Jane Austen

Lettere 71-80
traduzione di Giuseppe Ierolli

  61-70      |     indice lettere     |     home page     |      81-90 

71
(Thursday 25 April 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Sloane St Thursday April 25.

My dearest Cassandra

I can return the compliment by thanking you for the unexpected pleasure of your Letter yesterday, & as I like unexpected pleasure, it made me very happy; And indeed, You need not apologise for your Letter in any respect, for it is all very fine, but not too fine I hope to be written again, or something like it. I think Edward will not suffer much longer from heat; by the look of Things this morng I suspect the weather is rising into the balsamic Northeast. It has been hot here, as you may suppose, since it was so hot with you, but I have not suffered from it at all, nor felt it in such a degree as to make me imagine it would be anything in the Country. Everybody has talked of the heat, but I set it all down to London. - I give you joy of our new nephew, & hope if he ever comes to be hanged, it will not be till we are too old to care about it. - It is a great comfort to have it so safely & speedily over. The Miss Curlings must be hard-worked in writing so many Letters, but the novelty of it may recommend it to them; - Mine was from Miss Eliza, & she says that my Brother may arrive today. - No indeed, I am never too busy to think of S&S. I can no more forget it, than a mother can forget her sucking child; & I am much obliged to you for your enquiries. I have had two sheets to correct, but the last only brings us to W.s first appearance. Mrs K. regrets in the most flattering manner that she must wait till May, but I have scarcely a hope of its being out in June. - Henry does not neglect it; he has hurried the Printer, & says he will see him again today. - It will not stand still during his absence, it will be sent to Eliza. - The Incomes remain as they were, but I will get them altered if I can. - I am very much gratified by Mrs K.s interest in it; & whatever may be the event of it as to my credit with her, sincerely wish her curiosity could be satisfied sooner than is now probable. I think she will like my Elinor, but cannot build on any thing else. Our party went off extremely well. There were many solicitudes, alarms & vexations beforehand of course, but at last everything was quite right. The rooms were dressed up with flowers &c, & looked very pretty. - A glass for the Mantlepeice was lent, by the Man who is making their own. - Mr Egerton & Mr Walter came at ½ past 5, & the festivities began with a pr of very fine Soals. Yes, Mr Walter - for he postponed his leaving London on purpose - which did not give much pleasure at the time, any more than the circumstance from which it rose, his calling on Sunday & being asked by Henry to take the family dinner on that day, which he did - but it is all smooth'd over now; - & she likes him very well. - At ½ past 7 arrived the Musicians in two Hackney coaches, & by 8 the lordly Company began to appear. Among the earliest were George & Mary Cooke, & I spent the greatest part of the eveng very pleasantly with them. - The Drawg room being soon hotter than we liked, we placed ourselves in the connecting Passage, which was comparatively cool, & gave us all the advantage of the Music at a pleasant distance, as well as that of the first veiw of every new comer. - I was quite surrounded by acquaintance, especially Gentlemen; & what with Mr Hampson, Mr Seymour, Mr W. Knatchbull, Mr Guillemarde, Mr Cure, a Capt Simpson, brother to the Capt Simpson, besides Mr Walter & Mr Egerton, in addition to the Cookes & Miss Beckford & Miss Middleton, I had quite as much upon my hands as I could do. - Poor Miss B. has been suffering again from her old complaint, & looks thinner than ever. She certainly goes to Cheltenham the beginning of June. We were all delight & cordiality of course. Miss M. seems very happy, but has not beauty enough to figure in London. - Including everybody we were 66 - which was considerably more than Eliza had expected, & quite enough to fill the Back Drawg room, & leave a few to be scattered about in the other, & in the passage. - The Music was extremely good. It opened (tell Fanny) with "Prike pe Parp pin praise pof Prapela" - & of the other Glees I remember, "In Peace Love tunes", "Rosabelle", "The red cross Knight", & "Poor Insect." Between the Songs were Lessons on the Harp, or Harp & Piano Forte together - & the Harp Player was Wiepart, whose name seems famous, tho' new to me. - There was one female singer, a short Miss Davis all in blue, bringing up for the Public Line, whose voice was said to be very fine indeed; & all the Performers gave great satisfaction by doing what they were paid for, & giving themselves no airs. - No Amateur could be persuaded to do anything. - The House was not clear till after 12. - If you wish to hear more of it, you must put your questions, but I seem rather to have exhausted than spared the subject. - This said Capt. Simpson told us, on the authority of some other Captn just arrived from Halifax, that Charles was bringing the Cleopatra home, & that she was probably by this time in the Channel - but as Capt. S. was certainly in liquor, we must not quite depend on it. - It must give one a sort of expectation however, & will prevent my writing to him any more. - I would rather he shd not reach England till I am at home, & the Steventon party gone. My Mother & Martha both write with great satisfaction of Anna's behaviour. She is quite an Anna with variations - but she cannot have reached her last, for that is always the most flourishng & shewey - she is at about her 3d or 4th which are generally simple & pretty. - Your Lilacs are in leaf, ours are in bloom. - The Horse chesnuts are quite out, & the Elms almost. - I had a pleasant walk in Kensington Gs on Sunday with Henry, Mr Smith & Mr Tilson - everything was fresh & beautiful. - We did go to the play after all on Saturday, we went to the Lyceum, & saw the Hypocrite, an old play taken from Moliere's Tartuffe, & were well entertained. Dowton & Mathews were the good actors. Mrs Edwin was the Heroine - & her performance is just what it used to be. - I have no chance of seeing Mrs Siddons. - She did act on Monday, but as Henry was told by the Boxkeeper that he did not think she would, the places, & all thought of it, were given up. I should particularly have liked seeing her in Constance, & could swear at her with little effort for disappointing me. - Henry has been to the Watercolour Exhibition, which open'd on Monday, & is to meet us there again some morng.- If Eliza cannot go - (& she has a cold at present) Miss Beaty will be invited to be my companion. - Henry leaves Town on Sunday afternoon - but he means to write soon himself to Edward - & will tell his own plans. - The Tea is this moment setting out. - Do not have your cold muslin unless you really want it, because I am afraid I cd not send it to the Coach without giving trouble here. - Eliza caught her cold on Sunday in our way to the D'Entraigues; - the Horses actually gibbed on this side of Hyde Park Gate - a load of fresh gravel made it a formidable Hill to them, and they refused the collar; - I beleive there was a sore shoulder to irritate. - Eliza was frightened, & we got out - & were detained in the Eveng air several minutes. - The cold is in her chest - but she takes care of herself, & I hope it may not last long. - This engagement prevented Mr Walter's staying late - he had his coffee & went away. - Eliza enjoyed her eveng very much & means to cultivate the acquaintance - & I see nothing to dislike in them, but their taking quantities of snuff. - Monsieur the old Count, is a very fine looking man, with quiet manners, good enough for an Englishman - & I beleive is a Man of great Information & Taste. He has some fine Paintings, which delighted Henry as much as the Son's music gratified Eliza - & among them, a Miniature of Philip 5. of Spain, Louis 14.s Grandson, which exactly suited my capacity. - Count Julien's performance is very wonderful. We met only Mrs Latouche & Miss East - & we are just now engaged to spend next Sunday Eveng at Mrs L.s - & to meet the D'Entraigues; - but M. le Comte must do without Henry. If he wd but speak english, I would take to him. - Have you ever mentioned the leaving off Tea to Mrs K.? - Eliza has just spoken of it again. - The Benefit she has found from it in sleeping, has been very great. - I shall write soon to Catherine to fix my day, which will be Thursday. - We have no engagements but for Sunday. Eliza's cold makes quiet adviseable. - Her party is mentioned in this morning's paper. I am sorry to hear of poor Fanny's state. - From that quarter I suppose is to be the alloy of her happiness. - I will have no more to say.-

Yrs affecly J. A.

Give my Love particularly to my God-daughter.

Miss Austen
Edwd Austen Esqre
Godmersham Park
Faversham

71
(giovedì 25 aprile 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Sloane Street giovedì 25 aprile.

Mia carissima Cassandra

Posso ricambiare il complimento ringraziandoti per l'inaspettato piacere della tua Lettera di ieri, e dato che mi piacciono i piaceri inaspettati, ne sono stata molto felice; E inoltre, non hai bisogno di scusarti in alcun modo della tua Lettera, perché è tutta bellissima, ma spero non troppo bella per non essere scritta di nuovo, o per scriverne di simili. Credo che Edward non abbia da soffrire ancora a lungo per il caldo; dando un'occhiata stamattina sospetto che il tempo stia volgendo a un più balsamico Nordest. Qui ha fatto molto caldo, come puoi immaginare, dato che è stato così caldo da voi, ma io non ne ho sofferto affatto, né l'ho avvertito a un grado tale da farmi pensare che fosse lo stesso in Campagna. Tutti parlavano del caldo, ma io pensavo che riguardasse solo Londra. - Ho la gioia di annunciarti un nuovo nipote, (1) e spero che se mai dovesse essere impiccato, non accadrà finché non saremo troppo vecchie per preoccuparcene. - È un bel sollievo che sia finito tutto così bene e rapidamente. Per le signorine Curling dev'essere un duro lavoro scrivere così tante lettere, ma la novità dovrebbe renderglielo ben accetto; - La mia era di Miss Eliza, e dice che mio Fratello forse arriverà domani. - No davvero, non sono mai troppo occupata da non pensare a S&S. (2) Non posso scordarmelo, più di quanto una madre possa scordarsi di allattare un figlio; e ti sono molto grata per il tuo interessamento. Ho ricevuto due fogli da correggere, ma l'ultimo ci conduce solo alla prima apparizione di W. (3) Mrs K. si rammarica in maniera molto lusinghiera di dover aspettare fino a maggio, ma io a malapena spero che esca a giugno. - Henry non lo trascura; ha sollecitato il Tipografo, e dice che lo vedrà di nuovo domani. - Il lavoro non si fermerà durante la sua assenza, sarà mandato a Eliza. Le Rendite restano quelle che erano, ma se posso cercherò di modificarle. (4) - Sono molto compiaciuta dell'interesse di Mrs K. per il libro; e qualunque possa esserne l'esito per la stima che ha di me, vorrei sinceramente che la sua curiosità potesse essere soddisfatta prima di quanto sia probabile al momento. Credo che le piacerà la mia Elinor, ma non posso basami su null'altro. Il ricevimento è andato benissimo. Naturalmente è stato preceduto da molte ansie, molta agitazione e molti malumori, ma alla fine è andato tutto bene. Le sale erano addobbate con fiori ecc., e avevano un aspetto molto carino. - Lo specchio per la mensola del camino è stato preso in prestito, dallo stesso che lo sta facendo per loro. - Mr Egerton e Mr Walter sono arrivati alle 5 e ½; e la festa è cominciata con un paio di ottime Sogliole. Sì, Mr Walter - perché ha rimandato apposta la partenza da Londra - il che al momento non ha fatto molto piacere, come la circostanza che aveva provocato la decisione, la sua visita di domenica e l'invito che gli era stato rivolto da Henry per una cena in famiglia, che aveva accettato - ma ora è tutto sistemato; e a lei piace moltissimo. Alle 7 e ½ sono arrivati i Musicisti con due Carrozze a nolo, e verso le 8 i nobili (5) Ospiti hanno cominciato ad apparire. Tra i primi c'erano George e Mary Cooke, e io ho passato con molto piacere gran parte della serata con loro. - Dato che il Salotto aveva cominciato a essere troppo caldo per i nostri gusti, ci siamo messi nell'Anticamera, che in confronto era più fresca, e aveva il vantaggio di tenere la Musica a una distanza di sicurezza, oltre a permettere di vedere per primi ogni nuovo arrivo. - Io ero completamente circondata da conoscenti, in particolare Signori; e con Mr Hampson, Mr Seymour, Mr W. Knatchbull, Mr Guillemarde, Mr Cure, un Cap. Simpson, fratello del Cap. Simpson, oltre a Mr Walter e Mr Egerton, in aggiunta ai Cooke a Miss Beckford e a Miss Middleton, ne avevo così tanti a disposizione da non sapere quasi a chi dar retta. La povera Miss B. ha sofferto di nuovo del suo vecchio disturbo, ed è più magra che mai. Sicuramente andrà a Cheltenham all'inizio di giugno. Naturalmente eravamo tutti simpatia e cordialità. Miss M. sembra molto felice, ma non è bella abbastanza per figurare a Londra. - In tutto eravamo 66 - molti di più di quanto si aspettasse Eliza, e tanti abbastanza da riempire il Salotto sul retro, e lasciarne qualcuno sparso nell'altro, e nell'Anticamera. - La Musica era ottima. Hanno aperto (dillo a Fanny) con "Prike pe Parp pin praise pof Prapela" (6) - e degli altri Pezzi vocali ricordo, "In Peace Love tunes", "Rosabelle", "The red cross Knight", e "Poor Insect". (7) Tra una Canzone e l'altra c'erano Pezzi per Arpa, o per Arpa e Pianoforte - e l'Arpista era Wiepart, (8) il cui nome sembra sia famoso, anche se per me era nuovo. - C'era una cantante, una certa Miss Davis, bassina e tutta in azzurro, che si sta preparando per esibirsi in Teatro, la cui voce è considerata molto bella; e tutti gli Esecutori sono stati molto apprezzati facendo quello per cui erano stati pagati, e senza darsi tante arie. - Nessun Dilettante si è lasciato convincere a esibirsi. - La Casa non si è svuotata fino a dopo mezzanotte. - Se vuoi saperne di più, chiedi pure, ma mi sembra piuttosto di aver ecceduto più che lesinato nei particolari. - Quel Cap. Simpson ci ha detto, citando un qualche altro capitano appena arrivato da Halifax, che Charles stava conducendo la Cleopatra a casa, e che in quel momento si trovava probabilmente nella Manica - ma dato che il Cap. S. era sicuramente sbronzo, non dobbiamo farci troppo affidamento. - Comunque la notizia ci dà qualche speranza, e mi eviterà di scrivergli ancora. - Preferirei che non arrivasse in Inghilterra fino a quando non sarò a casa, e gli ospiti di Steventon non se ne saranno andati. La Mamma e Martha scrivono entrambe di essere molto soddisfatte del comportamento di Anna. È proprio una Anna con variazioni - ma non può essere arrivata all'ultima, perché è sempre la più lussureggiante e appariscente - sarà circa alla 3ª o 4ª che sono generalmente semplici e graziose. - I tuoi Lillà stanno mettendo le foglie, i nostri sono in fiore. - Gli Ippocastani sono completamenti sbocciati, e gli Olmi quasi. - Domenica ho fatto una bella passeggiata nei Kensigton Gardens con Henry, Mr Smith e Mr Tilson - Tutto era fiorente e bello. - Alla fine sabato a teatro ci siamo andati, siamo stati al Lyceum, e abbiamo visto Hypocrite, un vecchio lavoro tratto dal Tartuffe di Molière, (9) e ci siamo divertiti molto. Dowton e Mathews erano i buoni. Mrs Edwin era l'Eroina - e la sua interpretazione è stata la solita. - Non ho nessuna possibilità di vedere Mrs Siddons. - ha recitato lunedì, ma siccome l'addetto ai palchi aveva detto a Henry che non pensava si sarebbe esibita, i posti, e i progetti di andare, erano stati abbandonati. Mi sarebbe particolarmente piaciuto vederla in Constance, (10) e non ho avuto remore a prendermela con lei per la delusione. - Henry è stato a una mostra di Acquerelli, che si è aperta lunedì, e ci riandremo insieme una mattine di queste. - Se Eliza non potesse venire - (e al momento ha un raffreddore) inviteremo Miss Beaty per farmi compagnia. - Henry parte da Londra domenica pomeriggio - ma ha intenzione di scrivere presto lui stesso a Edward - e gli esporrà i suoi piani. - Il Tè è pronto per partire in questo momento. - Non avrai la tua mussolina colorata a meno che tu non ne abbia veramente bisogno, perché temo di non poterla mandare alla Diligenza senza dare disturbo qui. - Eliza si è presa il raffreddore domenica quando siamo andati dai D'Entraigues; - i Cavalli infatti si sono impuntati da questo lato dell'Hyde Park Gate - un carico di ghiaia fresca aveva formato un Monticello arduo per loro, e rifiutavano di muoversi; - credo che ci fosse anche una spalla infiammata a irritarli. - Eliza si è impaurita, e siamo scese - e per diversi minuti ci siamo esposte all'aria della Sera. - È un raffreddore di petto - ma lei si riguarda, e spero che non duri a lungo. - Questo impegno ha impedito a Mr Walter di trattenersi fino a tardi - ha preso il caffè e se n'è andato. - Eliza è rimasta molto contenta della serata e ha intenzione di coltivare l'amicizia - e io non trovo nulla da ridire su di loro, tranne il fiutare una gran quantità di tabacco. - Monsieur il vecchio Conte, è un uomo dall'aria molto elegante, con modi riservati, degni di un Inglese - e credo sia molto ben informato e di Buongusto. Ha dei bei Dipinti, che hanno deliziato Henry quanto la musica del Figlio ha soddisfatto Eliza - e fra questi, una Miniatura di Filippo V di Spagna, il Nipote di Luigi XIV, perfettamente rispondente ai miei gusti. - L'esibizione del Conte Julien è stata davvero eccezionale. Abbiamo incontrato solo Mrs Latouche e Miss East - e ora siamo impegnate per la Sera di domenica prossima da Mrs L. - con i D'Entraigues; - ma M. le Comte dovrà fare a meno di Henry. Se solo parlasse inglese, mi occuperei io di lui. - Hai mai accennato a Mrs K. di smettere di prendere il tè? - Eliza me ne ha appena riparlato. - Il Beneficio che lei ne ha ricavato per dormire, è stato grandissimo. - Scriverò presto a Catherine per fissare il giorno, che sarà giovedì. - Non abbiamo impegni se non per domenica. Per il raffreddore di Eliza è opportuno starsene tranquilli. - Il suo ricevimento è menzionato nel giornale di stamattina. (11) Mi dispiace sapere delle condizioni della povera Fanny. Immagino che sia quell'ambiente a turbare la sua felicità. - Non dirò una parola di più. -

Con affetto, tua J. A.

