Jane Austen

Lettere 1-10
traduzione di Giuseppe Ierolli

introduzione     |     indice lettere     |     home page     |      11-20 

1
(Saturday 9 - Sunday 10 January 1796) - no ms.
Cassandra Austen, Kintbury


Steventon: Saturday January 9

In the first place I hope you will live twenty-three years longer. Mr Tom Lefroy's birthday was yesterday, so that you are very near of an age. After this necessary preamble I shall proceed to inform you that we had an exceeding good ball last night, and that I was very much disappointed at not seeing Charles Fowle of the party, as I had previously heard of his being invited. In addition to our set at the Harwoods' ball, we had the Grants, St Johns, Lady Rivers, her three daughters and a son, Mr and Miss Heathcote, Mrs Lefevre, two Mr Watkins, Mr J. Portal, Miss Deanes, two Miss Ledgers, and a tall clergyman who came with them, whose name Mary would never have guessed. We were so terrible good as to take James in our carriage, though there were three of us before; but indeed he deserves encouragement for the very great improvement which has lately taken place in his dancing. Miss Heathcote is pretty, but not near so handsome as I expected. Mr H. began with Elizabeth, and afterwards danced with her again; but they do not know how to be particular. I flatter myself, however, that they will profit by the three successive lessons which I have given them. You scold me so much in the nice long letter which I have this moment received from you, that I am almost afraid to tell you how my Irish friend and I behaved. Imagine to yourself everything most profligate and shocking in the way of dancing and sitting down together. I can expose myself, however, only once more, because he leaves the country soon after next Friday, on which day we are to have a dance at Ashe after all. He is a very gentlemanlike, good-looking, pleasant young man, I assure you. But as to our having ever met, except at the three last balls, I cannot say much; for he is so excessively laughed at about me at Ashe, that he is ashamed of coming to Steventon, and ran away when we called on Mrs Lefroy a few days ago. We left Warren at Dean Gate, in our way home last night, and he is now on his road to town. He left his love, &c., to you, and I will deliver it when we meet. Henry goes to Harden to-day in his way to his Master's degree. We shall feel the loss of these two most agreeable young men exceedingly, and shall have nothing to console us till the arrival of the Coopers on Tuesday. As they will stay here till the Monday following, perhaps Caroline will go to the Ashe ball with me, though I dare say she will not. I danced twice with Warren last night, and once with Mr Charles Watkins, and, to my inexpressible astonishment, I entirely escaped John Lyford. I was forced to fight hard for it, however. We had a very good supper, and the greenhouse was illuminated in a very elegant manner. We had a visit yesterday morning from Mr Benjamin Portal, whose eyes are as handsome as ever. Everybody is extremely anxious for your return, but as you cannot come home by the Ashe ball, I am glad that I have not fed them with false hopes. James danced with Alethea, and cut up the turkey last night with great perseverance. You say nothing of the silk stockings; I flatter myself, therefore, that Charles has not purchased any, as I cannot very well afford to pay for them; all my money is spent in buying white gloves and pink persian. I wish Charles had been at Manydown, because he would have given you some description of my friend, and I think you must be impatient to hear something about him. Henry is still hankering after the Regulars, and as his project of purchasing the adjutancy of the Oxfordshire is now over, he has got a scheme in his head about getting a lieutenancy and adjutancy in the 86th, a new-raised regiment, which he fancies will be ordered to the Cape of Good Hope. I heartily hope that he will, as usual, be disappointed in this scheme. We have trimmed up and given away all the old paper hats of Mamma's manufacture; I hope you will not regret the loss of yours. After I had written the above, we received a visit from Mr Tom Lefroy and his cousin George. The latter is really very well-behaved now; and as for the other, he has but one fault, which time will, I trust, entirely remove - it is that his morning coat is a great deal too light. He is a very great admirer of Tom Jones, and therefore wears the same coloured clothes, I imagine, which he did when he was wounded. Sunday. - By not returning till the 19th, you will exactly contrive to miss seeing the Coopers, which I suppose it is your wish to do. We have heard nothing from Charles for some time. One would suppose they must have sailed by this time, as the wind is so favourable. What a funny name Tom has got for his vessel! But he has no taste in names, as we well know, and I dare say he christened it himself. I am sorry for the Beaches' loss of their little girl, especially as it is the one so much like me. I condole with Miss M. on her losses and with Eliza on her gains, and am ever yours,

J.A.

To Miss Austen,
Rev. Mr Fowle's,
Kintbury,
Newbury.

1
(sabato 9 - domenica 10 gennaio 1796) - no ms.
Cassandra Austen, Kintbury


Steventon: sabato 9 gennaio

In primo luogo spero che tu sopravviva per altri ventitré anni. Il compleanno di Mr Tom Lefroy era ieri, perciò siete vicinissimi di età. (1) Dopo questo necessario preambolo procederò a informarti che ieri sera c'è stato un ballo fantastico, e che sono rimasta molto delusa non vedendo Charles Fowle della partita, giacché in precedenza avevo sentito che sarebbe stato invitato. In aggiunta al nostro gruppo del ballo degli Harwood, c'erano i Grant, i St John, Lady Rivers, con tre figlie e un figlio, Mr e Miss Heathcote, Mrs Lefevre, due Mr Watkins, Mr J. Portal, le signorine Deane, due signorine Ledger, e un ecclesiastico alto venuto con loro, il cui nome Mary non avrebbe mai indovinato. Siamo state così terribilmente buone da portare James nella nostra carrozza, anche se eravamo già in tre; ma meritava davvero un incoraggiamento per il netto miglioramento che c'è stato ultimamente nel suo modo di ballare. Miss Heathcote è graziosa, ma non così bella come mi aspettavo. Mr H. ha cominciato con Elizabeth, e dopo ha ballato di nuovo con lei; ma loro non sanno come essere parziali. Oso credere, tuttavia, che trarranno profitto dalle tre successive lezioni che ho impartito loro. Mi fai tanti di quei rimproveri nella bella e lunga lettera che ho ricevuto in questo momento, che ho quasi paura di dirti come ci siamo comportati io e il mio amico irlandese. Immaginati le cose più dissolute e scandalose nel modo di ballare e di sederci vicini. Tuttavia, potrò espormi solo un'altra volta, perché lui lascerà il paese subito dopo il prossimo venerdì; il giorno in cui, dopotutto, ci sarà un ballo ad Ashe. Un giovanotto piacevole, attraente e con modi davvero signorili, te l'assicuro. Ma sul fatto di esserci mai incontrati, salvo che negli ultimi tre balli, non posso dire molto; perché ad Ashe è talmente preso in giro a causa mia, che si vergogna di venire a Steventon, ed è scappato quando qualche giorno fa abbiamo fatto visita a Mrs Lefroy. Ieri sera mentre tornavamo, abbiamo lasciato Warren a Dean Gate, e ora è sulla strada di Londra. Ti ha lasciato i suoi saluti affettuosi ecc., e te li consegnerò quando ci vedremo. Oggi Henry passa ad Harden sulla strada per la sua Laurea. Sentiremo moltissimo la mancanza di questi due amabili giovanotti, e non avremo nulla che ci consoli fino all'arrivo dei Cooper giovedì. Dato che staranno qui fino al lunedì successivo, forse Caroline verrà al ballo ad Ashe con me, anche se immagino che non lo farà. Ieri sera ho ballato due volte con Warren, e una volta con Mr Charles Watkins, e, con mio inesprimibile stupore, ho completamente evitato John Lyford. Tuttavia, ho dovuto lottare duramente per riuscirci. La cena è stata molto buona, e la serra era illuminata in maniera molto elegante. Ieri mattina ci ha fatto visita Mr Benjamin Portal, i cui occhi sono belli come sempre. Tutti aspettano con ansia il tuo ritorno, ma visto che non tornerai in tempo per il ballo ad Ashe, sono lieta di non averli nutriti con false speranze. Ieri sera James ha ballato con Alethea, e ha tagliato il tacchino con grande perseveranza. Non dici nulla delle calze di seta; spero perciò che Charles non le abbia comprate, visto che non sono davvero in grado di pagarle, perché ho speso tutto il mio denaro per comprare guanti bianchi e stoffa di seta. Vorrei che Charles fosse stato a Manydown, perché ti avrebbe descritto un po' il mio amico, e credo che tu debba essere impaziente di sapere qualcosa di lui. Henry ha ancora tanta voglia di Esercito, e dato che è ormai sfumato il suo progetto di comprare l'ufficio di aiutante nell'Oxfordshire, si è messo in testa di ottenere una luogotenenza e un ufficio di aiutante nell'86°, un reggimento creato da poco, che immagina sarà destinato al Capo di Buona Speranza. Spero con tutto il cuore che, come sempre, resti deluso nel suo progetto. Abbiamo sistemato e dato via tutti i vecchi cappelli fatti dalla mamma; spero che non rimpiangerai la perdita del tuo. Dopo aver scritto quanto sopra, abbiamo ricevuto una visita da Mr Tom Lefroy e da suo cugino George. Quest'ultimo adesso è davvero beneducato; e quanto all'altro, ha solo un difetto, che il tempo, mi auguro, eliminerà completamente - che la sua giacca è decisamente troppo chiara. È un grande ammiratore di Tom Jones, e quindi, immagino, veste con gli stessi colori che vestiva lui quando fu ferito. (2) Domenica. - Non tornando fino al 19, riuscirai in pieno a evitare i Cooper, che suppongo sia proprio ciò che desideri. Da un po' di tempo non sappiamo nulla di Charles. Si deve supporre che stavolta si sia imbarcato, visto che il vento è così favorevole. Che nome buffo ha il bastimento di Tom! Ma non ha gusto per i nomi, come ben sappiamo, e immagino che l'abbia battezzato egli stesso. Mi dispiace che i Beach abbiano perso la loro bambina, specialmente perché era quella che mi somigliava così tanto. Faccio le condoglianze a Miss. M. per le sue perdite e a Eliza per i suoi guadagni, e sono sempre la tua,

J.A.



(1) Cassandra era nata il 9 gennaio 1773 e Tom Lefroy l'8 gennaio 1776.

(2) Riferimento al libro VII, cap. XIV di Tom Jones (1749) di Henry Fielding (trad. di Laura Marchiori, Garzanti, 1999, vol. I, pag. 406): "Non appena il sergente se ne fu andato, Jones si alzò dal letto e si vestì completamente, mettendosi persino la giacca che, essendo bianca, mostrava in modo assai visibile le strisce del sangue che vi era colato sopra."

