marzo/inizio aprile: Edward accompagna Cassandra e JA a Londra; JA resta con Henry, mentre Cassandra e Edward andranno poi insieme a Godmersham.

5 aprile: James e il figlio James-Edward vanno a Chawton e si fermano fino al giorno successivo.

11 aprile: Edward e Cassandra arrivano a Godmersham.

16 aprile: JA passa la giornata con i Cooke a Bentinck Street; lei e Mary Cooke vanno al Liverpool Museum e alla British Gallery; la sera Henry passa dai Cooke e riporta JA nella sua casa di Sloane Street.

17 aprile: in mattinata, JA ed Eliza de Feuillide vanno a fare shopping; in serata, con l'aggiunta di Henry, tè dai Tilson.
James e la figlia Anna vanno a Chawton.

18 aprile: JA un il raffreddore e non va a teatro con Henry come programmato.

19 aprile: in serata, JA e i coniugi Austen dai Tilson.

20 aprile: serata al Lyceum Theatre a vedere Hypocrite, rielaborazione del Tartuffe di Molière.

18-20 aprile: lettera 70, a Cassandra, da Londra a Godmersham.

21 aprile: JA a passeggio nei Kensington Gardens con Henry, Mr Smith e Mr Tilson. Pranzo a Sloane Street con Henry Walter, poi visita ai Barnes.
Nasce a Portsmouth Henry-Edgar, figlio di Frank.

22 aprile: Henry aveva preso i biglietti per andare con JA a sentire la Soddons a teatro, ma quest'ultima dà forfait e i due rinunciano.

23 aprile: ricevimento serale a Sloane Street con più di sessanta invitati.

25 aprile: JA scrive a Cassandra di essere al lavoro per correggere le bozze di Sense and Sensibility.
Lettera 71, a Cassandra, da Londra a Godmersham.

27 aprile: Miss Payne a pranzo a Sloane Street.

28 aprile: Henry parte per Oxford; JA e Eliza in visita dai Latouche.

29 aprile: in serata visita di Mr Tilson.

30 aprile: JA e Eliza a cena dai Tilson.
Lettera 72, a Cassandra, da Londra a Godmersham.

9 maggio: JA lascia Londra e torna a Chawton accompagnata da James.

11 maggio: James torna a Steventon.

25 maggio: Miss Benn e la nipote Elizabeth a pranzo a Chawton; Anna Austen è a Farringdon.

26 maggio: Anna torna da Farringdon con Harriet Benn, che si ferma per il tè al cottage.

27 maggio: in serata JA e la madre vanno a trovare i Digweed.

28 maggio: Miss Benn e Maria Middleton al cottage per il tè.

29 maggio: lettera 73, a Cassandra, da Chawton a Godmersham.

30 maggio: Harriet e Elizabeth Benn pranzano al cottage e JA le riaccompagna a casa per prendere il tè da loro a Farringdon.

31 maggio: JA va in visita a Miss Harriot Webb e poi da Mrs Budd, che è in fin vita e morirà due giorni dopo.
Lettera 74, a Cassandra, da Chawton a Godmersham.

3 giugno: Anna va a Farringdon dai Benn.

4 giugno: Henry arriva a Chawton insieme all'amico Mr Tilson e si fermano una notte.

5 giugno: Miss Papillon in visita al cottage.

6 giugno: Anna e Harriet Benn passano al cottage e JA le accompagna a Alton per fare acquisti.
Lettera 75, a Cassandra, da Chawton a Godmersham.

7 giugno: Anna torna a Chawton. Maria Middleton e Miss Benn a pranzo al cottage.

15 giugno: Anna torna a Steventon.

24 giugno: Marta e Cassandra tornano a Chawton: Martha da Londra, dove era stata da Mrs Dundas, e Cassandra da Godmersham, dopo essere passata da Henry a Londra.

1° agosto: Eliza de Feuillide arriva a Chawton.

8 agosto: a Chawton arriva Charles con la famiglia; le Austen non lo vedevano da sette anni e non conoscevano né la moglie né le due figlie.

13 agosto: James in visita al cottage per due giorni.

15 agosto: Eliza de Feuillide e la famiglia di Charles lasciano Chawton.

19 agosto: Martha Lloyd va a Manydown.

27 agosto: James e il figlio James-Edward a Chawton; i Digweed a pranzo al cottage.

29 agosto: Miss Sharp a Chawton.

31 agosto: James e il figlio tornano a Steventon.

27 ottobre: JA scrive la poesia "When strech'd on one's bed".

30 ottobre: pubblicazione di Sense and Sensibility.

31 ottobre: sul Morning Chronicle annuncio della pubblicazione di Sense and Sensibility, ripetuto il 9 novembre e il 28 novembre.

11 novembre: Edward jr., figlio di Edward, si iscrive al St John's College di Oxford.

26 novembre: JA a Steventon.

28 novembre: l'annuncio della pubblicazione di Sense and Sensibility appare nuovamente sul Morning Chronicle e anche su The Star.

30 novembre: JA torna a Chawton.

13 dicembre: James e il figlio James-Edward a Chawton.

14 dicembre: James torna a Steventon e lascia il figlio a Chawton.

21 dicembre: James-Edward torna a Steventon.

30 dicembre: Martha Lloyd a Steventon.

Inverno: probabilmente verso la fine dell'anno JA inizia a rivedere First Impression, che diventerà Pride and Prejudice.

1812   

Gennaio: Henry per due giorni a Chawton.

Febbraio: su The Critical Review (4ª serie, I, 149-157) appare una recensione anonima di Sense and Sensibility.

2 marzo: James e il figlio James-Edward a Chawton per due giorni.

Maggio: su The British Critic (XXXIX, 527) appare una recensione anonima di Sense and Sensibility.

22 maggio: James e il figlio James-Edward a Chawton per una notte.

15 giugno: le Austen si iscrivono alla Alton Book Society durante l'incontro annuale allo Swan Inn.

18 giugno: Cassandra arriva a Godmersham.

25 giugno: Anna Austen va a Chawton, dove si fermerà fino al 1° ottobre.

4 luglio: Cassandra parte da Godmersham, accompagnata fino a Milton da Edward e dal figlio William, per recarsi dal fratello Charles a bordo della Namur.

11 luglio: James-Edward Austen a Chawton.

13 luglio: James a Chawton.

14 luglio: James e il figlio James-Edward tornano a Steventon.

22 luglio: il conte d'Antraigues e la moglie, amici di Henry ed Eliza che JA aveva conosciuto a Londra, vengono assassinati da un domestico italiano, Lorenzo.

17 settembre: James, la moglie Mary e la figlia Caroline vanno a Chawton.

19 settembre: James torna a Steventon.

23 settembre: James di nuovo a Chawton; Mary, Jane e Cassandra a pranzo da Mr Digweed.

26 settembre: James torna a Steventon.

30 settembre: Mrs. H. Digweed e Miss Benn per il tè al cottage.

1° ottobre: Mary [Lloyd] Austen, Caroline e Anna tornano a Steventon.

14 ottobre: muore Elizabeth [Knatchbull] Knight, vedova di Thomas Knight II.

20 ottobre: nasce a Deal George, figlio di Frank.

29 ottobre: James a Chawton.

29-31 ottobre?: lettera 76(C), a Anna Austen, da Chawton a Steventon.

31 ottobre: James torna a Steventon, probabilmente con la lettera di JA alla figlia Anna.

Novembre: sulla Edinburgh Review Sense and Sensibility è incluso in una lista di libri pubblicati di recente.
JA scrive la poesia "Camilla, good humoured, & merry, & small".

Prima metà di novembre: Martha Lloyd va a Kintbury per assistere Mrs Dundas.

9 novembre: James a Chawton.

10 novembre: Edward assume ufficialmente il cognome "Knight".

11 novembre: James torna a Steventon.

12 novembre: Edward, con le figlie Fanny e Lizzy e la nipote Mary Deedes, parte da Godmersham alle sei e mezza del mattino per Chawton.

13 novembre: Edward, le figlie e la nipote arrivano a Chawton alle quattro del pomeriggio.

16 novembre: Miss Beckford, le signorine Middleton, Mrs Clement e Miss Benn in visita al cottage.

17 novembre: le signorine Webb e Miss Benn in visita al cottage.

18 novembre: Miss Benn a pranzo al cottage.

20 novembre: JA, Fanny e Mary Deedes in visita a Miss Webb e a Miss Benn, e poi a piedi ad Alton.

24 novembre: le signorine Middleton in visita al cottage.

25 novembre: Edward, le figlie e la nipote partono a mezzogiorno da Chawton; si fermano a Winchester e il 26 sono a Steventon. Torneranno a Godmersham il 5 dicembre dopo essere passati a Londra da Henry.

27 novembre: sulla Kentish Gazette di Canterbury viene pubblicata la notizia del cambio di cognome di Edward.

Autunno: JA vende a Egerton i diritti di Pride and Prejudice; il contratto è perfezionato alla fine di novembre.

29-30 novembre: lettera 77, a Martha Lloyd, da Chawton a Kintbury. nella lettera JA informa Martha che Pride and Prejudice è stato comprato da Egerton per 110 sterline.

30 novembre: a Kintbury muore Mrs Dundas.

1° dicembre: nasce a Londra Frances-Palmer, figlia di Charles.
Serata al cottage con Miss Webb, il cap. Clement e la moglie, Miss Benn e Mrs Digweed.

1813   

5 gennaio: il rev. Samuel Blackall sposa Susannah Lewis. JA ne parla al fratello Frank nella lettera 86.

13 gennaio: James-Edward Austen a Chawton.

16 gennaio: James-Edward Austen torna a Steventon.

19 gennaio: Cassandra e Martha Lloyd a Steventon.

20 gennaio: JA va a pranzo dai Papillon e torna a casa poco dopo le 10 di sera.

22 gennaio: Miss Benn a pranzo al cottage.

23 gennaio: JA e Miss Papillon in vista dai Garnet, una famiglia di Chawton. Nel pomeriggio Miss Benn in visita al cottage.