Un saluto speciale con tanto affetto alla mia Figlioccia.



(1) Il 21 aprile era nato, a Portsmouth, Henry-Edgar, figlio di Frank Austen.

(2) Sense and Sensibility (Ragione e sentimento), il primo romanzo pubblicato da JA, che uscirà a novembre di quell'anno.

(3) Willoughby, che appare per la prima volta nel vol. I, cap. 9.

(4) Nel romanzo il patrimonio che resta alla moglie e alle figlie dopo la morte di Mr Dashwood ammonta a diecimila sterline (settemila lasciate da Mr Dashwood alla moglie e tremila dallo zio come eredità alle figlie), corrispondenti a una rendita annua di 400/500 sterline.

(5) L'aggettivo "lordly" è scritto molto stretto sul margine della pagina, e potrebbe essere letto anche come "lowly" (modesti, ma anche semplici, comuni).

(6) Il verso esatto è "Strike the harp in praise of Bragela" e Le Faye ci informa che "JA e la nipote Fanny usavano tra loro un linguaggio scherzoso, sostituendo l'inizio di ogni parola con una P." Nella lettera successiva c'è una frase scritta nello stesso modo.

(7) Chapman ha rintracciato, tramite un certo Mr Archibald Jacob che ringrazia delle note, le fonti dei pezzi: "Strike the harp in praise of my love", di Sir Henry Rowley Bishop (1786-1855) - il verso trascritto da JA con le iniziali storpiate è il terzo -; "In peace love tunes the shepherd's reed", di J. Attwood (il testo dovrebbe essere di Walter Scott, visto che c'è una poesia, "Love", che inizia con questo verso); "Rosabelle", "The Red Cross Knight", e "The May Fly" - il cui verso iniziale è "Poor insect, poor insect", tutti e tre di John Well Callcott (1766-1821).

(8) Ho trovato citato "Mr Wieppart" come arpista in alcuni spartiti elencati in Catalogue of Printed Music Published Between 1487 and 1800 Now in the British Museum, di William Barclay Squire, 1912, vol. II, pagg. 397 e 399.

(9) The Hipocrite, di Isaac Bickerstaffe (c.1735-c.1782), era una commedia del 1768 ricavata dall'adattamento del Tartufo di Colley Cibber (1671-1757), rappresentato nel 1717 con il titolo The Nonjuror.

(10) Personaggio del Re Giovanni di Shakespeare.

(11) Il Morning Post del 25 aprile riportava: "Martedì, Mrs. H. AUSTIN [sic] ha dato un ricevimento musicale nella sua casa di Sloane Street".

72
(Tuesday 30 April 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Sloane St Tuesday.

My dear Cassandra

I had sent off my Letter yesterday before Yours came, which I was sorry for; but as Eliza has been so good as to get me a frank, your questions shall be answered without much further expense to you. - The best direction to Henry at Oxford will be, The Blue Boar, Cornmarket. - I do not mean to provide another trimming for my Pelisse, for I am determined to spend no more money, so I shall wear it as it is, longer than I ought, & then - I do not know. - My head dress was a Bugle band like the border to my gown, & a flower of Mrs Tilson's. - I depended upon hearing something of the Eveng from Mr W. K. & am very well satisfied with his notice of me. "A pleasing looking young woman"; - that must do; - one cannot pretend to anything better now - thankful to have it continued a few years longer! - It gives me sincere pleasure to hear of Mrs Knight's having had a tolerable night at last - but upon this occasion I wish she had another name, for the two Nights jingle very much. - We have tried to get Self-controul, but in vain. - I should like to know what her Estimate is - but am always half afraid of finding a clever novel too clever - & of finding my own story and my own people all forestalled. Eliza has just recd a few lines from Henry to assure her of the good conduct of his Mare. He slept at Uxbridge on Sunday, & wrote from Wheatfield. - We were not claimed by Hans place yesterday, but are to dine there today. - Mr Tilson called in the eveng - but otherwise we were quite alone all day, & after having been out a good deal, the change was very pleasant. - I like your opinion of Miss Allen much better than I expected, & have now hopes of her staying a whole twelvemonth. - By this time I suppose she is hard at it, governing away - poor creature! I pity her, tho' they are my neices. Oh! yes, I remember Miss Emma Plumbtree's Local consequence perfectly. - "I am in a Dilemma, for want of an Emma,"

"Escaped from the Lips, of Henry Gipps." -

But really, I was never much more put to it, than in contriving an answer to Fanny's former message. What is there to be said on the subject? - Pery pell - or pare pey? or po. - or at the most, Pi pope pey pike pit. - I congratulate Edward on the Weald of Kent Canal-Bill being put off till another Session, as I have just had the pleasure of reading. There is always something to be hoped from Delay.-

"Between Session & Session"

"The first Prepossession"

"May rouse up the Nation"

"And the villainous Bill"

"May be forced to lie Still"

"Against Wicked Men's will."

There is poetry for Edward & his Daughter. I am afraid I shall not have any for you. - I forgot to tell you in my last, that our cousin Miss Payne called in on Saturday & was persuaded to stay dinner. - She told us a great deal about her friend Lady Cath. Brecknell, who is most happily married - & Mr Brecknell is very religious, & has got black Whiskers. - I am glad to think that Edwd has a tolerable day for his drive to Goodnestone, & very glad to hear of his kind promise of bringing you to Town. I hope everything will arrange itself favourably. The 16th is now to be Mrs Dundas's day. - I mean, if I can, to wait for your return, before I have my new Gown made up - from a notion of their making up to more advantage together - & as I find the Muslin is not so wide as it used to be, some contrivance may be necessary. - I expect the Skirt to require one half breadth cut in gores, besides two whole breadths. -

Eliza has not yet quite resolved on inviting Anna - but I think she will. - Yours very affecly

Jane.

72
(martedì 30 aprile 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Sloane Street martedì.

Mia cara Cassandra

Ieri avevo spedito la mia Lettera prima che arrivasse la Tua, e mi è dispiaciuto averlo fatto; ma siccome Eliza è stata così buona da procurarmi un'affrancatura, le tue domande avranno risposta senza ulteriori spese per te. - L'indirizzo migliore per Henry a Oxford sarà The Blue Boar, Cornmarket. (1) Non ho intenzione di aggiungere altre guarnizioni al mio Mantello, perché ho deciso di non spendere altri soldi, quindi me lo metterò così com'è, più a lungo del dovuto, e poi - si vedrà. - In testa mi sono messa una fettuccia di Perline come quella del bordo del vestito, e un fiore come quello di Mrs Tilson. - Contavo di venire a sapere qualcosa della Serata da Mr W. K. (2) e sono molto soddisfatta di quanto ha detto di me. - "Una signorina con un aspetto molto piacevole"; è quanto basta; - di questi tempi non si può pretendere di più - con la speranza che continui qualche anno ancora! - Mi ha fatto sinceramente piacere sentire che Mrs Knight abbia finalmente avuto una notte discreta - ma con l'occasione avrei voluto che avesse un altro nome, perché due Notti suonerebbe molto meglio. (3) - Abbiamo provato a procurarci Self-controul, (4) ma invano. - Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensa lei - ma temo sempre che un romanzo intelligente possa essere troppo intelligente - e che la mia storia e i miei personaggi siano del tutto prevedibili. Eliza ha appena ricevuto qualche rigo da Henry che l'ha rassicurata circa l'ottimo comportamento della sua Cavalla. Domenica ha dormito a Uxbridge, e scriveva da Wheatfield. - Ieri non abbiamo ricevuto inviti da Hans place, ma oggi ceneremo là. - In serata è venuto Mr Tilson - ma per il resto siamo state da sole tutto il giorno, e dopo essere state fuori un bel po', il cambiamento è stato molto piacevole. - La tua opinione su Miss Allen mi piace più di quanto mi aspettassi, e adesso nutro la speranza che resti un intero anno. - In questo momento immagino che per lei sia difficile, imporre delle regole - poverina! La compatisco, anche se sono le mie nipoti. Oh! sì, mi rammento perfettamente dell'importanza Locale di Miss Emma Plumbtree. - "Sono in un Dilemma, in mancanza di una Emma,"

"Sfuggita dalle Labbra, a Henry Gipps." - (5)

Ma parlando sul serio, non mi ci sono mai dedicata molto, oltre a escogitare una risposta al messaggio precedente di Fanny. Che c'è da dire su un argomento del genere? - Penissimo - o pono poro? o po - o al massimo, Pero pe a poro pada pene. (6) - Mi congratulo con Edward per il rinvio a un'altra Sessione del Pagamento per il Canale nelle campagne del Kent, come ho appena avuto il piacere di leggere. C'è sempre qualcosa da sperare in una Proroga. -

"Tra Sessione e Sessione"

"La prima Opposizione"

"Può svegliare la Nazione"

"E l'infame Pagamento"

"Sperar nel Malcontento"

"Per l' iniquo Impoverimento."

È una poesia per Edward e la Figlia. Temo di non averne nessuna per te. - Nell'ultima lettera ho dimenticato di dirti, che sabato è venuta nostra cugina Miss Payne e l'abbiamo convinta a restare a pranzo. - Ci ha parlato molto della sua amica Lady Cath. Brecknell, che è felicemente sposata - e di Mr Brecknell che è molto religioso, e porta i Favoriti neri. - Mi fa piacere pensare che Edward abbia una giornata discreta per il suo viaggio a Goodnestone, e mi fa molto piacere sentire della sua gentile promessa di portarti a Londra. Spero che tutto si sistemerà nel migliore dei modi. Ora sembra che il giorno di Mrs Dundas sarà il 16. (7) - Ho intenzione, se posso, di aspettare il tuo ritorno, prima di farmi fare il Vestito nuovo - perché ho idea che sarebbe meglio parlarne insieme - e poiché credo che la Mussolina non sia larga come al solito, potrebbe essere necessario qualche stratagemma. - Mi aspetto che la Gonna abbia bisogno di una mezza larghezza tagliata a gheroni, oltre a due larghezze intere. -

Eliza non si è ancora decisa a invitare Anna - ma credo che lo farà. - Con tanto affetto, tua

Jane.



(1) "The Blue Boar" (Il Cinghiale Azzurro) era evidentemente una locanda nei pressi del mercato di Oxford, dove una delle vie adiacenti a Cornmarket Street si chiama Blue Boar Street.

(2) Il ricevimento dato da Eliza il 23 aprile (vedi la lettera precedente), al quale aveva partecipato anche Wyndham Knatchbull.

(3) Qui JA gioca con il cognome di Mrs Knight e "night, nights" (notte, notti).

(4) Self-Control, a Novel (1810), di Mary Brunton (1778-1818).

(5) Emma Plumptre e il rev. Henry Gipps si fidanzarono il 18 settembre 1811 e si sposarono l'anno successivo. Nel verso originale "Escaped from the Lips, of Henry Gipps." c'è la rimalmezzo come in quello precedente.

(6) Lo stesso cambio di iniziale che JA aveva usato nella lettera precedente (vedi la nota 6). Qui l'originale "Pery pell - or pare pey? or po. - or at the most, Pi pope pey pike pit." va letto come "Very well - or are they? or no - or at the most, I hope they like it." Nella traduzione (Benissimo - o sono loro? o no - o al massimo, Spero che a loro vada bene.) ho usato lo stesso sistema.

(7) Forse qui JA si riferisce al viaggio a Londra di Mrs Dundas con Martha Lloyd, del quale aveva parlato nella L67.

73
(Wednesday 29 May 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Chawton Wednesday May 29.

It was a mistake of mine, my dear Cassandra, to talk of a 10th child at Hamstall; I had forgot there were but 8 already. - Your enquiry after my Uncle and Aunt were most happily timed, for the very same post brought an account of them. They are again at Gloucester House, enjoying fresh air, which they seem to have felt the want of in Bath, & are tolerably well - but not more than tolerable. My Aunt does not enter into particulars, but she does not write in spirits, & we imagine that she has never entirely got the better of her disorder in the Winter. - Mrs Welby takes her out airing in her Barouche, which gives her a headache - a comfortable proof I suppose of the uselessness of the new Carriage when they have got it. - You certainly must have heard, before I can tell you, that Col. Orde has married our cousin, Margt Beckford, the Marchss of Douglas's sister. The Papers say that her Father disinherits her, but I think too well of an Orde, to suppose that she has not a handsome Independence of her own. - The Chicken are all alive, and fit for the Table - but we save them for something grand. - Some of the Flower seeds are coming up very well - but your Mignionette makes a wretched appearance. - Miss Benn has been equally unlucky as to hers; She had seed from 4 different people, & none of it comes up. Our young Piony at the foot of the Fir tree has just blown & looks very handsome; & the whole of the Shrubbery Border will soon be very gay with Pinks and Sweet Williams, in addition to the Columbines already in bloom. The Syringas, too, are coming out. - We are likely to have a great crop of Orleans plumbs - but not many greengages - on the standard scarcely any - three or four dozen, perhaps against the wall. I beleive I told you differently when I first came home, but I can now judge better than I could then. - I have had a medley & satisfactory Letter this morng from the Husband and Wife at Cowes; - & in consequence of what is related of their plans, we have been taking over the possibility of inviting them here, in their way from Steventon - which is what one should wish to do, & is I daresay what they expect; but supposing Martha to be at home, it does not seem a very easy thing to accommodate so large a party. - My Mother offers to give up her room to Frank and Mary - but there will then be only the Best, for two Maids and three Children. - They go to Steventon about ye 22d - and I guess (for it is quite a guess) will stay there from a fortnight to three weeks. - I must not venture to press Miss Sharpe's coming at present; - we may hardly be at liberty before August. - Poor John Bridges! we are very sorry for his situation, & for the distress of the Family. Lady B. is in one way severely tried. - And our own dear Brother suffers a great deal I dare say on the occasion. - I have not much to say of ourselves. Anna is nursing a cold caught in the Arbour at Faringdon, that she may be able to keep her engagement to Maria M. this evening, when I suppose she will make it worse. - She did not return from Faringdon till Sunday, when Ht B. walked home with her, & drank tea here. - She was with the Prowtings almost all Monday; - she went to learn to make feather Trimmings of Miss Anna, & they kept her to dinner - which was rather lucky, as we were called upon to meet Mrs & Miss Terry the same eveng at the Digweeds - & tho' Anna was of course invited to, I think it always safest to keep her away from the family, lest she shd be doing too little or too much. Mrs Terry, Mary & Robert, with my Aunt Harding & her Daughter came from Dummer for a day & a night - all very agreable and very much delighted with the new House, and with Chawton in general. - We sat upstairs - and had Thunder and Lightning as usual. I never knew such a Spring for Thunder storms as it has been! - Thank God! - we have had no bad ones here. - I thought myself in luck to have my uncomfortable feelings shared by the Mistress of the House, as that procured Blinds & Candles. - It had been excessively hot the whole day. - Mrs Harding is a goodlooking woman, but not much like Mrs Toke, inasmuch as she is very brown & has scarcely any teeth; - she seems to have some of Mrs Toke's civility, but does not profess being so silly. - Miss H. is an elegant, pleasing, pretty looking girl, about 19 I suppose, or 19 & ½, or 19 & ¼, with flowers in her head, & music at her finger ends. - She plays very well indeed. I have seldom heard anybody with more pleasure. - They were at Godington 4 or 5 years ago; my cousin Flora Long was there last year. My name is Diana. How does Fanny like it? - What a change in the weather! - We have a fire again now.