2
(Thursday 14 - Friday 15 January 1796)
Cassandra Austen, Kintbury


Steventon Thursday

I have just received yours & Mary's letter & I thank you both, tho' their contents might have been more agreeable. I do not at all expect to see you on tuesday since matters have fallen out so unpleasantly, & and if you are not able to return till after that day, it will hardly be possible for us to send for you before Saturday, tho' for my own part I care so little about the Ball that it would be no sacrifice to me to give it up for the sake of seeing you two days earlier. We are extremely sorry for poor Eliza's Illness - I trust however that she has continued to recover since you wrote, & that you will none of you be the worse for your attendance on her. What a good-for-nothing-fellow Charles is to bespeak the stockings - I hope he will be too hot all the rest of his life for it! - I sent you a letter yesterday to Ibthorp, which I suppose you will not receive at Kintbury. It was not very long or very witty, & therefore if you never receive it, it does not much signify. I wrote principally to tell you that the Coopers were arrived and in good health - the little boy is very like Dr Cooper & the little girl is to resemble Jane, they say. Our party to Ashe to-morrow night will consist of Edward Cooper, James (for a ball is nothing without him), Buller, who is now staying with us, & I - I look forward with great impatience to it, as I rather expect to receive an offer from my friend in the course of the evening. I shall refuse him, however, unless he promises to give away his white Coat.

I am very much flattered by your commendation of my last Letter, for I write only for Fame, and without any view to pecuniary Emolument. - Edward is gone to spend the day with his friend, John Lyford, & does not return till to-morrow. Anna is now here; She came up in her chaise to spend the day with her young Cousins; but she does not much take to them or to anything about them, except Caroline's Spinning-wheel. I am very glad to find from Mary that Mr and Mrs Fowle are pleased with you. I hope you will continue to give satisfaction.

How impertinent you are to write to me about Tom, as if I had not opportunities of hearing from him myself! The last letter that I received from him was dated on friday the 8th, and he told me that if the wind should be favourable on Sunday, which it proved to be, they were to sail from Falmouth on that Day. By this time, therefore, they are at Barbadoes I suppose. The Rivers are still at Manydown, and are to be at Ashe tomorrow. I intended to call on the Miss Biggs yesterday had the weather been tolerable. Caroline, Anna & I have just been devouring some cold Souse, & it would be difficult to say which enjoyed it most -

Tell Mary that I make over Mr Heartley and all his Estate to her for her sole use and Benefit in future, & not only him, but all my other Admirers into the bargain wherever she can find them, even the kiss which C. Powlett wanted to give me, as I mean to confine myself in future to Mr Tom Lefroy, for whom I do not care sixpence. Assure her also as a last & indubitable proof of Warren's indifference to me, that he actually drew that Gentleman's picture for me, & delivered it to me without a Sigh.

Friday. - At length the Day is come on which I am to flirt my last with Tom Lefroy, & when you receive this it will be over - My tears flow as I write, at the melancholy idea. Wm. Chute called here yesterday. I wonder what he means by being so civil. There is a report that Tom is going to be married to a Litchfield Lass. John Lyford & his Sister bring Edward home to day, dine with us, & we shall all go together to Ashe. I understand that we are to draw for Partners. - I shall be extremely impatient to hear from you again, that I may know how Eliza is, and when you are to return. With best Love, &c., I am affec:tely yours

J: Austen

Miss Austen,
The Rev. Mr Fowle's,
Kintbury,
Newbury.

2
(giovedì 14 - venerdì 15 gennaio 1796) - no ms.
Cassandra Austen, Kintbury


Steventon, giovedì

Ho appena ricevuto la tua lettera e quella di Mary e vi ringrazio entrambe, anche se il contenuto poteva essere più piacevole. Non mi aspetto affatto di vederti martedì visto che le cose sono andate a finire in modo così sgradevole, e se non sei in grado di tornare se non nei giorni successivi, sarà difficile avere la possibilità di mandarti a prendere prima di sabato, anche se per quanto mi riguarda m'importa così poco del Ballo che per me non sarebbe un sacrificio rinunciarvi allo scopo di rivederti due giorni prima. Ci dispiace moltissimo per la Malattia della povera Eliza - confido comunque che abbia seguitato a rimettersi da quando hai scritto, e che nessuno di voi risentirà dell'esservi occupate di lei. Che buono a nulla è stato Charles ad aver ordinato le calze - mi auguro che per questo resti per tutta la vita così zelante! - Ieri ti ho mandato una lettera a Ibthorp, che immagino non riceverai a Kintbury. Non era né molto lunga né molto spiritosa, e quindi se non la dovessi mai ricevere, non avrà molta importanza. Avevo scritto soprattutto per dirti che i Cooper erano arrivati e stavano bene - il ragazzino è tale e quale il Dr Cooper e la ragazzina, dicono, somiglierà a Jane. Domani sera il nostro gruppo per Ashe sarà formato da Edward Cooper, James (perché un ballo non è nulla senza di lui), Buller, che ora sta da noi, e io - aspetto con grande impazienza, perché prevedo di ricevere una proposta dal mio amico nel corso della serata. Lo rifiuterò, tuttavia, a meno che non prometta di disfarsi della sua Giacca bianca. (1)

Sono molto lusingata delle lodi per la mia ultima Lettera, perché scrivo solo per la Gloria, e senza nessuna aspettativa di Emolumenti pecuniari. - Edward è andato a passare la giornata col suo amico, John Lyford, e non tornerà fino a domani. Anna è qui ora; è venuta col calesse a passare la giornata con i suoi giovani Cugini; ma non è molto presa né da loro né da nulla che li riguardi, salvo il Filatoio di Caroline. Sono molto lieta di aver saputo da Mary che Mr e Mrs Fowle sono contenti di te. Spero che continuerai a procurare soddisfazione.

Come sei impertinente a scrivermi di Tom, come se non avessi l'opportunità di avere notizie direttamente da lui! L'ultima lettera che ho ricevuto da lui era datata venerdì 8, e mi diceva che se domenica il vento fosse stato favorevole, il che è avvenuto, sarebbero salpati da Falmouth quel Giorno. A quest'ora, quindi, immagino che siano alle Barbados. I Rivers sono ancora a Manydown, e saranno ad Ashe domani. Ieri avevo intenzione di far visita alle signorine Bigg se il tempo fosse stato tollerabile. Caroline, Anna e io abbiamo appena divorato della Gelatina di maiale, e sarebbe difficile dire chi l'ha gustata di più -

Di' a Mary che le cedo Mr Heartley e tutta la sua Proprietà a suo esclusivo uso e Beneficio futuro, e non solo lui, ma in aggiunta tutti gli altri miei Ammiratori ovunque riesca a trovarne, compreso il bacio che C. Powlett voleva darmi, visto che per il futuro intendo limitarmi a Mr Tom Lefroy, di cui non m'importa un fico secco. Assicurala anche a definitiva e indubitabile prova dell'indifferenza di Warren verso di me, che è stato proprio lui a disegnare per me il ritratto di quel Signore, e me l'ha portato senza nemmeno un Sospiro.

Venerdì. - Alla fine è arrivato il Giorno in cui flirterò per l'ultima volta con Tom Lefroy, e quando riceverai questa lettera sarà passato - Mentre scrivo sgorgano le lacrime, a questa malinconica idea. Ieri ci ha fatto visita William Chute. Mi domando che intenzioni abbia con tutta questa cortesia. Gira la voce che Tom si stia per sposare con una Fanciulla di Litchfield. Oggi John Lyford e sua Sorella accompagneranno Edward a casa, pranzeranno con noi, e andremo tutti insieme ad Ashe. Sono consapevole che dovremo tirare a sorte per i Cavalieri. - Aspetterò con estrema impazienza di avere di nuovo tue notizie, di sapere come sta Eliza, e quando sarai di ritorno. Con i più cari saluti, ecc., sono la tua affezionata

J. Austen



(1) La giacca che Tom Lefroy portava durante la visita descritta nella lettera precedente.

3
(Tuesday 23 August 1796)
Cassandra Austen, ?Steventon


Cork Street Tuesday morning

My dear Cassandra

Here I am once more in this Scene of Dissipation & vice, and I begin already to find my Morals corrupted. - We reached Staines yesterday I do not know when, without suffering so much from the Heat as I had hoped to do. We set off again this morning at seven o'clock, & had a very pleasant Drive, as the morning was cloudy & perfectly cool - I came all the way in the chaise from Hartford Bridge. -

Edward & Frank are both gone out to seek their fortunes; the latter is to return soon & help us seek ours. The former we shall never see again. We are to be at Astley's to night, which I am glad of. Edward has heard from Henry this morning. He has not been at the Races, at all, unless his driving Miss Pearson over to Rowling one day can be so called. We shall find him there on Thursday.

I hope you are all alive after our melancholy parting Yesterday, and that you pursued your intended avocation with Success. -

God bless You - I must leave off, for we are going out. Yrs very affec:tely

J:Austen

Everybody's Love.

3
(martedì 23 agosto 1796)
Cassandra Austen, Steventon?


Cork Street martedì mattina

Mia cara Cassandra

Eccomi ancora una volta in questo Scenario di Dissipazione e vizio, e comincio già ad accorgermi di come i miei Costumi si stiano corrompendo. - Abbiamo raggiunto Staines ieri non so a che ora, senza soffrire il Caldo tanto quanto avevo sperato. Ci siamo rimessi in moto stamattina alle sette, e il Viaggio è stato molto piacevole, perché era un mattino nuvoloso e fresco al punto giusto - ho viaggiato per tutto il tempo nella diligenza da Hartford Bridge. -

Edward e Frank sono entrambi usciti a cercare fortuna; il secondo tornerà presto e ci aiuterà a cercare la nostra. Il primo non lo rivedremo più. Questa sera andremo all'Astley, cosa di cui sono lieta. Stamattina Edward ha avuto notizie di Henry. Non è stato affatto alle Corse, a meno che l'aver accompagnato un giorno Miss Pearson a Rowling non possa essere definito così. Lo troveremo là giovedì.

Spero che siate tutti vivi dopo la nostra malinconica separazione di Ieri, e che tu abbia perseguito con Successo ciò di cui intendevi occuparti. -

Dio Ti benedica - Devo smettere, perché stiamo per uscire. Con tanto affetto, tua

J. Austen

Saluti affettuosi a tutti.