24 gennaio: lettera 78, a Cassandra, da Chawton a Steventon.

27 gennaio: JA riceve la prima copia di Pride and Prejudice.
Miss Benn a pranzo al cottage; serata di lettura ad alta voce del libro.

28 gennaio: pubblicazione di Pride and Prejudice (tre volumi, 18 scellini); l'annuncio appare su The Morning Chronicle e The Morning Post.

29 gennaio: lettera 79, a Cassandra, da Chawton a Steventon.
Mrs Digweed con la sorella e Miss Benn in visita al cottage.

30 gennaio: Thomas Carter, domestico della Austen si sposa; verrà sostituito da Thomas Browning.

Inizio febbraio: su The British Critic (XLI, 189-90) appare una recensione anonima di Pride and Prejudice.

3 febbraio: Martha Lloyd parte da Steventon per Barton.
Mrs Edwards in visita al cottage; JA fa una passeggiata a Alton.

4 febbraio: lettera 80, a Cassandra, da Chawton a Steventon.

5 febbraio: Miss Benn a pranzo al cottage; prosegue la lettera ad alta voce di Pride and Prejudice.

6 febbraio: JA fa una passeggiata a Alton e il suo raffreddore peggiora.

9 febbraio: lettera 81, a Cassandra, da Chawton a Manydown.
Nuovo annuncio della pubblicazione di Pride and Prejudice su The Morning Chronicle.

10 febbraio: James va a Chawton e Cassandra a Manydown.

11 febbraio: James torna a Steventon.

16 febbraio: lettera 82, a Martha Lloyd, da Chawton a Kintbury.
George, Henry e William, figli di Edward, si fermano una notte al cottage prima di recarsi al Winchester College.

17 febbraio: lettera 83, a Frank?, da Chawton a Deal?.
I tre figli di Edward vengono raggiunti al cottage da tre cugini, Henry Bridges e due figli dei Deedes, e nel primo pomeriggio i sei ragazzi partono per Winchester.

Marzo: su The Critical Review (4ª serie, III, 318-24) appare una recensione anonima di Pride and Prejudice.

15 marzo: James a Chawton.

16 marzo: James torna a Steventon.

18 marzo: a Londra, Henry e la moglie Eliza si trasferiscono dal n. 64 al n. 63 di Sloane Street.

25 marzo: I Middleton lasciano la Great House di Chawton.

Inizio aprile: su The New Review (n. 1, 393-96) appare una recensione anonima di Pride and Prejudice.
Cassandra è impegnata nella sistemazione della Great House, che verrà utilizzata da Edward.

21 aprile: James a Chawton.
Edward, con i figli Edward jr, Fanny, Lizzy e Marianne, e la cognata Louise Bridges, arrivano a Chawton alle quattro e mezza del pomeriggio e si sistemano nella Great House.

22 aprile: James torna a Steventon.
Edward jr, accompagna JA a Londra, da dove erano arrivate cattive notizie circa la malattia di Eliza de Feuillide.

23 aprile: Edward jr. torna a Chawton.

25 aprile: muore a Londra Eliza de Feuillide, cugina degli Austen e moglie di Henry.

1° maggio: Eliza de Feuillide viene seppellita nel cimitero della chiesta di St John-at-Hampstead, a Londra, dove erano già la madre e il figlio.
JA torna a Chawton.

3 maggio: Anna al Cottage.

4 maggio: le Austen a pranzo alla Great House.

7 maggio: Edward jr. parte per Oxford, passando per Steventon.

10 maggio: Mary Lloyd Austen e la figlia Caroline alla Great House.

11 maggio: le Austen e James alla Great House.

14 maggio: Henry arriva al cottage.

13 maggio: Cassandra e Martha Lloyd a pranzo alla Great House.

15 maggio: James torna a Steventon.

17 maggio: le Austen e Henry a pranzo alla Great House.

19 maggio: Henry e JA partono alle sei e trenta del mattino da Chawton e, dopo varie soste, arrivano a Londra alle sei e mezza del pomeriggio. Tè con i Tilson.

20 maggio: JA va da Mrs Hoblyn e da Charlotte Craven; tè con Mrs Tilson
lettera 84, a Cassandra, da Londra a Chawton.

21 maggio: in mattinata JA va in giro per compere e passa a vedere quella che sarà la nuova casa di Henry, al n. 10 di Henrietta Street, dove c'è già la sede della banca del fratello, quindi va con Henry a una mostra di acquerelli agli Spring Gardens e dai Tilson per il tè.

22 maggio: in mattinata JA va in giro per compere, poi va a Henrietta Street dove aveva appuntamento con Mr Tilson e Mr Hampson per recarsi a una mostra alla Somerset House; Mr Hampson non c'è e la visita alla mostra salta. In serata Mrs Tilson per il tè a Sloane Street.
Mary Lloyd Austen torna a Steventon.

23 maggio: JA e Henry vanno in mattinata alla funzione domenicale nella Belgrave Chapel. Visita di Mr Hampson. Mr Barloe e Mr Phillips a pranzo. I Tilson per il tè.

24 maggio: nel pomeriggio, JA e Henry vanno alla mostra a Somerset House e a un'altra su Reynolds a Pall Mall.
Lettera 85, a Cassandra, da Londra a Chawton.

25 maggio: in mattinata, JA in visita da Mrs Hoblyn.

26 maggio: JA e Henry partono da Londra per Chawton, con l'intenzione di fermarsi da Mrs Bich a Windsor, dai Cooper a Henley e da James a Steventon.

28 maggio: JA e Henry arrivano a Steventon.

1° giugno: JA e Henry lasciano Steventon e arrivano a Chawton.

2 giugno: le Austen e Henry a pranzo alla Great House.

4 giugno: Henry e Cassandra passano la giornata a Petersfield; JA e la madre a pranzo alla Great House.

5 giugno: Edward e famiglia a pranzo al cottage; JA legge Pride and Prejudice a Fanny.

6 giugno: Fanny scrive nel suo diario: "Zia J. e io abbiamo avuto una conversazione molto interessante. Ahimè! Ahimè! Perché sono così indecisa?"

7 giugno: Henry, Edward, Fanny e Louisa Bridges vanno a fare una gita di alcuni giorni all'isola di Wight.

11 giugno: Henry, Edward, Fanny e Louisa Bridges tornano a Chawton. Le Austen a pranzo alla Great House.

12 giugno: Henry riparte da Chawton per Londra. Nei giorni successivi si trasferirà da Sloane Street a Henrietta Street.

15 giugno: JA, Cassandra e Fanny fanno una passeggiata a Alton.

16 giugno: JA, Cassandra e Fanny a passeggio. Cassandra alla Great House per il tè.

17 giugno: JA e Fanny a passeggio. JA alla Great House per il tè.

18 giugno: le Austen alla Great House per il tè.

19 giugno: Cassandra a pranzo alla Great House; JA va per il tè.

21 giugno: JA passa la mattinata con Fanny.

22 giugno: tutti a pranzo al cottage.

23 giugno: JA passa la mattinata con Fanny e pranza alla Great House.

24 giugno: JA passa la mattinata con Fanny; Charles (il figlio di Edward) arriva a Chawton e lui e la sorella vanno al cottage per il tè.

25 giugno: JA va a colazione alla Great House; Fanny passa il pomeriggio al cottage.

26 giugno: le Austen a pranzo alla Great House; JA e Fanny fanno una passeggiata a Alton.

29 giugno: JA e Cassandra pranzano alla Great House; Fanny passa il pomeriggio al cottage.

30 giugno: JA, Cassandra, Martha Lloyd e i Papillon a pranzo alla Great House.

Luglio?: JA finisce Mansfield Park.

1° luglio: tutti a pranzo al cottage.

2 luglio: tutti a pranzo alla Grat House; JA arriva prima delle altre.

3 luglio: in mattinata JA alla Great House con Fanny.

5 luglio: JA, Edward e Fanny vanno a cavallo nel Chawton Park e poi al cottage per il tè.

6 luglio: tutti a pranzo alla Great House.

3-6 luglio: lettera 86, a Frank, da Chawton al Mar Baltico.

7 luglio: James e il figlio James-Edward a Chawton. Poi, insieme a Edward e la famiglia, a pranzo dai Papillon, dove ci sono anche JA e Cassandra.

8 luglio: JA e Fanny vanno a Alton per alcune commissioni. JA, Cassandra e Martha Lloyd a pranzo alla Great House.

9 luglio: Fanny passa la mattinata al cottage. James e il figlio tornano a Steventon.

10 luglio: Mrs Craven in visita al cottage; Fanny passa la mattinata là e poi tutti alla Great House per il tè.

11 luglio: Mrs Crave, Fanny, JA e Martha Lloyd fanno una passeggiata pomeridiana.

12 luglio: Fanny va al cottage il mattino presto e resta fino all'ora di colazione. Henry arriva al cottage.

13 luglio: Fanny va al cottage il mattino presto; le Austen vanno poi a Selborne, probabilmente dai White, e pranzano lì.

14 luglio: Fanny va al cottage alle 8 di mattina e poi, con la nonna, da Miss Benn.

16 luglio: tè al cottage.

17 luglio: le Austen a pranzo alla Great House.

18 luglio: JA è costretta a casa da una nevralgia al volto; Fanny rimane con lei.

20 luglio: Henry lascia Chawton. Le Austen alla Great House per il tè.

21 luglio: la Austen a pranzo alla Great House.

22 giugno: tutti a pranzo al cottage.

23 luglio: JA pranza alla Great House e Cassandra ci va per il tè.

24 luglio: Fanny ha un brutto raffreddore e JA va a trovarla.

26 luglio: Fanny sta meglio e va a trovare JA, che non sta bene.

27 luglio: Fanny va al cottage e si ferma a pranzo; sia lei che JA stanno meglio.

28 luglio: Fanny passa il pomeriggio al cottage e le Austen vanno alla Great House per il tè.

29 luglio: le Austen a pranzo alla Great House.

30 luglio: tè al cottage.

31 luglio: Fanny passa il pomeriggio al cottage e le Austen vanno alla Great House per il tè.