Harriet Benn sleeps at the Gt House tonight & spends tomorrow with us; & the plan is that we should all walk with her to drink tea at Faringdon, for her Mother is now recovered, but the state of the weather is not very promising at present. - Miss Benn has been returned to her Cottage since the beginning of last week, & has now just got another girl; - she comes from Alton. - For many days Miss B. had nobody with her but her neice Elizth - who was delighted to be her visitor & her maid. They both dined here on Saturday while Anna was at Faringdon; & last night, an accidental meeting & a sudden impulse produced Miss Benn and Maria Middleton at our Tea Table. - If you have not heard, it is very fit you should, that Mr Harrison has had the Living of Fareham given him by the Bishop, & is going to reside there; - And now it is said that Mr Peach (beautiful Wiseacre) wants to have the Curacy of Overton; & if he does leave Wootton, James Digweed wishes to go there. - Fare you well. - Yours affecly

J. Austen

The Chimneys at the Gt House are done. Mr Prowting has opened a Gravel pit, very conveniently for my Mother, just at the mouth of the approach to his House - but it looks a little as if he meant to catch all his company. Tolerable Gravel. -

Miss Austen
Godmersham Park
Faversham
Kent

73
(mercoledì 29 maggio 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Chawton mercoledì 29 maggio.

È stato uno sbaglio dei miei, mia cara Cassandra, parlare di un 10° figlio a Hamstall; avevo dimenticato che già ce n'erano solo 8. (1) - Le tue domande sullo Zio e la Zia sono capitate nel momento migliore, visto che nella stessa posta ho ricevuto loro notizie. Sono ancora a Gloucester House, (2) a godersi l'aria fresca, di cui sembra abbiano sentito la mancanza a Bath, e stanno discretamente bene - ma non più di discretamente. La Zia non entra in particolari, ma non scrive con spirito vivace, e noi presumiamo che non si sia interamente rimessa dall'indisposizione di questo Inverno. - Mrs Welby la porta fuori a prendere aria sul suo Calesse, il che le procura mal di testa - un'adeguata dimostrazione immagino dell'inutilità della nuova Carrozza ora che ce l'hanno. - Avrai certamente saputo, prima che te lo dica io, che il Col. Orde ha sposato nostra cugina, Margaret Beckford, (3) la sorella della Marchesa di Douglas. I Giornali dicono che il Padre l'ha diseredata, ma ho troppa stima di un Orde, per credere che lei non abbia una considerevole Indipendenza economica per conto suo. - I Polli sono tutti vivi, e pronti per la Tavola - ma li conserviamo per qualcosa di speciale. - Alcuni semi di Fiori stanno spuntando molto bene - ma la tua Reseda fa una pessima figura. - Miss Benn è stata ugualmente sfortunata con i suoi; ha avuto i semi da 4 persone diverse, e nessuno è spuntato. La nostra giovane Peonia ai piedi dell'Abete è appena fiorita e ha un bellissimo aspetto, e tutti i Cespugli ai bordi saranno molto allegri con i Garofani grandi e quelli a mazzetti, in aggiunta alle Aquilegie già in fiore. Stanno spuntando anche i Lillà. - Probabilmente avremo un cospicuo raccolto di Prugne rosse - ma non molte di quelle verdi - sull'albero quasi nessuna - tre o quattro dozzine, forse attaccate al muro. Credo di averti detto cose diverse quando ero appena arrivata, ma ora posso giudicare meglio di allora. - Stamattina ho ricevuto una Lettera eterogenea ed esauriente da Marito e Moglie di Cowes; - e a seguito di quello che dicono dei loro piani, stiamo valutando la possibilità di invitarli qui, di ritorno da Steventon - cosa che vorremmo fare, e immagino sia ciò che si aspettano; ma se Martha sarà a casa, non sembra molto semplice trovare posto per così tanti ospiti. - La Mamma è disposta a cedere la sua camera a Frank e Mary - ma in questo modo resterà solo la Camera migliore, per due Cameriere e tre Bambini. - Andranno a Steventon verso il 22 - e suppongo (perché è solo una supposizione) che resteranno lì per due o tre settimane. - Per il momento non devo azzardarmi a insistere per far venire Miss Sharpe; - difficilmente riusciremo a essere libere prima di agosto. - Povero John Bridges! ci dispiace molto per la sua situazione, e per l'angoscia della Famiglia. Lady B. è per un verso messa a dura prova. - E immagino che il nostro caro Fratello soffra molto per questa situazione. (4) - Di noi non ho molto da dire. Anna si sta curando un raffreddore preso nella Pergola di Faringdon, per essere in grado di mantenere il suo impegno di stasera con Maria M., che suppongo lo farà peggiorare. - Non è tornata da Faringdon se non domenica, quando l'ha accompagnata Ht B., che ha preso il tè con noi. - È stata con i Prowting per quasi tutto lunedì; - è andata per imparare da Miss Anna a fare le Guarnizioni di piume, e l'hanno trattenuta a pranzo - il che è stata una fortuna, dato che noi la stessa sera eravamo state invitate dai Digweed per incontrare Mrs e Miss Terry - e anche se naturalmente Anna era stata invitata, credo sia sempre meglio mantenerla lontana da quella famiglia, per paura che possa fare troppo o troppo poco. (5) Mrs Terry, Mary e Robert, con la Zia Harding (6) e la Figlia sono venuti da Dummer per un giorno e una notte - tutti molto simpatici e assolutamente incantati dalla nuova Casa, e da Chawton in generale. - Ci siamo messi al piano di sopra - e ci sono stati Tuoni e Fulmini come al solito. Non ho mai visto una Primavera con Temporali come in questa! - Grazie a Dio! - qui non abbiamo avuto inconvenienti. - Devo ritenermi fortunata per il fatto che la Padrona di Casa condividesse il mio senso di disagio, visto che a ciò si deve la presenza di Tende e Candele. - Era stato troppo caldo per tutto il giorno. - Mrs Harding è una donna di bell'aspetto, ma non come Mrs Toke, giacché ha la carnagione molto scura ed è senza denti; - sembra possedere la stessa gentilezza di Mrs Toke, ma non dimostra di essere così stupida. - Miss H. è una ragazza dall'aspetto elegante, attraente e graziosa, di circa 19 anni suppongo, o 19 e ½, o 19 e ¼, con fiori tra i capelli, e musica sulla punta delle dita. - Suona davvero molto bene. Raramente ho ascoltato qualcuno con più piacere. - Erano a Godington 4 o 5 anni fa; la cugina Flora Long era lì l'anno scorso. Il mio nome è Diana. (7) Piace a Fanny? - Come cambia il tempo! - Ora abbiamo di nuovo il fuoco acceso.

Stanotte Harriet Benn dorme alla Great House e domani lo passerà con noi; e il progetto è di fare una passeggiata con lei per prendere il tè a Faringdon, perché la Madre ora si è rimessa, ma lo stato del tempo al momento non è molto promettente. - Miss Benn è tornata al suo Cottage dall'inizio della settimana scorsa, e ha appena preso un'altra ragazza; - viene da Alton. - Per molti giorni Miss B. non ha avuto nessuno con lei se non la nipote Elizabeth - che era felice di essere sua ospite e sua cameriera. Sabato hanno pranzato entrambe qui mentre Anna era a Faringdon; e ieri sera, un incontro casuale e un impulso improvviso hanno portato Miss Benn e Maria Middleton al nostro Tavolino da Tè. - Se non l'hai saputo, è giusto che tu lo sappia, che Mr Harrison ha ottenuto dal Vescovo il Beneficio di Fareham, e si stabilirà lì; - E ora si dice che Mr Peach (magnifico Sapientone) vuole la Curazia di Overton; e se lascia davvero Wootton, James Digweed desidera andarci lui. - Stai bene. - Con affetto, tua

J. Austen

I Camini della Great House sono finiti. Mr Prowting ha aperto una cava di Ghiaia, molto conveniente per la Mamma, (8) proprio all'imboccatura dell'ingresso di Casa sua - ma sembra un po' come se avesse intenzione di dare la caccia a tutti i suoi ospiti. Ghiaia passabile. -



(1) Ad Hamstall Ridware abitava il rev. Edward Cooper che, in effetti, ebbe otto figli.

(2) JA si riferisce a Weymouth, resa famosa dal fratello del re, il duca di Gloucester (vedi la nota 2 alla L39).

(3) Margaret Beckford non era cugina degli Austen ma di Maria Beckford (il padre di quest'ultima era lo zio del padre di Margaret) che, insieme al cognato vedovo, John Middleton, viveva in affitto nella Great House di Chawton. Vedi la nota 3 alla L6.

(4) Marianne Bridges era morta il mese precedente, l'11 aprile, e il fratello John era gravemente malato e morirà l'anno successivo, il 13 luglio 1812. Erano entrambi figli di Lady Bridges e cognati di Edward Austen.

(5) Anna Austen, nell'inverno 1809-1810, era stata fidanzata con uno dei figli dei Terry, il rev. Michael, ma poi il fidanzamento era stato rotto; evidentemente la presenza di Anna poteva rendere imbarazzante l'incontro.

(6) JA scrive "my Aunt Harding" ma Mrs Harding era la zia dei Terry. la stessa cosa vale per il successivo "my cousin Flora Long", cugina dei Terry. Vedi la nota 3 alla L6.

(7) Qui probabilmente JA sta citando Miss Harding, che si chiamava Dyonisia come la madre e forse si presentava come "Diana".

(8) Il terreno della casa dei Prowting confinava con quello del cottage della Austen, ed era perciò comodo per Mrs Austen avere la ghiaia così vicina per i vialetti del suo giardino. Le Faye annota: "Un monticello irregolare vicino al cancello d'ingresso della casa dei Prowting è probabilmente ciò che rimane della cava."

74
(Friday 31 May 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Chawton Friday May 31st. -

My dear Cassandra

I have a magnificent project. - The Cookes have put off their visit to us; they are not well enough to leave home at present, & we have no chance of seeing them till I do not know when - probably never, in this house. This circumstance has made me think the present time would be favourable for Miss Sharp's coming to us; it seems a more disengaged period with us, than we are likely to have later in the Summer; if Frank & Mary do come, it can hardly be before the middle of July, which will be allowing a reasonable length of visit for Miss Sharpe supposing she begins it when you return; & if you & Martha do not dislike the plan, & she can avail herself of it, the opportunity of her being conveyed hither will be excellent. - I shall write to Martha by this post, & if neither You nor she make any objection to my proposal, I shall make the invitation directly - & as there is no time to lose, you must write by return of post if you have any reason for not wishing it done. - It was her intention I beleive to go first to Mrs Lloyd - but such a means of getting here may influence her otherwise. - We have had a Thunder storm again this morng. Your Letter came to comfort me for it. - I have taken your hint, slight as it was, & have written to Mrs Knight, & most sincerely do I hope it will not be in vain. I cannot endure the idea of her giving away her own wheel, & have told her no more than the truth, in saying that I could never use it with comfort; - I had a great mind to add that if she persisted in giving it, I would spin nothing with it but a Rope to hang myself - but I was afraid of making it appear a less serious matter of feeling than it really is. - I am glad you are so well yourself, & wish everybody else were equally so. - I will not say that your Mulberry trees are dead, but I am afraid they are not alive. We shall have pease soon - I mean to have them with a couple of Ducks from Wood Barn & Maria Middleton towards the end of next week. - From Monday to Wednesday Anna is to be engaged at Faringdon, in order that she may come in for the Gaieties of Tuesday (ye 4th), on Selbourne Common, where there are to be Volunteers & Felicities of all kinds. Harriot B. is invited to spend the day with the John Whites, & her Father & Mother have very kindly undertaken to get Anna invited also. - Harriot and Eliz. dined here yesterday, & we walked back with them to Tea; - not my Mother - she has a cold which affects her in the usual way, & was not equal to the walk. - She is better this morng & I hope will soon physick away the worst part of it. - It has not confined her; she has got out every day that the weather has allowed her. - Poor Anna is also suffering from her cold which is worse today, but as she has no sore throat I hope it may spend itself by Tuesday. She had a delightful Eveng with the Miss Middletons - Syllabub, Tea, Coffee, Singing, Dancing, a Hot Supper, eleven o'clock, everything that can be imagined agreable. - She desires her best Love to Fanny, & will answer her letter before she leaves Chawton, & engages to send her a particular account of the Selbourn day. We cannot agree as to which is the eldest of the two Miss Plumbtrees; - send us word. - Have you remembered to collect peices for the Patchwork? - We are now at a stand still. I got up here to look for the old Map, & can now tell you that it shall be sent tomorrow; - it was among the great parcel in the Dining room. - As to my debt of 3s.6 to Edward, I must trouble you to pay it, when you settle with him for your Boots. -

We began our China Tea three days ago, & I find it very good - my companions know nothing of the matter. - As to Fanny, & her 12 lb. in a twelvemonth, she may talk till she is as black in the face as her own Tea, but I cannot beleive her; - more likely 12 lb. to a quarter. - I have a message to you from Mrs Cooke; - the substance of it is that she hopes you will take Bookham in your way home, & stay there as long as you can, & that when you must leave them, they will convey you to Guildford. - You may be sure that it is very kindly worded - & that there is no want of attendant Compts to my Brother & his family. - I am very sorry for Mary; - but I have some comfort in there being two Curates now lodging in Bookham, besides their own Mr Warneford from Dorking, so that I think she must fall in love with one or the other. -

How horrible it is to have so many people killed! - And what a blessing that one cares for none of them! - I return to my Letter writing from calling on Miss Harriot Webb, who is short & not quite straight, & cannot pronounce an R any better than her Sisters - but she has dark hair, a complexion to suit, & I think has the pleasantest countenance & manner of the three - the most natural. - She appears very well pleased with her new Home - & they are all reading with delight Mrs H. More's recent publication -

You cannot imagine - it is not in Human Nature to imagine what a nice walk we have round the Orchard. - The row of Beech look very well indeed, & so does the young Quickset hedge in the Garden. - I hear today that an Apricot has been detected on one of the Trees. -

My Mother is perfectly convinced now that she shall not be overpower'd by her Cleft Wood - & I beleive would rather have more than less. -

Strange to tell, Mr Prowting was not at Miss Lee's wedding - but his Daughters had some cake, & Anna had her share of it. - I continue to like our old Cook quite as well as ever - & but that I am afraid to write in her praise, I could say that she seems just the Servant for us. - Her Cookery is at least tolerable; - her pastry is the only deficiency. - God bless you. - & I hope June will find you well & bring us together. - Yrs Ever

Jane.

I hope you understand that I do not expect you to write on Sunday, if you like my plan. - I shall consider Silence as Consent.