4
(Thursday 1 September 1796) - no ms.
Cassandra Austen, Steventon


Rowling: Thursady September 1

My dearest Cassandra

The letter which I have this moment received from you has diverted me beyond moderation. I could die of laughter at it, as they used to say at school. You are indeed the finest comic writer of the present age. Since I wrote last, we have been very near returning to Steventon so early as next week. Such, for a day or two, was our dear brother Henry's scheme, but at present matters are restored, not to what they were, for my absence seems likely to be lengthened still farther. I am sorry for it, but what can I do? Henry leaves us to-morrow for Yarmouth, as he wishes very much to consult his physician there, on whom he has great reliance. He is better than he was when he first came, though still by no means well. According to his present plan, he will not return here till about the 23rd, and bring with him, if he can, leave of absence for three weeks, as he wants very much to have some shooting at Godmersham, whither Edward and Elizabeth are to remove very early in October. If this scheme holds, I shall hardly be at Steventon before the middle of that month; but if you cannot do without me, I could return, I suppose, with Frank if he ever goes back. He enjoys himself here very much, for he has just learnt to turn, and is so delighted with the employment, that he is at it all day long. I am sorry that you found such a conciseness in the strains of my first letter. I must endeavour to make you amends for it, when we meet, by some elaborate details, which I shall shortly begin composing. I have had my new gown made up, and it really makes a very superb surplice. I am sorry to say that my new coloured gown is very much washed out, though I charged everybody to take great care of it. I hope yours is so too. Our men had but indifferent weather for their visit to Godmersham, for it rained great part of the way there and all the way back. They found Mrs Knight remarkably well and in very good spirits. It is imagined that she will shortly be married again. I have taken little George once in my arms since I have been here, which I thought very kind. I have told Fanny about the bead of her necklace, and she wants very much to know where you found it. To-morrow I shall be just like Camilla in Mr Dubster's summer-house; for my Lionel will have taken away the ladder by which I came here, or at least by which I intended to get away, and here I must stay till his return. My situation, however, is somewhat preferable to hers, for I am very happy here, though I should be glad to get home by the end of the month. I have no idea that Miss Pearson will return with me. What a fine fellow Charles is, to deceive us into writing two letters to him at Cork! I admire his ingenuity extremely, especially as he is so great a gainer by it. Mr and Mrs Cage and Mr and Mrs Bridges dined with us yesterday. Fanny seemed as glad to see me as anybody, and enquired very much after you, whom she supposed to be making your wedding-clothes. She is as handsome as ever, and somewhat fatter. We had a very pleasant day, and some liqueurs in the evening. Louisa's figure is very much improved; she is as stout again as she was. Her face, from what I could see of it one evening, appeared not at all altered. She and the gentlemen walked up here on Monday night - she came in the morning with the Cages from Hythe. Lady Hales, with her two youngest daughters, have been to see us. Caroline is not grown at all coarser than she was, nor Harriet at all more delicate. I am glad to hear so good an account of Mr Charde, and only fear that my long absence may occasion his relapse. I practise every day as much as I can - I wish it were more for his sake. I have heard nothing of Mary Robinson since I have been (here). I expect to be well scolded for daring to doubt, whenever the subject is mentioned. Frank has turned a very nice little butter-churn for Fanny. I do not believe that any of the party were aware of the valuables they had left behind; nor can I hear anything of Anna's gloves. Indeed I have not enquired at all about them hitherto. We are very busy making Edward's shirts, and I am proud to say that I am the neatest worker of the party. They say that there are a prodigious number of birds hereabouts this year, so that perhaps I may kill a few. I am glad to hear so good an account of Mr Limprey and J. Lovett. I know nothing of my mother's handkerchief, but I dare say I shall find it soon.

I am very affectionately yours,
Jane

Miss Austen,
Steventon
Overton,
Hants.

4
(giovedì 1 settembre 1796) - no ms.
Cassandra Austen, Steventon


Rowling: giovedì 1 settembre

Mia carissima Cassandra,

La lettera che ho ricevuto da te in questo momento mi ha divertita oltremisura. Potevo morire dal ridere, come si diceva a scuola. Sei davvero la migliore scrittrice comica dei nostri giorni. Da quando ti ho scritto l'ultima volta, siamo stati molto vicini a tornare a Steventon già dalla prossima settimana. Questo, per un giorno o due, è stato il progetto del nostro caro fratello Henry, ma al momento la faccenda ha fatto un passo indietro, non a come era prima, poiché la mia assenza sembra come essersi prolungata ulteriormente. Me ne dispiace, ma cosa posso farci? Henry parte domani per Yarmouth, perché ci tiene moltissimo a consultare il suo medico di lì, del quale ha molta fiducia. Sta meglio di quando è arrivato, anche se ancora non sta affatto bene. Secondo il suo programma attuale, non tornerà fino a circa il 23, portandosi, se ci riesce, una licenza di tre settimane, dato che ha moltissima voglia di andare un po' a caccia a Godmersham, dove Edward ed Elizabeth si trasferiranno nei primissimi giorni di ottobre. Se questo progetto regge, sarò difficilmente a Steventon prima della metà di quel mese; ma se non puoi fare a meno di me, potrei ritornare, suppongo, con Frank se mai tornasse. Qui si diverte moltissimo, perché ha appena imparato a tornire ed è talmente deliziato da questa occupazione, che ci si dedica per tutto il giorno. Mi dispiace che tu abbia trovato così conciso lo stile della mia prima lettera. Devo tentare di fare ammenda per questo, quando ci vedremo, con qualche elaborato dettaglio che comincerò subito a buttar giù. Il mio vestito nuovo è finito, e sembra proprio una magnifica cotta bianca. Mi dispiace dire che il mio nuovo vestito colorato si è molto sbiadito, sebbene avessi detto a tutti di trattarlo con cura. Spero che anche il tuo faccia la stessa fine. I nostri uomini non hanno avuto che tempo mediocre durante la visita a Godmersham, perché ha piovuto quasi sempre all'andata e sempre al ritorno. Hanno trovato Mrs Knight notevolmente bene e di ottimo umore. Si pensa che tra breve si risposerà. Ho preso in braccio il piccolo George una volta da quando sono qui, il che mi è sembrato molto cortese. Ho detto a Fanny della perlina della sua collana, e vorrebbe tanto sapere dove l'hai trovata. Domani sarò come Camilla nella casa di campagna di Mr Dubster; (1) perché il mio Lionello avrà portato via la scala con la quale sono arrivata qui, o almeno con la quale intendevo scappare, e qui dovrò restare fino al suo ritorno. La mia situazione, tuttavia, è in qualche modo preferibile alla sua, perché io qui sono molto felice, anche se sarei contenta di tornare a casa alla fine del mese. Non ho idea se Miss Pearson tornerà con me. Ma che bravo ragazzo Charles, a ingannarci facendosi scrivere due lettere a Cork! Ammiro moltissimo la sua inventiva, specialmente perché lo fa sempre vincere. Ieri Mr e Mrs Cage e Mr e Mrs Bridges hanno pranzato con noi. Fanny sembrava contenta di vedermi come chiunque altro, e ha chiesto moltissimo di te, immaginandoti al lavoro per gli abiti nuziali. È bella come sempre, e alquanto più grassa. Abbiamo avuto una giornata piacevole, e qualche liquore in serata. La figura di Louisa è molto migliorata, è tornata robusta come prima. I lineamenti, per quanto ho potuto vedere in una serata, non appaiono affatto cambiati. Lei e i signori ha fatto un passeggiata qui lunedì sera - lei era arrivata al mattino da Hythe con i Cage. Lady Hales ci è venuta a trovare con le due figlie minori. Caroline non è diventata affatto più volgare di quanto fosse prima, né Harriet più raffinata. Sono lieta di sentire notizie così buone di Mr Charde, e ho solo paura che la mia lunga assenza possa causare una ricaduta. Mi esercito tutti i giorni per quanto posso - vorrei che fosse di più per amor suo. (2) Da quando sono qui non ho avuto notizie di Mary Robinson. Mi aspetto di essere sgridata un bel po' per aver osato dubitare, ogni volta che sarà toccato l'argomento. Frank ha tornito una zangola molto graziosa per Fanny. Credo che nessuno dei presenti fosse consapevole degli oggetti di valore che si è lasciato dietro; né io ho saputo nulla dei guanti di Anna. In verità finora non ho nemmeno chiesto. Siamo molto occupate a fare camicie per Edward, e sono orgogliosa di dire che sono la lavorante più precisa della compagnia. Dicono che qui intorno c'è un prodigioso numero di uccelli quest'anno, perciò forse anch'io potrei ucciderne qualcuno. Sono lieta di sapere notizie così buone di Mr Limprey e di J. Lovett. Non so nulla del fazzoletto della mamma, ma immagino che lo troverò presto.

Sono la tua affezionatissima,
Jane.



(1) Camilla (1796) è un romanzo di Fanny Burney; la citazione si riferisce al vol IV, capp. II e III.

(2) George William Chard era aiuto organista nella cattedrale di Winchester e maestro di pianoforte di JA.

5
(Monday 5 September 1796)
Cassandra Austen, Steventon


Rowling Monday 5th Septr

My dear Cassandra

I shall be extremely anxious to hear the Event of your Ball, & shall hope to receive so long & minute an account of every particular that I shall be tired of reading it. Let me know how many besides their fourteen Selves & Mr & Mrs Wright, Michael will contrive to place about their Coach, and how many of the Gentlemen, Musicians & Waiters, he will have persuaded to come in their Shooting Jackets. I hope John Lovett's accident will not prevent his attending the Ball, as you will otherwise be obliged to dance with Mr Tincton the whole Evening. Let me know how J. Harwood deports himself without the Miss Biggs; - and which of the Marys will carry the day with my Brother James. We were at a Ball on Saturday I assure you. We dined at Goodnestone & in the Evening danced two Country Dances and the Boulangeries. - I opened the Ball with Edw:d Bridges; the other couples, were Lewis Cage & Harriot, Frank and Louisa, Fanny & George. Eliz:th played one Country dance, Lady Bridges the other, which She made Henry dance with her; and Miss Finch played the Boulangeries - On reading over the last three or four Lines, I am aware of my having expressed myself in so doubtful a manner that if I did not tell you to the contrary, You might imagine it was Lady Bridges who made Henry dance with her, at the same time that she was playing - which if not impossible must appear a very improbable Event to you. - But it was Eliz: who danced -.

We supped there, & walked home at night under the shade of two Umbrellas. - To-day the Goodnestone Party begins to disperse & spread itself abroad. Mr & Mrs Cage & George repair to Hythe. Lady Waltham, Miss Bridges & Miss Mary Finch to Dover, for the health of the two former. - I have never seen Marianne at all. -

On Thursday Mr & Mrs Bridges return to Danbury; Miss Harriot Hales accompanies them to London in her way to Dorsetshire. Farmer Clarinbould died this morning, & I fancy Edward means to get some of his Farm if he can cheat Sir Brook enough in the agrement. - We have just got some venison from Godmersham, which the two Mr Harveys are to devour tomorrow; and on friday or Saturday the Goodnestone people are to finish their Scraps. Henry went away on friday as he purposed without fayl -; You will hear from him soon I imagine, as he talked of writing to Steventon shortly. Mr Richard Harvey is going to be married; but as it is a great secret, & only known to half the Neighbourhood, you must not mention it. The Lady's name is Musgrove. - I am in great Distress. - I cannot determine whether I shall give Richis half a guinea or only five Shillings when I go away. Counsel me, amiable Miss Austen, and tell me which will be the most. - We walked Frank last night to Crixhall ruff, and he appeared much edified. Little Edward was breeched yesterday for good & all, and was whipped, into the Bargain. Pray remember me to Everybody who does not enquire after me. Those who do, remember me without bidding.