1° agosto: Fanny passa il pomeriggio con JA, che soffre ancora per la nevralgia.

2 agosto: JA, Cassandra, i Papillon e Mr Sibley pranzano alla Great House.

3 agosto: tè al cottage.

4 agosto: Fanny va a Alton con Cassandra e pranza al cottage insieme alla sorella Lizzy.

5 agosto: le Austen pranzano alla Great House e JA si ferma a dormire.

6 agosto: Fanny, Cassandra e Martha Lloyd vanno a Basingstoke, dove incontrano Mary Lloyd Austen; Martha va a Steventon con la sorella.

7 agosto: le Austen pranzano alla Great House e JA si ferma a dormire.

9 agosto: tè al cottage. Fanny, Cassandra e JA fanno una passeggiata a Woodbarn.

10 agosto: le Austen pranzano alla Great House e JA si ferma a dormire.

11 agosto: pranzo al cottage.

12 agosto: le Austen pranzano alla Great House.

13 agosto: tè al cottage.

14 agosto: tè al cottage.

16 agosto: le Austen alla Great House per il tè; JA si ferma a dormire.

17 agosto: le Austen a pranzo alla Great House; JA si ferma a dormire.
Viene annunciato il fidanzamento ufficiala tra Anna Austen e Benjamin Lefroy.
James-Edward Austen a Chawton.

18 agosto: tè al cottage.

19 agosto: le Austen alla Great House; JA si ferma a dormire.

20 agosto: pranzo al cottage.

21 agosto: Cassandra alla Great House per il tè. Fanny passa il pomeriggio con JA.

23 agosto: le Austen alla Great House per il tè.

24 agosto: le Austen a pranzo alla Great House.

25 agosto: tè al cottage.

26 agosto: Cassandra, JA e Fanny vanno a piedi a Farringdon per far visita ai Benn.

27 agosto: le Austen e i Papillon a pranzo alla Great House.

28 agosto: Martha Lloyd torna al cottage insieme ad Anna Austen. Tè al cottage.

30 agosto: le Austen alla Great House per il tè. Fanny, Anna, JA e Martha Lloyd fanno una passeggiata a Alton.

1° settembre: le Austen pranzano alla Great House.

3 settembre: Fanny e i fratelli George e Henry pranzano al cottage; nel pomeriggio li raggiungono Edward e Louise Bridges.

4 settembre: le Austen a pranzo alla Great House.

6 settembre: The Hampshire Chronicle pubblica il verbale di una riunione della "Society for Promoting Christian Knowledge" del 26 agosto con un elenco di donazioni e sottoscrizioni che comprende i nomi di Mrs. Austen, delle figlie e di Martha Lloyd.

9 settembre: le Austen pranzano alla Great House.

11 settembre: tè al cottage. JA e Fanny vanno in visita dai Prowting.

14 settembre: JA, Edward, Fanny, Lizzy e Marianne lasciano Chawton alle nove di mattina e arrivano a Londra alle quattro e un quarto del pomeriggio. JA e le nipoti stanno da Henry, mentre Edward alloggia in un albergo vicino. In serata vanno al Lyceum a vedere delle farse musicali.

15 settembre: JA va a fare compere in mattinata e torna a casa per la colazione, poi vanno tutti dal dentista per far visitare Lizzy e Marianne. La sera vanno al Covent Garden.

15-16 settembre: lettera 87, a Cassandra, da Londra a Chawton.

16 settembre: mattinata di compere a Grafton House, quindi colazione e di nuovo dentista. Breve visita a Mrs Tilson, che è incinta. Più tardi visita di Mr Tilson.
Lettera 88, a Cassandra, da Londra a Chawton.

17 settembre: JA, il fratello Edward e le nipoti partono da Londra alle otto di mattina e arrivano a Godmersham alle 6 del pomeriggio.

23 settembre: JA e Fanny fanno visita agli Sherer, poi, con Edward e il figlio Edward jr., vanno a pranzo dai Tylden. John Plumptre passa per Godmersham tornando a casa a Eastwell.

24 giugno: Fanny, Lizzy e Marianne vanno a passare il fine settimana a Goodnestone per la fiera, mentre JA e Edward restano in casa.

23-24 settembre: lettera 89, a Cassandra, da Godmersham a Chawton.

25 settembre: Edward Bridges passa per Godmersham andando da Ramsgate a Lenham e si ferma a colazione.
Lettera 90, a Frank, da Godmersham al Mar Baltico.

27 settembre: Fanny, Lizzy e Marianne tornano a Godmersham.

30 settembre: JA e Fanny fanno visita ai poveri dei dintorni.

Inizio ottobre: Egerton stampa la seconda edizione di Pride and Prejudice.

1° ottobre: JA e Fanny fanno visita ai Reynolds a Bilting.

5 ottobre: John Plumptre a pranzo a Godmersham. JA e Fanny in visita da Mrs. H. Hoare e dal Dr Tyrrell.

9 ottobre: John Plumptre lascia Godmersham. Fanny scrive nel suo diario: "Mr. J.P.P. [John-Permberton Plumptre] ahimè ci ha lasciati."

12 ottobre: JA e Fanny vanno a Chilham Castle, dai Wildman, e alla canonica di Chilham, dai Tylden, ma non trovano nessuno in casa. Edward Bridges e il suo amico Henry Wigram arrivano a Godmersham.

11-12 ottobre: lettera 91, a Cassandra, da Godmersham a Chawton.

14 ottobre: Charles Austen, la moglie Fanny Palmer e le figlie Cassandra-Jane e Frances-Palmer arrivano a Godmersham.

14-15 ottobre: lettera 92, a Cassandra, da Godmersham a Chawton. La lettera viene spedita con la franchigia postale di Mr Lushington, un membro del parlamento che era ospite a Godmersham.

16 ottobre: Edward Bridges, Henry Wigram e Mr Lushington lasciano Godmersham.

18 ottobre: Lizzy scrive alla zia Cassandra; la lettera sarà inviata da JA insieme alla sua del 21 ottobre (lettera 93).

20 ottobre: JA fa una passeggiata con Harriet Moore mentre il resto della famiglia è in gita a Canterbury.

21 ottobre: lettera 93, a Cassandra, da Godmersham a Londra.

22 ottobre: La famiglia di Charles parte da Godmersham. JA va a Canterbury con Edward e i Moore e va in vista da Mrs Milles.
Cassandra parte da Chawton per Londra.

26 ottobre: lettera 94, a Cassandra, da Godmersham a Londra.

29 ottobre: la seconda edizione di Sense and Sensibility è annunciata da The Star (n. 8316).

Novembre?: Egerton accetta di pubblicare Mansfield Park.

2 novembre: JA e Edward vanno a Canterbury.

3 novembre: lettera 95, a Cassandra, da Godmersham a Londra.

4 novembre: JA, Edward e Fanny a pranzo dai Wildman a Chilham Castle.

5 novembre: JA, Fanny e Miss Clewes vanno a un concerto nella Saffery's Room a Canterbury.

6-7 novembre: lettera 96, a Cassandra, da Godmersham a Londra.

13 novembre: JA, Edward e Fanny vanno a Wrotham dai Moore.

15 novembre: JA e Edward partono da Wrotham per Londra, dove arrivano nel pomeriggio. Edward tornerà a Godmersham il 15 dicembre; JA tornerà a Chawton più o meno nello stesso periodo.

9 dicembre: Fanny torna a Godmersham.

15 dicembre: Edward torna a Godmersham.

1814   

inizio gennaio: Cassandra-Esten, figlia di Charles, a Chawton, da dove più tardi viene mandata a Kintbury.

8 gennaio: nasce a Portsmouth Cassandra-Eliza, figlia di Frank.

21 gennaio: JA inizia a scrivere Emma.

15 febbraio: Edward e i figli Fanny, Henry, William e Cassandra-Jane arrivano a Chawton alle tre del pomeriggio.

16 febbraio: Frank arriva a Chawton da Portsmouth; Henry e William vanno a Winchester insieme ai cugini Deedes e Bridges.

18 febbraio: Edward e Fanny vanno a Winchester e poi si fermano una notte a Salisbury sulla strada per Bath.

28 febbraio: James e il figlio James-Edward vanno a Chawton e tornato a Steventon il giorno successivo.

1 marzo: JA parte da Chawton per Londra con il fratello Henry; si fermano a Cobham per la notte.

2 marzo: JA e Henry arrivano a Henrietta Street alle due del pomeriggio.

2-3 marzo: lettera 97, a Cassandra, da Londra a Chawton.

4 marzo: JA va in giro per Londra con la carrozza di Henry a fare visite e spese.

5 marzo: Edward e Fanny arrivano a Londra alle 5 del pomeriggio; in serata vanno con JA e Henry al Drury Lane a vedere Kean che interpreta Shylock nel Mercante di Venezia.

6 marzo: JA e Fanny vanno in chiesa a St Paul, Covent Garden, e poi fanno un giro in carrozza a Hyde Park, dove vedono di sfuggita John Plumptre, insieme a George Hatton e James Wildman; al ritorno a casa scoprono che Plumptre e Wildman erano passati per una visita. Fanny scrive: "Quando siamo tornate a casa abbiamo scoperto che erano passati Lui e J. W.! ahimè! ahimè!"

7 marzo: a Londra mattinata di neve; JA va a fare spese a Coventry Street; nel pomeriggio Mr Hampson pranza a Henrietta Street e poi vanno tutti a teatro a Covent Garden a vedere Artaxerxes; dopo il teatro John Plumptre a cena a Henrietta Street.

8 marzo: JA e Fanny vanno a fare spese e a vedere i giocolieri indiani a Pall Mall; Edward e John Plumptre accompagnano JA e Fanny a Covent Garden a vedere The Farmer's Wife e tornano a casa prima delle dieci.

5-8 marzo: lettera 98, a Cassandra, da Londra a Chawton.

9 marzo: Edward e Fanny partono da Londra alle 8 e arrivano a Godmersham il pomeriggio alle sei; JA e Henry pranzano con i Tilson.
Lettera 99, a Cassandra, da Londra a Chawton.