Miss Austen
Edwd Austen Esqre
Godmersham Park
Faversham

74
(venerdì 31 maggio 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Chawton venerdì 31 maggio. -

Mia cara Cassandra

Ho un progetto magnifico. - I Cooke hanno rimandato la visita da noi; al momento non stanno bene abbastanza da muoversi, e non abbiamo nessuna possibilità di vederli a casa nostra non so fino a quando - probabilmente mai. Questa circostanza mi ha fatto pensare che il momento attuale sarebbe favorevole per far venire Miss Sharp; il periodo sembra il più privo di impegni per noi, rispetto a quelli che probabilmente avremo in estate; se Frank e Mary dovessero venire, difficilmente sarà prima della metà di luglio, il che permetterebbe a Miss Sharpe di fare una visita ragionevolmente lunga supponendo che inizi a partire dal tuo ritorno; e se a te e a Martha il progetto non dispiace, e se lei sarà in grado di approfittarne, l'opportunità di avere un mezzo di trasporto fin qui sarà perfetta. Scriverò a Martha con questo giro di posta, e se né Te né lei avrete qualche obiezione alla mia proposta, manderò subito l'invito - e visto che non c'è tempo da perdere, fammi sapere a stretto giro di posta se hai qualche motivo per non volere che la cosa si faccia. - Credo che fosse sua intenzione andare prima da Mrs Lloyd - ma il fatto di dover venire qui potrebbe consigliarle altrimenti. - Stamattina c'è stato di nuovo un Temporale. La tua Lettera mi ha consolata per il tempo. - Ho colto la tua allusione, per quanto fosse sottile, e ho scritto a Mrs Knight, e in tutta sincerità spero che non sia invano. Non posso tollerare l'idea che si privi del suo arcolaio, e non le ho detto nulla di più della verità, scrivendo che non riuscirei mai a usarlo bene; - mi era venuta la bella idea di dirle che se avesse insistito a volermelo dare, non ci avrei mai filato nulla se non la Corda per impiccarmi - ma temevo che se lo avessi fatto sarebbe sembrato un modo di considerare l'argomento con meno serietà di quanto meriti. - Sono contenta che tu stia così bene, e mi auguro che sia lo stesso per tutti. - Non dirò che i tuoi arbusti di More siano morti, ma temo che non siano vivi. Presto raccoglieremo i piselli - ho intenzione di usarli con un paio di Anatre arrivate da Wood Barn e da Maria Middleton verso la fine della settimana prossima. - Da lunedì a mercoledì Anna sarà impegnata a Faringdon, così potrà partecipare alle Feste di martedì (il 4), (1) nel parco di Selbourne, dove ci saranno Volontari e Svaghi di ogni genere. Harriot B. è stata invitata a passare la giornata con i White, e il Padre e la Madre si sono gentilmente impegnati per far invitare anche Anna. - Ieri Harriot e Elizabeth hanno pranzato da noi, e siamo tornate indietro con loro per il Tè; - non la Mamma - ha un raffreddore dei soliti, e non era in condizione di camminare. - Stamattina sta meglio e spero che il peggio passerà presto. - Non l'ha costretta a letto; è uscita tutti i giorni in cui il tempo lo ha permesso - Anche la povera Anna soffre per il suo raffreddore che oggi è peggiorato, ma dato che non ha mal di gola spero che possa passare per martedì. Ha trascorso una Serata deliziosa con le signorine Middleton - Sidro, Tè, Caffè, Canto, Balli, una Cena Calda, undici di sera, tutto ciò che si può immaginare di piacevole. - Manda i saluti più affettuosi a Fanny, e risponderà alla sua lettera prima di lasciare Chawton, e si impegna a mandarle un resoconto particolareggiato della festa di Selbourn. Non riusciamo a metterci d'accordo su chi sia la maggiore delle due signorine Plumbtree; - diccelo tu. - Ti sei ricordata di scegliere i pezzi per il Patchwork? - Ora siamo a un punto morto. Mi sono data da fare a cercare la vecchia Mappa, e ora posso dirti che sarà spedita domani; - era nel pacco grande nella Sala da pranzo. - Quanto al mio debito di 3 scellini e 6 pence con Edward, devo darti il disturbo di saldarlo tu, quando lo farai per i tuoi Stivali. -

Abbiamo iniziato il Tè Cinese tre giorni fa, e io lo trovo molto buono - le mie compagne non capiscono nulla di queste cose. - Quanto a Fanny, e alle sue 12 libbre in un anno, può sgolarsi fino a diventare nera come il suo di Tè, ma non le credo; - più probabili 12 libbre a trimestre. - Ho ricevuto un messaggio per te da Mrs Cooke; - la sostanza è che spera che tu passi per Bookham tornando a casa, e ti fermi lì per tutto il tempo che ti è possibile, e che quando partirai, ti accompagneranno a Guildford. - Puoi star certa che è redatto con molta gentilezza - e che non mancano i connessi Convenevoli per mio Fratello e famiglia. - Mi dispiace molto per Mary; - ma traggo qualche consolazione dal fatto che adesso ci siano due Curati che alloggiano a Bookham, oltre al loro Mr Warneford di Dorking, cosicché credo che possa innamorarsi dell'uno e dell'altro. -

È orribile che così tanti siano rimasta uccisi! (2) - E che fortuna non conoscerne nessuno! - Riprendo a scrivere la mia Lettera di ritorno da una visita a Miss Harriot Webb, che è bassa e non del tutto diritta, e non riesce a pronunciare la R meglio delle Sorelle - ma ha i capelli scuri, un colorito coerente, e credo abbia i lineamenti e i modi più gradevoli di tutte e tre - i più naturali. - Sembra che le piaccia molto la sua nuova Casa - e si stanno tutte dilettando a leggere la recente pubblicazione di Mrs H. More - (3)

Non puoi immaginartelo - non è nella Natura Umana immaginarsi che bella passeggiata abbiamo fatto in giro per l'Orto. - La fila di Faggi ha un aspetto davvero molto bello, e così la siepe di Talee in Giardino. - Oggi ho saputo che su uno degli Alberi è stata scoperta un'Albicocca. -

Adesso la Mamma è assolutamente convinta che non sarà sopraffatta dalla legna da ardere - e piuttosto credo che ne vorrebbe di più anziché di meno. -

Strano a dirsi, Mr Prowting non era alle nozze di Miss Lee - ma le Figlie hanno avuto un po' di torta, e Anna ne ha avuta la sua porzione. - Continua come non mai a piacermi la nostra vecchia Cuoca - e se non avessi paura di scrivere in sua lode, direi che sembra fatta esattamente per noi. - La sua Cucina è perlomeno passabile; - i dolci sono il suo unico difetto. - Dio ti benedica. - E spero che giugno ci vedrà in salute e riunite. - Sempre tua

Jane.

Spero avrai capito che non mi aspetto che tu scriva domenica, se il mio progetto ti piace. - Considererò il Silenzio come un Assenso.



(1) Le celebrazioni per il compleanno di Giorgio III.

(2) Sull'Hampshire Telegraph del 27 maggio c'era la notizia della battaglia di Almeida di qualche giorno prima, con l'elenco di alcuni dei caduti.

(3) Hannah More (1745-1833), Practical Piety (1811)

75
(Thursday 6 June 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Chawton Thursday June 6.

By this time my dearest Cassandra, you know Martha's plans. I was rather disappointed I confess to find that she could not leave Town till after ye 24th, as I had hoped to see you here the week before. The delay however is not great, & everything seems generally arranging itself for your return very comfortably. I found Henry perfectly pre-disposed to bring you to London if agreable to yourself; he has not fixed his day for going into Kent, but he must be back again before ye 20th. - You may therefore think with something like certainty of the close of your Godmersham visit, & will have I suppose about a week for Sloane St. He travels in his Gig - & should the weather be tolerable, I think you must have a delightful Journey. - I have given up all idea of Miss Sharpe's travelling with You & Martha, for tho' you are both all compliance with my scheme, yet as you knock off a week from the end of her visit, & Martha rather more from the beginning, the thing is out of the question. - I have written to her to say that after the middle of July we shall be happy to receive her - & I have added a welcome if she could make her way hither directly; but I do not expect that she will. - I have also sent our invitation to Cowes. - We are very sorry for the disappointment you have all had in Lady B.'s illness; - but a division of the proposed party is with you by this time, & I hope may have brought you a better account of the rest. - Give my Love & Thanks to Harriot; - who has written me charming things of your looks, & diverted me very much by poor Mrs C. Milles's continued perplexity. - I had a few lines from Henry on Tuesday to prepare us for himself and his friend, & by the time that I had made the sumptuous provision of a neck of Mutton on the occasion, they drove into the Court - but lest you should not immediately recollect in how many hours a neck of Mutton may be certainly procured, I add that they came a little after twelve - both tall, & well, & in their different degrees, agreable. - It was a visit of only 24 hours - but very pleasant while it lasted. - Mr Tilson took a sketch of the Great House before dinner; - & after dinner we all three walked to Chawton Park, meaning to go into it, but it was too dirty, & we were obliged to keep on the outside. Mr Tilson admired the Trees very much, but greived that they should not be turned into money. - My Mother's cold is better, & I beleive she only wants dry weather to be very well. It was a great distress to her that Anna shd be absent, during her Uncle's visit - a distress which I could not share. - She does not return from Faringdon till this eveng, - & I doubt not, has had plenty of the miscellaneous, unsettled sort of happiness which seems to suit her best. - We hear from Miss Benn, who was on the Common with the Prowtings, that she was very much admired by the Gentlemen in general. -

I like your new Bonnets exceedingly, yours is a shape which always looks well, & I think Fanny's particularly becoming to her. - On Monday I had the pleasure of receiving, unpacking & approving our Wedgwood ware. It all came very safely, & upon the whole is a good match, tho' I think they might have allowed us rather larger leaves, especially in such a Year of fine foliage as this. One is apt to suppose that the Woods about Birmingham must be blighted. - There was no Bill with the Goods - but that shall not screen them from being paid. I mean to ask Martha to settle the account. It will be quite in her way, for she is just now sending my Mother a Breakfast set, from the same place. I hope it will come by the Waggon tomorrow; it is certainly what we want, & I long to know what it is like; & as I am sure Martha has great pleasure in making the present, I will not have any regret. We have considerable dealings with the Waggons at present; a Hamper of Port & Brandy from Southampton, is now in the Kitchen. - Your answer about the Miss Plumtrees, proves you as fine a Daniel as ever Portia was; - for I maintained Emma to be the eldest. - We began Pease on Sunday, but our gatherings are very small - not at all like the Gathering in the Lady of the Lake. - Yesterday I had the agreable surprise of finding several scarlet strawberries quite ripe; - had You been at home, this would have been a pleasure lost. There are more Gooseberries & fewer Currants than I thought at first. - We must buy currants for our Wine. -

The Digweeds are gone down to see the Stephen Terrys at Southampton, & catch the Kings birthday at Portsmouth. Miss Papillon called on us yesterday, looking handsomer than ever. - Maria Middleton & Miss Benn dine here tomorrow. - We are not to enclose any more Letters to Abingdon St as perhaps Martha has told you. -

I had just left off writing & put on my Things for walking to Alton, when Anna & her friend Harriot called in their way thither, so we went together. Their business was to provide mourning, against the King's death; & my Mother has had a Bombasin bought for her. - I am not sorry to be back again, for the young Ladies had a great deal to do - & without much method in doing it. - Anna does not come home till tomorrow morng. - She has written I find to Fanny - but there does not seem to be a great deal to relate of Tuesday. I had hoped there might be Dancing. - Mrs Budd died on Sunday Eveng. I saw her two days before her death, & thought it must happen soon. She suffered much from weakness & restlessness almost to the last. Poor little Harriot seems truely greived. You have never mentioned Harry;-how is he? -

With Love to You all, Yrs affecly

J. A.

Miss Austen
Rdw. Austen's Esqre
Godmersham Park
Faversham

75
(giovedì 6 giugno 1811)
Cassandra Austen, Godmersham


Chawton giovedì 6 giugno.

A questo punto mia carissima Cassandra, conosci i programmi di Martha. Confesso di essere rimasta piuttosto delusa nello scoprire che non potrà lasciare Londra fino a dopo il 24, dato che avevo sperato di averti qui la settimana prima. Il ritardo comunque non è grande, e in generale tutto sembra sistemarsi per un tuo ritorno molto comodo. Ho trovato Henry perfettamente disposto a portarti a Londra se ti aggrada; non ha fissato il giorno in cui verrà nel Kent, ma deve tornare entro il 20. - Puoi quindi pensare con qualcosa di simile alla certezza alla conclusione della tua visita a Godmersham, e suppongo che avrai a disposizione una settimana per Sloane Street. Viaggerà col suo Calesse - e se il tempo sarà discreto, penso che farai un Viaggio delizioso. - Ho rinunciato definitivamente all'idea che Miss Sharpe potesse viaggiare con Te e Martha, poiché sebbene siate entrambe completamente d'accordo col mio progetto, il fatto che tu sia libera a una settimana dalla fine della sua visita, e Martha a un po' di più dall'inizio, rende la cosa fuori questione. - Le ho scritto per dirle che dopo la metà di luglio saremo felici di ospitarla - e ho aggiunto che sarebbe un piacere se potesse venire qui direttamente; (1) ma non mi aspetto che lo faccia. - Ho anche mandato un invito a Cowes. - Ci è molto dispiaciuto per la delusione che avete tutti subito a causa della malattia di Lady B.; - ma in questo momento una parte della compagnia prevista è con voi, e spero che quanto al resto abbia recato notizie migliori. - Da' i miei saluti affettuosi e i miei Ringraziamenti a Harriot; - che mi ha scritto cose incantevoli sul tuo aspetto, e mi ha divertita moltissimo con le continue perplessità della povera Mrs C. Milles. - Martedì ho ricevuto poche righe da Henry per annunciare lui e il suo amico, e nel momento in cui ero riuscita a fare per l'occasione la sontuosa provvista di un collo di Montone, erano in Cortile - ma affinché tu non debba subito rimuginare in quante ore si è certi di potersi procurare un collo di Montone, aggiungo che sono arrivati un po' dopo mezzogiorno - tutti e due alti, e in salute, e ciascuno a suo modo, graditi. - È stata una visita di sole 24 ore - ma molto piacevole finché è durata. - Prima di pranzo Mr Tilson ha fatto uno schizzo della Great House; - e dopo pranzo tutti e tre abbiamo fatto una passeggiata a Chawton Park, con l'intenzione di entrarci, ma c'era troppo fango, e siamo stati costretti a proseguire all'esterno. Mr Tilson ha ammirato moltissimo gli Alberi, ma era dispiaciuto che non potessero essere trasformati in denaro. - Il raffreddore della Mamma va meglio, e credo che abbia bisogno solo di un po' di tempo asciutto per rimettersi del tutto. Per lei è stato un grosso dispiacere che Anna fosse assente, durante la visita dello Zio - un dispiacere che io non condividevo. - Non è tornata da Faringdon fino a questo pomeriggio, - e senza dubbio, ha sperimentato un bel po' di gioie variegate e indeterminate che sembrano averla soddisfatta al massimo grado. - Abbiamo saputo da Miss Benn, che era al Parco (2) con i Prowting, che è stata ammirata moltissimo da tutti i Signori presenti. -

I vostri nuovi Cappellini mi piacciono moltissimo, quello tuo è un modello che fa sempre la sua figura, e penso che quello di Fanny sia particolarmente adatto a lei. - Lunedì ho avuto il piacere di ricevere, spacchettare e approvare le nostre ceramiche di Wedgwood. (3) Sono arrivate sane e salve, e tutto sommato è un buon acquisto, anche se credo che avrebbero potuto concederci foglie un po' più grandi, specialmente in un Anno di fogliame così bello come questo. Si è propensi a immaginare che i Boschi intorno a Birmingham debbano essere appassiti. - Insieme alle Merci non c'era la Fattura - ma ciò non le esime dall'essere pagate. Ho intenzione di chiedere a Martha di saldare il conto. Per lei sarà comodo, perché è giusto in procinto di mandare alla Mamma un servizio da Colazione, dallo stesso posto. Spero che arrivi con il Carro postale di domani; sarà certamente come lo vogliamo, e non vedo l'ora di vedere com'è; e siccome sono sicura che a Martha fa molto piacere fare il regalo, non avrò rimorsi. Al momento abbiamo considerevoli scambi commerciali con i Carri postali; un Cesto di Porto e Brandy da Southampton, ora è in Cucina. - La tua risposta circa le signorine Plumtree, dimostra come tu sia un eccellente Daniele come lo era Porzia; (4) perché ero io a sostenere che Emma fosse la maggiore. - Domenica abbiamo cominciato con i Piselli, ma i raccolti sono scarsi - nulla a che vedere con il Raccolto della Signora del Lago. (5) - Ieri ho avuto la gradita sorpresa di trovare diverse fragole scarlatte completamente mature; - se Tu fossi stata a casa, sarebbe stato un dei piaceri perduti. C'è più Uva spina e meno Ribes di quanto pensassi all'inizio. - Dovremo comprare ribes per il Vino. -

I Digweed sono scesi a trovare i Terry a Southampton, e ad assistere al compleanno del Re a Portsmouth. Ieri è venuta a trovarci Miss Papillon, più bella che mai. - Maria Middleton e Miss Benn domani pranzano da noi. - Non accluderemo altre Lettere per Abingdon Street come forse Martha ti ha detto. -

Avevo appena smesso di scrivere e messo le mie Cose per una passeggiata a Alton, quando Anna e la sua amica Harriot sono passate mentre andavano lì, così siano andate insieme. Il loro intento era di procurarsi vestiario da lutto, in previsione della morte del Re; (6) e la Mamma si è fatta comprare del Bambagino. - Non mi dispiace di essere tornata, perché le signorine avevano un sacco di cose da fare - e senza molto metodo per farle. - Anna non verrà a casa fino a domani mattina. - Ho visto che ha scritto a Fanny - ma non sembra esserci un granché da raccontare di martedì. Avevo sperato che ci fosse un Ballo. - Mrs Budd è morta domenica Sera. L'avevo vista due giorni prima della sua morte, e avevo immaginato che sarebbe successo presto. Ha sofferto molto per la debolezza e la mancanza di riposo quasi fino all'ultimo. La povera piccola Harriot sembra sinceramente addolorata. Non hai mai menzionato Harry, come sta? -

Saluti cari a Voi tutti, con affetto, tua

J. A.



(1) JA si riferisce probabilmente all'intenzione di Miss Sharp di passare prima dalla sua amica Mrs Lloyd (vedi la lettera precedente).