[Second leafs missing. Postscript written upside down at top of first page]

Give my Love to Mary Harrison, & tell her I wish whenever she is attached to a young Man, some respectable Dr Marchmont may keep them apart for five Volumes.

5
(lunedì 5 settembre 1796)
Cassandra Austen, Steventon


Rowling lunedì 5 settembre

Mia cara Cassandra

Aspetterò con ansia di avere notizie del Ballo, e mi auguro di ricevere un resoconto talmente lungo e minuto di tutti i particolari da dovermi stancare a leggerlo. Fammi sapere quanti oltre loro quattordici e Mr e Mrs Wright, Michael riuscirà a far entrare nella loro Carrozza, e quanti dei Signori, Musicisti e Camerieri, avrà convinto a venire in Giacca da Caccia. Spero che l'incidente non impedisca a John Lovett di partecipare al Ballo, dato che altrimenti saresti costretta a ballare con Mr Tincton per l'intera Serata. Fammi sapere come si comporta J. Harwood senza le signorine Bigg; - e quale delle Mary sarà vittoriosa con mio Fratello James. Ti assicuro che noi sabato eravamo al Ballo. Abbiamo pranzato a Goodnestone e la Sera abbiamo ballato due Contraddanze e la Boulangères. - Ho aperto io le danze con Edward Bridges; le altre coppie, erano Lewis Cage e Harriot, Frank e Louisa, Fanny e George. Elizabeth ha suonato una Contraddanza, Lady Bridges l'altra, al che Lei ha fatto in modo di ballare con Henry; e Miss Finch ha suonato la Boulangères - Leggendo le ultime tre o quattro righe, mi accorgo di essermi espressa in maniera così incerta che se non ti dico il contrario, potresti immaginare che sia stata Lady Bridges a fare in modo di ballare con Henry, nello stesso momento in cui stava suonando - il che se non impossibile deve sembrarti un Evento molto improbabile. - Ma è stata Eliz. ad aver ballato -.

Abbiamo cenato lì, e sul tardi siamo tornati a casa a piedi al riparo di due Ombrelli. - Oggi gli Ospiti di Goodnestone cominciano a disperdersi e a sparpagliarsi in giro. Mr e Mrs Cage e George riparano a Hythe, Lady Waltham, Miss Bridges e Miss Mary Finch a Dover, per la salute delle prime due. - Non ho visto affatto Marianne. -

Giovedì Mr e Mrs Bridges torneranno a Danbury; Miss Harriot Hales li accompagnerà a Londra nel suo viaggio verso il Dorsetshire. Claribould, il Fattore, è morto stamattina, e immagino che Edward abbia intenzione di comprare parte della sua Fattoria se riuscirà a imbrogliare a sufficienza Sir Brook nel corso delle trattative. - Da Godmersham è appena arrivata un po' di carne di cervo, che i due Mr Harvey divoreranno domani; e venerdì o sabato la gente di Goodnestone finirà i loro Avanzi. Henry partirà senza fallo domani come si era proposto -. Immagino che avrai presto sue notizie, dato che parlava di scrivere a breve a Steventon. Mr Richard Harvey è in procinto di sposarsi; ma dato che è un gran segreto, e lo sa solo metà del Vicinato, non devi parlarne. Il nome della Sposa è Musgrove. - Sono in estrema Difficoltà. - Non riesco a decidere se dare a Richis mezza ghinea o solo cinque Scellini quando me ne andrò. Datemi un consiglio, amabile Miss Austen, e ditemi ciò che è meglio. - Ieri sera abbiamo fatto una passeggiata a Crixhall ruff con Frank, che è sembrato molto edificato. Ieri hanno messo una volta per tutte le brache al piccolo Edward, e cucite, per di più. Per favore salutami Tutti quelli che non chiedono di me. Quelli che lo fanno, salutameli lo stesso.

[Manca il secondo foglio. Post scriptum in testa alla prima pagina, scritto capovolto]

Porgi i miei saluti affettuosi a Mary Harrison, e dille che mi auguro che ogniqualvolta si affezioni a un Giovanotto, qualche rispettabile Dr Marchmont possa tenerli lontani per cinque Volumi. (1)



(1) Il riferimento è a Camilla (1796), romanzo di Fanny Burney.

6
(Thursday 15 - Friday 16 September 1796)
Cassandra Austen, Steventon


Rowling Thursday 15th Sep:tr -

My dear Cassandra

We have been very gay since I wrote last; dining at Nackington, returning by Moonlight, and everything quite in Stile, not to mention Mr Claringbould's Funeral which we saw go by on Sunday. I beleive I told you in a former Letter that Edward had some idea of taking the name of Claringbould; but that scheme is over, tho' it would be a very eligible as well as a very pleasant plan, would any one advance him Money enough to begin on. We rather expected Mr Milles to have done so on Tuesday; but to our great Surprise, nothing was said on the subject, and unless it is in your power to assist your Brother with five or six Hundred pounds, he must entirely give up the idea. At Nackington we met Lady Sondes' picture over the Mantlepeice in the Dining room, and the pictures of her three Children in an Antiroom, besides Mr Scott, Miss Fletcher, Mr Toke, Mr J. Toke, and the Archdeacon Lynch. Miss Fletcher and I were very thick, but I am the thinnest of the two - She wore her purple Muslin, which is pretty enough, tho' it does not become her complexion. There are two Traits in her Character which are pleasing; namely, she admires Camilla, & drinks no cream in her Tea. If you should ever see Lucy, You may tell her, that I scolded Miss Fletcher for her negligence in writing, as she desired me to do, but without being able to bring her to any proper sense of Shame - That Miss Fletcher says in her defence that as every Body whom Lucy knew when she was in Canterbury, has now left it, she has nothing at all to write to her about. By Everybody, I suppose Miss Fletcher means that a new set of Officers have arrived there -. But this is a note of my own. - Mrs Milles, Mr John Toke, & in short every body of any Sensibility enquired in tender Strains after You; and I took an opportunity of assuring Mr J. T. that neither he nor his Father need longer keep themselves single for you -. We went in our two Carriages to Nackington; but how we divided, I shall leave you to surmise, merely observing that as Eliz: and I were without Hat or Bonnet, it would not have been very convenient for us to go in the Chair. - We went by Bifrons, & I contemplated with a melancholy pleasure, the abode of Him, on whom I once fondly doated. - We dine to day at Goodnestone, to meet my Aunt Fielding from Margate, and a Mr Clayton, her professed Admirer; at least so I imagine. Lady Bridges has received very good accounts of Marianne, who is already certainly the better for her Bathing. - So - his royal Highness Sir Thomas Williams has at length sailed -; the Papers say "on a Cruize". But I hope they are gone to Cork, or I shall have written in vain. Give my Love to Jane, as she arrived at Steventon Yesterday, I dare say. I sent a message to Mr Digweed from Edward, in a letter to Mary Lloyd, which she ought to receive to day; but as I know that the Harwoods are not very exact as to their Letters, I may as well repeat it to You -. Mr Digweed is to be informed that Illness has prevented Seward's coming over to look at the intended Repairs at the Farm, but that he will come, as soon as he can. Mr Digweed may also be informed if you think proper, that Mr & Mrs Milles are to dine here tomorrow, and that Mrs Joan Knatchbull is to be asked to meet them. - Mr Richard Harvey's match is put off, till he has got a Better Christian name, of which he has great Hopes. Mr Children's two Sons are both going to be married, John & George -. They are to have one wife between them; a Miss Holwell, who belongs to the Black Hole at Calcutta. -

I depend on hearing from James very soon; he promised me an account of the Ball, and by this time he must have collected his Ideas enough, after the fatigue of dancing, to give me one. Edward & Fly went out yesterday very early in a couple of Shooting Jackets, and came home like a couple of Bad Shots, for they killed nothing at all. They are out again today, & are not yet returned. - Delightful Sport! - They are just come home; Edward with his two Brace, Frank with his Two and a half. What amiable Young Men!

Friday - Your Letter & one from Henry are just come, and the contents of both accord with my Scheme more than I had dared expect - In one particular I could wish it otherwise, for Henry is very indifferent indeed -. You must not expect us quite so early however as wednesday the 20th - on that day se'night according to our present plan we may be with You. Frank had never any idea of going away before Monday the 26th. I shall write to Miss Pearson immediately & press her returning with us, which Henry thinks very likely, & particularly eligible.

Till we know whether she accompanies us or not, we can say nothing in reply to my Father's kind offer -. As to the mode of our travelling to Town, I want to go in a Stage Coach, but Frank will not let me. As you are likely to have the Williams' & Lloyds with you next week, you would hardly find room for us then -.

If anybody wants anything in Town, they must send their Commissions to Frank, as I shall merely pass thro' it. -

The Tallow Chandler is Penlington, at the Crown & Beehive Charles Street, Covent Garden.

Buy Mary Harrison's Gown by all means. You shall have mine for ever so much money, tho' if I am tolerably rich when I get home, I shall like it very much myself.

Miss Austen
Steventon
Overton
Hants.