10 marzo: JA e Henry pranzano con gli Spencer a Hertford Street.

12 marzo: probabile data dell'arrivo a Londra di Cassandra, che porta con sé Cassandra-Esten e la accompagna nella casa dei nonni a Keppel Street; JA e Henry fanno visita a Mrs Latouche e a Miss East.

15 marzo: Mrs Tilson a pranzo a Henrietta Street.

21 marzo: lettera 100, a Frank?, da Londra a Spithead?

23 marzo: Henry parte da Londra per l'Oxfordshire, dove aveva l'incarico di esattore.

7 aprile: Henry in visita a Godmersham.

13 aprile: Henry torna a Londra.

19 aprile: Edward, con Miss Clewes e i figli Edward jr., George, Fanny, Lizzy e Marianne partono da Godmersham, dormono a Croydon; il mattino Edward jr. e George vanno a Winchester e gli altri arrivano a Chawton alle cinque del pomeriggio del 20. JA e Cassandra sono tornate da Londra e vanno a trovare i nuovi arrivati alla Great House.

21 aprile: Fanny in visita al Cottage; arrivano a Chawton i figli più piccoli di Edward con Sackree, la bambinaia.

22 aprile: Edward e Fanny pranzano al Cottage.

23 aprile: Fanny e le zie vanno a fare spese a Alton per un paio d'ore.

25 aprile: JA e Cassandra pranzano alla Great House.

27 aprile: JA e Cassandra pranzano alla Great House; nel pomeriggio Henry arriva inaspettatamente al Cottage.

30 aprile: Henry torna a Londra.

3 maggio: Anna in visita al Cottage.

4 maggio: Anna va da Fanny alla Great House e poi vanno insieme a prendere il tè al Cottage.

6 maggio: tutti pranzano alla Great House.

9 maggio: pubblicazione di Mansfield Park; l'annuncio appare sul n. 8480 di The Star: tre volumi a 18 scellini, con una probabile tiratura di 1250 copie.
JA inizia a compilare le Opinions of Mansfield Park; JA e Anna a pranzo alla Great House.

10 maggio: James e il figlio James-Edward a Chawton; Fanny, Anna e le zie Cassandra e JA a passeggio a Alton.

11 maggio: tutti a pranzo alla Great House.

12 maggio: James e il figlio James-Edward tornano a Steventon.

14 maggio: su The Star esce il secondo annuncio riguardante Mansfield Park.
Frank e Henry arrivano a Chawton e tutti sono a Pranzo alla Great House.

16 maggio: Frank riparte per Portsmouth.

18 maggio: tè al Cottage.

20 maggio: tutti a pranzo alla Great House.

21 maggio: Henry riparte per Londra; Fanny, Anna, JA e Martha Lloyd a passeggio a Alton.

23 maggio: annuncio su Mansfield Park nel Morning Chronicle.

26 maggio: Edward jr. e il fratello George a Chawton; tè al Cottage.

27 maggio: nuovo annuncio su Mansfield Park nel Morning Chronicle.

28 maggio: tutti a pranzo alla Great House.

30 maggio: Anna parte da Chawton, JA e Fanny la accompagnano a Basingstoke, da dove tornano a Chawton con Mary Lloyd Austen, la moglie di James, che va a stare nella Great House.

31 maggio: dopo aver pranzato alla Great House, JA, Mary e Martha Lloyd, Edward jr., George e Fanny vanno a uno spettacolo a Alton.

Giugno: Anna Austen comincia a scrivere un romanzo (Enthusiasm e poi Which is the Heroine) per il quale la zia Jane le darà dei consigli in diverse lettere (lettere 103-104-107-108).

1 giugno: Mary Lloyd a pranzo al Cottage.

2 giugno: Edward jr. e George tornano a Winchester; Cassandra pranza alla Great House, dove poi si riuniscono tutti per il tè.

3 giugno: JA pranza alla Great House, dove si ferma per la notte.

4 giugno: Edward, Fanny e Mary Lloyd a pranzo al Cottage.

6 giugno: Henry e James-Edward arrivano al Cottage; pranzo alla Great House e poi tutti a uno spettacolo a Alton.

7 giugno: Mary Lloyd e il figlio James-Edward tornano a Steventon; JA pranza alla Great House e Cassandra va per il tè.

8 giugno: Cassandra pranza alla Great House.

9 giugno: Edward e Henry vanno in visita a Steventon; JA e Cassandra alla Great House per il tè.

10 giugno: pranzo al Cottage.

11 giugno: Edward e Henry tornano a Chawton; JA e Cassandra pranzano alla Great House.

13 giugno: Henry riparte per Londra e porta con sé Cassandra; JA va nel pomeriggio alla Great House e, dopo una passeggiata, vanno tutti a prendere il tè al Cottage.

metà giugno: a Londra, Charles e la moglie Fanny tornano a bordo della Namur e lasciano le tre figlie dai nonni materni, nella casa di Keppel Street.

14 giugno: lettera 101, a Cassandra, da Chawton a Londra.

16 giugno: tutti a pranzo alla Great House.

17 giugno: James e il figlio James-Edward vanno a Chawton, al Cottage e tornano a Steventon il giorno successivo.

20 giugno: La famiglia di Edward parte da Chawton e va a Londra da Henry, lasciando a Chawton i figli più piccoli con la bambinaia.

21 giugno: JA riceve una lettera di Cassandra da Londra mentre è al Cottage con i figli più piccoli di Edward.

22 giugno: i figli più piccoli di Edward e la bambinaia partono da Chawton per Godmersham.

23 giugno: JA fa visita a Miss Dusautoy e a Miss Papillon; il resto della servitù di Edward lascia Chawton per Godmersham.
Lettera 102, a Cassandra, da Chawton a Londra.

24 giugno: JA parte da Chawton per Bookham, per far visita a Mrs Cooke, cugina di Mrs Austen.
Edward e i figli più grandi partono da Londra per Godmersham.

25 giugno: Henry si trasferisce da Henrietta Street al n. 23 di Hans Place.

Fine giugno-inizio luglio: Frank si trasferisce a Chawton con la famiglia, nella Great House messagli a disposizione del fratello, dove resterà fino alla primavera del 1816.

Inizio luglio?: Martha Lloyd va a Speen Hill da Mrs Craven, da dove poi si recherà a Clifton dai Deans Dundas.

8 luglio: data probabile del ritorno di JA a Chawton da Bookham.

metà luglio?: lettera 103, a Anna Austen, da Chawton a Steventon.

16 agosto: James e il figlio James-Edward a Chawton; JA riceve altri quaderni del romanzo di Anna.

17 agosto: le Austen per il tè alla Great House con la famiglia di Frank.

10-18 agosto: lettera 104, a Anna Austen, da Chawton a Steventon.

22 agosto: JA parte per Londra a arriva a Hans Place, nella nuova casa di Henry alle quattro del pomeriggio; pomeriggio con Mrs Tilson.

23 agosto: James e il figlio James-Edward partono da Steventon e arrivano nel tardo pomeriggio a Londra; JA va a Henrietta Street, dove incontra Mr Hampson, fa quindi un po' di spese e va a far visita a Mrs Latouche.

24 agosto: in mattinata James e il figlio vanno dal dentista e in un negozio di parrucche, per poi tornare a Hans Place e fare un giro con JA; JA va a far visita a Mrs Tilson e poi a Henrietta Street per spedire, con il corriere della banca del fratello, la lettera che stava scrivendo a Cassandra; alle quattro e mezza pranza con il fratello James e il nipote, che poi vanno a teatro; JA e Henry vanno dai Tilson dove incontrano Miss Burdett.

23-24 agosto: lettera 105, a Cassandra, da Londra a Chawton.

25 agosto: Mr Hampson e il figlio George a pranzo a Hans Place.

26 agosto: Mrs Latouche a pranzo a Hans Place.

31 agosto: nasce a bordo della "Namur" Elizabeth, figlia di Charles. Morirà dopo meno di un mese, il 20 settembre.

1 settembre: JA e Henry vanno a un piccolo ricevimento da Mrs Latouche.

2 settembre: lettera 106, a Martha Lloyd, da Londra a Bath.

3 settembre: JA parte da Londra insieme a Henry; probabilmente arrivano a Chawton il giorno successivo

6 settembre: muore a bordo della "Namur" Fanny Palmer, moglie di Charles.

7 settembre: Henry parte da Chawton, insieme a James, per tornare a Londra.

9 settembre: James torna a Steventon.

9-18 settembre: lettera 107, a Anna Austen, da Chawton a Steventon.

20 settembre: muore, a meno di un mese dalla nascita, Elizabeth, figlia di Charles.

26 settembre: James va a Chawton.

28 settembre: James torna a Steventon.
Lettera 108, a Anna Austen, da Chawton a Steventon.

Ottobre: Edward riceve un'ingiunzione da parte di Mr Baverstock riguardante l'eredità delle proprietà di Chawton.

4 ottobre: Anna in visita a Chawton.

8 ottobre: Anna riparte da Chawton.

8 novembre: a Steventon, Anna Austen, figlia di James, sposa Benjamin Lefroy; la coppia si stabilisce a Hendon, con il fratello di Benjamin, C. Edward Lefroy.
Mary Lloyd Austen, con la figlia Caroline, va a Chawton, ospite di Frank nella Great House.

10 novembre: pranzo al Chawton Cottage con la famiglia di Frank, Mr e Mrs Harry Digweed e Mrs Stockwell.

14 novembre: Mary Lloyd si sposta al Cottage.

15 novembre: James arriva al Cottage, dove c'è un pranzo a cui partecipano anche Frank e la moglie.

16 novembre: Edward e il figlio Edward jr. arrivano al Cottage.

18 novembre: Mr Palmer, suocero di Charles, arriva al Cottage per venire a prendere la nipote Cassandra-Esten e si ferma fino al giorno dopo; James torna a Steventon.

19 novembre: Martha Lloyd torna a Chawton; Edward e il figlio Edward jr. a pranzo al Cottage.

20 novembre: JA e Cassandra a pranzo alla Great House.