(2) Il parco di Selborne, dove c'era stata la festa per il compleanno del re (vedi la lettera precedente).

(3) Famosa fabbrica di ceramiche nello Staffordshire, contea limitrofa a quella in cui si trova Birmingham, citata subito dopo. JA poi dice che chiederà a Martha di pagare il conto, probabilmente nel negozio londinese di Wedgwood, citato nella L70.

(4) Qui JA si riferisce al Mercante di Venezia di Shakespeare, dove (IV,i,221-222) Shylock paragona Porzia, sotto le mentite spoglie di avvocato, al Daniele biblico, per avergli dato (temporanea) ragione nelle sue pretese verso Antonio: "A Daniel come to judgement! Yea, a Daniel! O wise young judge, how I do honour thee!" ("Un Daniele! un secondo Daniele venuto a far giustizia! Ah, come ti onoro, saggio e giovane giudice!" - trad. Sergio Perosa). Nella lettera precedente JA aveva chiesto a Cassandra di chiarire quale fosse la maggiore delle sorelle Plumptre.

(5) Walter Scott, The Lady of the Lake (1810). Il riferimento potrebbe essere al canto III, il cui titolo è appunto "The Gathering" (anche se nel senso di uomini chiamati a raccolta), ma anche a due versi del canto II (XVII, 7-8): "Then bursting bolder on the ear, / The clan's shrill Gathering they could hear;" ("Poi audace risuona all'orecchio, / Il grido del clan che chiama a raccolta coloro che lo ascoltano;").

(6) Giorgio III era gravemente malato; in realtà morì solo nove anni dopo, nel 1820, ma proprio nel 1811, a causa delle sue condizioni di salute e della sua progressiva pazzia, il regno fu affidato al figlio e iniziò il periodo noto come "Regency", che si protrasse fino alla morte di quello che era solo formalmente il sovrano.

76(C)
(?Friday 30 October 1812) - no ms.
Anna Austen, Steventon


Miss Jane Austen begs her best thanks may be conveyed to Mrs Hunter of Norwich for the Threadpaper which she has been so kind as to send her by Mr Austen, and which will always be very valuable on account of the spirited sketches (made it is supposed by Nicholson or Glover) of the most interesting spots, Tarefield Hall, the Mill & above all the Tomb of Howards wife, of the faithful representation of which Miss Jane Austen is undoubtedly a good judge having spent so many summers at Tarefield Abbey the delighted guest of the worthy Mrs Wilson. [It is impossible for any likeness to be more complete.] Miss Jane Austen's tears have flowed over each sweet sketch in such a way as would do Mrs Hunter's heart good to see; if Mrs Hunter could understand all Miss Austen's interest in the subject she would certainly have the kindness to publish at least 4 vols more about the Flint family, & especially would give many fresh particulars on that part of it which Mrs H. has hitherto handled too briefly; viz the history of Mary Flint's marriage with Howard.

Miss Jane Austen cannot close this small epitome of the miniature abridgement of her thanks & admiration without expressing her sincere hopes that Mrs Hunter is provided at Norwich with a more safe conveyance to London than Alton can now boast, as the Car of Falkenstein which was the pride of that Town was overturned within the last 10 days.

Miss Austen
Steventon

76(C)
(venerdì 30 ottobre? 1812) - no ms.
Anna Austen, Steventon


Miss Jane Austen prega che i suoi migliori ringraziamenti vengano trasmessi a Mrs Hunter di Norwich per la raccolta di Illustrazioni che è stata così gentile da inviare tramite Mr Austen, e che sarà sempre molto apprezzata per i vivaci schizzi (fatti si suppone da Nicholson o da Glover) degli scorci più interessanti, Tarefield Hall, il Mulino e soprattutto la Tomba della moglie di Howard, della cui fedele rappresentazione Miss Jane Austen è senza dubbio un buon giudice avendo passato così tante estati a Tarefield Abbey come felice ospite dell'egregia Mrs Wilson. [È impossibile che qualsiasi rassomiglianza possa essere più completa.] Le lacrime di Miss Jane Austen sono scese copiose su ciascuno degli incantevoli schizzi in un modo che il cuore di Mrs Hunter sarebbe felice vedere; se Mrs Hunter si rendesse conto di tutto l'interesse che l'argomento ha per Miss Austen avrebbe certamente la gentilezza di pubblicare almeno 4 ulteriori volumi sulla famiglia Flint, e in particolare fornirebbe molti nuovi particolari su quella parte di essa che Mrs H. ha fin qui trattato troppo brevemente; vale a dire la storia del matrimonio di Mary Flint con Howard.

Miss Jane Austen non può concludere questa piccola epitome del minuscolo compendio dei suoi ringraziamenti e della sua ammirazione senza esprimere la sincera speranza che Mrs Hunter si procuri a Norwich un mezzo di trasporto più sicuro di quelli che può adesso vantare Alton, dato che il Carro di Falkenstein che era l'orgoglio di quella Città si è rovesciato una decina di giorni fa. (1)



(1) Di questa lettera non è rimasto il manoscritto originale, ma solo quattro copie: due di Anna Austen (a quel tempo Mrs Lefroy), in una lettera ("Recollections of Aunt Jane"), e nella brutta copia, inviata al fratellastro James-Edward nel dicembre del 1864, quando quest'ultimo stava raccogliendo il materiale per la biografia della zia, e due di Fanny-Caroline Lefroy (la figlia di Anna), una nel manoscritto della sua "Family History" e l'altra copiata su un foglio a parte. Il testo riportato sopra è quello dalla lettera di Anna a James-Edward, con l'aggiunta della frase tra parentesi quadre, che è presente solo nelle due copie fatte dalla figlia. Un'annotazione di Fanny-Caroline ci spiega che la lettera non è altro che un gioco tra zia e nipote, su un libro di Rachel Hunter (Lady Maclairn, the Victim of Villainy) pubblicato nel 1806: "... il biglietto si riferisce a un voluminoso, noiosissimo e banale romanzo del quale zia e nipote avevano riso insieme. Era in otto volumi [in realtà il romanzo della Hunter era in quattro volumi, e nella lettera, infatti, JA scrive "...pubblicare almeno 4 ulteriori volumi..."] e l'eroina versava sempre fiumi di lacrime." Il "Carro di Falkenstein" citato verso la fine, era un nome inventato da Anna per la Diligenza di Alton, che era conosciuta come "Collier's, o Collyer's, Southampton Coach" o "Falknor's Coach" (dai nomi del proprietario e del postiglione). In Jane Austen: A Family Record, Deirdre Le Faye scrive: "Un libro che Anna aveva preso in prestito [dalla biblioteca circolante di Chawton] era Lady Maclairn, the Victim of Villainy, un racconto sconclusionato e ripetitivo di Mrs Hunter di Norwich, nel quale i personaggi, donne e uomini allo stesso modo, piangevano spesso o scoppiavano in lacrime durante una conversazione. Dopo il ritorno a Steventon alla fine di settembre [1812], Anna fece qualche fantasioso schizzo dei posti descritti in Lady Maclairn, e li mandò a Jane accompagnati da una lettera che fingeva scritta da Mrs Hunter. James andò a Chawton il 29 ottobre, e sembra verosimile che abbia portato con sé la lettera scherzosa di Anna, e due giorni dopo sia tornato con la risposta appropriatamente lacrimosa di Jane."

77
(Sunday 29-Monday 30 November 1812)
Martha Lloyd, Kintbury


Chawton Sunday Novr. 29th.

My dear Martha

I shall take care not to count the lines of your last Letter; you have obliged me to eat humble-pie indeed; I am really obliged to you however, & though it is in general much pleasanter to reproach than to be grateful, I do not mind it now. - We shall be glad to hear, whenever you can write, & can well imagine that time for writing must be wanting in such an arduous, busy, useful office as you fill at present. You are made for doing good, & have quite as great a turn for it I think as for physicking little Children. The mental Physick which you have been lately applying bears a stamp beyond all common Charity, & I hope a Blessing will continue to attend it. - I am glad you are well & trust you are sure of being so, while you are employed in such a way; - I must hope however that your health may eer long stand the trial of a more common-place course of days, & that you will be able to leave Barton when Mrs D. D. arrives there. - There was no ready-made Cloak at Alton that would do, but Coleby has undertaken to supply one in a few days; it is to be Grey Woollen & cost ten shillings. I hope you like the sim of it. - Sally knows your kind intentions & has received your message, & in return for it all, she & I have between us made out that she sends her Duty & thanks you for your goodness & means to be a good girl if I please. - I have forgot to enquire as to her wanting anything particularly, but there is no apparent deficiency, she looks very neat & tidy. The Calico for her Mother shall be bought soon. - We have been quite alone, except Miss Benn, since 12 o'clock on wednesday, when Edward & his Harem drove from the door; & we have since heard of their safe arrival & happiness at Winchester. - Lizzy was much obliged to you for your message, but she has the little room. Her Father having his choice & being used to a very large Bedchamber at home, would of course prefer the ample space of Yours. - The visit was a very pleasant one I really beleive on each side; they were certainly very sorry to go away, but a little of that sorrow must be attributed to a disinclination for what was before them. They have had favourable weather however, & I hope Steventon may have been better than they expected. - We have reason to suppose the change of name has taken place, as we have to forward a Letter to Edward Knight Esqre from the Lawyer who has the management of the business. I must learn to make a better K. - Our next visitor is likely to be William from Eltham in his way to Winchester, as Dr Gabell chuses he should come then before the Holidays, though it can be only for a week. If Mrs Barker has any farther curiosity about the Miss Webbs let her know that we are going to invite them for Tuesday eveng - also Capt. & Mrs Clement & Miss Benn, & that Mrs Digweed is already secured. - "But why not Mr Digweed?" - Mrs Barker will immediately say - To that you may answer that Mr D. is going on tuesday to Steventon to shoot rabbits. - The 4 lines on Miss W. which I sent you were all my own, but James afterwards suggested what I thought a great improvement & as it stands in the Steventon Edition. P. & P. is sold. - Egerton gives £110 for it. - I would rather have had £150, but we could not both be pleased, & I am not at all surprised that he should not chuse to hazard so much. - Its' being sold will I hope be a great saving of Trouble to Henry, & therefore must be welcome to me. - The Money is to be paid at the end of the twelvemonth. - You have sometimes expressed a wish of making Miss Benn some present; - Cassandra & I think that something of the Shawl kind to wear over her Shoulders within doors in very cold weather might be useful, but it must not be very handsome or she would not use it. Her long Fur tippet is almost worn out. - If you do not return in time to send the Turkey yourself, we must trouble you for Mr Morton's direction again, as we should be quite as much at a loss as ever. It becomes now a sort of vanity in us not to know Mr Morton's direction with any certainty. - We are just beginning to be engaged in another Christmas Duty, & next to eating Turkies, a very pleasant one, laying out Edward's money for the Poor; & the Sum that passes through our hands this year is considerable, as Mrs Knight left £20 to the Parish. - Your nephew William's state seems very alarming. Mary Jane, from whom I heard the other day, writes of him as very uneasy; I hope his Father & Mother are so too. - When you see Miss Murden, give her our Love & Good wishes, & say that we are very sorry to hear of her so often as an Invalid. Poor Mrs Stent I hope will not be much longer a distress to anybody. - All of you that are well enough to look, are now passing your Judgements I suppose on Mrs John Butler; & "is she pretty? or is she not?" is the knotty question. Happy Woman! to stand the gaze of a neighbourhood as the Bride of such a pink-faced, simple young Man! -

Monday. A wettish day, bad for Steventon. - Mary Deedes I think must be liked there, she is so perfectly unaffected & sweet tempered, & tho' as ready to be pleased as Fanny Cage, deals less in superlatives & rapture. - Pray give our best compts to Mrs Dundas & tell her that we hope soon to hear of her complete recovery. - Yours affect:ly

J. Austen

Miss Lloyd

77
(domenica 29-lunedì 30 novembre 1812)
Martha Lloyd, Kintbury


Chawton domenica 29 nov.