6
(giovedì 15 - venerdì 16 settembre 1796)
Cassandra Austen, Steventon


Rowling giovedì 15 settembre

Mia cara Cassandra

Siamo stati molto allegri dall'ultima volta che ti ho scritto; pranzo a Nackington, ritorno al Chiaro di luna, e tutto piuttosto di Classe, per non parlare del Funerale di Mr Claringbould che abbiamo visto passare domenica. Credo di averti detto in una Lettera precedente che Edward aveva una mezza idea di subentrare a Claringbould; ma quel progetto è fallito, anche se sarebbe stato un piano molto vantaggioso e piacevole, se qualcuno gli avesse anticipato abbastanza Denaro per portarlo avanti. Martedì quasi ci aspettavamo che l'avrebbe fatto Mr Milles, ma con nostra grande Sorpresa, non si è parlato per niente dell'argomento, e a meno che non sia in tuo potere aiutare tuo Fratello con cinque o seicento sterline, dovrà abbandonare completamente l'idea. A Nackington ci siamo imbattuti in un ritratto di Lady Sondes sulla Mensola del caminetto nella Sala da pranzo, e nei ritratti dei suoi tre Figli in un'Anticamera, oltre a Mr Scott, Miss Fletcher, Mr Toke, Mr J. Toke, e l'Arcidiacono Lynch. Miss Fletcher e io portavamo vestiti molto gonfi, ma io sono la più sottile delle due - Indossava la Mussola color porpora, che è abbastanza carina, ma non dona alla sua carnagione. Ci sono due qualità del suo Carattere che sono gradevoli; vale a dire, è un'ammiratrice di Camilla, (1) e non mette il latte nel Tè. Se dovessi vedere Lucy, puoi dirglielo, che ho sgridato Miss Fletcher per la sua negligenza nello scrivere, come mi aveva detto di fare, ma senza riuscire a suscitare un appropriato senso di Colpa - Che Miss Fletcher dice in sua difesa che siccome Tutti quelli che Lucy conosceva quando era a Canterbury, ora se ne sono andati, non ho proprio nulla da scriverle. Con "Tutti", immagino che Miss Fletcher intenda che là è arrivato un nuovo gruppo di Ufficiali -. Ma questa è una postilla mia. - Mrs Milles, Mr John Toke, e in breve tutti quelli con una qualche Sensibilità hanno chiesto di Te con teneri Accenti; e ho colto l'opportunità per assicurare a Mr J. T. che né lui né suo Padre dovranno a lungo mantenersi liberi per te -. A Nackington siamo andati con due Carrozze; ma come ci siamo divisi, lo lascio indovinare a te, osservando soltanto che siccome Eliz. e io eravamo senza né Cappello né Cuffia, non sarebbe stato molto conveniente per noi andare a Cassetta. - Siamo passati vicino a Bifrons, e ho contemplato con malinconico piacere, la residenza di Colui, per il quale un tempo scioccamente stravedevo. (2) - Oggi pranziamo a Goodnestone, per incontrare la Zia Fielding (3) da Margate, e un certo Mr Clayton, suo Ammiratore dichiarato; almeno credo. Lady Bridges ha ricevuto notizie molto buone di Marianne, che starà già sicuramente meglio con i Bagni. - Così - sua Altezza reale Sir Thomas Williams alla fine si è imbarcato -; i Giornali dicono "in Crociera". Ma spero che siano andati a Cork, altrimenti avrei scritto invano. Porgi i miei saluti affettuosi a Jane, visto che è arrivata Ieri a Steventon, suppongo. Ho mandato un messaggio a Mr Digweed per mezzo di Edward, in una lettera a Mary Lloyd, che dovrebbe arrivarle oggi; ma siccome so che gli Harwood non sono molto precisi come per le loro Lettere, posso anche ripeterlo a Te -. Mr Digweed deve essere informato che una Malattia ha impedito a Seward di venire a vedere le Riparazioni programmate per la Fattoria, ma che verrà, non appena potrà. Mr Digweed può anche essere informato se pensi che sia il caso, che Mr e Mrs Milles domani pranzeranno qui, e che Mrs Joan Knatchbull sarà invitata per fare la loro conoscenza. - Le nozze di Mr Richard Harvey sono rimandate, fin quando non avrà un nome di Battesimo Migliore, cosa su cui fonda grandi Speranze. I due Figli di Mr Children, John e George, stanno entrambi per sposarsi -. Avranno una moglie in comune; una Miss Holwell, che ha a che fare con il Black Hole di Calcutta. - (4)

Conto di avere molto presto notizie da James; mi ha promesso un resoconto del Ballo, e adesso dovrebbe aver raccolto abbastanza le Idee, dopo le fatiche della danza, per fornirmene uno. Ieri Edward e Fly sono usciti prestissimo con una coppia di Giacche da Caccia, e sono tornati a casa come una coppia di Cacce Fallite, poiché non hanno preso assolutamente nulla. Oggi sono di nuovo fuori, e non sono ancora tornati. - Che Sport delizioso! - Sono appena tornati a casa; Edward con due Coppie di uccelli, Frank con due e mezza. Che amabili Giovanotti!

Venerdì - Sono appena arrivate una lettera tua e una di Henry, e il contenuto di entrambe si accorda con il mio Progetto più di quanto osassi aspettarmi - In un particolare avrei preferito altrimenti, perché Henry è davvero insensibile -. Non devi comunque aspettarci tanto presto come mercoledì 20 - secondo il piano attuale potremmo essere da Te una settimana dopo. Frank non ha mai avuto intenzione di partire prima di lunedì 26. Scriverò immediatamente a Miss Pearson per convincerla a tornare con noi, cosa che Henry trova molto ragionevole, e particolarmente vantaggiosa.

Finché non sapremo se ci accompagnerà o no, non possiamo dare nessuna risposta alla gentile offerta del Babbo -. Quanto alle modalità del viaggio verso Londra, io vorrei andare in Diligenza, ma Frank non me lo permetterà. Siccome è probabile che la prossima settimana avrai da te i Williams e i Lloyd, troverai a fatica spazio per noi -.

Se qualcuno ha bisogno di qualcosa in Città, che mandino la loro Commissione a Frank, dato che io ci passerò appena. -

Il Fornitore di Candele è Penlington, presso Crown & Beehive Charles Street, Covent Garden.

Compra a tutti i costi l'Abito di Mary Harrison. Non avrai per sempre tanti soldi, comunque se sarò abbastanza ricca quando tornerò a casa, mi piacerebbe moltissimo per me.



(1) Romanzo (1796) di Fanny Burney.

(2) JA si riferisce a Edward Taylor, di Bifrons, vicino a Patrixbourne, che probabilmente aveva conosciuto due anni prima, durante un viaggio nel Kent con la sorella dopo essere state ad Adlestrop dal cugino della madre, il rev. Thomas Leigh. È probabile che tra i due ci fosse stato un breve flirt, o almeno una forte ammirazione da parte di JA, visto che qualche anno dopo parlerà di lui, attribuendogli due "begli occhi scuri" (lettera 25 dell'8 novembre 1800 a Cassandra).

(3) In altre due lettere (L73 e L85) JA usa "my aunt" o "my cousin" (o anche "our") per indicare parenti non suoi ma di persone citate subito prima (in questo caso si tratta della moglie del fratellastro di Sir Brook Bridges III, che era ovviamente chiamata "zia" dai suoi figli); si deve dunque presumere che sia una sorta di scambio di pronome, come per citare direttamente la persona a cui è da riferire quel "my".

(4) "Black Hole" ("Buco Nero") era il nome delle segrete di Fort William a Calcutta; Miss Holwell era nipote di John Zephaniah Holwell, che scrisse un resoconto dell'assedio e della capitolazione del forte nel 1756, del quale era stato uno dei sopravvissuti. Miss Holwell sposò John-George Children nel luglio 1798 e la frase sulla moglie in comune è evidentemente un gioco sul cognome ("Figli") e sul doppio nome dello sposo.

7
(Sunday 18 September 1796)
Cassandra Austen, Steventon


Rowling Sunday 18th Sept:r -

My dear Cassandra

This morning has been spent in Doubt & Deliberation; in forming plans, and removing Difficulties, for it ushered in the Day with an Event which I had not intended should take place so soon by a week. Frank has rec:d his appointment on Board the Captn John Gore, commanded by the Triton, and will therefore be obliged to be in Town on wednesday - & tho' I have every Disposition in the world to accompany him on that day, I cannot go on the Uncertainty of the Pearsons being at Home; as I should not have a place to go to, in case they were from Home. - I wrote to Miss P--- on friday, & hoped to receive an answer from her this morning, which would have rendered everything smooth & Easy, and would have enabled us to leave this place tomorrow, as Frank on first receiving his Appointment intended to do. He remains till Wednesday merely to accomodate me. I have written to her again today and desired her to answer it by return of post - On Tuesday therefore I shall positively know whether they can receive me on Wednesday -. If they cannot, Edward has been so good as to promise to take me to Greenwich on the Monday following which was the day before fixed on, if that suits them better -. If I have no answer at all on Tuesday, I must suppose Mary is not at Home, & must wait till I do hear; as after having invited her to go to Steventon with me, it will not quite do, to go home and say no more about it.-

My Father will be so good as to fetch home his prodigal Daughter from Town, I hope, unless he wishes me to walk the Hospitals, Enter at the Temple, or mount Guard at St James. It will hardly be in Frank's power to take me home; nay, it certainly will not. I shall write again as soon as I get to Greenwich -.

What dreadful Hot weather we have! - It keeps one in a continual state of Inelegance. - If Miss Pearson should return with me, pray be careful not to expect too much Beauty. I will not pretend to say that on a first veiw, she quite answered the opinion I had formed of her. - My Mother I am sure will be disappointed, if she does not take great care. From what I remember of her picture, it is no great resemblance. I am very glad that the idea of returning with Frank occurred to me, for as to Henry's coming into Kent again, the time of its taking place is so very uncertain, that I should be waiting for Deadmen's Shoes.

I had once determined to go with Frank tomorrow & take my chance &cr; but they dissuaded me from so rash a step - as I really think on consideration it would have been; for if the Pearsons were not at home, I should inevitably fall a Sacrifice to the arts of some fat Woman who would make me drunk with Small Beer -

Mary is brought to bed of a Boy; both doing very well. I shall leave you to guess what Mary, I mean. - Adieu, with best Love to all your agreable Inmates. Donot let the Lloyds go on any account before I return, unless Miss P--- is of the party.

How ill I have written. I begin to hate myself.

Yrs ever - J: Austen -

The Triton is a new 32 Frigate, just launched at Deptford. - Frank is much pleased with the prospect of having Capt: Gore under his command.

Miss Austen
Steventon
Overton
Hants

7
(domenica 18 settembre 1796)
Cassandra Austen, Steventon


Rowling domenica 18 settembre -

Mia cara Cassandra

La mattinata è trascorsa in Dubbi e Riflessioni; a formulare progetti, e a rimuovere Difficoltà, perché la Giornata si è aperta con un Evento che non prevedevo dovesse aver luogo così presto nel corso della settimana. Frank ha ricevuto la nomina a Bordo del Cap. John Gore, comandato dal Triton, (1) e quindi sarà costretto a essere a Londra per mercoledì - e anche se quel giorno ho tutte le Intenzioni al mondo di accompagnarlo, non potrò andare se non cade l'Incertezza circa il fatto che i Pearson siano a Casa; altrimenti non avrei un posto dove andare, nel caso fossero fuori. - Venerdì ho scritto a Miss P---, e speravo di ricevere una risposta da lei stamattina, il che avrebbe reso tutto liscio come l'olio, e ci avrebbe permesso di partire da qui domani, come Frank aveva intenzione di fare non appena ricevuta la notizia della Nomina. Rimane fino a mercoledì solo per favorirmi. Le ho riscritto oggi chiedendole di rispondere a stretto giro di posta - martedì perciò saprò con certezza se mercoledì potranno ospitarmi -. Se non possono, Edward è stato così buono da promettermi di portarmi a Greenwich il lunedì successivo che era il giorno fissato in precedenza, se per loro fosse meglio così -. Se entro martedì non avrò nessuna risposta, dovrò presumere che Mary non sia a Casa, e dovrò aspettare fino a quando non avrò notizie; perché dopo averla invitata a venire a Steventon con me, non sarebbe certamente corretto, tornare a casa senza più farne parola. -

Spero che il Babbo sarà così buono da riportare a casa dalla Città la sua Figliol prodiga, a meno che non voglia vedermi vagare per Ospedali, Entrare a far parte del Temple, o montare la Guardia a St. James. Sarà difficile che Frank possa accompagnarmi a casa; anzi, non potrà di sicuro. Scriverò di nuovo, non appena arrivata a Greenwich -.