18-20 novembre: lettera 109, a Fanny Knight, da Chawton a Goodnestone.

21 novembre: JA incontra Harriet Benn, che la incarica di fare le sue congratulazioni a Anna per il matrimonio; James arriva a Chawton e pranza alla Great House con la moglie, insieme ai fratelli Frank e Edward.

22 novembre: lettera 110, a Anna Lefroy, da Chawton a Hendon.

23 novembre: le Austen e le Lloyd, insieme a James, a pranzo alla Great House.

24 novembre?: lettera 111, a Anna Lefroy, da Chawton a Hendon.

25 novembre: James torna Steventon; JA parte per Londra insieme a Edward e al figlio Edward jr.

26 novembre: Mary Lloyd e la figlia Caroline tornano a Steventon.

26-27-28 novembre: in uno di questi giorni JA insieme ai fratelli va a trovare Anna e il marito a Hendon.

28 novembre: serata a Covent Garden per assistere a Isabella.

29 novembre: Edward e il figlio Edward jr. partono da Londra; JA va a Keppel Street, dai suoceri di Charles, per andare a trovare le nipoti.
Lettera 112, a Anna Lefroy, da Londra a Hendon.

30 novembre: JA e Henry vanno da Egerton per discutere della seconda edizione di Mansfield Park; Charles a pranzo a Hans Place.
Lettera 113, a Anna Lefroy, da Londra a Hendon.
Lettera 114, a Fanny Knight, da Londra a Godmersham.

1 dicembre: JA va a Hanwell a prendere Harriet e Eliza Moore, ospiti per una paio di giorni a Hans Place.

3 dicembre: le sorelle Moore tornano a Hanwell accompagnate da JA.

4 dicembre: Elizabeth Gibson, sorella della moglie di Charles, arriva a Hans Place.

5 dicembre: Henry riporta JA a Chawton, insieme a Elizabeth Gibson; James va a Chawton, portando presumibilmente con sé Olivia, un racconto della figlia Caroline da far leggere a JA.

6 dicembre?: lettera 115, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

7 dicembre?: James ritorna a Steventon.

fine dicembre?: lettera 116, a Anna Lefroy?, da Chawton? a Hendon?

26 dicembre: JA e Cassandra partono per Winchester per stare qualche giorno con Elizabeth e Alethea Bigg; andranno poi a Steventon, dove arriveranno il 2 gennaio.
Frank, la moglie Mary Gibson e la figlia maggiore, Mary-Jane, partono da Chawton per Londra, dove andranno il 29 dicembre al matrimonio di Miss Curling e passeranno poi qualche giorno da Henry a Hans Place. La sorella di Mary, Elizabeth, resta al Chawton Cottage insieme a Mrs Austen e a Martha Lloyd.

1815   

1815: in Francia viene pubblicato Sense and Sensibility, con il titolo Raison et Sensibilité, tradotto da Isabelle de Montolieu.

2 gennaio: JA e Cassandra arrivano a Steventon da Winchester.

3 gennaio: William Heathcote e Mr Harwood a pranzo a Steventon; in serata i Bramston e Anna e Hester Chute per il tè e un ballo.

6 gennaio: gli Austen, con Cassandra e JA, a Oakley Hall dai Chute.

7 gennaio: Mary Austen, con Cassandra e JA, a pranzo a Laverstoke.

9 gennaio: Mr Hammond a pranzo a Steventon; W. Digweed e Mr Trimmer per il tè.

11 gennaio: James Austen e il figlio James Edward vanno a Chawton; Mary Austen, con Cassandra e Jane, a pranzo a Ashe, dove le due sorelle si fermano a dormire.

12 gennaio: Mary Austen e la figlia Carolina vanno a pranzo a Ashe e si fermano a dormire.

13gennaio: Mary Austen e la figlia Caroline tornano a Steventon da Ashe, James Austen e il figlio James Edward tornano da Chawton.

14 gennaio: Cassandra e JA tornano a Steventon da Ashe; Tom Chute a pranzo a Steventon.

16 gennaio: Cassandra e JA lasciano Steventon e tornano a Chawton.

tra feb. e lug.?: lettera 117, a Anna Lefroy, da Chawton? a Hendon.

22 febbraio: James Austen a Chawton.

24 febbraio: James Austen torna a Steventon.

fine feb.-primi mar.?: lettera 118, a Anna Lefroy, da Chawton a Hendon.

2 marzo?: James Austen a Chawton.
Lettera 119, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

3 marzo: James Austen torna a Steventon.

29 marzo: JA finisce Emma.

2 maggio: James Austen a Chawton.

3 maggio: James Austen torna a Steventon.

5 maggio: Frank Austen e la moglie arrivano a Londra da Chawton.

18-24 giugno: in un giorno di questa settimana la famiglia di George Lefroy , in viaggio da Ashe a Compton, si ferma a pranzo a Chawton House e per una notte al cottage.

20 giugno: probabile giorno di arrivo a Chawton di Miss Sharp.

26 giugno: Miss Sharp lascia Chawton portando con sé Cassandra Esten Austen, figlia di Charles, per accompagnarla dai nonni paterni, a Keppel Street, Londra.

3 luglio: Miss Beckford e Maria Middleton, in viaggio verso Southampton, in visita al cottage per una mezzora.

4 luglio: JA e Cassandra a Alton.

5 luglio: Mrs. Austen scrive alla nipote a Hendon alla nipote Anna, che sta per trasferirsi con il marito a Wyards, vicino a Chawton.

19 luglio: Mary Austen e la figlia Caroline a Chawton.

20 luglio: Mary Austen e Cassandra a pranzo dai Papillon.

22 luglio: Frank Austen e la moglie a pranzo al cottage.

24 luglio: JA, Cassandra e Mary Austen da Mr Digweed per il tè a Alton; Martha Lloyd arriva a Chawton.

25 luglio: James Austen e il figlio James Edward a Chawton; Frank Austen e la moglie al cottage per il tè.

26 luglio: i Digweed e i Papillon al cottage per il tè.

27 luglio: tutti a pranzo alla Great House.

29 luglio: James Austen e il figlio James Edward tornano a Steventon; Frank Austen e la moglie a pranzo al cottage.

30 luglio: JA copia una poesia di Lord Byron, pubblicata anonima e senza titolo da The Examiner, e mette anche un suo titolo: "Versi di Lord Byron, nel Ruolo di Buonaparte"; il titolo moderno della poesia è Napoleon's Farewell (L'addio di Napoleone).
Anna e Ben Lefroy al cottage; Miss Benn a pranzo al cottage.

31 luglio: Mary Austen e la sorella Martha dai Digweed per il tè; James Edward Austen arriva al cottage.

1° agosto: James Austen al cottage, dove fa visita Mrs Chute; Mary Austen e Cassandra a Tisted per una vendita all'asta.

2 agosto: Frank Austen e la moglie a pranzo al cottage; James Austen torna a Steventon.

4 agosto: Mary Austen e i figli James Edward e Caroline tornano a Steventon.

8 agosto: JA inizia a scrivere Persuasion.

28 agosto: Anna e Ben Lefroy si trasferiscono da Hendon a Wyards, molto vicino a Chawton, dove prendono in affitto parte di una fattoria.

3 settembre: JA e il fratello Henry arrivano inaspettatamente a Steventon e in serata vanno tutti a Ashe per il tè.

5 settembre: JA e il fratello Henry ripartono da Steventon dopo il pranzo.

18 settembre: Mary Austen e la figlia Caroline a Chawton, dove pranzano e restano a dormire nella Great House.

19 settembre: Mary Austen e la figlia Caroline passano la giornata al cottage, dove trovano anche Miss Palmer, la cognata di Charles Austen.

20 settembre: Mary Austen e la figlia Caroline pranzano a Wyards e poi tornano a Steventon.

29 settembre: lettera 120, a Anna Lefroy, da Chawton a Wyards.
A Londra, William Gifford, redattore della Quarterly Review, dopo aver letto il manoscritto di Emma, ne raccomanda la pubblicazione all'editore, John Murray.

30 settembre: JA e Cassandra portano la nipote Cassandra Esten, figlia di Charles, alla fiera di Alton.

1° ottobre: Henry arriva a Chawton.

2 ottobre: JA a Wyards, probabilmente con la nipote Cassandra Esten, in visita a Anna e Ben Lefroy.

4 ottobre: JA va a Londra accompagnata da Henry, con l'intenzione di restare una o due settimane.

14 ottobre: a Londra, JA fa visita ai Jackson.

15 ottobre: JA e Henry pranzano con gli Herries. Le due signorine Gibson, cognate di Frank, fanno visita a Hans Place e portano una lettera della moglie di Frank.
John Murray scrive a Henry Austen offrendo 450 sterline per i diritti di Sense and Sensibility, Mansfield Park (già pubblicati da Egerton) e del romanzo successivo: Emma.

16 ottobre: in mattinata JA fa visita ai Gordon a Cleveland Row; Henry torna presto da Henrietta Street, la sede della sua banca, perché non si sente bene; JA cena da sola con Mr Seymour.

17 ottobre: Henry non sta bene, non se la sente di fare gli onori di casa per un pranzo con i Creed e chiede all'amico e socio Mr Tilson di prendere il suo posto; Mr Haden fa un salasso a Henry.

18 ottobre: Mr Haden fa un nuovo salasso a Henry; JA non è ancora preoccupata ma vuole che a Chawton sappiano della situazione di Henry.

17-18 ottobre: lettera 121, a Cassandra, da Londra a Chawton.

19 ottobre: nuova visita di Mr Haden a Henry.

20 ottobre: Henry vuole rispondere alla lettera di John Murray, e detta la risposta a JA.
Nasce a Wyards Anna-Jemima, figlia di Anna e Benjamin Lefroy.

20-21 ottobre?: lettera 122(A)(D), da Henry Austen a John Murray, da Londra a Londra.

22 ottobre: le condizioni di Henry si aggravano, e JA manda un espresso a James, a Cassandra e a Edward per avvertirli della situazione critica.

23 ottobre: Edward riceve l'espresso di JA e parte subito per Londra.