Mia cara Martha

Mi guarderò bene dal contare le righe della tua ultima Lettera; mi hai proprio costretta a sentirmi umiliata; comunque ti sono davvero obbligata, e anche se in generale è molto più piacevole recriminare che essere grati, stavolta non ci faccio caso. - Saremo felici di avere notizie, ogni volta che sarai in grado di scrivere, e posso ben immaginare come ti manchi il tempo per scrivere con il compito arduo, impegnativo e utile nel quale sei impegnata al momento. (1) Sei nata per fare del bene, e credo che tu abbia un'inclinazione a farlo grande quanto quella di curare i Bambini. La Cura spirituale alla quale ti sei ultimamente dedicata rivela un'impronta che va al di là di qualsiasi comune forma di Carità, e spero che la Benedizione del Cielo continui ad accompagnarti. - Sono felice che tu stia bene e confido che tu abbia riguardo per te stessa, mentre sei così impegnata; - spero comunque che la tua salute possa tra non molto essere messa alla prova in giorni più normali, e che sarai in grado di lasciare Barton non appena arriverà Mrs D. D. - Ad Alton non c'era nessun mantello bell'e fatto che andasse bene, ma Coleby si è impegnato a procurarsene uno in pochi giorni; sarà di Lana Grigia e costerà dieci scellini. Spero che ne gradirai la foggia. (2) - Sally è al corrente delle tue gentili intenzioni e ha ricevuto il tuo messaggio, e a seguito di tutto questo, lei e io abbiamo deciso insieme che ti manda i suoi Omaggi, ti ringrazia per la tua bontà e se mi aggrada ha intenzione di fare la brava ragazza. - Ho dimenticato di chiederle se le servisse qualcosa in particolare, ma apparentemente non sembra che le manchi nulla, ha un aspetto molto lindo e curato. Compreremo presto il Calicò per la madre. - Siamo state sempre da sole, salvo Miss Benn, da mezzogiorno di mercoledì, quando Edward e il suo Harem sono partiti; poi abbiamo saputo che sono felicemente arrivati sani e salvi a Winchester. - Lizzy ti era molto riconoscente per il tuo messaggio, ma a lei è toccata la camera piccola. Il Padre aveva la prima scelta ed essendo abituato a casa a una Camera da letto molto grande, ha naturalmente preferito l'ampio spazio della Tua. - Credo proprio che la visita sia stata molto piacevole da entrambe le parti; di certo erano molto dispiaciuti di andare via, ma un po' di quel dispiacere si deve attribuire alla riluttanza verso ciò che li aspettava. Comunque hanno avuto un tempo propizio, e spero che a Steventon possa essere meglio di quanto si aspettassero. - Abbiamo ragione di credere che il cambio di nome sia avvenuto, (3) visto che dobbiamo inoltrare una Lettera all'Egr. Edward Knight da parte dell'Avvocato che si occupa della faccenda. Devo imparare a fare meglio la K. - Il nostro prossimo ospite sarà probabilmente William durante il tragitto da Eltham a Winchester, dato che il Dr Gabell preferisce averlo lì prima delle Vacanze, anche se potrà starci solo per una settimana. Se Mrs Barker ha qualche ulteriore curiosità circa le signorine Webb falle sapere che stiamo per invitarle per martedì sera - anche il Cap. e Mrs Clement e Miss Benn, e che Mrs Digweed è già sicura. - "Ma perché non Mr Digweed?" - dirà immediatamente Mrs Baker - A questo puoi rispondere che martedì Mr D. andrà a Steventon a caccia di conigli. - Le 4 righe che ti ho mandato su Miss W. erano tutte mie, ma in seguito James ha suggerito ciò che ho ritenuto un miglioramento degno di nota e tale da meritare la Steventon Edition. (4) P. & P. (5) è venduto. - Egerton lo paga 110 sterline. - Avrei voluto averne 150, ma non potevamo essere entrambi soddisfatti, e non sono affatto sorpresa che abbia preferito non rischiare troppo. - Spero che la vendita risparmi un bel po' di Fastidi a Henry, e quindi per me è la benvenuta. - La Somma sarà pagata a distanza di un anno. - Talvolta hai espresso il desiderio di fare un regalo a Miss Benn; - Cassandra e io riteniamo che possa esserle utile qualcosa di simile a uno Scialle da mettersi sulle Spalle in casa nelle giornate molto fredde, ma non deve essere troppo bello altrimenti non lo userà. La sua Mantellina lunga di pelliccia è quasi del tutto consumata. - Se non torni in tempo per mandare tu stessa il Tacchino, ti dobbiamo disturbare di nuovo per l'indirizzo di Mr Morton, dato che come sempre siamo un dubbio. Ora diventa una specie di vanto per noi non avere nessuna certezza sull'indirizzo di Mr Morton. Ci stiamo giusto accingendo a compiere un altro Dovere Natalizio, e dopo il mangiare Tacchino, un dovere molto piacevole, distribuire il denaro di Edward per i Poveri; e la Somma che ci passa per le mani quest'anno è considerevole, dato che Mrs Knight ha lasciato 20 sterline alla Parrocchia. - Le condizioni di tuo nipote William sembrano molto allarmanti. Mary Jane, dalla quale ho avuto notizie l'altro giorno, scrive che è molto inquieta; spero che lo siano anche il Padre e la Madre. - Quando vedi Miss Murden dalle i nostri affettuosi saluti e i migliori auguri, e dille che ci dispiace molto sentire così spesso notizie delle sue infermità. Mi auguro che tra non molto la povera Mrs Stent non sia più una pena per nessuno. - Tutti quelli tra di voi che hanno ancora occhi validi, suppongo si stiano facendo un Giudizio su Mrs John Butler, e "è carina o non lo è?" è la questione cruciale. Donna felice! essere il centro dell'attenzione del vicinato come Sposa novella di un Giovanotto roseo e sempliciotto come lui! -

Lunedì. Giornata umida, brutta per Steventon. - Penso che lì Mary Deedes piacerà, è così perfettamente spontanea e con un carattere così dolce, e benché pronta a farsi piacere tutto come Fanny Cage, distribuisce meno superlativi e rapimenti. - Ti prego di fare i nostri migliori auguri a Mrs Dundas e di dirle che speriamo presto di sentire della sua completa guarigione. - Con affetto, tua

J. Austen



(1) Martha Lloyd era a Barton Court (Kintbury) per assistere l'amica Ann Dundas, malata da tempo, che morirà il 1° dicembre.

(2) L'originale "sim" è una variante dialettale per "seem".

(3) Alla morte di Mrs Knight (14 ottobre 1812), Edward Austen aveva preso pieno possesso delle proprietà di Godmersham e Chawton e aveva assunto il cognome "Knight"; l'atto ufficiale è datato 10 novembre 1812.

(4) Si trattava di quattro versi scherzosi dei quali resta una trascrizione del 1860 di Stephen Terry, all'epoca consuocero di Anna Austen:

     Camilla good Humoured & merry & small
     For a Husband it happend was at her last stake;
     & having in vain danced at many a ball
     Is now very happy to Jump at a Wake.

     Alla gioviale, allegra e piccola Camilla
     Per un Marito le capitò un'ultima chance;
     E avendo invano ballato a molte feste
     È ora felice di cogliere al volo un Wake.

Urania-Catherine-Camilla Wallop si era fidanzata con il rev. Henry Wake, che sposerà il 26 marzo 1813.

(5) Pride and Prejudice (Orgoglio e pregiudizio), che sarà pubblicato il 28 gennaio 1813. Come per tutti i libri pubblicati da JA, i rapporti con gli editori londinesi erano stati curati dal fratello Henry.

78
(Sunday 24 January 1813)
Cassandra Austen, Steventon


Chawton Sunday eveng Jany 24.

My dear Cassandra

This is exactly the weather we could wish for, if you are but well enough to enjoy it. I shall be glad to hear that you are not confined to the house by an increase of Cold. Mr Digweed has used us basely. Handsome is as handsome does; he is therefore a very ill-looking Man. I hope you have sent off a Letter to me by this day's post, unless you are tempted to wait till to-morrow by one of Mr Chute's franks. - We have had no letter since you went away, & no visitor except Miss Benn who dined with us on friday; but we have received the half of an excellent Stilton cheese - we presume from Henry. - My Mother is very well & finds great amusement in the glove-knitting; when this pair is finished she means to knit another, & at present wants no other work. - We quite run over with Books. She has got Sir John Carr's Travels in Spain from Miss B. & I am reading a Society-Octavo, an Essay on the Military Police & Institutions of the British Empire, by Capt. Pasley of the Engineers, a book which I protested against at first, but which upon trial I find delightfully written & highly entertaining. I am as much in love with the Author as I ever was with Clarkson or Buchanan, or even the two Mr Smiths of the city. The first soldier I ever sighed for; but he does write with extraordinary force & spirit. Yesterday moreover brought us Mrs Grant's Letters with Mr White's Compts. - But I have disposed of them, Compts & all, for the first fortnight to Miss Papillon - & among so many readers or retainers of Books as we have in Chawton, I dare say there will be no difficulty in getting rid of them for another fortnight if necessary. - I learn from Sir J. Carr that there is no Government House at Gibraltar. - I must alter it to the Commissioner's. - Our party on Wednesday was not unagreable, tho' as usual we wanted a better Master of the House, one less anxious & fidgetty, & more conversible. In consequence of a civil note that morng from Mrs Clement, I went with her & her Husband in their Tax-cart; - civility on both sides; I would rather have walked, & no doubt, they must have wished I had. - I ran home with my own dear Thomas at night in great Luxury. Thomas was very useful. We were Eleven altogether, as you will find on computation, adding Miss Benn & two strange Gentlemen, a Mr Twyford, curate of Gt Worldham who is living in Alton, & his friend Mr Wilkes. - I do not know that Mr T. is anything except very dark-complexioned, but Mr W. was a useful addition, being an easy, talking, pleasantish young Man - a very young Man, hardly 20 perhaps. He is of St John's, Cambridge, & spoke very highly of H. Walter as a Schollar; - he said he was considered as the best Classick in the University. - How such a report would have interested my Father! - I could see nothing very promising between Mr P. & Miss P. T. - She placed herself on one side of him at first, but Miss Benn obliged her to move up higher; - & she had an empty plate, & even asked him to give her some Mutton without being attended to for some time. - There might be Design in this, to be sure, on his side; - he might think an empty Stomach the most favourable for Love. - Upon Mrs Digweed's mentioning that she had sent the Rejected Addresses to Mr Hinton, I began talking to her a little about them, & expressed my hope of their having amused her. Her answer was "Oh! dear, yes, very much; - very droll indeed; - the opening of the House! - & the striking up of the Fiddles!" - What she meant, poor Woman, who shall say? - I sought no farther. - The Papillons have now got the Book & like it very much; their neice Eleanor has recommended it most warmly to them. - She looks like a rejected Addresser. As soon as a Whist party was formed & a round Table threatened, I made my Mother an excuse, & came away; leaving just as many for their round Table, as there were at Mrs Grants. - I wish they might be as agreeable a set. - It was past 10 when I got home, so I was not ashamed of my dutiful Delicacy. - The Coulthards were talked of you may be sure; no end of them; Miss Terry had heard they were going to rent Mr Bramston's house at Oakley, & Mrs Clement that they were going to live at Streatham. - Mrs Digweed & I agreed that the House at Oakley could not possibly be large enough for them, & now we find they have really taken it. - Mr Gauntlett is thought very agreable, & there are no Children at all. - The Miss Sibleys want to establish a Book Society in their side of the Country, like ours. What can be a stronger proof of that superiority in ours over the Steventon & Manydown Society, which I have always foreseen & felt? - No emulation of the kind was ever inspired by their proceedings; no such wish of the Miss Sibleys was ever heard, in the course of the many years of that Society's existence; - And what are their Biglands & their Barrows, their Macartneys & Mackenzies, to Capt. Pasley's Essay on the Military Police of the British Empire, & the rejected Addresses? I have walked once to Alton, & yesterday Miss Papillon & I walked together to call on the Garnets. She invited herself very pleasantly to be my companion, when I went to propose to her the indulgence of accommodating us about the Letters from the Mountains. I had a very agreable walk; if she had not, more shame for her, for I was quite as entertaining as she was. Dame G. is pretty well, & we found her surrounded by her well-behaved, healthy, large-eyed Children. I took her an old Shift & promised her a set of our Linen; & my Companion left some of her Bank Stock with her. Tuesday has done its duty, & I have had the pleasure of reading a very comfortable Letter. It contains so much, that I feel obliged to write down the whole of this page & perhaps something in a Cover. - When my parcel is finished I shall walk with it to Alton. I beleive Miss Benn will go with me. She spent yesterday evening with us. - As I know Mary is interested in her not being neglected by her neighbours, pray tell her that Miss B. dined last wednesday at Mr Papillons - on Thursday with Capt. & Mrs Clement - friday here - saturday with Mrs Digweed - & Sunday with the Papillons again. - I had fancied that Martha wd be at Barton from last Saturday, but am best pleased to be mistaken. I hope she is now quite well. - Tell her that I hunt away the rogues every night from under her bed; they feel the difference of her being gone. - Miss Benn wore her new shawl last night, sat in it the whole eveng & seemed to enjoy it very much. - "A very sloppy lane" last friday! - What an odd sort of country you must be in! I cannot at all understand it! It was just greasy here on friday, in consequence of the little snow that had fallen in the night.- Perhaps it was cold on Wednesday, yes, I believe it certainly was - but nothing terrible. - Upon the whole, the Weather for Winter-weather is delightful, the walking excellent. - I cannot imagine what sort of a place Steventon can be! - My Mother sends her love to Mary, with Thanks for her kind intentions & enquiries as to the Pork, & will prefer receiving her Share from the two last Pigs. - She has great pleasure in sending her a pair of Garters, & is very glad that she had them ready knit. - Her Letter to Anna is to be forwarded, if any opportunity offers; otherwise it may wait for her return. - Mrs Leigh's Letter came this morng - We are glad to hear anything so tolerable of Scarlets. - Poor Charles & his frigate. But there could be no chance of his having one, while it was thought such a certainty. - I can hardly believe Brother Michael's news; We have no such idea in Chawton at least. - Mrs Bramston is the sort of woman I detest. Mr Cottrell is worth ten of her. It is better to be given the Lie direct, than to excite no interest. . . .[end of p. 4, last leaf of letter missing.]

78
(domenica 24 gennaio 1813)
Cassandra Austen, Steventon


Chawton domenica sera 24 gen.