Che Caldo terribile che abbiamo! - Ti tiene in un continuo stato di Sciatteria - Se Miss Pearson dovesse tornare con me, ti prego di stare attenta a non aspettarti troppa Bellezza. Non avrò la pretesa di affermare che a prima vista, abbia confermato l'opinione che mi ero fatta di lei. - Sono certa che la Mamma apparirà delusa, se non fa attenzione. (2) Da quello che ricordo del suo ritratto, non c'è una grande somiglianza. Sono molto contenta che mi sia venuta l'idea di tornare con Frank, perché quanto alla prossima venuta di Henry nel Kent, la data in cui avrà luogo è talmente tanto incerta, che avrei potuto aspettare fino alla Calende Greche.

A un certo punto ero determinata ad andare con Frank domani e correre il rischio ecc.; ma mi hanno dissuasa da un passo così avventato - come in effetti riflettendo bene sarebbe stato; perché se i Pearson non fossero stati a casa, sarei inevitabilmente diventata la vittima sacrificale delle arti di una qualche Grassona che mi avrebbe fatto ubriacare con Birra Leggera - (3)

Mary ha partorito un Bambino; tutti e due stanno benissimo. Ti lascerò indovinare a quale Mary mi riferisco. - Adieu, con i Saluti più affettuosi a tutti i tuoi Inquilini. Non fate andar via per nessun motivo le Lloyd prima del mio ritorno, a meno che Miss P--- non sia della partita.

Come ho scritto male. Comincio a detestarmi.

Sempre tua - J. Austen -

Il Triton è una nuova Fregata da 32 cannoni, appena varata a Deptford. - Frank è molto soddisfatto dalla prospettiva di avere il Cap. Gore sotto il suo comando.



(1) Lo scambio di ruoli tra la nave e il suo comandante, e tra Frank Austen e il cap. Gore nel poscritto, va ovviamente letto in senso ironico.

(2) Mary Pearson era fidanzata con Henry Austen dall'inizio dell'anno, ma il fidanzamento fu rotto qualche settimana dopo questa lettera.

(3) Deirdre Le Faye scrive nelle note che "JA stava probabilmente pensando alle serie di stampe di Hogart The Harlot's Progress, nella prima delle quali una innocente ragazza di campagna, appena arrivata a Londra con la Diligenza da York, è adescata da una mezzana." (vedi l'immagine sotto).

s.n.
(1st Novembre 1797)
from Rev. George Austen to Mr. Thomas Cadell, London


Steventon, near Overton, Hants, 1st Nov 1797

Sir,

I have in my possession a Manuscript Novel, comprised in three Vols. about the length of Miss Burney's Evelina. As I am well aware of what consequence it is that a work of this sort should make it's first Appearance under a respectable name I apply to you. Shall be much obliged therefore if you will inform me whether you chuse to be concerned in it; What will be the expense of publishing it at the Author's risk; & what you will venture to advance for the Property of it, if on a perusal, it is approved of. Should your answer give me encouragement I will send you the work.

I am, Sir, your humble Servant,

George Austen

s.n.
(1° novembre 1797)
dal Rev. George Austen a Mr. Thomas Cadell (1), Londra


Steventon, presso Overton, Hants, 1° nov. 1797

Signore,

Sono in possesso di un Romanzo Manoscritto, composto di tre Voll. all'incirca della lunghezza di Evelina di Miss Burney. Dato che sono ben consapevole di quanto sia importante che un'opera del genere faccia la sua prima Comparsa sotto l'egida di un nome rispettabile mi rivolgo a voi. Vi sarò molto obbligato quindi se vorrete cortesemente farmi sapere se siete interessati a essere coinvolti in essa; A quanto ammonteranno le spese di pubblicazione a rischio dell'Autore; e quanto sareste disposti ad anticipare per l'acquisto dei Diritti, se a seguito di un'attenta lettura, fosse da voi approvata. Se la vostra risposta sarà incoraggiante vi spedirò l'opera.

Sono, Signore, il vostro umile Servo,

George Austen



(1) Thomas Cadell era un editore di Londra e l'opera a cui George Austen fa riferimento è First Impressions, la prima stesura di Pride and Prejudice. La proposta di pubblicazione non fu accettata e nella parte superiore del foglio c'è una breve annotazione di Cadell: "declined by Return of Post" ("rifiutato a giro di posta").

8
(Sunday 8 April 1798)
Philadelphia Walter, Seal


Steventon Sunday April 8th

My dear Cousin

As Cassandra is at present from home, you must accept from my pen, our sincere Condolance on the melancholy Event which Mrs Humphries Letter announced to my Father this morning. - The loss of so kind & affectionate a Parent, must be a very severe affliction to all his Children, to yourself more especially, as your constant residence with him has given you so much the more constant & intimate Knowledge of his Virtues. - But the very circumstance which at present enhances your loss, must gradually reconcile you to it the better; - the Goodness which made him valuable on Earth, will make him Blessed in Heaven. - This consideration must bring comfort to yourself, to my Aunt, & to all his family & friends; & this comfort must be heightened by the consideration of the little Enjoyment he was able to receive from this World for some time past, & of the small degree of pain attending his last hours. - I will not press you to write before you would otherwise feel equal to it, but when you can do it without pain, I hope we shall receive from you as good an account of my Aunt & Yourself, as can be expected in these early days of Sorrow. -

My Father & Mother join me in every kind wish, & I am my dear Cousin,

Yours affec:tely
Jane Austen

8
(domenica 8 aprile 1798)
Philadelphia Walter, Seal


Steventon domenica 8 aprile

Mia cara Cugina

Poiché in questo momento Cassandra non è a casa, dovrai accettare dalla mia penna, le nostre sincere Condoglianze per il malinconico Evento che la Lettera di Mrs Humphries ha annunciato stamattina al Babbo. (1) - La perdita di un Genitore tanto caro e affettuoso, dev'essere un dolore molto forte per tutti i suoi Figli, e in particolare per te, dato che il costante contatto con lui ti ha donato la costante e intima Consapevolezza delle sue Virtù. - Ma la stessa circostanza che in questo momento inasprisce la tua perdita, vedrai che gradualmente ti aiuterà a riconciliarti con la parte migliore di essa; - la Bontà che lo ha reso prezioso sulla terra, lo renderà Beato in Cielo. - Questa considerazione deve consolare te, la Zia, e tutti i suoi familiari e amici; ed è una consolazione che dev'essere accresciuta dalla considerazione che negli ultimi tempi così poca Gioia gli è stata concessa da questo Mondo, e che le sue ultime ore sono state quasi prive di sofferenza. - Non ti solleciterò a scrivere finché non te la sentirai, ma quando potrai farlo senza soffrire, spero che le notizie che riceveremo della Zia e di Te, siano buone per quanto ci si possa aspettare in questi primi giorni di Dolore. -

Il Babbo e la Mamma si uniscono a me con i loro auspici più cari, e sono mia cara Cugina,

Con affetto, tua
Jane Austen



(1) Il padre di Philadelphia Walter, William Hampson Walter, fratellastro del padre di JA, era morto il 6 aprile.

9
(Wednesday 24 October 1798) - no ms.
Cassandra Austen, Godmersham


"Bull and George", Dartford Wednesday October 24

My dear Cassandra

You have already heard from Daniel, I conclude, in what excellent time we reached and quitted Sittingbourne, and how very well my mother bore her journey thither. I am now able to send you a continuation of the same good account of her. She was very little fatigued on her arrival at this place, has been refreshed by a comfortable dinner, and now seems quite stout. It wanted five minutes of twelve when we left Sittingbourne, from whence we had a famous pair of horses, which took us to Rochester in an hour and a quarter; the postboy seemed determined to show my mother that Kentish drivers were not always tedious, and really drove as fast as Cax. Our next stage was not quite so expeditiously performed; the road was heavy and our horses very indifferent. - However, we were in such good time, and my mother bore her journey so well, that expedition was of little importance to us; and as it was, we were very little more than two hours and a half coming hither, and it was scarcely past four when we stopped at the inn. My mother took some of her bitters at Ospringe, and some more at Rochester, and she ate some bread several times. We have got apartments up two pair of stairs, as we could not be otherwise accommodated with a sitting-room and bed-chambers on the same floor, which we wished to be. We have one double-bedded and one single-bedded room; in the former my mother and I are to sleep. I shall leave you to guess who is to occupy the other. We sate down to dinner a little after five, and had some beef-steaks and a boiled fowl, but no oyster sauce. I should have begun my letter soon after our arrival but for a little adventure which prevented me. After we had been here a quarter of an hour it was discovered that my writing and dressing boxes had been by accident put into a chaise which was just packing off as we came in, and were driven away towards Gravesend in their way to the West Indies. No part of my property could have been such a prize before, for in my writing-box was all my worldly wealth, 7l., and my dear Harry's deputation. Mr Nottley immediately despatched a man and horse after the chaise, and in half an hour's time I had the pleasure of being as rich as ever; they were got about two or three miles off. My day's journey has been pleasanter in every respect than I expected. I have been very little crowded and by no means unhappy. Your watchfulness with regard to the weather on our accounts was very kind and very effectual. We had one heavy shower on leaving Sittingbourne, but afterwards the clouds cleared away, and we had a very bright chrystal afternoon. My father is now reading the " Midnight Bell," which he has got from the library, and mother sitting by the fire. Our route to-morrow is not determined. We have none of us much inclination for London, and if Mr Nottley will give us leave, I think we shall go to Staines through Croydon and Kingston, which will be much pleasanter than any other way; but he is decidedly for Clapham and Battersea. God bless you all!

Yours affectionately,
J. A.

I flatter myself that itty Dordy will not forget me at least under a week. Kiss him for me.

Miss Austen,
Godmersham Park,
Faversham.