24 ottobre: James Austen e la moglie vanno a Chawton.

25 ottobre: James e Cassandra partono per Londra, mentre Mary resta a Chawton con Mrs. Austen, dato che Martha Lloyd era nel Berkshire; JA scrive agli zii Leigh-Perrot per avvertirli della malattia di Henry.

26 ottobre: a Godmersham, Fanny Knight annota nel suo diario: "Notizie piuttosto buone dello zio Henry.

27 ottobre: JA scrive nuovamente agli zii Leigh-Perrot per informarli che Henry sta meglio.

28 ottobre: Caroline Austen arriva a Chawton.

30 ottobre: lettera 123, a Caroline Austen, da Londra a Chawton.

31 ottobre: James riparte da Londra.

Inizio novembre: il Dr Baillie informa il Principe Reggente, ammiratore dei romanzi di JA, che l'autrice è a Londra; il principe incarica il suo bibliotecario, il rev. James Stanier Clarke, di farle visita e di invitarla a visitare Carlton House.

1° novembre: James Austen arriva a Chawton.

3 novembre: lettera 124, a John Murray, da Londra a Londra.
Edward Austen torna a Godmersham da Londra.
James Austen torna a Steventon; la moglie e la figlia Caroline restano a Chawton.

8 novembre: nasce a Chawton Herbert-Grey, figlio di Frank.
James Austen a Chawton.

10 novembre: James Austen torna a Steventon.

Metà novembre: John Murray include Emma nella lista delle pubblicazioni "in stampa".

13 novembre: JA va a Carlton House, dove è accompagnata nella sua visita dal rev. James Stanier Clarke; il principe le fa sapere che gradirebbe la dedica del suo prossimo lavoro.

15 novembre: lettera 125(D), a James Stanier Clarke, da Londra a Londra.
James Austen a Chawton.
Edward e la figlia Fanny arrivano a Hans Place in tempo per il pranzo; Cassandra e JA sono ancora là.

16 novembre: Cassandra e Fanny vanno a fare spese.
Lettera 125(A), da James Stanier Clarke, da Londra a Londra.

17 novembre: James Austen torna a Steventon da Chawton.

18 novembre: A Hans Place visita di Mr Maling; Mr Seymour e Mr Haden per il tè.

19 novembre: Mr Tilson per il tè a Hans Place.

20 novembre: arriva l'arpa per Fanny, che prende la prima lezione da Mr Meyer; Edward e Cassandra partono per Chawton e arrivano nel pomeriggio; Fanny e JA fanno visita ai Maling; a Chawton arriva anche Martha Lloyd.

21 novembre: Fanny e JA passeggiano tutto il giorno in giardino.
Henry scrive a Mr Murray per sollecitare l'uscita di Emma.
Mary Austen torna a Steventon da Chawton.

22 novembre: Miss Maling in visita a Hans Place; in serata Mr. Seymour e il gen. Chowne.

23 novembre: Edward Knight jr. e Mr Mascall in visita a Hans Place durante il viaggio da Peasemarsh a Oxford; in serata visita di Mr. Tilson, Mr Philips e Mr Haden;
Henry scrive a Roworth, il tipografo che stava stampando Emma, per sollecitare la conclusione del lavoro; lo stesso giorno, prima che la lettera sia spedita, JA riceve tre pagine di bozze con le scuse di Roworth.
Lettera 126, a John Murray, da Londra a Londra; la risposta, molto cortese, arriva in giornata e JA si tranquillizza.

24 novembre: arrivano a Hans Place due fagiani mandati da Mr Mascall; Mr Tilson e Mr Haden a pranzo; arriva una lettera di Mr Fowle che accompagna due fagiani.
Lettera 127, a Cassandra, da Londra a Chawton.

25 novembre: JA e Fanny in giro per acquisti per tutta la mattinata, poi in visita a Keppel Street dalle figlie di Charles; Mr Haden a pranzo a Hans Place, dove rimane anche in serata a chiacchierare fittamente con Fanny dopo averla sentita suonare l'arpa; Mrs Latouche e Miss East per tè.

26 novembre: in mattinata JA e Fanny vanno alla Belgrave Chapel e tornano con Miss Cuthbert; Mr Barlow a pranzo a Hans Place; Henry sta molto meglio ma non è ancora in grado di viaggiare.
Lettera 128, a Cassandra, da Londra a Chawton.

27 novembre: Mr Haden a pranzo a Hans Place; visita di Miss Cuthbert; in serata visita di Mr Seymour.

28 novembre: Henry va a Hanwell da Mr Gordon per prendere un po' d'aria, JA e Fanny passano una piacevole giornata da sole; visita di Mr Tilson.
Viene dichiarata la bancarotta della sede di Alton della banca a cui partecipava anche Henry (Austen, Gray & Vincent).

29 novembre: JA e Fanny in giro tutta la mattinata per acquisti; in serata visita di Mr Tilson; JA ha preso un lieve raffreddore durante la passeggiata e lo usa come scusa per non far visita ai Maling.

1° dicembre: Henry torna a Hans Place; Mr Haden a pranzo.

2 dicembre: I Maling e Mr Haden a Hans Place per il tè.
Sul Morning Post esce il primo annuncio circa la pubblicazione di Emma, che viene data per imminente.
Lettera 129, a Cassandra, da Londra a Chawton.

3 dicembre: JA e Fanny vanno alla Belgrave Chapel.

4 dicembre: Edward Austen a Londra da Chawton; JA e Henry in giro per Londra tutta la giornata; serata musicale con Mr Haden.

5 dicembre: Miss Palmer, cognata di Charles Austen, a Hans Place con le due nipoti: Harriet-Jane e Frances-Palmer.

6 dicembre: Mr Gordon e Mr Haden a pranzo a Hans Place; in serata Mr Seymour.
Sul Morning Post esce il secondo annuncio circa la pubblicazione di Emma, che viene sempre data per imminente.

7 dicembre: visita di Miss Maling a Hans Place; in serata Mr Haden e Mr Tilson con il figlio.

8 dicembre: George Knight, figlio di Edward, arriva a Hans Place da Oxford e parte con il padre e la sorella per Godmersham.

10 dicembre: The Observer annuncia l'uscita di Emma per il 16 dicembre.

11 dicembre: lettera 130, a John Murray, da Londra a Londra; JA invia a Murray la bozza corretta per la seconda edizione di Mansfield Park, gli rammenta la dedica al principe reggente da inserire in Emma e manda anche una lista di persone a cui spedire delle copie di quest'ultimo romanzo, oltre a quella destinata al principe; nella stessa giornata riceve la risposta di Murray e gli risponde immediatamente, scrivendo anche al rev. Clarke per confermare che sarà inviata una copia al principe.
Lettera 131(C), a John Murray, da Londra a Londra.
Lettera 132(D), a James Stanier Clarke, da Londra a Londra.

13 dicembre: JA e Henry passano fuori la serata.

14 dicembre: lettera 133, a Charles Thomas Haden, da Londra a Londra.

16 dicembre: JA parte la mattina presto da Hans Place per Chawton. Nonostante l'annuncio dell'Observer, Emma non è ancora pubblicato.

19 dicembre: un impiegato di Murray inserisce nel libro mastro i dettagli riguardanti Emma: 2000 copia stampate; tre volumi al prezzo di una ghinea; frontespizio datato 1816. La lista delle dodici copie omaggio inviata da JA comprende: due per sé, due per Mrs Austen, una ciascuna per la contessa di Morley, il rev. Clarke, lo zio James Leigh-Perrot, i fratelli Frank, James e Henry, la nipote Fanny Knight e Miss Sharp, oltre a quella per il principe reggente, con una speciale rilegatura al costo 24 scellini. Murray manda anche una copia ciascuno alla sorellastra di Byron, Augusta Leigh, e a Maria Edgeworth.

21 dicembre: sul Morning Chronicle esce l'annuncio della pubblicazione di Emma per il sabato successivo, 23 dicembre.
Lettera 132(A), da James Stanier Clarke, da Londra a Londra.

22 dicembre: sul Morning Chronicle esce l'annuncio della pubblicazione di Emma per il giorno successivo.

23 dicembre: sul Morning Chronicle esce l'annuncio della pubblicazione di Emma.
A Chawton, JA comincia a compilare Opinions of Emma.

25 dicembre: Murray scrive a Walter Scott chiedendogli di recensire Emma.

26 dicembre: Lady Morley scrive alla cognata, Theresa Villiers, di avere appena ricevuto Emma.

27 dicembre: lettera 134(A), da Lady Morley, da Saltram a Chawton.

29 dicembre: Lady Morley scrive di nuovo alla cognata: sta ancora leggendo Emma, che le sembra inferiore a Mansfield Park e a Pride and Prejudice.

31 dicembre: lettera 134, a Lady Morley, da Chawton a Saltram.

1816   

1816: A Filadelfia Matthew Carey pubblica la prima edizione americana di Emma.
È probabile che nei primi mesi dell'anno JA scriva Plan of a Novel.

inizio 1816: Henry Austen ricompra dall'editore Crosby il manoscritto di Susan, al quale, in sede di revisione per l'eventuale pubblicazione, JA cambierà il titolo in Catherine; il romanzo sarà pubblicato postumo con il titolo Northanger Abbey. Il prezzo pagato da Henry è lo stesso pagato a suo tempo da Crosby: dieci sterline.

Inizio gennaio: JA presta la sua copia di Emma alla nipote Anna Lefroy.
Lettera 135, a Anna Lefroy, da Chawton a Wyards.

3 gennaio: a Chawton funerale di Miss Mary Benn, più volte citata da JA nelle sue lettere.

7 gennaio: Lady Morley scrive alla cognata, Theresa Villiers, di non aver ancora finito Emma e di trovarlo piuttosto noioso.

27 gennaio: Lady Morley scrive di nuovo alla cognata, Theresa Villiers, spiegando più diffusamente le ragioni per cui non le era piaciuto Emma.

Fine gen.-inizio feb.?: lettera 136, a Catherine Ann Prowting, da Chawton a Chawton.