Mia cara Cassandra

Questo è esattamente il tempo che si poteva desiderare, se solo stai bene abbastanza per godertelo. Sarò lieta di sapere che non sei stata costretta a casa da un aumento del Freddo. Mr Digweed ci ha trattate in modo spregevole. È bello chi agisce bene, quindi lui è bruttissimo. Spero che tu mi abbia mandato una Lettera con la posta di oggi, a meno che tu non sia tentata di aspettare fino a domani per via di una delle franchigie di Mr Chute. (1) - Da quando te ne sei andata non abbiamo avuto nessuna lettera, e nessuno ci ha fatto visita salvo Miss Benn che ha pranzato con noi venerdì; ma abbiamo ricevuto metà di un eccellente formaggio Stilton - presumiamo da parte di Henry. - La Mamma sta benissimo e si diverte molto a lavorare a maglia i guanti; quando il paio attuale sarà finito ha intenzione di farne un altro, e al momento non ha bisogno di altri impegni. - Siamo sommerse dai Libri. Lei ha avuto i Travels in Spain di Sir John Carr (2) da Miss B. e io sto leggendo un libro dell'Associazione di lettura, (3) un Saggio sulla Politica Militare e le Istituzioni dell'Impero Britannico, del Cap. Pasley del Genio, (4) un libro che all'inizio mi era sembrato pieno di difetti, ma che messo alla prova si è dimostrato scritto molto bene ed estremamente piacevole. Sono innamorata dell'Autore quanto lo sono stata di Clarkson (5) o di Buchanan, (6) o perfino dei due Mr Smith (7) di Londra. Il primo soldato per il quale abbia mai sospirato; ma scrive con una forza e uno spirito straordinari. La giornata di ieri ci ha anche portato le Lettere di Mrs Grant (8) con gli Omaggi di Mr White. - Ma me ne sono sbarazzata, Omaggi e tutto, dandole per i primi quindici giorni a Miss Papillon - e fra così tanti lettori e accaparratori di Libri come ce ne sono a Chawton, posso azzardarmi a dire che non avrò nessuna difficoltà a liberarmene per altri quindici se necessario. - Ho appreso da Sir J. Carr che a Gibilterra non c'è la Sede del Governatore. - Devo farla diventare quella del Commissario di Governo. (9) - Il ricevimento di mercoledì non è stato male, anche se come al solito abbiamo sentito la mancanza di un Padrone di Casa migliore, uno meno ansioso e agitato, e più socievole. A seguito di un cortese biglietto di Mrs Clement in mattinata, sono andata con lei e il Marito nel loro Calesse; - atto di cortesia da entrambe le parti; io avrei preferito camminare, e senza dubbio, loro dovevano avere lo stesso desiderio. - La sera ho fatto una corsa a casa in pompa magna col mio caro Thomas. Thomas è stato molto utile. Eravamo Undici in tutto, come potrai verificare contandoli, aggiungendo Miss Benn e due Signori forestieri, un certo Mr Twyford, curato di Great Worldham che vive a Alton, e il suo amico Mr Wilkes. - Di Mr T. non so altro se non che ha una carnagione molto scura, ma Mr. W. è stata un'utile aggiunta, dato che è un Giovanotto disinvolto e un piacevole conversatore - è molto giovane, forse a malapena ventenne. È del St John di Cambridge, e ha parlato molto bene di H. Walter come Studioso; - ha detto che era considerato come il miglior Classicista dell'Università. - Quanto sarebbe stato interessato il Babbo a una descrizione del genere! - Non vedo nulla di molto promettente fra Mr P. e Miss P. T. - Al principio si era messa di fianco a lui, ma Miss Benn l'ha costretta a spostarsi più in là; - lei aveva il piatto vuoto, e gli ha persino chiesto di darle un po' di Montone senza che per un po' lui le badasse. - Certo, in questo poteva anche esserci un Piano da parte di lui; - può aver pensato che uno Stomaco vuoto sia più propizio all'Amore. - Quando Mrs Digweed ha accennato di aver mandato Rejected Addresses (10) a Mr Hinton, ho iniziato a parlarne un po' con lei, e ho espresso la speranza che l'avesse divertita. La risposta è stata "Oh! cara, sì, moltissimo; - davvero molto buffo; l'inizio dello Spettacolo! - e l'attacco dei Violini!" - Che cosa intendesse la povera donna, chi può dirlo? - Non ho indagato oltre. (11) - I Papillon hanno avuto adesso il Libro e lo apprezzano moltissimo; la nipote Eleanor glielo aveva raccomandato molto caldamente. - Lei ha l'aria di una Postulante respinta. (12) Non appena formato un gruppo per giocare a Whist e minacciato un Tavolo per un gioco di società, ho accampato la Mamma come scusa e me ne sono andata; lasciandone per il loro Tavolo da gioco, tanti quanti ce n'erano da Mrs Grant. (13) - Mi auguro che siano stati un gruppo altrettanto simpatico. - Erano le 10 passate quando sono arrivata a casa, perciò non mi sono vergognata della mia rispettosa delicatezza. - Dei Coulthard si è parlato puoi starne certa; non si finisce mai con loro; Miss Terry aveva sentito che avrebbero preso in affitto la casa di Mr Bramston a Oakley, e Mrs Clement che si sarebbero stabiliti a Streatham. - Mrs Digweed e io eravamo d'accordo sul fatto che la Casa di Oakley non poteva assolutamente essere abbastanza grande per loro, e ora scopriamo che l'hanno presa davvero. Mr Gauntlett è ritenuto molto simpatico, e non ci sono Bambini. - Le signorine Sibley vogliono fondare un'Associazione di lettura nella loro zona, come la nostra. Quale prova migliore della superiorità della nostra rispetto all'Associazione di Steventon e Manydown, cosa che ho sempre previsto e intuito? - Nessuna emulazione del genere è stata mai ispirata dalle loro attività; non si è mai sentito che le signorine Sibley avessero espresso un tale desiderio, nel corso dei molti anni di esistenza di quella Associazione; - E che cosa sono i loro Bigland e i loro Barrow, i loro Macartney e Mackenzie, rispetto al Saggio del Cap. Pasley sulla Politica Militare dell'Impero Britannico, e alle Petizioni rifiutate? (14) Ho fatto una volta una passeggiata a Alton, e ieri Miss Papillon e io abbiamo fatto una passeggiata insieme per andare a trovare i Garnet. Si era offerta molto cortesemente di farmi compagnia, quando sono andata a proporle la gentilezza di accollarsi Letters from the Mountan. (15) Io ho fatto una passeggiata molto gradevole; se per lei non è stato così, la maggior parte della colpa è sua, poiché io sono stata divertente quanto lei. Madama G. sta abbastanza bene, e l'abbiamo trovata circondata dai suoi Figli, beneducati, sani e con quegli occhi così grandi. Le ho portato una vecchia camicetta e le ho promesso un po' della nostra Biancheria; e la mia Compagna le ha lasciato un po' delle sue Riserve Bancarie. Il martedì si è comportato a dovere, e ho avuto il piacere di leggere una Lettera molto soddisfacente. Contiene talmente tante cose, che mi sento obbligata a scrivere per intero questa pagina e forse qualcosa all'interno della Busta. (16) - Quando avrò finito il pacchetto farò una passeggiata insieme a lui a Alton. Credo che Miss Benn verrà con me. Ieri ha passato la serata con noi. - Poiché so che Mary ci tiene a non vederla trascurata dai suoi vicini, ti prego di dirle che Miss B. mercoledì ha pranzato da Mr Papillon - giovedì con il Cap. e Mrs Clement - venerdì qui - sabato con Mrs Digweed - e domenica di nuovo con i Papillon. - Immaginavo che Martha fosse a Barton da sabato scorso, ma mi fa molto piacere essermi sbagliata. Spero che ora si sia rimessa del tutto. - Dille che ogni sera scaccio i mostri (17) da sotto il suo letto; sentono la differenza ora che è partita. - Ieri sera Miss Benn si è messa lo scialle nuovo, lo ha tenuto per tutta la sera e sembrava che se lo godesse moltissimo. - "Un sentiero molto fangoso" venerdì scorso! - In che strana specie di campagna sei! Non riesco proprio a capirlo! Qui venerdì si scivolava appena, a causa della poca neve caduta durante la notte. - Forse ha fatto freddo mercoledì, sì, credo di sì - ma niente di terribile. - Tutto sommato, per essere Inverno il Tempo è incantevole, le camminate ottime. - Non riesco a immaginare che razza di posto debba essere Steventon! - La Mamma manda saluti affettuosi a Mary, con i Ringraziamenti per i suoi cortesi propositi e le sue domande circa la carne di maiale, e preferirebbe ricevere la sua Parte dagli ultimi due Maiali. - Le fa molto piacere mandarle un paio di Giarrettiere, ed è molto contenta di averle finite in tempo. La sua Lettera a Anna è da inoltrare, se c'è la possibilità; altrimenti può aspettare fino al suo ritorno. - La Lettera di Mrs Leigh è arrivata stamattina - Siamo liete di sentire qualcosa di così accettabile di Scarlets. Il povero Charles e la sua fregata. Ma non c'era nessuna possibilità che potesse averne una, anche se si pensava che fosse una cosa certa. - Non posso credere alle notizie di Fratello Michael; Non abbiamo idee del genere, almeno a Chawton. - Mrs Bramston è il genere di donna che detesto. Mr Cottrell vale dieci volte più di lei. E meglio sentirsi dire una Bugia direttamente, che non suscitare nessun interesse [qui finisce la quarta pagina, il secondo foglio, o la busta con scritto qualcosa, è mancante]



(1) William Chute era deputato della contea dell'Hampshire e aveva perciò diritto alla franchigia postale.

(2) Sir John Carr (1772-1832), Descriptive Travels in the Southern and Eastern Parts of Spain and the Balearic Isles, in the year 1809 (1811).

(3) Le Austen erano iscritte alla "Chawton Book Society", un club di lettori che aveva a disposizione una biblioteca circolante.

(4) Sir Charles William Pasley (1780-1861), Essay on the Military Policy and Institution of the British Empire (1810).

(5) Thomas Clarkson (1760-1846), History of the Abolition of the African Slave Trade (1808).

(6) Claudius Buchanan (1766-1815); probabilmente JA si riferisce a un libro molto popolare all'epoca: Christian Researches in Asia (1811).

(7) James Smith (1775-1839) e il fratello Horatio (1779-1849), Rejected Addresses: or the new Theatrum Poetarum (1812), una serie di parodie di famosi scrittori inglesi (Byron, Wordsworth, Scott, Coleridge ecc.).

(8) Anne Grant (1755-1838), Letters from the Mountains, being the real correspondence of a Lady, between the years 1773 and 1807 (1807).

(9) Mansfield Park, II, 6 (24): "and when Mrs. Brown, and the other women, at the Commissioner's, at Gibraltar,..." ("e quando Mrs. Brown, e le altre donne, nella sede del Commissario di Governo, a Gibilterra,...").

(10) Il libro dei fratelli Smith (vedi la nota 7).

(11) Le Faye annota: "Mrs Digweed potrebbe non essersi espressa molto chiaramente, ma in effetti ricordava meglio di JA uno dei brani in versi di Rejected Addresses: l'inizio di 'The Theatre', la parodia di Crabbe." In effetti all'inizio di "The Theatre" i versi si riferiscono al momento in cui gli spettatori entrano a teatro e ai suoni dell'orchestra mentre vengono accordati gli strumenti.

(12) Qui JA gioca con il titolo del libro ("Rejected Addresses" che può essere tradotto con "Petizioni respinte") chiamando Miss Papillon "rejected Addresser", ovvero "Postulante respinta".

(13) Mansfield Park, II, 7 (25). Durante la visita dei Bertram dai Grant, il tavolo per il gioco di società, che sarà "Speculation", sarà formato da sei persone: Lady Bertram, Edmund, Fanny e William Price e Mary e Henry Crawford, quante ne rimanevano dai Papillon, considerando che all'inizio erano undici, a cui vanno sottratti i quattro per il Whist e JA che se ne va.

(14) John Bigland (1750-1832), History of Spain (1810) e System of Geography and History (1812); Sir John Barrow (1764-1848), curatore del Journal of the Embassy to China, diario di un viaggio ufficiale in Cina capeggiato da Lord George Macartney (1737-1806); Sir George Steuart Mackenzie (1780-1848), Travels in Iceland (1811). Per i due ultimi titoli citati, vedi le note 4, 7 e 12.

(15) Vedi la nota 8.

(16) Le lettere venivano inviate in genere senza busta, con il fogli, o i fogli, ripiegati e sigillati, anche perché una lettera imbustata costava il doppio del normale. Questa infatti non fu inviata per posta ma consegnata tramite John Bond (vedi l'inizio della lettera successiva).

(17) JA scrive "rogues", che ha diversi significati: "mascalzoni, ladri, vagabondi, bestie selvagge"; Le Faye annota: "Sono ladri immaginari, come nel decimo capitolo di Cranford [romanzo di Elizabeth Gaskell del 1853]? O forse Martha permetteva ai cani da guardia del cottage di dormire sotto il suo letto?"

79
(Friday 29 January 1813)
Cassandra Austen, Steventon


Chawton Friday Jany 29.

I hope you received my little parcel by J. Bond on Wednesday eveng, my dear Cassandra, & that you will be ready to hear from me again on Sunday, for I feel that I must write to you to day. Your parcel is safely arrived & everything shall be delivered as it ought. Thank you for your note. As you had not heard from me at that time it was very good in you to write, but I shall not be so much your debtor soon. - I want to tell you that I have got my own darling Child from London; - on Wednesday I received one Copy, sent down by Falknor, with three lines from Henry to say that he had given another to Charles, & sent a 3d by the Coach to Godmersham; just the two Sets which I was least eager for the disposal of. I wrote to him immediately to beg for my two other Sets, unless he would take the trouble of forwarding them at once to Steventon & Portsmouth - not having an idea of his leaving Town before to day; - by your account however he was gone before my Letter was written. The only evil is the delay, nothing more can be done till his return. - Tell James & Mary so, with my Love. - For your sake I am as well pleased that it shd be so, as it might be unpleasant to you to be in the Neighbourhood at the first burst of the business. - The Advertisement is in our paper to day for the first time; 18s - He shall ask £1-1- for my two next & £1-8 for my stupidest of all. - I shall write to Frank, that he may not think himself neglected. Miss Benn dined with us on the very day of the Books coming, & in the eveng we set fairly at it and read half the 1st vol. to her - prefacing that having intelligence from Henry that such a work wd soon appear we had desired him to send it whenever it came out - & I beleive it passed with her unsuspected. - She was amused, poor soul! that she cd not help you know, with two such people to lead the way; but she really does seem to admire Elizabeth. I must confess that I think her as delightful a creature as ever appeared in print, and how I shall be able to tolerate those who do not like her at least, I do not know. - There are a few Typical errors - and a "said he" or a "said she" would sometimes make the Dialogue more immediately clear - but "I do not write for such dull Elves"

"As have not a great deal of Ingenuity themselves." The 2d vol. is shorter than I cd wish - but the difference is not so much in reality as in look, there being a larger proportion of Narrative in that part. I have lopt and cropt so successfully however that I imagine it must be rather shorter than S. & S. altogether. - Now I will try to write of something else; - it shall be a complete change of subject - Ordination. I am glad to find your enquiries have ended so well. - If you cd discover whether Northamptonshire is a Country of Hedgerows, I shd be glad again. - We admire your Charades excessively, but as yet have guessed only the 1st. The others seem very difficult. There is so much beauty in the Versification however, that the finding them out is but a secondary pleasure. - I grant you that this is a cold day, & am sorry to think how cold you will be through the process of your visit at Manydown. I hope you will wear your China Crape. Poor wretch! I can see you shivering away, with your miserable feeling feet. - What a vile Character Mr Digweed turns out, quite beyond anything & everything; - instead of going to Steventon they are to have a Dinnerparty next tuesday! - I am sorry to say that I could not eat a Mincepie at Mr Papillon's; I was rather head-achey that day, & cd not venture on anything sweet except Jelly; but that was excellent. - There were no stewed pears, but Miss Benn had some almonds & raisins. - By the bye, she desired to be kindly remembered to you when I wrote last, & I forgot it. - Betsy sends her Duty to you & hopes you are well, & her Love to Miss Caroline & hopes she has got rid of her Cough. It was such a pleasure to her to think her Oranges were so well timed that I dare say she was rather glad to hear of the Cough. ... [end of p. 2; seconf leaf of letter missing; postscipt upside down at top of p. 1]

Since I wrote this Letter we have been visited by Mrs Digweed, her Sister & Miss Benn. I gave Mrs D. her little parcel, which she opened here & seemed much pleased with - and she desired me to make her best Thanks &c. to Miss Lloyd for it. - Martha may guess how full of wonder & gratitude she was.

79
(venerdì 29 gennaio 1813)
Cassandra Austen, Steventon


Chawton venerdì 29 gen.

Spero che mercoledì sera tu abbia ricevuto da Mr J. Bond il mio pacchettino, mia cara Cassandra, e che tu sia pronta a riavere mie notizie domenica, perché oggi sento che devo scriverti. Il tuo pacchetto è arrivato sano e salvo e tutto sarà consegnato come si deve. Grazie per il biglietto. Dato che in quel momento non avevi avuto mie notizie sei stata molto buona a scrivere, ma presto non sarò più in debito con te. - Voglio dirti che ho avuto il mio adorato Bambino da Londra; (1) mercoledì ne ho ricevuta una Copia, mandata tramite Falknor, con tre righe di Henry per dire che ne aveva data un'altra a Charles, e ne aveva mandata una 3ª con la Diligenza per Godmersham; proprio le due Copie che ero meno ansiosa di collocare. Gli ho scritto immediatamente per pregarlo di mandarmi le mie altre due Copie, a meno che non avesse voglia di prendersi il disturbo di inoltrarle direttamente a Steventon e a Portsmouth - ma non avevo idea che lasciasse Londra prima di oggi; - da quello che mi dici comunque è partito prima che scrivessi la Lettera. L'unico guaio è il ritardo, non si può più fare nulla fino al suo ritorno. Dillo a James e Mary, con i miei affettuosi saluti. Nel tuo interesse sono ben contenta che sia andata così, dato che poteva essere spiacevole per te essere nei Paraggi al primo impatto con la faccenda. (2) - L'Annuncio è per la prima volta sul nostro giornale di oggi; (3) 18 scellini - Dovrà chiedere 1 sterlina e 1 scellino per i prossimi due e 1 sterlina e 8 scellini per il più stupido di tutti i miei (4) - Scriverò a Frank, affinché non pensi di essere stato trascurato. Miss Benn era a pranzo da noi proprio il giorno dell'arrivo del Libro, e nel pomeriggio ci siamo completamente dedicate a esso e le abbiamo letto la metà del 1° volume - premettendo che essendo state informate da Henry che quest'opera sarebbe stata presto pubblicata gli avevamo chiesto di mandarcela non appena uscita - e credo che ci abbia creduto senza sospettare nulla. - Si è divertita, povera anima! che non potesse che essere così lo sai bene, con due persone del genere a condurre il gioco; ma sembra davvero ammirare Elizabeth. (5) Devo confessare che io la ritengo la creatura più deliziosa mai apparsa a stampa, e come farò a tollerare quelli a cui non piacerà almeno lei, non lo so proprio. - Ci sono alcuni errori di Stampa - e un "disse lui " o un "disse lei" avrebbero talvolta reso il Dialogo più immediatamente chiaro - ma "Io non scrivo per quegli stupidi Folletti"

"Che non hanno in sé un bel po' d'Ingegno." (6) Il 2° volume è più corto di quanto avrei voluto - ma la differenza non è in realtà così grande come sembra, visto che in questa parte c'è una maggiore percentuale di Narrazione. Tuttavia ho sfrondato e tagliato così bene che nel complesso immagino sia alquanto più corto di S. & S. (7) Ora cercherò di scrivere su qualcos'altro; - sarà su un argomento completamente diverso... l'Ordinazione. Sono contenta di sapere che le tue indagini siano terminate in modo così soddisfacente. - Se tu potessi scoprire se il Northamptonshire è una Regione di Siepi, sarei di nuovo contenta. (8) - Ammiriamo moltissimo le tue Sciarade, ma finora abbiamo indovinato solo la 1ª. Le altre sembrano molto difficili. Comunque c'è una tale bellezza nella Versificazione, che risolverle è solo un piacere secondario. - Ti garantisco che questa è una giornata fredda, e mi dispiace pensare a che freddo sarai soggetta durante la tua visita a Manydown. Spero che ti metterai il Crespo Cinese. Povera creatura! Ti vedo tutta brividi, con i piedi in condizioni penose. - Che personaggio abietto si è rivelato Mr Digweed, oltre ogni limite; - invece di andare a Steventon daranno un Pranzo martedì prossimo! Mi dispiace dire che non sono riuscita a mangiare nemmeno il Panpepato da Mr Papillon; avevo un bel mal di testa quel giorno, e non potevo rischiare con qualcosa di dolce, salvo la Gelatina; ma quella era eccellente. - Non c'erano pere cotte, ma Miss Benn ha preso un po' di mandorle e uva passa. - A proposito, mi aveva chiesto di mandarti cari saluti l'ultima volta che ho scritto, e io me ne sono dimenticata. - Betsy ti porge i suoi Omaggi e spera che tu stia bene, e manda saluti affettuosi a Miss Caroline e spera che si sia liberata della Tosse. È stato un tale piacere per lei pensare che le sue Arance fossero capitate nel momento più opportuno che immagino fosse piuttosto contenta di sentire della Tosse. ... [fine della pag. 2; manca il secondo foglio; poscritto rovesciato in testa alla pag. 1]

Dopo aver scritto questa Lettera abbiamo avuto la visita di Mrs Digweed, la Sorella e Miss Benn. Ho dato il pacchetto a Mrs D., che l'ha aperto qui e ne è sembrata molto contenta - e mi ha chiesto di porgere i suoi migliori Ringraziamenti ecc. a Miss Lloyd per esso. - Martha può immaginare quanto fosse piena di meraviglia e gratitudine.