9
(mercoledì 24 ottobre 1798) - no ms.
Cassandra Austen, Godmersham


"Bull and George", Dartford mercoledì 24 ottobre

Mia cara Cassandra

Avrai già saputo da Daniel, (1) immagino, che siamo arrivati e ripartiti da Sittingbourne in perfetto orario, e che la mamma ha sopportato molto bene il viaggio fin là. Ora sono in grado di mandarti un prolungamento delle stesse buone notizie riguardo a lei. All'arrivo si era stancata pochissimo, si è ristorata con un buon pranzo, e ora sembra del tutto in forze. Mancavano cinque minuti a mezzogiorno quando siamo partiti da Sittingbourne, da dove abbiamo avuto un eccellente paio di cavalli, che ci hanno portati a Rochester in un'ora e un quarto; il postiglione sembrava determinato a mostrare alla mamma che i cocchieri del Kent non sono sempre lenti, e in effetti ha guidato veloce come Cax. (2) La tappa successiva non è stata superata in modo altrettanto rapido; la strada era pesante e i cavalli assai mediocri. - Tuttavia, eravamo in così perfetto orario, e la mamma sopportava così bene il viaggio, che la velocità aveva poca importanza per noi; e in verità, ci abbiamo messo poco più di due ore e mezza per arrivare qui, ed erano da poco passate le quattro quando ci siamo fermate alla locanda. La mamma ha preso un po' della sua tisana a Ospringe e un altro po' a Rochester, e io ho mangiato diverse volte un po' di pane. Ci hanno dato delle camere in cima a due rampe di scale, altrimenti non avrebbero potuto offrirci un soggiorno e due camere da letto sullo stesso piano, come desideravamo. Abbiamo una camera doppia e una singola; nella prima dormiremo io e la mamma. Lascio a te indovinare chi occuperà la seconda. Ci siamo seduti per la cena un po' dopo le cinque, Abbiamo mangiato bistecche di manzo e un pollo lesso, ma senza salsa di ostriche. Avrei cominciato la lettera subito dopo il nostro arrivo se non ci fosse stata una piccola disavventura a impedirmelo. Dopo un quarto d'ora che eravamo arrivati si è scoperto che le cassette col mio necessaire e l'occorrente per scrivere erano state accidentalmente messe su una carrozza che stavano caricando quando eravamo arrivati, ed erano partite verso Gravesend sulla strada per le Indie Occidentali. Nessun oggetto di mia proprietà aveva avuto prima un tale valore, perché nella cassetta con l'occorrente per scrivere c'erano tutti i miei beni terreni, 7 sterline, e il permesso per il mio caro Harry. (3) Mr Nottley ha mandato immediatamente un uomo a cavallo dietro alla carrozza, e in una mezzora ho avuto il piacere di essere di nuovo ricca come al solito; si erano allontanati per due o tre miglia. Il viaggio di oggi è stato più piacevole rispetto a quanto mi aspettassi. La carrozza non è mai stata troppo stipata e io mai depressa. L'aver tenuto d'occhio il tempo per conto nostro è stato da parte tua molto gentile e molto efficace. C'è stato un forte acquazzone partendo da Sittingbourne, ma poi le nuvole si sono dissolte, e abbiamo avuto un pomeriggio cristallino e pieno di luce. Il babbo adesso sta leggendo "Midnight Bell", (4) che ha preso in biblioteca, e la mamma è seduta accanto al fuoco. L'itinerario per domani non è ancora fissato. Nessuno di noi è molto propenso per Londra, e se Mr Nottley ci lascerà partire, credo che andremo a Staines attraverso Croydon e Kingston, il che sarà più piacevole di qualsiasi altra strada; ma lui è decisamente a favore di Clapham e Battersea. Dio vi benedica tutti!

Con affetto, tua,
J. A.

Mi illudo che itty Dordy (5) non si dimenticherà di me per almeno una settimana. Bacialo da parte mia.



(1) JA e i genitori erano andati da Godmersham Park, dove erano stati in visita da Edward Austen, a Sittingbourne con la carrozza di Edward; Daniel era il cocchiere.

(2) Probabilmente un nomignolo per un cocchiere di Steventon, o un qualche gioco di parole familiare.

(3) L'originale "deputation" indicava un permesso di caccia rilasciato dal proprietario del terreno. In questo caso il permesso era rilasciato da Edward Austen a favore di Harry Digweed, affittuario di Steventon Manor.

(4) Romanzo di Francis Lathom pubblicato in quell'anno; è uno di quelli citati in Northanger Abbey.

(5) Il secondo figlio di Edward, George, aveva allora tre anni; "itty Dordy" sta probabilmente per "little George", nella pronuncia storpiata del bambino.

10
(Saturday 27 - Sunday 28 October 1798)
Cassandra Austen, Godmersham


Steventon Saturday Oct: 27th

My dear Cassandra

Your letter was a most agreeable surprize to me to-day, & I have taken a long sheet of paper to show my Gratitude. We arrived here yesterday between 4 & 5, but I cannot send you quite so triumphant an account of our last day's Journey as of the first & second. - Soon after I had finished my letter from Staines, my Mother began to suffer from the exercise & fatigue of travelling so far, & she was a good deal indisposed from that particular kind of evacuation which has generally preceded her illnesses -. She had not a very good night at Staines, & felt a heat in her throat as we travelled yesterday morning, which seemed to foretell more Bile -. She bore her Journey however much better than I had expected, & at Basingstoke where we stopped more than half an hour, received much comfort from a Mess of Broth, & the sight of Mr Lyford, who recommended her to take 12 drops of Laudanum when she went to Bed, as a Composer, which she accordingly did. - It is by no means wonderful that her Journey should have produced some Kind of visitation; - I hope a few days will entirely remove it. - James called on us just as we were going to Tea, & my Mother was well enough to talk very chearfully to him, before she went to Bed. - Lyford has promised to call, in the course of a few days, & then they will settle about the Dandelion Tea; - the receipts for which were shewn him at Basingstoke, & he approved of them highly; they will only require some slight alteration to be better adapted to my Mother's Constitution. James seems to have taken to his old Trick of coming to Steventon inspite of Mary's reproaches, for he was here before Breakfast, & is now paying us a second visit. - Mary is quite well he says, & uncommonly large; - they were to have dined here to day, but the weather is too bad. I have had the pleasure of hearing that Martha is with them; - James fetched her from Ibthrop on Thursday, & she will stay with them till she removes to Kintbury. - We met with no adventures at all in our Journey yesterday, except that our Trunk had once nearly slipt off, & we were obliged to stop at Hartley to have our wheels greazed. - While my Mother & Mr Lyford were together, I went to Mrs Ryders, & bought what I intended to buy, but not in much perfection. - There were no narrow Braces for Children, & scarcely any netting silk; but Miss Wood as usual is going to Town very soon, & will lay in a fresh stock. - I gave 2s/3d a yard for my flannel, & I fancy it is not very good; but it is so disgraceful & contemptible an article in itself that its' being comparatively good or bad is of little importance. I bought some Japan Ink likewise, & next week shall begin my operations on my hat, on which You know my principal hopes of happiness depend. - I am very grand indeed; - I had the dignity of dropping out my mother's Laudanum last night. I carry about the keys of the Wine & Closet; & twice since I began this letter, have had orders to give in the Kitchen: Our dinner was very good yesterday, & the Chicken boiled perfectly tender; therefore I shall not be obliged to dismiss Nanny on that account. - Almost every thing was unpacked & put away last night; - Nanny chose to do it, & I was not sorry to be busy. - I have unpacked the Gloves & placed yours in your drawer. - Their colour is light & pretty, & I believe exactly what we fixed on. - Your letter was chaperoned here by one from Mrs Cooke, in which she says that Battleridge is not to come out before January; & she is so little satisfied with Cawthorn's dilatoriness that she never means to employ him again. Mrs Hall, of Sherbourn, was brought to bed yesterday of a dead child, some weeks before she expected, oweing to a fright. - I suppose she happened unawares to look at her husband. - There has been a great deal of rain here for this last fortnight, much more than in Kent; & indeed we found the roads all the way from Staines most disgracefully dirty. - Steventon lane has its full share of it, & I donot know when I shall be able to get to Deane. - I hear that Martha is in better looks & Spirits than she has enjoyed for a long time; & I flatter myself she will now be able to jest openly about Mr W. - The Spectacles which Molly found are my Mother's, the Scissors my father's. - We are very glad to hear such a good account of your Patients, little & great. My dear itty Dordy's remembrance of me is very pleasing to me; foolishly pleasing, because I know it will be over so soon. My attachment to him will be more durable; I shall think with tenderness & delight on his beautiful & smiling Countenance & interesting Manners, till a few years have turned him into an ungovernable, ungracious fellow. - The Books from Winton are all unpacked & put away; - the Binding has compressed them most conveniently, & there is now very good room in the Bookcase for all that we wish to have there. - I believe the Servants were very glad to see us, Nanny was, I am sure; she confesses that it was very dull, & yet she had her Child with her till last Sunday. I understand that there are some Grapes left, but I beleive not many; - they must be gathered as soon as possible, or this Rain will entirely rot them. I am quite angry with myself for not writing closer; why is my alphabet so much more sprawly than Yours? Dame Tilbury's daughter has lain-in - Shall I give her any of your Baby Cloathes? - The Lace Man was here only a few days ago; how unfortunate for both of us that he came so soon! - Dame Bushell washes for us only one week more, as Sukey has got a place. - John Steevens' wife undertakes our Purification; She does not look as if anything she touched would ever be clean, but who knows? - We do not seem likely to have any other maidservant at present, but Dame Staples will supply the place of one. - Mary has hired a young Girl from Ashe, who has never been out to service, to be her Scrub, but James fears her not being strong enough for the place. Earle Harwood has been to Deane lately, as I think Mary wrote us word; & his family then told him that they would receive his wife, if she continued to behave well for another Year. - He was very grateful, as well he might; their behaviour throughout the whole affair has been particularly kind. - Earle & his wife live in the most private manner imaginable at Portsmouth, without keeping a servant of any kind. - What a prodigious innate love of virtue she must have, to marry under such circumstances! - It is now saturday Eveng but I wrote the cheif of this in the morning. - My Mother has not been down at all today; the Laudanum made her sleep a good deal, & upon the whole I think she is better; - I shall be able to be more positive on this subject I hope tomorrow. My father & I dined by ourselves - How strange! - He & John Bond are now very happy together, for I have just heard the heavy step of the latter along the passage. - James Digweed called today, & I gave him his brother's deputation. Charles Harwood too has just called to ask how we are, in his way from Dummer, whither he has been conveying Miss Garrett, who is going to return to her former residence in Kent. - I will leave off, or I shall not have room to add a word tomorrow. - Sunday. - My Mother has had a very good night, & tho' she did not get up to breakfast, feels much better to day. - I have rec:d my Aunt's letter, & thank you for your Scrap. - I will write to Charles soon. - Pray give Fanny & Edward a Kiss from me - & ask George if he has got a new Song for me. - Tis really very kind in my Aunt to ask us to Bath again; a kindness that deserves a better return than to profit by it. -

Yours Ever
J. A.