19 febbraio: John Murray pubblica la seconda edizione di Mansfield Park, in tre volumi, al prezzo di 18 scellini e con una tiratura di 750 copie. L'uscita è annunciata lo stesso giorno dal Morning Post.

20 febbraio: nella baia di Tunisi affonda la Phoenix, comandata da Charles Austen, che viene esonerato dal comando in attesa della corte marziale, che si terrà il 22 aprile.

Marzo: sulla Quarterly Review (XIV, 188-201, datata ottobre 1815) esce la recensione di Walter Scott a Emma, pubblicata anonima. John Murray ne manda una copia a JA.

Inizio marzo: a Chawton, JA riceve una lettera dal nipote James Edward; presta alla cognata Mary Gibson, moglie di Frank, Les Veillées du Château di Madame de Genlis, per farlo leggere alla figlia Mary Jane; due visite di Henry Austen, una volta con Mr Tilson e un'altra con Mr Seymour.

2 marzo: viene dichiarato il fallimento della casa editrice di Benjamin Crosby, che aveva comprato il manoscritto di Susan, senza mai pubblicarlo.

13 marzo: lettera 137, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

15 marzo: Mary Lloyd scrive nel suo diario: "La banca di Henry blocca i pagamenti."

16 marzo: il Times e la London Gazette riportano la notizia della bancarotta della "Austen, Maunde & Tilson", la banca di Henry. Nel fallimento quasi tutti i membri della famiglia Austen subiscono perdite: James Leigh-Perrot 10000 sterline, Edward 20000, James, Charles e Frank alcune centinaia. Henry e Frank sospendono il pagamento di 50 sterline l'anno alla madre e alle sorelle, iniziato dopo la morte del padre.

Primavera: iniziano i sintomi della malattia di JA.

27 marzo: lettera 138(A), da James Stanier Clarke, da Brighton a Londra.

28 marzo: James Austen a Chawton.

29 marzo: James torna a Steventon insieme al fratello Henry.

1 aprile: lettera 138(D), a James Stanier Clarke, da Chawton a Londra.
Lettera 139, a John Murray, da Chawton a Londra.

13 aprile: James Edward Austen e William Heathcote passano per Chawton nel loro viaggio da Winchester, dove studiavano, a Steventon.

17 aprile: Charles Austen scrive nel suo diario: "Molto divertito da Emma che migliora molto nel 2° e 3° volume."

18 aprile: a Adlestrop muore Elizabeth Leigh, cugina di Mrs Austen, alla quale lascia 20 sterline.

19 aprile: a Ashe viene battezzata Anna-Jemima Lefroy, prima figlia di Anna Austen e Benjamin Lefroy, nata il 20 ottobre dell'anno precedente.

21 aprile: lettera 140, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

22 aprile: nella baia di Tunisi, a bordo della Bombay si tiene la corte marziale a carico di Charles Austen, per l'affondamento della sua nave il 20 febbraio; Charles viene assolto in quanto era stata provata la responsabilità di un pilota locale. La notizia arriva in Inghilterra solo a metà luglio.

25 aprile: James Austen a Chawton.

27 aprile: James torna a Steventon.

Maggio: recensione di Emma sulla Augustan Review, vol. 2, n. 13.

2 maggio: Edward e la figlia Fanny, con Henry, lasciano Londra per Chawton.

4 maggio: Anna e Benjamin Lefroy in visita a Chawton; JA e Fanny fanno una passeggiata alla Great House; visita di Miss Papillon.

6 maggio: Henry e Frank Austen a pranzo al cottage.

7 maggio: Fanny, Edward e Henry fanno visita ai Lefroy a Wyards; Edward e Henry vanno poi a Steventon, mentre Fanny resta con la cugina

9 maggio: Edward Knight jr. arriva a Chawton da Londra.

10 maggio: Henry e Edward lasciano Steventon , passano a prendere Fanny a Wyards e tornano insieme a lei a Chawton.

13 maggio: Anna e Benjamin Lefroy in visita al cottage; Fanny e Cassandra fanno una passeggiata a Alton.

14 maggio: Anna e Benjamin Lefroy a pranzo al cottage; Fanny e Cassandra in visita dai Prowting e dai Clement.

16 maggio: Edward, Edward jr., Henry e Cassandra a pranzo dai Lefroy a Wyards.

17 maggio: Edward jr. lascia Chawton e torna a Londra; Benjamin Lefroy passa a prendere Fanny, la porta col calessino delle Austen, trainato dall'asino, a Wyards e la riporta a Chawton in serata.

18 maggio: Frank con la moglie e Henry pranzano al cottage; Fanny fa una passeggiata a Alton con Cassandra.

19 maggio: Fanny riceve a Chawton una lettera della zia Louisa Bridges con la notizia della morte della seconda moglie di Sir Brook-William Bridges, Dorothy-Elizabeth Hawley.

20 maggio: Henry pranza al cottage; Frank e la moglie fanno visita nel pomeriggio.

21 maggio: Edward e Fanny lasciano Chawton; arriveranno a Godmersham il 23, dopo essere passati per Worthing e Brighton.

22 maggio: JA, Cassandra, Henry e Cassandra-Esten, figlia di Charles, a Steventon.

23 maggio: JA e Cassandra partono da Steventon per Cheltenham; Cassandra-Esten rimane a Steventon.

Giugno: a Parigi viene pubblicata da Bertrand la versione francese, senza indicazione del traduttore, di Emma con il titolo La Nouvelle Emma, ou Les Caractères Anglais du Siècle;
Su Literary Panorama (VI, 418) esce un trafiletto su Emma.

Inizio giugno: tornando da Cheltenham, JA e Cassandra passano qualche giorno a Kintbury dai Fowle, che notano la debolezza di JA.

5 giugno: James Austen a Chawton.

7 giugno: James torna a Steventon.

10 giugno: nel suo diario Charles Austen annota di aver finito di leggere per la terza volta Emma.

11 giugno: JA e Cassandra a pranzo Steventon e poi a prendere il tè dagli Harwood.

15 giugno: JA e Cassandra tornano da Steventon a Chawton portando con loro la nipote Cassandra-Esten.

21 giugno: Anna Lefroy in visita a Chawton.

23 giugno: lettera 141(C), a Anna Lefroy, da Chawton a Wyards.

Luglio: appaiono dei trafiletti su Emma nella British Critic (VI, 96-98) e nella Monthly Review (LXXX, 320).

8 luglio: Cassandra, Frank Austen con la moglie, Cassandra-Esten e Martha Lloyd partono da Chawton per Londra, al cottage restano JA con la madre e Mary-Jane, figlia di Frank.
JA inizia a scrivere il cap. 10 di Persuasion, che verrà poi sostituito da una nuova stesura.

9 luglio: JA e Mary-Jane tentano di andare a Farringdon con il calessino, ma sono costrette a tornare indietro per la forte pioggia.
Lettera 142, a James-Edward Austen, da Chawton a Steventon.

10 luglio: probabile data del ritorno a Chawton di Cassandra e Martha Lloyd.

11 luglio: James-Edward Austen a Chawton per qualche giorno.

13 luglio: Frank Austen e la moglie tornano a Alton da Londra.

15 luglio: lettera 143, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

16 luglio: JA termina la prima stesura di Persuasion.

18 luglio: JA fa qualche aggiunta alla parte finale di Persuasion.

6 agosto: JA conclude la stesura definitiva di Persuasion dopo averne riscritto la parte finale.

28 agosto: Cassandra in visita a Steventon; a Chawton JA ha un attacco della malattia che le provoca un dolore alla schiena.

30 agosto: Mary Austen, la figlia Caroline e Cassandra partono per Cheltenham e portano con loro Mary-Jane, figlia di Frank.

Settembre: esce in Francia la versione francese di Mansfield Park, tradotta da Henry Vilmain e pubblicata con il titolo Le Parc de Mansfield.
Escono recensioni a Emma nel British Lady's Magazine and Monthly Miscellany (4, settembre 1816, pagg. 180-181) e nel Gentleman's Magazine (LXXXVI, settembre 1816, pagg. 248-9).

3 settembre: James-Edward Austen porta JA a Alton in visita a Frank e poi va a Wyards dalla sorella Anna, per ripassare poi da Alton nel pomeriggio; in serata Frank, la moglie, Miss S. Gibson (sorella o cugina di quest'ultima) e un ufficiale collega di Frank, il tenente di vascello Sweny, al cottage per il tè.

4 settembre: lettera 144, a Cassandra, da Chawton a Cheltenham.

5 settembre: Benjamin Lefroy e il fratello Edward in visita al cottage; JA, Martha Lloyd e James-Edward a pranzo a Alton da Frank, dove incontrano i Digweed.

6 settembre: James-Edward Austen lascia Chawton.
È probabile che durante questa visita James-Edward abbia scritto i brevi "seguiti" a due pezzi del terzo volume degli Juvenilia: "Evelyn" e "Catharine, or the Bower".

7 settembre: la famiglia di Frank a pranzo al cottage.

8-9 settembre: lettera 145, a Cassandra, da Chawton a Cheltenham.

10 settembre: James Austen a Chawton.

19 settembre: Cassandra, Mary-Jane, Mary Austen e Caroline lasciano Cheltenham e si fermano a pranzo e a dormire a Kintbury.

20 settembre: Cassandra, Mary-Jane, Mary Austen e Caroline arrivano a Steventon.

21 settembre: Cassandra torna a Chawton portando con sé Caroline.

26 settembre: James Austen a Chawton.

27 settembre: James Austen torna a Steventon; nasce la seconda figlia di Benjamin e Anna Lefroy, Julia-Cassandra.

Fine settembre: Charles Austen porta le tre figlie e la cognata Harriet Palmer a Chawton.

8 ottobre: James-Edward Austen va a Chawton e torna a Steventon con la sorella Caroline.

9 ottobre: James-Edward Austen parte da Steventon per iscriversi a all'Exeter College di Oxford.