(1) La prima copia di Pride and Prejudice (Orgoglio e pregiudizio), uscito a Londra il giorno precedente a questa lettera.

(2) Non è chiaro quale possa essere questa "faccenda". Forse nel libro c'era qualcosa che avrebbe potuto far risentire James e la moglie, o qualcuno del vicinato?

(3) Le Faye annota: "Nei due giornali locali del 29 gennaio, Hampshire Chronicle e Hampshire Telegraph, non c'è traccia dell'annuncio, che invece è nel Morning Chronicle di giovedì 28 gennaio, nella sezione «Libri pubblicati oggi»; si può presumere che i giornali di Londra arrivassero a Chawton il giorno successivo."

(4) Chapman annota: "JA si aspetta un crescendo di prezzo e stupidità. Di fatto, temeva che Emma sarebbe stato considerato 'inferiore quanto a buonsenso' rispetto a Mansfield Park. Non sappiamo dove avrebbe collocato Persuasion."

(5) Elizabeth Bennet, la protagonista femminile di Orgoglio e pregiudizio.

(6) Walter Scott, Marmion, VI, xxxviii, 1-2: "I do not rhyme to that dull elf, / Who cannot image to himself," ("Io non compongo rime per quello stupido folletto, / Che non è capace di immaginare da sé,").

(7) Le pagine della prima edizione di Pride and Prejudice erano così suddivise: vol. I - 307, vol. II - 239, vol. III - 323, per un totale di 869 pagine, e il secondo è in effetti sensibilmente più corto degli altri due. "S. & S." è Sense and Sensibility (Ragione e sentimento) dove le differenze sono meno accentuate: vol. I - 317, vol. II - 278, vol. III - 301, per un totale di 896 pagine. Sul fatto che P&P sia nel complesso "alquanto più corto" JA esagera un po', visto che la differenza è di sole 27 pagine. In realtà, ora che abbiamo a disposizione il conteggio automatico di parole e caratteri, si può verificare che è Sense and Senbility il più corto dei due: poco meno di 670000 caratteri (corrispondenti a circa 371 cartelle di 1800 caratteri) contro gli oltre 680000 di Pride and Prejudice (circa 379 cartelle - vedi la pagina delle FAQ). La differenza opposta tra le due prime edizioni era evidentemente dovuta a un'impaginazione più compatta del secondo libro.

(8) Queste ultime frasi, in particolare l'accenno a "Ordination" (l'ordinazione sacerdotale), hanno fatto pensare che JA stesse in quel periodo ideando la trama di Mansfield Park e avesse in mente il tema dell'ordinazione sacerdotale come filo conduttore del romanzo. Le Faye fa giustamente notare che nella lettera precedente risulta invece chiaro come il romanzo fosse stato scritto almeno per metà. È perciò molto più plausibile, e per questo ho "tradotto" la lineetta prima di "Ordination" con i tre puntini di sospensione, che JA stia dicendo alla sorella, con ironia ovviamente: "finora ho parlato di un mio libro, ora passero a un argomento completamente diverso... ovvero la richiesta che ti avevo fatto di indagare sulle modalità dell'ordinazione sacerdotale" (Cassandra era ospite di James, il fratello reverendo che avrebbe potuto informarla con cognizione di causa), continuando in pratica a parlare dei propri libri, per poi passare, ma sempre in relazione al romanzo che stava scrivendo, alla richiesta che riguarda le siepi del Northamptonshire, la contea dove si trova Mansfield. Probabilmente in questo caso JA voleva controllare qualcosa che aveva già scritto, per esempio ciò che Fanny dice a Mary Crawford mentre sono sedute nel boschetto di Mrs Grant - II, 4 (22): "Three years ago, this was nothing but a rough hedgerow..." ("Tre anni fa, non c'era altro che una siepe selvatica...")

80
(Thursday 4 february 1813)
Cassandra Austen, Steventon


Chawton Thursday Feb: 4.

My dear Cassandra

Your letter was truly welcome & I am much obliged to you all for your praise; it came at a right time, for I had had some fits of disgust; - our 2d evening's reading to Miss Benn had not pleased me so well, but I beleive something must be attributed to my Mother's too rapid way of getting on - & tho' she perfectly understands the Characters herself, she cannot speak as they ought. - Upon the whole however I am quite vain enough & well satisfied enough. - The work is rather too light & bright & sparkling; - it wants shade; - it wants to be stretched out here & there with a long Chapter - of sense if it could be had, if not of solemn specious nonsense - about something unconnected with the story; an Essay on Writing, a critique on Walter Scott, or the history of Buonaparte - or anything that would form a contrast & bring the reader with increased delight to the playfulness & Epigrammatism of the general stile. - I doubt your quite agreeing with me here - I know your starched Notions. - The caution observed at Steventon with regard to the possession of the Book is an agreable surprise to me, & I heartily wish it may be the means of saving you from everything unpleasant; - but you must be prepared for the Neighbourhood being perhaps already informed of there being such a Work in the World, & in the Chawton World! Dummer will do that you know. - It was spoken of here one morng when Mrs D. called with Miss Benn. - The greatest blunder in the Printing that I have met with is in Page 220 - Vol. 3. where two speeches are made into one. - There might as well have been no suppers at Longbourn, but I suppose it was the remains of Mrs Bennett's old Meryton habits. - I am sorry for your disappointment about Manydown, & fear this week must be a heavy one. As far as one may venture to judge at a distance of 20 miles you must miss Martha. For her sake I was glad to hear of her going, as I suppose she must have been growing anxious, & wanting to be again in scenes of agitation & exertion. - She had a lovely day for her journey. I walked to Alton, & dirt excepted, found it delightful, - it seemed like an old Feby come back again. - Before I set out we were visited by Mrs Edwards, & while I was gone Miss Beckford & Maria, & Miss Woolls & Harriet B. called, all of whom my Mother was glad to see & I very glad to escape. - John M. is sailed & now Miss B thinks his Father will really try for a house, & has hopes herself of avoiding Southampton; - this is, as it was repeated to me; - And I can tell the Miss Williamses that Miss Beckford has no intention of inviting them to Chawton. - Well done You - I thought of you at Manydown in the Drawg-room & in your China Crape; - therefore, you were in the Breakfast parlour in your Brown Bombasin; if I thought of you so, you would have been in the Kitchen in your Morning stuff. - I feel that I have never mentioned the Harwoods in my Letters to you, which is shocking enough - but we are sincerely glad to hear all the good of them you send us. There is no chance I suppose, no danger of poor Mrs H.s being persuaded to come to Chawton at present. - I hope John H. will not have more debts brought in, than he likes. - I am pleased with M. T.'s being to dine at Steventon; - it may enable you to be yet more decided with Fanny & help to settle her faith. - Thomas was married on Saturday, the Wedding was kept at Neatham, & that is all I know about it. - Browning is quite a new Broom & at present has no fault. He had lost some of his knowledge of waiting, & is I think rather slow; but he is not noisy & not at all above being taught. - The Back gate is regularly locked. - I did not forget Henry's fee to Thomas. - I had a letter from Henry yesterday, written on Sunday from Oxford; mine had been forwarded to him. Edward's information therefore was correct. - He says that copies were sent to S. & P. at the same time with the others. - He has some thoughts of going to Adlestrop. - ... [end of p. 2, remainder of letter missing.]

80
(giovedì 4 febbraio 1813)
Cassandra Austen, Steventon


Chawton giovedì 4 feb.

Mia cara Cassandra

La tua lettera è stata davvero la benvenuta e sono molto grata a tutti voi per le lodi; sono arrivate al momento giusto, perché avevo avuto una qualche punta di sconforto; - la nostra 2ª serata di lettura a Miss Benn non mi è piaciuta così tanto, ma credo che un po' sia da attribuire al modo troppo rapido di procedere della Mamma - e benché nel suo intimo comprenda perfettamente i Personaggi, non è capace di farli parlare come dovrebbero. - Tutto sommato comunque mi sento discretamente fiera e discretamente soddisfatta. - L'opera è un po' troppo leggera, brillante, frizzante; - le manca un po' d'ombra; - avrebbe bisogno di essere allungata qui e là con qualche lungo Capitolo - pieno di buonsenso se fosse possibile, o altrimenti di solenni e speciose sciocchezze - su qualcosa di scollegato alla trama; un Saggio sulla Scrittura, un'analisi critica su Walter Scott, o sulla storia di Bonaparte - o qualsiasi altra cosa che possa fare da contrasto e riportare il lettore con un piacere ancora maggiore al brio e allo stile Epigrammatico che la caratterizza. - Dubito sul tuo pieno accordo con me su questo punto - conosco le tue rigide Convinzioni. - La cautela notata a Steventon riguardo alla paternità del libro è una gradevole sorpresa per me, e mi auguro di cuore che possa servire a evitarti qualsiasi situazione spiacevole; - ma devi essere preparata al fatto che il Vicinato potrebbe già essere al corrente dell'esistenza al Mondo di quest'Opera, e nel Mondo di Chawton! Dummer farà quello che sai bene. - Se ne è parlato qui una mattina quando Mrs. D. è venuta a farci visita con Miss Benn. L'errore di stampa più grossolano che ho trovato è a Pagina 220 - Vol. 3 - dove due battute diventano una. (1) - Ci sarebbero potute anche non essere cene a Longbourn, ma suppongo che fossero i residui delle vecchie abitudini di Mrs Bennet a Meryton. (2) - Mi dispiace della tua delusione per Manydown, e temo che questa settimana debba essere pesante. Per quanto si possa azzardare un giudizio a 20 miglia di distanza Martha deve mancarti. Per il suo bene sono stata contenta di sentire che se n'è andata, perché immagino si sia sentita sempre più in ansia, e avesse bisogno di stare di nuovo in un luogo movimentato e pieno di cose da fare. - Ha avuto una giornata incantevole per il viaggio. Ho fatto una passeggiata a Alton, e salvo per il fango, l'ho trovata deliziosa, - sembrava come se fosse tornato un vecchio febbraio. - Prima di uscire abbiamo avuto la visita di Mrs Edwards, e mentre non c'ero sono venute Miss Beckford e Maria, e Miss Woolls e Harriet B., tutte persone che la Mamma è stata lieta di vedere, e io molto lieta di evitare. John M. è salpato e ora Miss B. pensa che il Padre cercherà sul serio una casa, e spera di evitare Southampton; - questo almeno, è quanto mi è stato detto; - E posso dire alle signorine Williams che Miss Beckford non ha nessuna intenzione di invitarle a Chawton. - E brava Cassandra - io ti credevo a Manydown in salotto col tuo Crespo Cinese; - quindi, eri nel salottino della Colazione col tuo Bambagino Marrone; se ti avessi pensata così, saresti stata in Cucina col tuo Abito da mattina. - Mi accorgo di non aver mai menzionato gli Harwood nelle mie Lettere, il che è abbastanza offensivo - ma siamo sinceramente contente di sentire tutte le buone notizie su di loro che ci mandi tu. Suppongo che al momento non ci sia nessuna possibilità, nessun pericolo che la povera Mrs H. si lasci persuadere a venire a Chawton. - Spero che John H. non si ritrovi più debiti, di quanti ne possa sopportare. (3) - Mi fa piacere che M. T. pranzi a Steventon; - potrà metterti in condizione di essere più risoluta con Fanny e aiutarti a rafforzare la sua fede. (4) Thomas si è sposato sabato, Il ricevimento di nozze si è tenuto a Neatham, e questo è tutto quello che so. (5) Browning è il classico novellino e al momento non ha nessun difetto. Aveva perso un po' dell'arte di aspettare, e penso sia piuttosto lento; ma non è rumoroso e non è affatto restio a essere istruito. - Il Cancello nel retro viene chiuso regolarmente. - Non ho dimenticato i soldi di Henry per Thomas. Ieri ho ricevuto una lettera di Henry, scritta domenica da Oxford; la mia gli era stata inoltrata. L'informazione di Edward era quindi corretta. - Dice che a S. & P. (6) sono state mandate delle copie nello stesso momento delle altre. - Ha una vaga idea di andare a Adlestrop. - [fine della pag. 2, il resto della lettera manca.]



(1) Alla fine della pag. 220 dell'edizione originale di Pride and Prejudice (III, 12 [54], parte finale) si legge (vedi l'immagine sotto):
"How hard it is in some cases to be believed! And how impossible in others!"
anziché:
"How hard it is in some cases to be believed!"
"And how impossible in others!"
Le due battute ("Com'è difficile in certi casi essere creduti!" "E com'è impossibile in altri!") sono pronunciate rispettivamente da Jane ed Elizabeth Bennet.

(2) Probabile che Cassandra avesse avuto qualcosa da ridire sul fatto che nel libro si parlasse di cene a Longbourn, la residenza dei Bennet, visto che in genere in una famiglia che risiedeva in campagna non era previsto il pasto serale; di solito infatti si faceva una colazione abbondante in tarda mattinata e un pranzo nel pomeriggio. In Orgoglio e pregiudizio si parla due volte di cene a Longbourn: III, 12 e 13 (54 e 55).

(3) John Harwood VI era morto l'11 gennaio di quell'anno, lasciando molti debiti dei quali la famiglia non era a conoscenza. Il figlio maggiore ed erede, il rev. John Harwood VII, passò quasi tutta la vita a pagare i debiti del padre per evitare di vendere le proprietà di famiglia a Deane, che rendevano 1200 sterline l'anno, e che erano state quasi completamente ipotecate.

(4) Fanny Austen [Knight] in quel periodo non era a Steventon e, quindi, è probabile che JA si riferisca a un qualche scambio epistolare tra la sorella e la nipote su problemi di fede.

(5) Thomas Carter, domestico delle Austen, si era sposato con Ann Trimmer, a Chawton, il 30 gennaio. Neatham era una località che faceva parte delle proprietà di Edward Austen [Knight] a Chawton.

(6) Steventon (a James Austen) e Portsmouth (a Frank Austen). Il modo di scrivere le due località è però anche un gioco sui due romanzi pubblicati: S. & S. (Sense and Sensibility) e P. & P. (Pride and Prejudice).

  61-70      |     indice lettere     |     home page     |      81-90