Miss Austen
Godmersham Park
Faversham
Kent.

10
(sabato 27 - domenica 28 ottobre 1798)
Cassandra Austen, Godmersham


Steventon sabato 27 ottobre

Mia cara Cassandra

La tua lettera è stata una graditissima sorpresa oggi, e ho preso un lungo foglio di carta per dimostrare la mia Gratitudine. Siamo arrivati qui ieri tra le 4 e le 5, ma non posso mandarti un resoconto trionfale del nostro ultimo giorno di Viaggio come quelli del primo e del secondo. - Subito dopo aver finito la mia lettera da Staines, la Mamma ha cominciato a risentire dello strapazzo e della fatica di un viaggio così lungo, ed è stata molto indisposta con quel particolare genere di evacuazione che generalmente precede i suoi malesseri -. A Staines non aveva passato una notte molto buona, e ieri mattina durante il viaggio sentiva un bruciore in gola, che sembrava preannunciare un attacco di Bile -. Tuttavia ha sopportato il Viaggio molto meglio di quanto mi ero aspettata, e a Basingstoke dove ci siamo fermati più di mezzora, ha avuto molto sollievo grazie a un Brodo caldo, e a una visita di Mr Lyford, che le ha raccomandato di prendere 12 gocce di Laudano prima di andare a Letto, come Sedativo, cosa che ha poi fatto. - Non c'è da meravigliarsi che il Viaggio possa aver causato qualche Genere di malanno; - Spero che in pochi giorni possa riprendersi completamente. - James è venuto a trovarci proprio mentre stavamo per prendere il Tè, e la Mamma stava bene abbastanza per chiacchierare allegramente con lui, prima di andare a Letto. - Lyford ha promesso di venire, da qui a qualche giorno, e allora decideranno sulla Tisana al Tarassico; - a Basingstoke aveva visto le prescrizioni, e le aveva completamente approvate; necessitano solo di qualche piccola modifica per adattarsi meglio alla Costituzione della Mamma. James sembra aver ripreso la sua vecchia Abitudine di venire a Steventon nonostante i rimbrotti di Mary, perché era qui prima di Colazione, e ora è venuto per la seconda volta. - Dice che Mary sta benissimo, ed è eccezionalmente grossa; (1) - oggi dovevano pranzare qui, ma il tempo è troppo brutto. Ho avuto il piacere di sapere che Martha è con loro; - James è andato a prenderla giovedì a Ibthrop, e starà con loro finché non si trasferirà a Kintbury. - Durante il Viaggio non abbiamo avuto disavventure, salvo che il nostro Baule è stato per una volta sul punto di scivolare via, e che siamo stati obbligati a fermarci ad Hartley per far ingrassare le ruote. - Mentre la mamma e Mr Lyford erano insieme, sono andata nel negozio di Mrs Ryder, e ho comprato quello che intendevo comprare, ma non proprio tutto. - Non c'erano Bretelle strette da Bambino, e quasi niente di seta da tessere; ma Miss Wood andrà come al solito molto presto in Città, e farà provvista di merce fresca. - Ho pagato la flanella 2s. e 3d. la iarda, e immagino che non sia molto buona; ma è un articolo così ignobile e spregevole in sé che il fatto che sia buona o cattiva ha poca importanza. Ho comprato anche dell'Inchiostro Giapponese, e la prossima settimana darò il via agli interventi sul mio cappello, (2) dai quali sai che dipendono le mie principali speranze di felicità. - Sono davvero molto nobile; ieri sera ho assolto all'alto ufficio di contare le gocce di Laudano per la Mamma. Porto con me le chiavi della Cantina e della Dispensa; e per due volte da quando ho cominciato questa lettera, ho dovuto dare ordini in Cucina. Il pranzo di ieri è stato ottimo, e il Pollo bollito tenero al punto giusto; perciò non sarò costretta a licenziare Nanny per questo motivo. - Ieri sera abbiamo aperto e sistemato quasi tutti i bagagli; Nanny ha voluto fare così, e a me non dispiaceva essere occupata. - Ho tirato fuori i Guanti e i tuoi li ho messi nel tuo cassetto. - Sono di un grazioso colore chiaro, e credo che siano esattamente come avevamo stabilito. - La tua lettera è arrivata insieme a una di Mrs Cooke, nella quale dice che Battleridge non uscirà prima di gennaio; (3) ed è così poco soddisfatta della lentezza di Cawthorn che non intende più ricorrere a lui. Ieri Mrs Hall, di Sherbourn, ha partorito un bimbo morto, qualche settimana prima del tempo, a causa di uno spavento. - Immagino che involontariamente le sia capitato di gettare lo sguardo sul marito. - Qui ha piovuto moltissimo nelle ultime due settimane, molto di più che nel Kent; e in effetti per tutto il tragitto da Staines abbiamo trovato strade ignobilmente fangose. - Il sentiero di Steventon non è da meno, e non so quando sarò in grado di andare a Deane. - Ho saputo che l'aspetto e l'Umore di Martha sono i migliori da molto tempo a questa parte; e spero proprio che ora sarà capace di scherzare apertamente su Mr W. (4) - Gli occhiali che ha trovato Molly sono della Mamma, le Forbici del babbo. - Siamo molto contenti di avere notizie così buone dei tuoi Pazienti, il piccolo e la grande. (5) Mi fa molto piacere che il mio caro itty Dordy (6) conservi il ricordo di me; un piacere sciocco, perché so che molto presto sarà svanito. Il mio attaccamento per lui sarà più duraturo; penserò con tenerezza e gioia al suo bel Viso sorridente e ai suoi Modi accattivanti, finché nell'arco di qualche anno non si sarà trasformato in un ragazzo ribelle e sgarbato. I Libri da Winton sono tutti disimballati e sistemati; - la Rilegatura li ha pressati nel modo giusto, e ora nello Scaffale c'è molto spazio vuoto per tutto ciò che vogliamo metterci. - Credo che i Domestici siano stati molto lieti di rivederci, Nanny lo è stata, ne sono certa; ha confessato di essersi molto annoiata, eppure ha avuto la Bambina con lei fino a domenica scorsa. So che è rimasta un po' d'Uva, ma non credo sia molta; - dev'essere raccolta il prima possibile, altrimenti questa Pioggia la farà completamente marcire. Sono proprio in collera con me stessa per non scrivere più stretto; perché il mio alfabeto è tanto più largo del Tuo? La figlia di Madama Tilbury sta per partorire - Posso darle qualcuno dei tuoi Vestiti da Bimba? - Quello dei Merletti è stato qui qualche giorno fa; che sfortuna per tutte e due che sia venuto così presto! - Madama Bushell laverà per noi solo per un'altra settimana, perché Sukey ha avuto un posto. - La moglie di John Steevens si assumerà l'incarico della nostra Purificazione; non ha l'aspetto di qualcuna che possa rendere pulito quello che tocca, ma chissà? - Per il momento non sembra probabile poter avere altre cameriere, ma intanto una sarà Madama Staples. - Mary ha assunto una Ragazzina di Ashe, che non è mai stata a servizio, come donna di fatica, ma James teme che non sia abbastanza forte per questo lavoro. Earle Harwood è stato di recente a Deane, come credo ci abbia scritto Mary; e poi la sua famiglia gli ha detto che riceveranno sua moglie, se continua a comportarsi bene per un altro Anno. - Lui è stato molto grato, e a ragione; il loro comportamento in tutto l'affare è stato particolarmente gentile. - Earle e la moglie vivono molto appartati a Portsmouth, senza nessun genere di servitù. - Quale prodigioso e innato amore per la virtù deve avere lei, per sposarsi in circostanze come queste! - È sabato Sera adesso ma la maggior parte di questa lettera l'ho scritta stamattina. - Oggi la Mamma non è scesa per niente; il Laudano l'ha fatta dormire un bel po', e nel complesso credo che stia meglio; - Domani spero di poter essere più concreta su questo argomento. Il babbo e io abbiamo pranzato da soli - Che strano! - Adesso lui e John Bond si trovano benissimo insieme, visto che ho sentito il passo pesante del secondo lungo il corridoio. - Oggi ci ha fatto visita James Digweed, e gli ho dato il permesso del fratello. (7) Anche Charles Harwood ci ha appena fatto visita per chiederci come stavamo, di passaggio da Dummer, dove è andato a prendere Miss Garrett, che sta tornando nella sua precedente residenza nel Kent. - Devo smettere, altrimenti domani non avrò spazio per aggiungere nemmeno una parola. - Domenica. - La Mamma ha trascorso una notte ottima, e anche se non si è alzata per la colazione, oggi si sente molto meglio. - Ho ricevuto la lettera della Zia, e grazie per lo Stralcio che mi hai mandato. - Scriverò presto a Charles. - Per favore dà un Bacio da parte mia a Fanny e a Edward - e chiedi a George se ha una nuova Canzone per me. - È davvero molto gentile da parte della Zia invitarci di nuovo a Bath; una gentilezza che merita una ricompensa migliore dell'approfittarne. -

Sempre tua
J.A.



(1) La moglie di James era all'ottavo mese di gravidanza.

(2) L'inchiostro giapponese era un inchiostro nero di qualità superiore, che seccandosi diventava lucido; probabilmente JA lo voleva usare per ritoccare le decorazioni di un suo cappello.

(3) Mrs Cooke era cugina di Mrs Austen, e aveva appena finito di scrivere un romanzo storico, Battleridge, an historical tale founded on facts. By a lady of quality, che in effetti fu poi pubblicato a Londra, da Cawthorne & Hutt, nel 1799.

(4) "Mr W." è citato in una lettera di Mrs Austen a Mary Lloyd del 30 novembre 1796: "Tell Martha, she too shall be my Daughter, she does me honor in the request - and Mr W: shall be my Son if he pleases -" ("Di' a Martha che anche lei sarà mia Figlia, la sua domanda mi onora, e Mr W. sarà mio Figlio se vuole -"); evidentemente il matrimonio andò poi a monte. (vedi: Deirdre Le Faye, Jane Austen: A Family Record, Second Edition, Cambridge University Press, 2004, pag. 99).

(5) Cassandra era a Godmersham per assistere Elizabeth, la moglie di Edward Austen, dopo la nascita dell'ultimo figlio, William, il 10 ottobre 1798.

(6) Vedi la nota 5 alla lettera precedente.

(7) Il permesso di caccia citato nella lettera precedente (nota 3).

introduzione     |     indice lettere     |     home page     |      11-20