19 ottobre: John Murray prepara la nota per JA sugli introiti di Emma e della seconda edizione di Mansfield Park; per il primo un guadagno di 221 sterline 6 scellini e 4 pence, per 1248 copie vendute, per il secondo una perdita di 182 sterline 8 scellini e 3 pence; a JA rimane così un profitto di 38 sterline 18 scellini e 1 penny.

1 novembre: Mary Austen a Chawton.

2 novembre: Mary Austen a pranzo da Frank a Alton.

4 novembre: Mary Austen in visita a Wyards dalla figliastra Anna.

5 novembre: Mary Austen torna a Steventon.
Henry Austen scrive al Vescovo di Canterbury chiedendo di prendere gli ordini e di essere nominato curato a Chawton.

Fine nov-inizio dic.: visite di Henry e Charles Austen a Chawton.

14 dicembre: Benjamin Lefroy al cottage per invitare JA e Charles Austen a Wyards; JA non se la sente di andare e anche il fratello declina l'invito.

16 dicembre: JA, insieme al fratello Henry, vede passare da Chawton il nipote Charles Knight, figlio di Edward, in viaggio dal college di Winchester a Godmersham per le vacanze natalizie.

16-17 dicembre: lettera 146, a James-Edward Austen, da Chawton a Steventon.

19 dicembre: Henry Austen va a Winchester per gli esami necessari a prendere gli ordini.

20 dicembre: Henry Austen va a Salisbury per l'ordinazione, dove viene nominato curato di Chawton, con uno stipendio di 52 ghinee l'anno.
James-Edward Austen a Chawton.

21 dicembre: James-Edward Austen torna a Steventon.

23 dicembre: Henry Austen a Chawton, dopo essere stato a Steventon.

24 dicembre: Henry Austen torna a Steventon. James Austen si frattura una gamba.

26 dicembre: Henry Austen a Chawton.

28 dicembre: Henry Austen torna a Steventon.

30 dicembre: Henry Austen lascia Steventon.

Dicembre?: lettera 147(C), a Anna Lefroy, da Chawton a Wyards.

1817   

8 gennaio: lettera 148, a Cassandra Esten Austen, da Chawton a Londra.

Metà gennaio: JA passa due o tre giorni a Alton con la famiglia di Frank.

21 gennaio: James-Edward Austen a Chawton, dove in serata legge a voce alta i primi due capitoli del romanzo che aveva iniziato a scrivere.

22 gennaio: James-Edward accompagna le zie da Mrs Clement per giocare a carte.

23 gennaio: lettera 149, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

24 gennaio: James-Edward lascia Chawton e va a Wyards dalla sorella.
Lettera 150(C), a Alethea Bigg, da Chawton a Streatham.

27 gennaio: JA inizia a scrivere Sanditon.

5 febbraio: William e Charles Knight lasciano Godmersham per Chawton.

7 febbraio: James-Edward Austen va a Chawton.

8 febbraio: James-Edward torna a Steventon.

16 febbraio: Benjamin e Anna Lefroy in visita al cottage.

19 febbraio: James-Edward Austen va a Chawton e torna a Steventon in serata.

20 febbraio: William e Henry Knight sono a Chawton.

21 febbraio: John Murray emette un assegno di 38 sterline, 18 scellini e un penny a pagamento dei primi profitti di Emma.

20-21 febbraio: lettera 151, a Fanny Knight, da Chawton a Godmersham.

23 febbraio: Henry e William Knight lasciano Chawton per andare a Steventon.

26 febbraio: lettera 152, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

3 marzo: Frank Austen va a Londra con la figlia Mary Jane e la moglie passa la settimana al cottage.

7 marzo: JA riceve 19 sterline e 13 scellini da Egerton per la seconda edizione di Sense and Sensibility e compila, lo stesso giorno o uno dei seguenti, un promemoria con l'elenco dei profitti dei suoi romanzi (vedi la nota 2 alla lettera 154).

8 marzo: Frank e la figlia Mary Jane tornano a Alton da Londra.

13 marzo: lettera 153, a Fanny Knight, da Chawton a Godmersham.

14 marzo: lettera 154, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

16 marzo: JA ha un nuovo attacco della sua malattia.

18 marzo: l'acutizzarsi della malattia costringe JA a sospendere Sanditon, che resterà incompiuto.

21 marzo: il rev. Papillon e la sorella tornano a Chawton da un viaggio dell'Essex.

24 marzo: Henry Austen a colazione al cottage; JA fa una passeggiata con l'asino a Mounters Lane, accompagnata da Cassandra e dal nipote James-Edward.

25 marzo: Henry Austen parte da Chawton per Londra, dove arriva in serata.

23-25 marzo: lettera 155, a Fanny Knight, da Chawton a Godmersham.

26 marzo: lettera 156, a Caroline Austen, da Chawton a Steventon.

26 marzo-3 aprile: durante la settimana JA si sente meglio.

28 marzo: muore a Scarlets il fratello di Mrs Austen, James Leigh-Perrot. Il testamento è piuttosto deludente per famiglia Austen, visto che sia le proprietà, lasciate a James Austen, che i legati per gli altri nipoti sono posposti a dopo la morte della moglie. Il giorno successivo Cassandra parte per Scarlets, dove è poi raggiunta da James con la moglie e da Frank.

4 aprile: Mr Curtis, farmacista di Alton, va a visitare JA al cottage; JA è peggiorata e chiede a Cassandra e a Frank di tornare a Chawton il più presto possibile; i due partiranno da Scarlets il giorno successivo, dopo il funerale.

6 aprile: lettera 157, a Charles Austen, da Chawton a Londra.

13 aprile: JA è ormai confinata a letto e Mr Curtis non è più in grado di curarla; nei giorni successivi viene chiamato il dr. Lyford da Winchester, le cui prime cure sembrano alleviare le sofferenze di JA.

15 aprile: nasce a Alton Elizabeth, figlia di Frank.

25 aprile: James Austen a Chawton.

26 aprile: James Austen torna a Steventon e la moglie scrive nel suo diario: "Jane piuttosto meglio".

27 aprile: JA fa testamento (lettera 158).

2 maggio: William Knight parte da Godmersham per Chawton.

13 maggio: James Austen e la moglie vanno a Chawton.

14 maggio: James torna a Steventon.

16 maggio: Anche Mary Austen torna a Steventon.

22 maggio: lettera 159, a Anne Sharp, da Chawton a Doncaster.

24 maggio: Cassandra porta JA a Winchester per tentare di farla curare. L'alloggio, al n. 8 di College Street, era stato procurato da Elizabeth (vedova Heathcote) e Alethea Bigg, che in quel periodo vivevano a Winchester.

27 maggio: lettera 160, a James-Edward Austen, da Winchester a Oxford.

28-29 maggio?: lettera 161(C), a Frances Tilson?, da Winchester a Londra?

Giugno: nel n. 6 del Literary Panorama esce un trafiletto su Emma.

6 giugno: Mary [Lloyd] Austen va a Winchester e alloggia dalle Bigg.

8 giugno: Mary pranza con le Austen e resta con JA mentre Cassandra va in chiesa.

9 giugno: Mary scrive nel suo diario: "Jane Austen peggiorata sono rimasta con lei."

12 giugno: James Austen scrive al figlio James-Edward a Oxford che la per la zia Jane non c'è ormai più speranza.

13 giugno: Charles Austen a Winchester, dove trova JA molto male.

16 giugno: Charles va a Chawton e trova la madre molto sofferente.

18 giugno: Charles torna a Winchester insieme a Henry e trova la sorella un po' migliorata; il giorno successivo il dr. Lyford gli dice che non c'è nessuna speranza di guarigione.

20 giugno: Charles torna a Londra.

27 giugno: Mary [Lloyd] Austen torna a Steventon da Winchester, dove la situazione è stazionaria.

4 luglio: James-Edward Austen va a Winchester e torna a Steventon in serata.

13 luglio: Mary [Lloyd] Austen va a Winchester per assistere JA e torna in serata a Steventon.

15 luglio: JA scrive, o più probabilmente detta, la poesia "When Winchester races first took their beginning".
In serata JA peggiora e da qual momento passa quasi tutto il tempo dormendo.

17 luglio: Cassandra esce e al ritorno trova la sorella molto peggiorata; viene chiamato il dr. Lyford che somministra un sedativo; JA perde conoscenza.

18 luglio: JA muore alle quattro e mezza del mattino.

20 luglio: lettera di Cassandra a Fanny Knight, da Winchester a Godmersham (CEA/1).

21 luglio: The Hampshire Chronicle and Courier pubblica la notizia della morte di JA.

24 luglio: JA viene sepolta nella cattedrale di Winchester, accompagnata dai fratelli Edward, Henry e Frank e dal nipote James-Edward.

28 luglio: lettera di Cassandra a Anne Sharp, da Chawton a Doncaster (CEA/2).
The Salisbury and Winchester Journal pubblica la notizia della morte di JA.

29 luglio: lettera di Cassandra a Fanny Knight, da Chawton a Godmersham (CEA/3).

17 dicembre: The Morning Chronicle pubblica l'annuncio della pubblicazione di Northanger Abbey e Persuasion per "sabato prossimo".

20 dicembre: Murray pubblica in un'unica edizione Northanger Abbey e Persuasion (datata 1818); come le precedenti, l'edizione è anonima, ma Henry Austen scrive una Nota biografica nella quale rivela il nome dell'autrice; l'annuncio è su The Morning Chronicle.


*****


13 dicembre 1819: James Austen muore a Steventon a 54 anni.

17 gennaio 1827: Mrs. Austen muore a Chawton a 88 anni.

17 gennaio 1838: George Austen muore a Monk Sherborne a 71 anni.

22 marzo 1845: Cassandra Austen muore a Portsdown a 72 anni, durante una visita al fratello Frank.

12 marzo 1850: Henry Austen muore a Tunbridge Wells a 78 anni.

7 ottobre 1852: Charles Austen muore in servizio di malattia a 73 anni, nelle Indie Orientali.

19 novembre 1852: Edward Austen muore a Godmersham a 85 anni.

10 agosto 1865: Francis (Frank) Austen muore a Portsdown a 91 anni.

 

home page